Costa Crociere: nuova nave all’orizzonte?


Fincantieri si è detta pronta a costruire un’altra nave per Costa Crociere: la notizia è trapelata durante la consegna alla compagnia della nuova ammiraglia, la Costa Diadema.

Michael Thamm

Michael Thamm

Noi l’avevamo anticipato in un articolo ripreso dal Il Secolo XIX, in cui si ipotizzava una nuova nave non gemella della Diadema ma bensì un nuovo progetto, che potesse star dietro ai nuovi progetti dei competitors come MSC Crociere e il suo progetto Seaside.

Secondo indiscrezioni, riportate dai media nazionali, la nuova unità sarà la più grande mai commissionata nella storia di Costa Crociere , e con numeri niente male, con una stazza lorda di circa 170mila tonnellate quindi ben più grande di Diadema che si ferma alle 132mila tonnellate di stazza lorda.

La consegna sarebbe prevista per il 2019 mentre il cantiere di costruzione parrebbe essere lo stabilimento dFincantieri i Monfalcone, l’unico in grado di realizzare un gigante di queste dimensioni.

La conferma dell’ordine è attesa per fine anno, quindi occorre aspettare ancora un paio di mesi: ad una domanda ben precisa di un giornalista ieri, proprio sull’esistenza già di un progetto di una nuova nave, Michael Thamm, CEO di Costa Crociere, ha risposto che “c’è sempre una nuova nave da fare per il brand Costa, dipende da spirito ed energia che Fincantieri metterà per lavorare ancora”.

Costa Diadema

Se badate bene alle date inoltre, c’è un’altra coincidenza che parrebbe collimare con questa ipotesi: gli stabilimenti Fincantieri sono occupati sino al 2018 coi progetti di MSC Crociere e subito dopo sarebbero a disposizione.

Ma anche se dovesse arrivare un’altra commessa negli stabilimenti italiani, probabilmente Fincantieri non avrebbe problemi a realizzare la nuova nave addirittura a Saint-Nazaire, la cui proprietà è in mano alla società sudcoreana Stx Offshore & Shipbuilding e che potrebbe passare di mano proprio alla compagnia italiana, sempre secondo indiscrezioni: lo stabilimento è sul mercato ed inoltre, grazie ad un investimento di 70 milioni di euro, anche all’avanguardia, con al suo interno una gru a cavalletto da 1.400 tonnellate di portata, unica in Europa, capace di essere utile in caso di costruzione di navi da crociera tra le più grandi del mondo.

Un’operazione che porterebbe Fincantieri a diventare il primo gruppo a livello europeo e sicuramente concorrenziale nel mondo, ma che potrebbe essere stoppata dal parere vincolante da parte dell’Autorità Antitrust dell’Unione Europea.

Giuseppe Bono

Giuseppe Bono

L’AD Bono ha comunque fatto intendere senza mezzi termini che ormai Fincantieri è pronta a queste sfide perchè “bisogna soddisfare le richieste di qualità e prezzo del cliente. Penso che in questo noi siamo i più bravi di tutti” anche se per essere i numeri uno “deve esserlo però anche il sistema Paese. E proprio questo deve diventare più veloce ed efficace per permettere a noi di continuare ad essere vincenti.

Non chiedo soldi ma solo una maggiore collaborazione da parte di tutti per superare quelle difficoltà che in Italia si prospettano con troppa frequenza».

Dunque non rimane che aspettare l’atteso annuncio a fine anno: sarebbe la spinta in più che dimostrerebbe che la compagnia ha definitivamente superato il momento Concordia per guardare dritto al futuro.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

26/10/2014  ore 22.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Annunci

Costa Diadema: presentazione in diretta streaming!


Costa Diadema verrà presentata ufficialmente oggi alla Compagnia.

Il progetto ha coinvolto circa 1.000 lavoratori nei cantieri, oltre ad altri 2.500 dipendenti dell’indotto e circa 400 fornitori a contratto, la maggior parte dei quali sono aziende italiane, impegnate nell’allestimento degli interni della nave da crociera.

costa-crociere-costa-diadema-salone

Costa Diadema è la dodicesima nave costruita in Italia da Fincantieri per la compagnia Costa Crociere, con un investimento totale di oltre 5 miliardi di euro.

“Costa Diadema è la nostra nuova ammiraglia. Stabilirà nuovi standard di qualità nell’industria delle crociere europea e rafforzerà ulteriormente la nostra leadership in Europa” ha commentato l’Amministratore Delegato di Costa Crociere S.p.A, Michael Thamm.

Giuseppe Bono, Amministratore Delegato di Fincantieri S.p.A. ha dichiarato: “Costa Diadema è la 44esima nave da crociera che consegniamo dal 2002, la 12esima per gli amici di Costa Crociere” Bono ha concluso: “L’augurio che voglio esprimere in questa giornata di festa, è che continui questa proficua collaborazione fra grandi imprese nazionali, e che essa possa essere di buon auspicio per tutto il Paese”.

Con le sue 132.500 tonnellate di stazza lorda, una lunghezza di oltre 300 metri, una larghezza di 37 metri e 1.862 cabine passeggeri, Costa Diadema sarà la nave da crociera più grande della flotta Costa.

costa-crociere-costa-diadema-gelateria-armarillo

E’ una nave all’avanguardia, che offre ampi ambienti su più livelli, affacciati sul mare e collegati da percorsi dinamici per ricreare l’atmosfera di una vivace località balneare.

L’esempio perfetto è la passeggiata esterna sul mare, al ponte 5, una vera “terrazza all’italiana”, che si estende per oltre 500 metri, in cui gli ospiti possono godersi la spettacolare vista sul mare, rilassarsi in uno dei numerosi bar e ristoranti, gustando un cocktail o per una cena romantica.

Dopo la consegna, Costa Diadema partirà da Venezia il 30 ottobre per raggiungere Trieste, da dove inizierà la “crociera di vernissage”, il 1° novembre, che farà scalo a Dubrovnik, Corfù, Malta, Napoli e infine a Genova, dove, il 7 novembre, avrà luogo la cerimonia di Battesimo.

Subito dopo, Costa Diadema partirà da Savona, l’8 novembre, per tre crociere inaugurali di 7 giorni.

L’evento è stato trasmesso anche in diretta streaming sul sito di Fincantieri a partire dalle 11:00 di oggi ,sabato 25 ottobre.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

Comunicato aziendale

25/10/2014  ore 11.00

Silversea: le nuove navi costruite in Fincantieri finanziate da una banca cinese


La Banca industriale e commerciale della Cina (ICBC), una delle maggiori banche di investimento di proprietà statale in Cina, ha firmato un accordo con Silversea Cruise Holding tramite la sua controllata ICBC Leasing, per costruire tre navi da crociera nei cantieri navali di Fincantieri

silversea_pic

L’affare muoverebbe circa 800 milioni di € e sarebbe la prima operazione del genere per una banca cinese, una nuova pietra miliare sia per l’istituto bancario che per lo stesso Paese, facendo compiere alla Cina il primo vero, tangibile passo nell’ambizioso progetto cinese di espansione nella costruzione di navi da crociera.

Nel gennaio 2013 le stesse parti avevano già raggiunto un accordo per collaborare all’attività di leasing finanziario della compagnia a 5 stelle: la ICBC Leasing è sostanzialmente molto attiva nel settore navale, con al suo attivo 20 navi sparse per il mondo, tra cui navi da carico, unità container, chimichiere e ora, navi da crociera.

Il settore crocieristico è l’ultima conquista delle imprese cinesi: precedentemente c’era stata l’acquisizione da parte di Ctrip di una nave di maggior stazza, poi la convenzione tra Carnival, Fincantieri e  CSSC  per costruire navi da crociera in Cina , per non parlare di coinvolgimento di RCCL nel tentativo di CSSC Xiamen di progettare una nave da crociera cinese e la possibile acquisizione di una seconda nave da parte della Bohai Ferry .  

silversea_wind_2

Si ha proprio l’impressione che non sarà finita qui: in tutto questo Fincantieri sembra essere uno dei principali beneficiari.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

22/1/2014
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Fincantieri potrebbe costruire le prime navi di lusso Made in China


La Cina è il primo costruttore di navi del mondo, e starebbe considerando di realizzare la sua prima nave da crociera di lusso*: ciò sarebbe possibile grazie alla collaborazione con Carnival Corp e Fincantieri, per un operazione che punta ad espandere il turismo domestico, già preso di mira da tutte le compagnie crocieristiche mondiale quale mercato in nuova crescita.

Un cantiere navale della CSSC

Un cantiere navale della CSSC

Lo riferisce la Reuters, indicando anche un fatto concreto e cioè la firma di Carnival di un memorandum of understanding con China State Shipbuilding Corporation (CSSC), quotata attraverso China CSSC Holdings alla borsa di Shanghai, e che prevede la possibile creazione di una joint venture e che includerebbe anche Fincantieri.

Il mercato crocieristico cinese può contare su presunti 4.5 milioni di futuri passeggeri entro il 2020, sostiene il governo (e per la verità lo sostengono anche tutte quelle compagnie – vedi Carnival e Royal Caribbean – che in Asia hanno spostato parte della flotta): la Cina ha una classe media in forte crescita che cerca nuove opzioni per le proprie vacanze.

Logo China State Shipbuilding Corporation (CSSC)

Il settore cantieristico in Cina, aveva effettuato nel 2010 il sorpasso alla Corea del Sud: tuttavia anche per questa parte del mondo i venti della crisi si son fatti sentire e il governo è dovuto intervenire con sussidi per incoraggiare, ad esempio, le società marittime all’acquisto di nuove navi.

 

*ne avevamo già parlato a fine agosto, ma si trattava di indiscrezioni

 

15/10/2014  ore 10.50
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

Carnival Vista: al via i lavori della nave del mistero


Nei cantieri di Monfalcone di Fincantieri, si è posato in bacino il primo blocco della Carnival Vista.

Il primo blocco di 'Carnival Vista'

Il primo blocco di ‘Carnival Vista’

La cerimonia di inizio lavori di oggi ha mostrato il primo troncone, dal ragguardevole peso di 500 tonnellate, della nuova creatura della Carnival: una nave che è tutto un mistero, in quanto ancora non sono circolati rendering ufficiali.

Presenti alla cerimonia per l’armatore Ben Clement, vice president New Builds, mentre per Fincantieri Attilio Dapelo, direttore dello stabilimento.

Il primo blocco di 'Carnival Vista'

Il primo blocco di ‘Carnival Vista’

Carnival Vista sarà il nuovo punto di riferimento tecnologico a livello europeo e mondiale:

  • per il lay-out innovativo
  • le elevatissime performance
  • l’alta qualità di soluzioni tecniche d’avanguardia.

La nave verrà allestita nei prossimi mesi con un elevato standard di comfort e proporrà una vasta gamma di intrattenimenti a bordo, tra cui bar, ristoranti oltre che teatri, negozi e centri benessere.

Il Gruppo Carnival, che è il primo operatore al mondo nel settore delle crociere, avrà nella primavera del 2016 la sua nuova ammiraglia, che avrà una stazza lorda di 133.000 tonnellate, sarà la nave più grande della flotta Carnival e trasporterà 4.988 passeggeri.

Carnival finora è riuscita benissimo a tenere il segreto sulla sua nuova ammiraglia!

Una vera e propria nave del mistero no?

Photocredit: Ansa, Il Friuli

14/10/2014  ore 17.00
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.