Diario di bordo -Crociera MSC Poesia 28/10/2013-05/11/2013


Monica Vacca Moretti ci racconta la sua esperienza in crociera sulla MSC POESIA, effettuata dal 28/10/2013 al 05/11/2013

1° giorno – Partenza
Dopo due bellissime giornate trascorse in allegria nelle Langhe con gli amici del Gruppo è arrivato il grande giorno: oggi si sale x la prima volta su una nave MSC (dopo 7 crociere fatte con Costa ).
Lasciamo la nostra auto al Park Torre Sud (notevolmente più economico del parcheggio proposto da MSC) ed in pochi minuti la navetta ci porta al palacrociere di Genova. Sono circa le 11 ; consegniamo i bagagli e ci dirigiamo a fare il check-in dove ci viene fatta la foto identificativa e vengono consegnate le MSC card, con indicato numero di cabina, turno cena, nr. di tavolo ed Allegrissimo. Abbiamo Il numero d’imbarco 21, siamo un pò preoccupati pensiamo che ci vorrà molto tempo, ma ci sbagliavamo in breve tempo arriva il nostro turno; facciamo la foto di rito prima di salire e poi subito siamo dentro Poesia.
Siamo un po’ spaesati, ma rimaniamo subito colpiti dall’eleganza degli interni della nave. Ci dirigiamo subito alla nostra cabina che si trova al 15° piano , qui ci sono solo le suite la nostra è la 15012 (precisiamo la suite è stato un upgrade offerta MSC); che dire meravigliosa!!!!! Molto spaziosa, ampio balcone, vasca da bagno, accappatoi……….: veramente bella. La fame si incomincia a sentire così ci dirigiamo al 13° piano dove è situato il buffet “Villa Pompeiana”: c’è veramente una vasta scelta di cibo e facendo un primo paragone subito ci accorgiamo che x noi è molto meglio dei buffet che abbiamo trovato sulla navi Costa negli ultimi tempi. Qui iniziamo a sfruttare il nostro ALLEGRISSIMO con qualche birra fresca ….così faremo x tutta la crociera. Alle ore 15 la solita riunione informativa dove ci vengono spiegate l’escursioni . Alle ore 16 la prova d’evacuazione (questa la eseguiamo in uno dei tanti bar, molto veloce , completamente diversa da costa ……. quasi nessuno la segue ….. ). Iniziamo a conoscere la nave girando x i vari ponti …….ci piace ……
Partenza prevista alle ore 17.00, ma c’è un po’ di ritardo ed intorno alle 17.40 con in sottofondo le note della bellissima canzone “Con te partirò” (che sentiremo tutte le volte in cui la nave è in partenza) lasciamo il porto di Genova. Sulla destra troviamo ormeggiata la MSC Sinfonia.
A cena siamo al ristorante “Le Fontane” Il nostro turno di cena è il 2° alle ore 20.30 tavolo nr. 482. Facciamo conoscenza con Washington, il nostro simpatico cameriere brasiliano.
Buona cena (si equivale con Costa) ma ancor di più ci piace Allegrissimo in quanto vengono lasciate sia le bottiglie di acqua che quelle del vino al tavolo (io bianco , mio marito rosso) …. mentre in Costa nell’all-inclusive ultimamente portano acqua e vino in bicchiere, con conseguente disagio e ritardi quando vengono chieste le bevande ed un ulteriore carico di lavoro per i camerieri.

Immagine

Terminiamo la serata esplorando i vari bar e saloni della nave tra buona musica e qualche cocktail (ed anche qui l’Allegrissimo fa degnamente il suo dovere).

Immagine

2° giorno – Navigazione
Oggi la Poesia è in navigazione con direzione Malaga, purtroppo il tempo è nostro nemico piove x tutto il giorno e la nave ogni tanto balla ….. ma si regge benissimo……

Immagine

Andiamo a colazione ed anche qui notiamo una ottima scelta di cibarie, veramente soddisfacente, inoltre, sempre comprese nell’Allegrissimo, abbiamo a disposizione sia le spremute di arancia sia vari tipi di caffè, cappuccini, mokaccini, etc……..
Dedichiamo la giornata al riposo, approfittiamo per conoscere meglio la nave girando per i vari ponti (interni ed esterni) e per dedicarci alla lettura di un buon libro……….ogni tanto ci scappa anche la pennichella………
Questa sera cena di gala!!!!!! Anche se, per la verità, a parte l’abbigliamento non abbiamo notato particolari differenze rispetto alla cena del giorno precedente.
Anche oggi (come sarà poi per tutte le sere) chiudiamo la giornata con un po’ di musica, qualche ballo e qualche bevanda nei vari saloni della nave: Bar dei Poeti, the Zebra Bar, Pigalle Lounge..

Immagine

3 ° giorno – Malaga

Immagine
Arrivo puntuale a Malaga alle ore 09.30. Oggi abbiamo in previsione la prima delle tre escursione che abbiamo preacquistato, facenti parte del pacchetto “Explorer” (Malaga, Lisbona, Casablanca).
L’escursione si chiama “Visita della Città” ed ha una durata prevista di circa 4 ore. Punto di incontro al teatro “Alfieri” alle ore 10.00 dove ci viene assegnato il bus nr. 12. Scendiamo dalla nave ed attraversiamo il terminal crociere di Malaga, dove ci sono negozi di vario genere. Saliti sul bus ci dirigiamo x le vie più importanti della città e saliamo alla fortezza di Gibralfaro, da dove si gode di una bella vista sulla città. Proseguiamo il giro in bus per altre parti della città, poi scendiamo ed iniziamo la visita del centro a piedi. Ammiriamo l’anfiteatro romano, l’esterno del museo Picasso, giungiamo alla bellissima cattedrale dove è previsto l’ingresso e qui, purtroppo la guida si dilunga un po’ troppo, per cui quando usciamo ci rimane pochissimo tempo (circa un quarto d’ora) e riusciamo giusto a comprare qualche souvenir. Arriviamo in nave verso le 14.00 e subito ci dirigiamo al 13mo piano: chissà perchè !!!!!
il pomeriggio lo trascorriamo a prendere un po di sole !!!!!
E’ impossibile trovare un lettino nei pressi di piscine ed idromassaggi in quanto anche qui (come ormai penso dappertutto) imperversa la maleducazione di occupare i lettini lasciando gli asciugamani sopra per tutta la giornata. Fortunatamente i ponti adibiti a solarium sono immensi e nei piani alti si riesce sempre a trovare dei lettini liberi.
Alle ore 17.00 partenza con direzione Lisbona.
Oggi a cena ci viene consigliato abbigliamento casual. Stanotte cambio orario un’ora indietro, prendiamo il fuso orario del Portogallo e del Marocco.

Immagine

4° giorno – Lisbona
La nave questa notte ha ballato un pò …. meno male che eravamo a letto , direzione Portogallo verso la città di Lisbona dove attracchiamo alle 13 .
Oggi seconda escursione organizzata, “Visita di Lisbona”, durata 4 ore, appuntamento al teatro Alfieri alle ore 13.45. Saliamo sul nostro autobus nr. 14 ed iniziamo il tour verso il quartiere di Belem. Qui per prima cosa visitiamo il monastero di Jerico, la guida ci fornisce di apparecchi audio con cuffie tramite i quali seguiamo molto bene le spiegazioni durante la visita all’interno del monastero e del chiostro. Seconda tappa una fermata di un quarto d’ora alla Torre di Belem il simbolo della capitale portoghese e successivamente altra breve sosta al monumento alle Scoperte con foto e bellissima vista anche sul vicino Ponte 25 aprile. La visita prosegue in bus verso la parte “nuova” di Lisbona ricostruita dopo il terribile terremoto del 1755. Prima della fine del tour facciamo una sosta nella piazza Rossio dove la guida ci lascia un po’ di tempo libero per passeggio e shopping: visto che nelle vicinanze, nella avenida de Libertade, c’è l’Hard Rock Cafè, come rituale ci compriamo le magliette. Alle 18 e 30 rientriamo in porto.
Anche oggi cena informale con abbigliamento consigliato … casual.
Dopo cena andiamo a guardarci la partenza della nave puntuale alle 23.45.

Immagine

Oggi è il 31 ottobre quindi serata di Halloween, ma purtroppo devo dire che come festeggiamenti è stata una serata piuttosto “moscia”. Sarà che l’età media degli ospiti della nave è piuttosto avanzata, sarà che l’animazione mi è sembrata piuttosto soft, non è stata creata una atmosfera particolare, sembrava una serata come le altre.
Ricordo al contrario come fu bella ed animata la serata di Halloween che trascorremmo due anni fa su Costa Concordia (sigh…..) dove fu organizzata una festa veramente indimenticabile.

Immagine

5 ° giorno – Navigazione
La nave naviga verso Casablanca, oggi il tempo è bello ne approfittiamo di primo mattino x prendere il sole (e ci coloriamo un pochino), ritiriamo i nostri asciugamani e ci sistemiamo nel solarium ponte 14. Su MSC il sistema consegna teli mare è diverso (e sicuramente più ordinato) che su Costa: gli asciugamani vengono consegnati dagli addetti previa esibizione della tessera e rilascio di uno scontrino; gli asciugamani devono essere poi riconsegnati unitamente allo scontrino, pena una sanzione di 20 euro per ogni asciugamano non consegnato (vedendo comunque la quantità di asciugamani abbandonati sulle sdraio mi vengono seri dubbi sul fatto che queste penali vengano o meno applicate……………………).

Immagine
Nel pomeriggio approfitto del balcone x prendere il sole e mentre le onde mi cullano vedo un branco di delfini …. che meraviglia sembrava che ci seguissero.
Alle 19.00 andiamo per l’unica volta al teatro Alfieri e vedere lo spettacolo, solitamente non siamo amanti di questi spettacoli, ma oggi essendo in tema italiano “Little Italy” ci attira ed è stata una buona scelta.
Oggi giornata dedicata all’Italia e quindi serata italiana anche al ristorante, ben addobbato tricolore. Anche noi cerchiamo di fare un po’ di coreografia vestendoci con i colori della nostra bandiera. Prima del termine della cena un po’ di spettacolo, con i camerieri che sfilano con i tiramisù ed alcune canzoni italiane che fanno sempre piacere.

6° giorno – CASABLANCA

Immagine
Oggi siamo in Marocco, la nave arriva a Casablanca alle ore 7, ma avendo l’escursione nel pomeriggio e non essendo interessati a scendere la mattina da soli, dormiamo ancora così ci perdiamo l’arrivo. Quando ci affacciamo al balcone vediamo intorno a noi una zona industriale e siamo circondati da migliaia di container che vengono movimentati continuamente e l’impressione non è certo delle migliori. Effettivamente quando scenderemo ci renderemo conto di essere in una zona del porto dove non c’è assolutamente nulla neanche un negozietto od un duty-free.
La nostra escursione terza ed ultima escursione “Visita di Casablanca e della Moschea di Hassan II” è nel primo pomeriggio, appuntamento al teatro Alfieri alle 13.15, la città di Casablanca ci aspetta: il nostro numero di autobus è il 22 la nostra guida si chiama Mustafà, indossa il tipico vestito arabo.
Iniziamo la nostra escursione con un tour panoramico attraverso le principali vie di Casablanca, visitiamo un caratteristico mercato di frutta e pesce (molto sporco…..). A seguire andiamo alla moschea di Hassan II, la nostra guida ci riferisce che è la seconda moschea del mondo come grandezza dopo la Mecca è stata terminata nel 1993 e dove l’hanno edificata prima c’era il mare. E’ veramente imponente e molto bella. Dopo averci spiegato varie cose sulla loro religione e sul loro modo di pregare la guida ci accompagna per il tour guidato all’interno della moschea. Tutti si devono coprire le spalle (anche gli uomini) e prima dell’ingresso ci viene consegnata una busta di plastica, dove metteremo le scarpe, in quanto nella moschea si può entrare rigorosamente solo senza scarpe.
Il nostro tour continua con una fermata di un quarto d’ora sulla Corniche (il lungomare di Casablanca) e la visita della cattedrale di Notre Dame de Lourdes. Prossima sosta all’esterno del palazzo Reale dove approfittiamo x fare delle foto. Ulteriore sosta fotografica in un’altra piazza del centro, che essendo sabato sera era veramente gremita di gente a passeggio. Infine il tour (sinora piuttosto interessante) termina con oltre una quarantina di minuti (sprecati a mio parere) con la visita di una erboristeria dove un “imbonitore” cercava di convincerci in tutti i modi a comprare degli intrugli miracolosi a base di erbe che pareva guarissero tutti i mali, va beh…… siamo in Marocco e dobbiamo accettare anche questo…………………………… Rientriamo in porto verso le 18.30, la nave parte puntuale alle 19.
Visto che oggi è sabato e domani navigazione (quindi si può dormire un po’ di più) dopo i soliti cocktail, verso mezzanotte andiamo a fare quattro salti in discoteca e la finiamo ad andare a letto alle 3.
Stanotte cambio orario, un’ora avanti, si torna al nostro fuso orario.

7 ° giorno – Navigazione

Immagine
Oggi x noi è un giorno di festa, il mio ometto compie 15 anni!!!!! La giornata inizia con un sole splendido così ne approfittiamo x prendere un po’ di sole sia di mattina che di pomeriggio . Alle 18 c’è il cocktail privato con il comandante Giuseppe Maresca. A noi viene recapitato l’invito (ma è troppo presto così decidiamo di non andarci).
Oggi seconda cena di gala, veramente carina alla fine la coreografia dei camerieri che sfilano che le torte “infuocate” e la presentazione del personale della cucina…..
Al termine della cena x Stefano arriva a sorpresa la torta, con tanto di biglietto di auguri (non era al corrente di tutto ciò, gli è stata regalata dalla sua madrina di cresima che ha un ‘agenzia di viaggi) i nostri camerieri insieme ad altri improvvisano una piccola sfilata dove, con ausilio di posate, piatti e pentole suonano e cantano la classica canzoncina di buon compleanno….. Siamo felici ma al tempo stesso tristi: la nostra crociera sta x terminare . Come da rituale andiamo ad ascoltarci un po’ di musica al bar dei poeti sorseggiando un buon cocktail , poi in disco “S32” , ma alle 2 si rientra il letto ci chiama , domani Barcellona.

8° giorno – Barcellona
La nave arriva al porto di Barcellona alle 8.

Immagine

Oggi la giornata è grigia e fa anche freddino, decidiamo di non scendere perchè a Barcellona ci siamo stati varie volte , ci godiamo la nave tutta x noi. Nel porto sono ormeggiate numerose navi da crociera, dietro di noi ci sono la Splendida, veramente bella e la Norvegian Spirit, dietro la Mein Schiff 1 (esteticamente piuttosto bruttina); io ormai sono triste sto già pensando che dopo pranzo devo preparare le valigie!!!!!!!!!
La nave salpa puntuale alle 13, mi godo l’ultima partenza della Poesia e l’ultimo “con te partirò”: che tristezzaaaaaaa !!!!!
Alle 20 e 30 si va cena , al termine salutiamo i nostri 2 camerieri con foto ricordo: loro (brasiliani) sono contenti perchè tornano nella loro terra d’origine: la Poesia domani da Genova si dirige verso il Brasile con una crociera transatlantica di 20 gg. per poi posizionarsi per la stagione invernale in Sud America con crociere tra Brasile ed Argentina………… io dico che domani non scendo e rimango con loro…………….
Ultimo salto al bar dei poeti ascoltiamo un po’ di musica, sfruttiamo l’Allegrissimo forse più del solito x dimenticare che domani si rientra a casa…….
Per finire andiamo in disco, la musica questa notte non mi piace a parte mio figlio (musica heavy metal, solo mio figlio è entusiasta) ma forse è anche la tristezza che ormai mi assale.
All’una rientriamo in cabina ci sono le valigie da mettere fuori dalla porta (le nostre etichette sono di colore giallo che ci permettono di scendere alle ore 9 e 15)…. anche questa notte la nave balla un po’ ma la stanchezza è più forte del mare.

9° giorno – Arrivo
L’arrivo a Genova è previsto alle 09.00 ma già dalle 07.30 ci accorgiamo che la nave sta manovrando e difatti quando alle 8 ci affacciamo al balcone la nave è già attraccata.
Sistemiamo le ultime cose e lasciamo con malinconia la nostra suite (chissà se mai ci ricapiterà di avere una suite…………….)
Veloce colazione al “Villa Pompeiana” solita spremuta di arance ed ultima firma di scontrino dell’Allegrissimo per due ottimi mokaccini.
Sono ormai le nove passate e possiamo quindi scendere, la tristezza ci assale, è stata veramente una crociera fantastica, ci siamo trovati veramente bene e naturalmente ci ripromettiamo di fare il bis appena possibile. ADDIO ( o chissà, magari ARRIVEDERCI) MSC Poesia…………………..

Immagine
Terminata la crociera, con la nostra “fortuna” di abitare in un isola, chiaramente ci aspetta ancora una notte di viaggio per tornare Sardegna (la “minicrociera” Tirrenia……………………), ma siamo ancora ignari di quale odissea ci attende.
Come già programmato ritiriamo la nostra auto dal parking e trascorriamo buona parte della giornata al Serravallev Outlet Village) per fare un po’ di shopping.
Verso le ore 18 torniamo al porto di Genova per imbarcarci sulla Nuraghes, la cui partenza è prevista alle ore 20.30 con arrivo a Porto Torres alle 08.00 del mattino successivo.
E’ qui già quando siamo in attesa di imbarco cominciano a girare voci che il mare è molto brutto per cui avremo avuto dei problemi. Alle ore 19.00 saliamo sulla nave dove veniamo preavvisati che la nave non partirà prima della mezzanotte……………….
Verso le ore 21.00 il Comandante pronuncia all’altoparlante le decisioni prese: “causa le avverse condizioni meteo-marine, in particolare dei mari del Nord Sardegna, la nave partirà verso le 03.00/03.30 con arrivo previsto verso le ore 16.00 del giorno successivo”.
Stanchi e tristi ci rassegniamo, abitare su un’isola comporta anche questi imprevisti.
Verso le 03.30 coricati nella nostra cabina sentiamo che si inizia a “balllare” per cui capiamo che la nave è finalmente partita. E la notte proseguirà tra un ondeggio è l’altro, più o meno forti, per fortuna riusciamo a resistere e nessuno di noi si sente male.
Nella mattinata gli ultimi annunci del Comandante informano che è stata fatta la rotta ad est della Corsica, che alle 13.30 inizieremo l’attraversamento delle Bocche di Bonifacio (e qui si “ballerà” eccome) e che verso le 16.30 si giungerà in porto.
Alle ore 16.00, nonostante lo avessimo già capito (visto che eravamo in mare aperto e non si vedeva terra da nessuna parte) il Comandante informa che l’arrivo sarà intorno alle ore 18.00.
E finalmente alle 18.15 circa (con dieci ore di ritardo) la Nuraghes entra finalmente nel porto di Porto Torres.
Dopo una mezz’ora ci fanno scendere e con poco meno di due ore d’auto sulla S.S. 131 finalmente giungiamo a casa…………………

GIUDIZI:
Nave : eccellente
Itinerario : buono
Soste nei porti : buono
Personale : eccellente
Buffet : eccellente
Ristorante : buono
Pulizia : eccellente
Allegrissimo : eccellente

Blogger: Monica Vacca Moretti ©

Foto: Monica Vacca Moretti ©

E’ fatto divieto a chiunque la pubblicazione,la condivisione,il copiare anche solo parti del presente articolo,l’usare immagini senza autorizzazione del blogger.

Immagine ImmagineImmagine