La valigia per la crociera in Asia, la guida definitiva


L’Asia offre ai visitatori un mix di raffinatezza urbana, tranquillità rurale, e spiaggie da esplorare e la crociera in questa terra è assolutamente da provare.

La valigia per queste destinazioni così diverse tra loro, che possono includere giorni trascorsi sdraiati su una spiaggia, visita ai secolari templi, ed esplorazione delle moderne città, deve tener conto del clima umido della regione.

Noi ti aiutare a preparare la valigia perfetta per la crociera in Asia in pochi semplici passi.

phuket

  • Protezione solare

Crema solare, occhiali da sole, burro cacao con SPF, e un cappello sono articoli assolutamente necessari e da non sottovalutare in caso di crociera nei paesi asiatici. Il Sud-est asiatico è caldo tutto l’anno , anche durante l’inverno, quindi avere una protezione solare è il minimo per non avere sgradevoli sorprese.

Una scottatura solare più o meno grave può rovinarti una vacanza: ricordati che ogni qualvolta richiedi l’intervento del medico di bordo devi anticipare le spese mediche, che ti verranno rimborsate dietro presentazione di apposite ricevute dall’assicurazione viaggio che hai sottoscritto prima di partire*.

Anche indossare un cappello è altamente raccomandato, con preferenza per quelli a tesa larga, che ti garantiscono una maggiore protezione del classico berretto da baseball.

Se non lo si ha dietro, non ci son problemi: i negozi locali son fornitissimi e sicuramente trovai quello adatto a te.

phi_vqzaw.T0

 

  • Daily Essentials ossia tutti gli oggetti di uso quotidiano che non potete assolutamente dimenticare

Un pareo o una sciarpa, salviettine umidificate e spray sono i migliori articoli che non devono mancare per l’uso quotidiano quando visiterai il sud-est asiatico.

Un altro oggetto che è sempre bene tenere a portata di mano è un piccolo ombrello, dato che ci sono molte zone dove gli scrosci improvvisi di pioggia sono all’ordine del giorno, ma utili anche in caso di sole cocente.

crociere-per-il-mercato-asiatico-si-prevedono-L-QOxd1n

Una cosa importantissima da tenere in conto se sei una donna: in relazione alle usanze locali, i luoghi di culto e i templi si possono visitare solo se sei coperta, quindi minirsi di coprispalle, foulard o di una sciarpa ampia, articoli molto leggeri da portarsi dietro ma utilissimi per una copertura extra quando necessario.

Da non dimenticare le utilissime salviettine umidificate, utili per l’igiene intima quando si è in escursione, ma anche per tenere le mani sempre pulite, oltre che utili per raffreddare e rinfrescare la pelle.

holland-america-line-crociere-in-asia-L-CbkVoC

Sarebbe bene avere dietro anche salviettine disinfettanti, esistono in commercio dei pocket di dimensioni veramente contenute, quindi nessun problema di ingombro e peso.

Un altro utile accessorio da avere dietro e che non dovresti dimenticare, è uno spray contro gli insetti, che sia preferibilmente ad ampio spettro, utile soprattutto quando si esplorano templi e nelle zone più rurali, soprattutto la sera, quando le zanzare sono più attive.

  •  Abbigliamento

Il suggerimento più importante di questa voce è preferisci indumenti di tessuto naturale come cotone o lino e di colore chiaro ma non colori vivaci come arancione, giallo e verde, che attirano gli insetti: via libera dunque ai colori tenui o addirittura il bianco, che aiuta la pelle a respirare nel clima caldo umido. Stai lontano da materiali scuri e pesanti, come il poliestere.

golden-temple-in-amritsar

Non può mancare nemmeno un giacchino scaccia-acqua o un maglione leggero, molto utile nei ristoranti dove l’aria condizionata è sempre accesa al massimo per contrastare l’opprimente aria esterna.

  • Calzature

Sandali, infradito, e scarpe da trekking sono ideali per viaggiare attraverso il Sud-Est asiatico.

Con robuste scarpe comode si possono percorrere lunghe distanze, esplorare senza problemi i sentieri intorno ai templi.

33

Ricorda tuttavia che in alcuni Paesi è usanza togliersi le scarpe quando si entra in residenze private, alcuni luoghi pubblici e luoghi di culto.

Se usi le scarpe da trekking abbi cura di indossare calze apposite e non fantasmini: la calza alta e dello giusto spessore ti proteggerà da insetti e ti impedirà di far sudare i piedi, mantenendo il piede sempre asciutto nonostante il caldo, evitando così la formazione di fastidiosissime e dolorosissime vesciche che a quelle temperature possono anche infettarsi, se non medicate per bene.

corpo_valigia_montagna_01_0

Questi sono gli “essenziali” consigli su ciò che davvero non puoi dimenticare a casa se affronti una crociera in Asia.

Ma ricorda: la valigia perfetta è quella che contiene i “fondamentali” e soprattutto quella che ti puoi portare dietro senza fatica.

In crociera mai più di una e mezzo a testa, perchè, come abbiamo imparato tutti noi, userai meno della metà di quello che ci si infila dentro! E la lavanderia di bordo è davvero economica se davvero hai necessità impellente di usare un capo che si è sporcato.

 

*Ti suggerisco di stipulare SEMPRE un’assicurazione medica contro ogni eventualità, il costo d’altronde è davvero ridicolo, scegliendo per bene una che racchiuda un pò tutto, perchè se vi sarà necessario un medico rischiate un salasso.

 

26/06/2014  ore 21.40
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
 

5 consigli pratici per non perdere la nave!


E’ l’incubo di chi fa per la prima volta una crociera: non arrivare in tempo alla partenza quando si è fuori per escursioni.

Immagine

I passeggeri in ritardo sono parte integrante di ogni crociera: non vi è forse mai capitato di partire in ritardo rispetto al programma?

A me sì..si trattava di una turista inglese che a Malta si fece abbondantemente i comodi suoi e si presentò sotto la nave con ben mezz’ora di ritardo, spostando la partenza della nave di ben un’ora, tra una trafila e l’altra!

E non capitano solo ritardi: ma anche passeggeri che per varie motivazioni addirittura perdono l’imbarco!

Certo a volte la situazione è davvero buffa: tutti affacciati sui ponti esterni aspettandosi di partire da un momento all’altro sinchè non si vedono i ritardatari correrre trafelati ed inscenare varie scuse per scusarsi con il personale che a terra li aspetta: altre volte invece, se si presentano come nel caso del video, con ben un’ora e mezza di ritardo, finiscono per essere oggetto di scherno e di fischi da parte dei passeggeri sui ponti.

Ma ci sono alcuni accorgimenti che possiamo seguire per evitare proprio questi spiacevoli inconvenienti.

Ecco alcuni dei più importanti:

  • quando scendete in escursione mettete la sveglia dell’orologio su almeno un’ora prima del rientro, in modo da calcolare con più facilità il tempo rimanente.

Perchè dico dell’orologio e non del cellulare? Se siete in acque internazionali può capitare che il cellulare cambi automaticamente senza che voi lo sappiate. Se non siete sicuri al limite chiedete appena siete a terra, così siete certi di non sbagliare.

L’orario delle escursioni e del rientro in nave è sempre ben specificato sul Today/Daily, ma se non vi fidate chiedete all’ufficio escursioni o all’ufficio informazioni.

  •  Se prenotate le vostre escursioni con la linea di crociera non dovreste avere problemi , in quanto la nave vi aspetterà senza nessun problema.

Cosa diversa è se scendete e fate un tour indipendente: allora dovrete calcolare esattamente i tempi, mettendo nel calcolo anche eventuale traffico o scioperi o quant’altro possa farvi ritardare.

Ecco il motivo per il quale sconsiglio sempre di fare escursioni, tipo in taxi, in località molto lontane dal vostro porto, perchè il rischio è davvero molto alto che qualcosa possa non andare come si deve.

La nave vi aspetta sino ad un certo punto poi prenderà il largo senza di voi; naturalmente raggiungerla nel porto successivo è tutto a vostre spese!

  • Se avete in mente di fare acquisti o di mangiare in un ristorante locale, ricordatevi di farlo il più vicino possibile al porto, perchè sono due attività per le quali molto spesso si perde il senso del tempo!

Soprattutto evitate di bere troppo, perchè poi sarà sempre molto difficile rendersi conto del tempo che passa e dell’orientamento, a meno che non siate in compagnia di persone amiche o di familiari.

  • Ogni compagnia di crociera dota tutti i passeggeri di una guida informativa (presentata in forme diverse a seconda della compagnia, dove potrete trovare la mappa del luogo nel quale state sbarcando, le informazioni  riguardanti i numeri d’emergenza e i numeri di contatto in caso di problemi col personale della nave, soprattutto il numero della nave (in genere è stampato dietro la vostra keycard): in questo modo vi sarà più semplice informare il personale di bordo di eventuali problemi che fossero sorti.

Norwegian-Jade

  • Non dimenticate mai di portare con voi in escursione i vostri documenti d’identità e la carta di credito o di debito con circuito internazionale, perchè se perdete la nave dovrete pagare voi il vostro rientro o il successivo porto e senza documenti e carte questo è davvero molto difficile e può crearvi problemi enormi.

Quando si è in ritardo il personale di bordo si attiva sempre per raggiungere le persone mancanti: si fanno tutti i tentativi per raggiungerle telefonicamente, si suona la sirena più volte, si fanno gli annunci a bordo ..ma ricordatevi che mezz’ora al massimo prima della partenza dovete essere a bordo!! In fondo basta solo un pò d’attenzione, anche se a volte le motivazioni possono dipendere da qualcosa che non possiamo prevedere, come ad esempio un malore.

 

Comunque scongiuri a parte fate semplicemente attenzione agli orari e vivetevi l’escursione il più possibile nella maniera più serena, con un occhio ogni tanto all’orologio!

Questi sono solo dei piccoli accorgimenti di buonsenso ma se ne avete altri da suggerirci non esitate a scriverci 🙂

 

01/10/2014  ore 00.40
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

La mia 1°crociera: guida all’uso


Siete alla vostra prima crociera e non sapete proprio da dove cominciare?

In altri articoli del blog vi abbiamo dato dei suggerimenti su tante cose che non dovete dimenticare di fare, di mettere in conto etc etc.

foto_drink

Oggi ci vogliamo concentrare invece sulle cose che proprio dovreste evitare: ciò renderà la vostra vacanza più “leggera” e divertente e vi permetterà di godervela in maniera sana senza aver rimpianti o esser delusi dal non aver potuto fare tutto ciò che vi eravate immaginati prima di partire!

 

Piccoli consigli dettati dal buon senso ma anche da tutte le esperienze vere di viaggio che ci è capitato di dover ascoltare nel tempo.

 

  • Mai esagerare il tuo primo giorno a bordo.

Ormai le navi da crociera sono diventate delle vere e proprie città galleggianti. Esse ospitano tantissime attrazioni a bordo, si incontrano migliaia di persone. Cercare di scoprire ogni minimo angolo il primo giorno vi farà perdere di sicuro tante altre cose: spettacoli e nuovi incontri ad esempio. Può anche trattarsi di una nave che non è la più grande al mondo ma è pur sempre una città galleggiante con almeno 2500 persone a bordo( nella maggior parte dei casi ). La tentazione, si sà , è forte..ma lasciamoci ogni giorno qualcosa in più da scoprire o presto ci si stancherà di vedere sempre le stesse cose!

art_of_eating_tcm14-72152

Per questo motivo..prendetevi tutto il tempo che vi occorre, senza correre 😀

 

  • Non utilizzate esclusivamente i ristoranti di specialità per mangiare.

E’ certo che ogni nave da crociera ha a bordo almeno un ristornate di specialità: un ristorante cioè a pagamento. Molti mangiano solo presso questi ristoranti, pensando si mangi bene solo lì. Errore: mangiare in questi ristoranti può essere davvero un’esperienza fantastica, alcuni sono ristoranti “gestiti” da Chef che sono vere e proprie personalità nel loro campo. Ma a fine crociera il conto del ristorante potrebbe farvi venire un infarto! E’ pur vero che i prezzi non sono altissimi, ma utilizzarli sempre per mangiare a pranzo e a cena, vi costerà davvero una bella botta di soldi!

crociera celebrity equinox (1)

Oltrettutto rischiate di perdervi le serate speciali nel ristorante principale, il cui prezzo è compreso nel prezzo della crociera, che spesso e volentieri offre serate a tema, compresa ad esempio la serata aragosta, la serata coi cibi tradizionali del porto che si è appena visitato etc etc.

msc-crociere

 

Questo ci porta al punto successivo..

A parte davvero pochissime eccezioni, la maggior parte delle compagnie di crociere prevede delle quote di servizio, ossia le cosidette mancie obbligatorie, quella parte fissa di cui si conosce il prezzo prima di partire (in genere 6/7 euro o dollari al giorno , a secondo della lunghezza della crociera e della durata-in questo caso possono anche essere più care) , che non vengono conteggiate nel prezzo del biglietto ma vengono pagate onboard alla fine della crociera, insieme alla quota del 15% circa su ogni acquisto effettuato a bordo (compresa oggettistica, beveande, cibi).

A fine crociera, se non si conosce questo aspetto, si rischia di vedere lievitare non di poco il totale previsto.

carta-di-credito

 

Il nostro suggerimento è di tenere in conto la quota di cui si conosce esattamente il totale , cioè la quota di servizio dei 7/8 euro moltiplicata per i giorni di crociera che dovete affrontare.

Per il resto vi suggeriamo invece di stare attenti negli acquisti. Se prevedete di bere più di 2 cocktail al giorno e qualche caffè più le bottiglie d’acqua per il ristorante, vi conviene compare un pacchetto bevande all-inclusive: il costo giornaliero è presto raggiunto solo con poche bevande comprate separatamente e spesso è comprensivo anche di gelati e altre goloserie servite a bordo ma a pagamento.

Final-Cruise-Bill

 

Per gli acquisti di oggettistica, vi conviene stabilire un badget massimo al quale attenervi, comprensivo anche dell’aggiunta del 15%: in questo modo potete stare più o meno tranquilli di non sforare in maniera pesante sulla cifra prevista.

conto finale crociera

Attenzione anche a tutte quelle voci non previste nel biglietto come: trattamenti di bellezza, corsi di ginnastica, yoga a pagamento, istruttore privato, corsi di cucina e pittura che si specifica siano a pagamento, escursioni a terra organizzate con la compagnia, lavanderia etc.

 

  • Non rimanete mai troppe ore in cabina.

La maggior parte delle volte chi va in crociera per la prima volta ( a volte come viaggio di nozze ) sceglie come cabina un bel balcone: nè troppo caro come una suite nè così distante come prezzo da un’interna. Scegliere questo tipo di cabina spesso è controproducente per varie ragioni, ampiamente vissute sulla nostra pelle.

Prima esperienza: una camera con balcone si scopre a fine crociera che la si è vissuta ben poco. Le attività a bordo sono spesso così tante e così variegate che non è possibile non viverle tutte (ma ricordatevi il punto uno!) e di conseguenza la si usa solo per tornare a notte tardi e per dormire quelle poche ore prima della sveglia (che volente o nolente viene data via altoparlante in tutta la nave dallo staff appena si arriva in porto). La si prenota perchè si sogna di fare colazione sul balcone, per godersi il sole in privato etc etc…per poi scoprire che non sempre la colazione in camera è gratis (in parecchie compagnie) ma è un costo accessorio, per cui si sorvola e ci si reca nei vari saloni adibiti a colazione (compreso il ristornate principale oltre ai vari buffet).

Costa-Fascinosa_650x435

Seconda esperienza: questa è l’opposto della prima. Si rischia di stare in cabina sin troppo. Se si ha voglia od esigenza di fare brevi sonnellini, soprattutto nel balcone tempo permettendo, soprattutto quandi si hanno giorni di mare e non si attracca da nessuna parte, si rischia di perdersi un buon numero di divertimento delle attività di bordo, come un bel film sul ponte tutti insieme, oppure i vari giochi proposti dallo staff o i corsi di cucina o di pittura o qualche mostra particolare. Insomma: c’è davvero così tanto da fare che un sonnellino può davvero attendere 🙂

crociera

Avventuratevi nella nave, immergetevi nell’atmosfera festosa e godetevi tutto ciò che essa offre..pian pianino ma cercate di farvi coinvolgere più che potete!

 

  • Non dimenticate di essere gentili con l’equipaggio.

Ricordatevi che mentre voi vi divertite queste persone lavorano duro per potervi garantire la migliore vacanza che abbiate mai sognato. Tutti, dagli animatori , ai camerieri, alla crew di cucina, ai cabinisti , ai macchinisti, agli ufficiali.

MSCOPERAlugl11238

Regalare loro un sorriso ogni qualvolta li incontrate non può che fargli piacere e di sicuro si ricorderanno di voi. Ringraziare il cameriere di sala con un bel sorriso e un bel grazie sicuramente vi permetterà di avere un servizio ancora migliore. Idem con i cabinisti, coloro che rasettano la vostra cabina due volte al giorno.

 

 

La mia personale esperienza è stata che il cabinista, trovandoci simpatici e gentili, rassettava la cabina ogni qualvolta si rientrava, servizio che non gli competeva di sicuro e che non abbiamo richiesto! E’ stata la dimostrazione che, per quanto duro e lungo come orario sia il loro lavoro, un sorriso , una gentilezza non possano che portare simpatia e disponibilità da parte loro. Jeffer rimarrà sempre nel mio cuore, per la sua spontaneità, simpatia, disponibilità e professionalità. Oltrettutto un pò di conversazione con loro non può che alleggerire in qualche modo la loro lunga e faticosa giornata.

Quindi se date gentilezza riceverete gentilezza, sin dalla prima parola.

 

Ecco i nostri piccoli consigli. Speriamo ti possano essere d’aiuto 🙂

 

30/05/2014  ore 16.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”