Costa Diadema: Thamm, scelta Trieste al posto di Venezia per la cerimonia di primo scalo


Michael Thamm, amministratore delegato di Costa Crociere, dice la sua riguardo alla scelta di Trieste come palcoscenico per la cerimonia di primo scalo di Costa Diadema : “La regina del Mediterraneo è a Trieste perché questa città offre la grande opportunità, sia di visitare la regione sia la vicina Venezia” mentre per Venezia “aspettiamo le decisioni del governo italiano e soprattutto l’esito dello studio di impatto ambientale riguardante lo scavo del Canale Contorta”.

B1WhXsGIgAEGxKH

Trieste è dunque lanciata verso la candidatura  a principale hub crocieristico di tutto l’Alto Adriatico e del Nordest, con le navi di media grandeza della Costa, come la Costa Mediterranea, che farà 34 scali settimanali a Trieste con una previsione di 140mila passeggeri movimentati.

Novità anche per la durata degli scali: infatti già dal 9 maggio le navi faranno scali lunghi, di una notte e due giorni. La nave cioé arriverà alle 9 del mattino del venerdì e ripartirà alle 19 di sabato.

La presidente della Regione Debora Serracchiani ha dichiato che “la presenza a Trieste della nuova ammiraglia di Costa Crociere è il segnale per la città e per il suo porto della rinascita della crocieristica; stiamo continuando a lavorare per migliorare le infrastrutture per raggiungere il porto di Trieste, in particolare per la velocizzazione della tratta ferroviaria tra Trieste e Mestre”.

Michael-Thamm-Costa-Crociere

 

Trieste è facilmente raggiungibile grazie anche all’accordo Costa Crociere-Trenitalia ed inoltre l’ormeggio triestino, di fronte piazza Unità, è di impatto scenico straordinario, come ha sottolineato anche il comandante della nave Massimo Garbarino, “va però migliorato tecnicamente, allungando la banchina del molo Bersaglieri oggi troppo corta per le meganavi”, con strutture amovibili dette dolphin.

Un problema che il posizionamento del dolphin potrebbe agevolare, ha sottolineato Thamm, nel corso di una sua precedente visita a Trieste quando ha reso nota l’intenzione di Costa di aumentare la propria partecipazione azionaria all’interno di Trieste Terminal Passeggeri.

B1WsRUgIAAAE9rO

Un nuovo rilancio dunque per il porto di Trieste mentre per quello che riguarda Venezia e i suoi lavori, la Presidente Serracchiani sostiene che “mi pare un’opera non soltanto faraonica e molto costosa, ma anche inutile per quanto riguarda le dinamiche dei porti del Nord Adriatico”.

“Da Ravenna a Trieste, per arrivare fino a Capodistria e Fiume – ha aggiunto – non abbiamo bisogno di una piattaforma off shore dove fermare le navi grandi per poi scaricare le merci e farle arrivare negli altri porti. Questo significa aumentare i costi ma soprattutto fare quelle opere che il Paese deve evitare di fare, cioé quelle che non servono“.

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

01/11/2014  ore 15.35
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Costa Diadema: le ultime foto della crociera di Vernissage


E’ ancora un giorno di festa per Costa Diadema e sarà così sino al giorno del battesimo: a bordo ci sono alcuni Crazy Cruises, la  nostra Travel Agency Ufficiale, Crociere Più nelle persone di Andrea e Virginia che ringraziamo caldamente, e alcuni amici di altri gruppi che ci mandano regolarmente le immagini della nuova ammiraglia Costa Crociere.

AGGIORNAMENTO 01/11/2014 ORE 14.00

Eccovi un’altra carrellata di foto, scattate tra ieri notte e oggi, della nuova ammiraglia Costa Diadema ancorata al Porto di Trieste.

Alcune di queste foto di Costa Diadema ci arrivano direttamente da Massimo Arese e dagli amici di The Costa Cruise People Let’s Go.

B1TpiRSIMAIYQ7t B1T9p8NIYAAR7bu B1Sq_ajIgAAMO9l B1TtwR-IgAAGD7a B1UHJGTIIAA8AHJ B1UhZ97CEAArEj_ B1V98dPIEAA9_-y B1VmCe3IYAEYaRH B1VmaCEIMAAKi_l B1Vu_JDIAAAbLXU B1WCshnIIAElFl5 B1WffJOIQAAhbjz B1WhXsGIgAEGxKH 1452197_710940415667194_3884049104485574005_n B1WuzenIQAA4Cwp B1WsRUgIAAAE9rO B1WknORIIAAh1QC 10350506_710985212329381_4089610402439305680_n 974726_10202844164975274_947801931_n 10406411_710985045662731_422529280480314351_n 10731176_710958948998674_4892417821235458587_n 10577883_10202844161415185_1547282986_n 10744707_10202844167135328_1449071049_n B1W6eQaIQAAS-_a B1W6eQNIQAE6xIz 10752043_10202844163335233_1840050188_n 10754850_10202843862767719_1039020576_n

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

01/11/2014  ore 13.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

Regal Princess: il video dell’uscita dal porto di Trieste per la sua prima minicrociera


Ecco il video della Regal Princess, girato da Andrea Lasorte e pubblicato su “Il Piccolo” versione online, dove si può vedere in tutta la sua bellezza la nuova ammiraglia della Princess Cruises che lascia il porto di Trieste.

La maxi-nave da crociera costruita dalla Fincantieri è rimasta attraccata alla Stazione marittima per 27 ore, il tempo di salutare la città e di imbarcare gli ospiti.

regal-princess-photo-cruise-ship-c-960x520

Se n’è andata al suono di trombe e sirene che hanno fatto vibrare tutta Trieste, con a bordo 1.700 passeggeri (ma può ospitarne fino a 4.200) per la sua prima mini-crociera in Adriatico.

A salutarla sulle Rive tanti curiosi fra triestini e turisti.

Si tratta della più grande nave mai realizzata in Italia, con i suoi 330 metri di lunghezza e 38 di larghezza.

La Regal Princess saluta Trieste

 

17/05/2014  ore 13.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”