Il traghetto contro gli scogli a Corfù: manovra sbagliata?


La magistratura greca sta lavorando all’ipotesi che dietro l’incidente al traghetto Europalink avvenuto la scorsa notte al largo di Corfù, ci sia un’errata manovra e ha aperto due inchieste.

Photocredit: Ansa

I passeggeri hanno riferito subito di un boato e dell’apertura di uno squarcio nella finacata del traghetto Europalink della Minoan Lines (Grimaldi).

Secondo indiscrezioni non confermate però dalle autorità, il comandante e la guardia – cioè il personale di comando in turno – si trovano in stato di fermo a Kerkyra, il porto di Corfù.

Le ipotesi prese al vaglio in effetti sono due: o la nave ha evitato un’altra imbarcazione o ha trovato davanti un ostacolo, sbagliando in ogni caso le manovre e finendo contro gli scogli.

Il traghetto, lungo 214 metri e largo 30, con 46 tonnellate di stazza, trasportava 797 passeggeri e 70 membri dell’equipaggio e per fortuna nessuno è rimasto ferito e soprattutto la nave è rimasta in galleggiamento e ha potuto così raggiungere il porto.

Una volta arrivati a terra i passeggeri sono stati trasbordati sul traghetto Cruise Olympia e arriveranno ad Ancona questa sera intorno alle 20.

Da domani l’Europalink, che fa servizio lungo la rotta Igoumenitsa-Ancona-Trieste, verrà sostituita da una seconda nave messa a disposizione dalla Grimaldi, il Catania.

E’ la seconda volta che l’Europalink ha un incidente: il 4 gennaio dell’anno scorso, un’elica si era staccata improvvisamente dallo scafo ed era finita contro una fiancata. Era accaduto al largo di Brindisi.

22/09/2014  ore 13.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Olbia: traghetto con 2140 passeggeri si incaglia su banco di sabbia


La nave Tirrenia Bithia in arrivo da Genova, con 2.140 passeggeri e 700 automobili a bordo è finita nel porto di Olbia su un banco di sabbia, non segnalato nelle carte nautiche, nella fase di ormeggio rimanendovi così incagliata.

E’ stata spostata dai rimorchiatori e dopo 3 ore i passeggeri, che non hanno subito altri problemi, sono riusciti a sbarcare.

La nave, che doveva ripartire alle 9, ha lasciato invece il porto sardo per Genova nella tarda mattina, dopo i controlli di sicurezza.

BulMZgkIAAAU50D

Photocredit: CarlaMelis_7 via Twitter

La motonave, partita ieri notte da Genova, sarebbe dovuta entrare nel porto di Olbia alle 8 ma, secondo la ricostruzione fornita dalla Capitaneria di Porto, durante la fase di ormeggio si è incagliata in un banco di sabbia bloccandosi: per liberare la nave sono stati necessari una Motovedetta di soccorso e due rimorchiatori portuali.

Dopo tre ore di lavoro la nave è riuscita a concludere la fase di accosto ed i passeggeri sono stati fatti sbarcare. Sono quindi scattate le operazioni di verifica dello scafo, e dopo mezzogiorno i passeggeri diretti a Genova sulla corsa di ritorno, circa 400, sono fatti salire a bordo.

La Capitaneria di Porto ha disposto ulteriori accertamenti per verificare la presenza del banco di sabbia che, non viene escluso, possa essere stato causato dell’alluvione di novembre e da particolari correnti marine.

 

L’evento non ha comportato alcun rischio né per i passeggeri né per i mezzi che si trovavano a bordo – ha confermato la Tirrenia – e si è risolto con un ritardo, in parte recuperabile durante le traversate, delle partenze da Olbia per Genova di oggi, e da Genova per Olbia e Arbatax di stasera.

La compagnia sta avvisando telefonicamente, via sms, via e-mail tutti i passeggeri di queste due corse.

Regolare lunedì l’orario di linea“.

La compagnia ha anche provveduto ad avvisare tutte le autorità competenti dell’accaduto.

 

09/08/2014  ore 13.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

 

Corsica Sardinia Ferries: cabine attrezzate per cani


Cabine dei traghetti attrezzate anche per i cani. Con pavimento in linoleum e procedure speciali di pulizia che garantiscono il massimo dell’igiene.

E’ il servizio lanciato da Corsica Sardinia Ferries anche per le rotte con Golfo Aranci.

Mega_Express_Two

Inoltre, prenotando entro il 30 giugno, i viaggi dei quattro zampe sono gratuiti.

L’iniziativa si chiama “Viaggio con le navi gialle, perché mi fido“.

La promozione non è retroattiva, è cumulabile con altre offerte in vigore ed è valida su molti viaggi sino al 30 settembre.

Il biglietto deve comprendere almeno un passeggero e un cane.

cane_nave1

Le raccomandazioni della compagnia:

  • occorre avere sempre a portata di mano guinzaglio e all’occorrenza museruola
  • ogni animale deve essere provvisto di un certificato di vaccinazione e di buona salute non superiore a tre mesi dalla data di rilascio

Sui traghetti i cani possono viaggiare liberamente con i loro proprietari, accompagnandoli in tutte le aree pubbliche (con la sola limitazione del ristorante à la carte) e i ponti esterni sono accessibili per passeggiate e soste, grazie all’apposita zona igiene animali.

 

24/06/2014  ore 11.10
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”