Vini Aneri e MSC Crociere: in anteprima l’Amarone Stella 2008


MSC Crociere riserva un trattamento esclusivo a coloro che prenotano dal 1° giugno al 15 luglio una crociera invernale a bordo di MSC Armonia o MSC Musica: una bottiglia di Amarone Aneri Stella 2008, pregiato vino di indiscusso valore nonché perla di una selezione speciale che sarà sul mercato solo da settembre 2014 e che i clienti MSC potranno assaggiare in anteprima assoluta.

logo msc

 

Un omaggio rappresentativo della continua tendenza all’eccellenza da parte della Compagnia, perseguita attraverso sempre nuove partnership con i leader di ogni settore, come l’azienda vinicola Aneri.

Non solo, la promozione, rientra in quel novero di iniziative di incentivazione firmate MSC Crociere e rivolte alla forza agenziale, da sempre canale di vendita privilegiato dalla Compagnia.

xbottiglia-Aneri-Msc.png.pagespeed.ic.gBsXuLl1x2

Prenotando dunque un itinerario verso i paradisi naturali e le spiagge dorate delle Antille o delle Canarie, i viaggiatori MSC Crociere potranno assaggiare in anteprima un prodotto unico nel suo genere, destinato ai nomi più autorevoli e riconosciuti della ristorazione e dell’ospitalità internazionale, come il Four Seasons di New York, il ristorante l’Anima di Londra, il Cipriani di Montecarlo, lo Stresa di Parigi e il ristorante Cracco di Milano.

Un vino prezioso omaggiato ai 25 Capi di Stato e di Governo durante la firma della Costituzione Europea e donato agli Otto Grandi della Terra durante il Vertice del G8 dell’Aquila.

Nave_MSC_Splendida-

 

La consegna della bottiglia avverrà presso l’agenzia di viaggio successivamente alla prenotazione, dove il cliente potrà comodamente ritirare l’esclusivo omaggio con packaging brandizzato e accompagnato da un biglietto “with compliments” personalizzato.

 

31/05/2014  ore 16.20
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Costa Concordia: ecco come la nave lascerà il Giglio


L’ultima fase del progetto di rimozione della Concordia durerà 1 settimane, salvo imprevisti tecnici o condizioni meteo non favorevoli.

Sette-dieci giorni per tornare a galleggiare e altri 4-5 per coprire, trainata dai rimorchiatori, il tragitto dal Giglio a Genova .

++ Concordia: Gabrielli, rimozione nel mese di giugno ++

In questo momento al Giglio lavorano sia di giorno che di notte circa 320 persone con 30 mezzi navali a disposizione: il progetto ha raggiunto la quarta di 5 fasi, quella che prevede il montaggio dei cassoni (sponson) che dovranno consentire il “rigalleggiamento” sul lato di dritta.

Al momento è stato installato il cassone S6, il settimo dei 15 complessivi previsti e sabato si inizierà con l’S5.

A questi, inoltre, andranno aggiunti altri 4, che devono essere montati sul lato di sinistra del relitto in modo che alla fine dell’operazione la Concordia possa contare su un totale di 30 cassoni.

Concordia: Costa ha deciso, sarà demolita a Genova

L’installazione degli sponson è iniziata a metà aprile, ha già subìto una duplice battuta d’arresto a causa di una mancata autorizzazione e di un problema a una delle strutture e dovrebbe essere completata entro i primi 10 giorni di luglio: «L’operazione durerà circa una settimana, e sarà irreversibile», ha detto qualche giorno fa il coordinatore del progetto per la Costa Concordia, l’ingegner Franco Porcellacchia.

Finito il montaggio degli sponson, inizierà l’ultima fase del progetto, vale a dire il “rigalleggiamento” e la rimozione della nave.

96320fd6d757adbdfb8f702e19593d29-kSo--645x400@MediTelegraphWEB

 

Per mezzo di un sistema pneumatico, i cassoni sui due lati del relitto saranno progressivamente svuotati dall’acqua e forniranno la spinta necessaria a fare rigalleggiare la Concordia, che attualmente poggia sul falso fondale creato dai tecnici a circa 30 metri di profondità.

Terminata questa fase, la parte che rimarrà sommersa sarà di circa 18,5 metri.

29558184_costa-concordia-il-relitto-sar-smantellato-nel-porto-di-genova-0

Al momento il crono-programma prevede che questo step avvenga tra il 12 e il 19/20 luglio, ed è questo il momento più rischioso: all’interno della nave ci sono ancora circa 160 tonnellate di liquidi inquinanti, residui di carburante e olii che non si è riusciti ad asportare quando furono svuotati i serbatoi per via della posizione della nave, liquidi che potrebbero uscire, creando un serio problema ambientale.

Ed è proprio questo uno dei punti sui quali si sta concentrando il lavoro degli ingegneri.

concordia-634x396

Una volta in galleggiamento, la Concordia verrà agganciata ai rimorchiatori che la traineranno, a una velocità di 3 miglia l’ora, sino al porto di Genova.

Engineers Attempt To Raise The Costa Concordia Cruise Ship After It Sank In 2012

Ad “accompagnare” il relitto nell’ultimo viaggio ci sarà anche Legambiente e con ogni probabilità i mezzi della Castalia, il consorzio che per conto del ministero dell’Ambiente assicura i servizi antinquinamento per la salvaguardia delle coste e dei mari Italiani.

 

Fonte: ilsecoloXIX

31/05/2014  ore 16.00

Costa ha deciso: la Concordia sarà demolita a Genova


Secondo quanto scrive oggi Il Sole 24 Ore la decisione sarebbe ormai è presa: la destinazione finale di Costa Concordia, naufragata al Giglio nel gennaio 2012 (32 morti) sarà il porto di Genova.

L’annuncio ufficiale è atteso a giorni.

Sarebbe anche stato decisa la data in cui vedremo il rigalleggiamento: sarà  il 20 luglio.

costa-concordia-italy-ship

 

Tra le altre cose la società avrebbe rinunciato ad utilizzare la Vanguard, la nave semisommergibile che avrebbe potuto ‘imbarcare’ la Concordia. La nave infatti sarà rimorchiata verso Genova.

Ogni aspetto dell’operazione sarà gestito da Titan Micoperi, che ha già guidato il parbuckling (il raddrizzamento) dello scafo.

Il gruppo Costa, insieme a legali e assicuratori, sta lavorando alla sottoscrizione del contratto che affiderà ai gruppi San Giorgio, Mariotti e Saipem, in collaborazione con l’Autorità portuale di Genova, il processo di smantellamento del relitto.

Servirà poi un passaggio in Conferenza dei servizi, prevista per il 16 giugno, per arrivare all’annuncio ufficiale della scelta di Genova.

2

 

Il porto di Genova soddisfa la volontà di Costa Crociere e  quella del Governo, di eseguire in Italia la demolizione.

Gli assicuratori, che preferivano come destinazione del relitto la Turchia, dove lo smaltimento avrebbe avuto costi minori,  alla fine si sono allineati  (40 milioni di euro contro i circa 100 di Genova).

L’aspetta un viaggio di 150 miglia, alla Concordia, un traino sino al terminal di Voltri del porto di Genova, zona capace di accogliere il pescaggio di 18,5 metri del relitto.

 

Sarà quasi il capitolo finale per questo relitto: la nave verrà svuotata dalle strutture interne, in modo da far arrivare il suo pescaggio a 15 metri. Poi Concordia sarà spostata nella parte di Levante dello scalo, presso l’area delle riparazioni navali, dove un tempo trovava spazio il superbacino galleggiante del porto di Genova.

Qui saranno tagliati e asportati i ponti della nave così da avere un pescaggio di 10 metri. L’indotto e i lavoratori diretti che potranno essere impiegati nei lavori , che dureranno circa un anno, saranno di circa 100 maestranze.

 

Poi il relitto sarà spostato in un bacino di carenaggio delle riparazioni, dove avverrà lo smantellamento definitivo, che chiuderà, almeno materialmente, tutta la triste vicenda di questo gigante del mare.

 

30/05/2014  ore 19.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

La mia 1°crociera: guida all’uso


Siete alla vostra prima crociera e non sapete proprio da dove cominciare?

In altri articoli del blog vi abbiamo dato dei suggerimenti su tante cose che non dovete dimenticare di fare, di mettere in conto etc etc.

foto_drink

Oggi ci vogliamo concentrare invece sulle cose che proprio dovreste evitare: ciò renderà la vostra vacanza più “leggera” e divertente e vi permetterà di godervela in maniera sana senza aver rimpianti o esser delusi dal non aver potuto fare tutto ciò che vi eravate immaginati prima di partire!

 

Piccoli consigli dettati dal buon senso ma anche da tutte le esperienze vere di viaggio che ci è capitato di dover ascoltare nel tempo.

 

  • Mai esagerare il tuo primo giorno a bordo.

Ormai le navi da crociera sono diventate delle vere e proprie città galleggianti. Esse ospitano tantissime attrazioni a bordo, si incontrano migliaia di persone. Cercare di scoprire ogni minimo angolo il primo giorno vi farà perdere di sicuro tante altre cose: spettacoli e nuovi incontri ad esempio. Può anche trattarsi di una nave che non è la più grande al mondo ma è pur sempre una città galleggiante con almeno 2500 persone a bordo( nella maggior parte dei casi ). La tentazione, si sà , è forte..ma lasciamoci ogni giorno qualcosa in più da scoprire o presto ci si stancherà di vedere sempre le stesse cose!

art_of_eating_tcm14-72152

Per questo motivo..prendetevi tutto il tempo che vi occorre, senza correre 😀

 

  • Non utilizzate esclusivamente i ristoranti di specialità per mangiare.

E’ certo che ogni nave da crociera ha a bordo almeno un ristornate di specialità: un ristorante cioè a pagamento. Molti mangiano solo presso questi ristoranti, pensando si mangi bene solo lì. Errore: mangiare in questi ristoranti può essere davvero un’esperienza fantastica, alcuni sono ristoranti “gestiti” da Chef che sono vere e proprie personalità nel loro campo. Ma a fine crociera il conto del ristorante potrebbe farvi venire un infarto! E’ pur vero che i prezzi non sono altissimi, ma utilizzarli sempre per mangiare a pranzo e a cena, vi costerà davvero una bella botta di soldi!

crociera celebrity equinox (1)

Oltrettutto rischiate di perdervi le serate speciali nel ristorante principale, il cui prezzo è compreso nel prezzo della crociera, che spesso e volentieri offre serate a tema, compresa ad esempio la serata aragosta, la serata coi cibi tradizionali del porto che si è appena visitato etc etc.

msc-crociere

 

Questo ci porta al punto successivo..

A parte davvero pochissime eccezioni, la maggior parte delle compagnie di crociere prevede delle quote di servizio, ossia le cosidette mancie obbligatorie, quella parte fissa di cui si conosce il prezzo prima di partire (in genere 6/7 euro o dollari al giorno , a secondo della lunghezza della crociera e della durata-in questo caso possono anche essere più care) , che non vengono conteggiate nel prezzo del biglietto ma vengono pagate onboard alla fine della crociera, insieme alla quota del 15% circa su ogni acquisto effettuato a bordo (compresa oggettistica, beveande, cibi).

A fine crociera, se non si conosce questo aspetto, si rischia di vedere lievitare non di poco il totale previsto.

carta-di-credito

 

Il nostro suggerimento è di tenere in conto la quota di cui si conosce esattamente il totale , cioè la quota di servizio dei 7/8 euro moltiplicata per i giorni di crociera che dovete affrontare.

Per il resto vi suggeriamo invece di stare attenti negli acquisti. Se prevedete di bere più di 2 cocktail al giorno e qualche caffè più le bottiglie d’acqua per il ristorante, vi conviene compare un pacchetto bevande all-inclusive: il costo giornaliero è presto raggiunto solo con poche bevande comprate separatamente e spesso è comprensivo anche di gelati e altre goloserie servite a bordo ma a pagamento.

Final-Cruise-Bill

 

Per gli acquisti di oggettistica, vi conviene stabilire un badget massimo al quale attenervi, comprensivo anche dell’aggiunta del 15%: in questo modo potete stare più o meno tranquilli di non sforare in maniera pesante sulla cifra prevista.

conto finale crociera

Attenzione anche a tutte quelle voci non previste nel biglietto come: trattamenti di bellezza, corsi di ginnastica, yoga a pagamento, istruttore privato, corsi di cucina e pittura che si specifica siano a pagamento, escursioni a terra organizzate con la compagnia, lavanderia etc.

 

  • Non rimanete mai troppe ore in cabina.

La maggior parte delle volte chi va in crociera per la prima volta ( a volte come viaggio di nozze ) sceglie come cabina un bel balcone: nè troppo caro come una suite nè così distante come prezzo da un’interna. Scegliere questo tipo di cabina spesso è controproducente per varie ragioni, ampiamente vissute sulla nostra pelle.

Prima esperienza: una camera con balcone si scopre a fine crociera che la si è vissuta ben poco. Le attività a bordo sono spesso così tante e così variegate che non è possibile non viverle tutte (ma ricordatevi il punto uno!) e di conseguenza la si usa solo per tornare a notte tardi e per dormire quelle poche ore prima della sveglia (che volente o nolente viene data via altoparlante in tutta la nave dallo staff appena si arriva in porto). La si prenota perchè si sogna di fare colazione sul balcone, per godersi il sole in privato etc etc…per poi scoprire che non sempre la colazione in camera è gratis (in parecchie compagnie) ma è un costo accessorio, per cui si sorvola e ci si reca nei vari saloni adibiti a colazione (compreso il ristornate principale oltre ai vari buffet).

Costa-Fascinosa_650x435

Seconda esperienza: questa è l’opposto della prima. Si rischia di stare in cabina sin troppo. Se si ha voglia od esigenza di fare brevi sonnellini, soprattutto nel balcone tempo permettendo, soprattutto quandi si hanno giorni di mare e non si attracca da nessuna parte, si rischia di perdersi un buon numero di divertimento delle attività di bordo, come un bel film sul ponte tutti insieme, oppure i vari giochi proposti dallo staff o i corsi di cucina o di pittura o qualche mostra particolare. Insomma: c’è davvero così tanto da fare che un sonnellino può davvero attendere 🙂

crociera

Avventuratevi nella nave, immergetevi nell’atmosfera festosa e godetevi tutto ciò che essa offre..pian pianino ma cercate di farvi coinvolgere più che potete!

 

  • Non dimenticate di essere gentili con l’equipaggio.

Ricordatevi che mentre voi vi divertite queste persone lavorano duro per potervi garantire la migliore vacanza che abbiate mai sognato. Tutti, dagli animatori , ai camerieri, alla crew di cucina, ai cabinisti , ai macchinisti, agli ufficiali.

MSCOPERAlugl11238

Regalare loro un sorriso ogni qualvolta li incontrate non può che fargli piacere e di sicuro si ricorderanno di voi. Ringraziare il cameriere di sala con un bel sorriso e un bel grazie sicuramente vi permetterà di avere un servizio ancora migliore. Idem con i cabinisti, coloro che rasettano la vostra cabina due volte al giorno.

 

 

La mia personale esperienza è stata che il cabinista, trovandoci simpatici e gentili, rassettava la cabina ogni qualvolta si rientrava, servizio che non gli competeva di sicuro e che non abbiamo richiesto! E’ stata la dimostrazione che, per quanto duro e lungo come orario sia il loro lavoro, un sorriso , una gentilezza non possano che portare simpatia e disponibilità da parte loro. Jeffer rimarrà sempre nel mio cuore, per la sua spontaneità, simpatia, disponibilità e professionalità. Oltrettutto un pò di conversazione con loro non può che alleggerire in qualche modo la loro lunga e faticosa giornata.

Quindi se date gentilezza riceverete gentilezza, sin dalla prima parola.

 

Ecco i nostri piccoli consigli. Speriamo ti possano essere d’aiuto 🙂

 

30/05/2014  ore 16.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”