Venezia, Grandi navi: il Comitatone sceglie lo scavo del canale Contorta


Il Comitatone per la salvaguardia di Venezia è arrivato finalmente ad una decisione sull’annoso problema del traffico delle Grandi Navi  nella città lagunare e ha scelto come soluzione lo scavo del Canale Contorta. Il progetto dovrà essere preceduto da Valutazione di impatto ambientale e dovrà essere realizzato in 18 mesi. Una decisione presa intorno alle ore 12 di stamattina, durante la riunione nella sala Verde di palazzo Chigi:  presenti al tavolo i ministri dei Trasporti, dell’Ambiente e dei Beni Culturali, oltre, ovviamente, a rappresentanti degli enti locali, Regione, Provincia e comuni lagunari,  all’Autorità portuale e al Magistrato alle Acque.

Photocredit: gazzettino.it/NORDEST/VENEZIA
La Valutazione di impatto ambientale  dovrà arrivare entro tre mesi e il progetto poi dovrà essere concluso in un anno e mezzo.
Questa soluzione dovrebbe evitare i passaggi davanti a San Marco.
20140808_76191_canale
Photocredit: gazzettino.it/NORDEST/VENEZIA

Il presidente dell’Autorità portuale di Venezia, Paolo Costa, a margine della riunione spiega che «Il solo progetto capace di allontanare le navi da San Marco mantenendo l’eccellenza crocieristica veneziana è il canale Contorta-Sant’Angelo su cui si avvia da domani la procedura di Via, immaginando poi di poterlo realizzare in 18 mesi».

08/08/2014  ore 16.40
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”