Carnival Cruise Lines senza Presidente: Cahill si ritira


Carnival Cruise Lines è senza Presidente e Ceo: Gerry Cahill infatti, annuncia il proprio ritiro, con efficacia dal 30 novembre, dopo aver dato alla compagnia 20 anni di dedizione, ricoprendo anche il ruolo di CFO.

Carnival Cruise Lines senza Presidente: Cahill si ritira

Al momento non è stata annunciata alcuna sostituzione.

Gerry Cahill si ritira a 63 anni, dopo aver guidato Carnival sin dal 2007, cioè da quando la compagnia ha passato i momenti più bui, di crisi e ha dato avvio al maxi programma da 300 milioni di dollari per il suo rilancio, credendo strenuamente nell’allargamento della flotta Carnival, che ora conta 24 navi, quattro delle quali varate durante la sua permanenza come CEO e introducendo una nuova classe, la “Dream“, la stessa a cui appartiene Costa Diadema.

Carnival Cruise Lines senza Presidente: Cahill si ritira

Cahill resterà comunque in Carnival per il passaggio di consegne per un periodo di tempo non specificato e ricoprendo la carica di consulente.

Non posso ringraziare abbastanza Gerry per il suo instancabile impegno sia come cfo di Carnival Corporation e CEO di Carnival Cruise Lines – ha dichiarato Micky Arison, presidente di Carnival CorporationLa sua leadership e la sua passione, insieme alle sue opinioni oneste, ci mancheranno“.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

02/11/2014  ore 22.50
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Annunci

Carnival Magic: 2 passeggeri in quarantena per rischio Ebola


Due passeggeri a bordo della Carnival Magic sono stati messi in quarantena nella loro cabina dopo che aver scoperto che uno dei passeggeri ha lavorato nel Texas Health Presbyterian Hospital, come supervisore di laboratorio, e potrebbe aver maneggiato campioni clinici del paziente contagiato da Ebola a Dallas.

carnival-magic

 

La situazione non appare molto chiara, anche perchè non c’è alcuna prova che il passeggero abbia in effetti potuto avere qualsiasi contatto con i campioni del paziente infettato e soprattutto non esiste nessuna prova che anche maneggiando i campioni questi possano averlo infettato: ma la paura è talmente grande che per precauzione la Carnival ha provveduto ad isolare le due persone nella propria cabina.
Carnival ha dichiarato che la donna messa in quarantena non ha mostrato alcun sintomo del virus e il CDC( Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie) sostiene con forza che il rischio di contagio è davvero molto basso.

In questo momento, l’ospite rimane in isolamento a bordo della nave e non è considerato un rischio per eventuali ospiti o per l’equipaggio. E’ importante ribadire che il passeggero non ha sintomi ed è stato isolato per eccesso di cautela“.

Carnival Magic

Comunicato ufficiale Carnival Cruise Line

La donna si è imbarcata dal porto di Galveston, in  Texas, Domenica, quindi prima che il CDC aggiornasse i requisiti per il monitoraggio attivo di tutti coloro che possono essere stati esposti al virus.

Mettendo in atto il protocollo, la CDC ha contattato mercoledì la Carnival che ha individuato il passeggero a bordo di Carnival Magic: la stessa passeggera ha confermato che ha seguito per sua stessa sicurezza gli auto-controlli, per verificare se avesse febbre o altri sintomi, senza riscontrare assolutamente nulla; considerando che il tutto sarebbe accaduto il 6 di ottobre, se davvero avesse contratto Ebola, i sintomi si sarebbero già dovuti manifestare.

La Carnival Magic ieri ha fatto una sosta in Belize e gli ospiti sono stati liberi di sbarcare, a parte i due in quarantena, anche perchè il Paese non avrebbe in alcun modo concesso il permesso per motivi sanitari.

ccl-magic

Il comunicato del Belize recita : “Il governo del Belize ha deciso di non concedere agli Stati Uniti nessuna assitenza per l’evacuazione dei passeggeri attraverso l’aeroporto internazionale di Phillip Goldson.

Il GOB ​​rassicura il pubblico che il passeggero non ha potuto sbarcare in Belize e sebbene i rapporti con gli USA rimangano attivi, il governo intende garantire la sicurezza dei propri abitanti rifiutando il trasporto da un aeroporto del Paese“.

Intanto Carnival rassicura che nessuna delle navi della flotta fa itinerari nei luoghi in cui i casi di Ebola si moltiplicano e che impedisce di imbarcarsi a tutti quei passeggeri che provengano da Liberia, Sierra Leone e Guinea.
La Carnival Magic terminerà la sua crociera il 19 ottobre ritornando nel suo home-port di Galveston, Texas.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

17/10/2014  ore 18.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

Fincantieri potrebbe costruire le prime navi di lusso Made in China


La Cina è il primo costruttore di navi del mondo, e starebbe considerando di realizzare la sua prima nave da crociera di lusso*: ciò sarebbe possibile grazie alla collaborazione con Carnival Corp e Fincantieri, per un operazione che punta ad espandere il turismo domestico, già preso di mira da tutte le compagnie crocieristiche mondiale quale mercato in nuova crescita.

Un cantiere navale della CSSC

Un cantiere navale della CSSC

Lo riferisce la Reuters, indicando anche un fatto concreto e cioè la firma di Carnival di un memorandum of understanding con China State Shipbuilding Corporation (CSSC), quotata attraverso China CSSC Holdings alla borsa di Shanghai, e che prevede la possibile creazione di una joint venture e che includerebbe anche Fincantieri.

Il mercato crocieristico cinese può contare su presunti 4.5 milioni di futuri passeggeri entro il 2020, sostiene il governo (e per la verità lo sostengono anche tutte quelle compagnie – vedi Carnival e Royal Caribbean – che in Asia hanno spostato parte della flotta): la Cina ha una classe media in forte crescita che cerca nuove opzioni per le proprie vacanze.

Logo China State Shipbuilding Corporation (CSSC)

Il settore cantieristico in Cina, aveva effettuato nel 2010 il sorpasso alla Corea del Sud: tuttavia anche per questa parte del mondo i venti della crisi si son fatti sentire e il governo è dovuto intervenire con sussidi per incoraggiare, ad esempio, le società marittime all’acquisto di nuove navi.

 

*ne avevamo già parlato a fine agosto, ma si trattava di indiscrezioni

 

15/10/2014  ore 10.50
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

Carnival Vista: al via i lavori della nave del mistero


Nei cantieri di Monfalcone di Fincantieri, si è posato in bacino il primo blocco della Carnival Vista.

Il primo blocco di 'Carnival Vista'

Il primo blocco di ‘Carnival Vista’

La cerimonia di inizio lavori di oggi ha mostrato il primo troncone, dal ragguardevole peso di 500 tonnellate, della nuova creatura della Carnival: una nave che è tutto un mistero, in quanto ancora non sono circolati rendering ufficiali.

Presenti alla cerimonia per l’armatore Ben Clement, vice president New Builds, mentre per Fincantieri Attilio Dapelo, direttore dello stabilimento.

Il primo blocco di 'Carnival Vista'

Il primo blocco di ‘Carnival Vista’

Carnival Vista sarà il nuovo punto di riferimento tecnologico a livello europeo e mondiale:

  • per il lay-out innovativo
  • le elevatissime performance
  • l’alta qualità di soluzioni tecniche d’avanguardia.

La nave verrà allestita nei prossimi mesi con un elevato standard di comfort e proporrà una vasta gamma di intrattenimenti a bordo, tra cui bar, ristoranti oltre che teatri, negozi e centri benessere.

Il Gruppo Carnival, che è il primo operatore al mondo nel settore delle crociere, avrà nella primavera del 2016 la sua nuova ammiraglia, che avrà una stazza lorda di 133.000 tonnellate, sarà la nave più grande della flotta Carnival e trasporterà 4.988 passeggeri.

Carnival finora è riuscita benissimo a tenere il segreto sulla sua nuova ammiraglia!

Una vera e propria nave del mistero no?

Photocredit: Ansa, Il Friuli

14/10/2014  ore 17.00
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Carnival Miracle porta aiuti umanitari a Cabo San Lucas


Carnival Miracle, che ha lanciato proprio questa settimana le crociera verso la Riviera Messicana, ha consegnato diverse tonnellate di aiuti umanitari a Cabo San Lucas, uno dei porti previsti dalla crociera ma soprattutto il porto che è stato colpito duramente dall’uragano Odile.

630x355

La Carnival Miracle ha consegnato alle agenzie umanitarie  che agiscono a Cabo San Lucas decine e decine di pallet di acqua in bottiglia, alimenti non deperibili e articoli da toelette.

La consegna degli aiuti umanitari

E’ poi ripartita, dopo un’intera giornata a Cabo, per la sua crociera di 6 giorni, che include fermate anche a Puerto Vallarta e Mazatlan: quest’anno la Miracle porterà quasi 100.000 visitatori a Cabo San Lucas.

 

09/10/2014  ore 00.25
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.