P&O chiude con successo la stagione a Genova

Ventura di P&O

La 1°ma stagione per P&O a Genova, cominciata il 2 aprile scorso con Ventura, si è conclusa con un bilancio di quasi 50 mila passeggeri trasportati.

Ventura di P&O

Ventura di P&O

 

La Ventura di P&O ha avuto dunque buoni riscontri dall’attività charter con la scelta di Genova come home-port, utilizzando l’aeroporto di Genova come scalo per i suoi passeggeri in arrivo e in partenza per il Regno Unito.

Le compagnie aeree scelte dall’armatore, Thomas Cook, Thomson Airways, Titan e Jet2, hanno effettuato un totale di 120 voli in arrivo e altrettanti in partenza collegando Londra, Manchester e Birmingham con il capoluogo ligure.

La Ventura attraccava a Genova ogni due mercoledì, portando al terminal genovese un flusso di 3.100 passeggeri in arrivo e in partenza che si affiancavano ai passeggeri dei voli di linea.

Ventura di P&O

Ventura di P&O

Marco Arato, presidente dell’Aeroporto di Genova, non nasconde la sua soddisfazione per i risultati: “Siamo estremamente soddisfatti per come si sono svolte le operazioni in questi 6 mesi di attività – ha spiegato – l’auspicio è che la sinergia tra porto e aeroporto prosegua e si estenda. Già nella stagione invernale sono previsti alcuni charter dedicati alle crociere, e ci sono ottimi segnali per il 2015“.

Un’operazione molto importante anche per per Edoardo Monzani, ad di Stazioni Marittime :  “E’ stata la prima volta che una nave ha utilizzato il Cristoforo Colombo come punto di transito di tutti i suoi passeggeri – ha sottolineato – e il fatto che tutto si sia svolto regolarmente, con il riconoscimento esplicito della compagnia di navigazione e delle compagnie aeree, è di buon auspicio per il futuro“.

 

Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

Photo credit: Fabio Bussalino Fotografo per Repubblica

 

16/10/2014  ore 15.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

La rivoluzione P&O Cruises: nuova livrea, 2 nuove navi e..la fine del buffet!


P & O Cruises in questi giorni è tra le protagoniste del panorama crocieristico internazionali: prima la presentazione della nuova livrea della Britannia, che diventerà parte anche di tutte le navi della flotta come tratto distintivo: e ora annuncia nuovi cambiamenti, alcuni davvero epocali. nuovi servizi, nuove destinazioni, nuova livrea appunto e la fine, udite udite, della barra dei buffet a bordo!

La nuova livrea

La nuova livrea

E’ il tentativo nemmeno troppo velato della dirigenza P&O di superare, forse già dal prossimo anno, il milione di passeggeri: una linea di crociera che prima di tutte ha portato le sue navi stabilmente nel continente australiano e neozelandese, ora che tutte fanno a gara per questo territorio cos’ “vergine” dal punto di vista crocieristico!

Ne è sicuro Simon Cheng, direttore marketing e distribuzione.

1

Ecco quindi, oltre al Britannia già quest’anno, che il prossimo anno arriveranno due nuove navi, il cui nome è stato scelto dai suoi clienti, ed ecco il refit di due sue punte di diamante sino ad ora, la Pacific Dawn e la Pacific Jewel: subiranno un restyling che conquisterà, secondo le stime, i passeggeri tra i 30 e i 55 anni, prevalentemente di sesso femminile.

Il nuovo brand “Like No Place on Earth“, i bianchi scafi saranno “spezzati” da una linea di color blu e il nuovo e il nuovo slogan attraverso la poppa: ecco i principali cambiamenti visibili del refit.

E non finisce qui: perchè l’anno prossimo si sta studiando un evento per cui tutte e cinque le navi P & O navigheranno nel porto di Sydney in una spettacolare esibizione che si prevede già attirerà decine di migliaia di spettatori.

2

Come anticipato in alto, l’anno prossimo alla flotta si uniranno la Pacific Eden e la Pacific Aria, che andranno alla scoperta di nuovi itinerari per P&O, tra cui la Thailandia, l’Indonesia, la Malesia e Papua Nuova Guinea, e che si prevede aumentino del 60% in più i passeggeri rispetto ad ora.

Secondo Tammy Marshall, vice presidente senior, la mossa rappresenta il più grande investimento in P & O della storia.

La Marshall è sicura che tra i clienti ci sarà qualche brontolio per la “fine” del vassoio al buffet e relativa coda a bordo delle navi P & O : si sono abituati a colmare i piatti all’inverosimile, è una tradizione ormai (e aggiungerei io nemmeno tanto esclusiva di questa compagnia anzi!!) , ma la nuova generazione di crocieristi è insofferente verso questa abitudine ( aggiungo sempre io meno male!) ed anzi è più interessata al buon cibo, alla sua qualità e a mangiare sano.

7411_726472677388967_9209062261893436824_n

Il nuovo buffet avrà una dispensa a disposizione ed un look decisamente elegante e moderno. La fine delle file e dei vassoi stracarichi!

Così, invece della barra buffet, che sa di mensa scolastica, il buffet “The Pantry” porterà un volto più contemporaneo al pranzo, dando la giusta importanza ad ogni alimento che avrà uno spazio dedicato individuale.

Ci saranno nuovi ristoranti di specialità a bordo, tra cui il “The Dragon Lady”, che servirà cucina asiatica fusion, un ristorante italiano “Angelo”, che prende il nome dal fotografo Angelo Frontoni*, e anche l’Open Kitchen, che disporrà di una scuola di cucina e della sala da pranzo, con un tavolo dello Chef dedicato.

Il “Salt Grill” di Luke Mangan – già su Pacific Jewel, Pacific Pearl e Pacific Dawn – sarà presente anche su Pacific Aria e Pacifico Eden, con un tocco in più, dovuto all’inserimento del “Salt Grill Bar”.

3

Nuova anche la cantina “Cellar Door“, che permetterà non solo di degustare i vini pregiati presenti ma anche di pregustarli per finire di degustarli a cena.

Il turista da crociera australiana è giovane, di buon senso, di classe media e abituato alla vita mondana. Non gradisce affatto il buffet e una cotoletta di pollo. Vuole di più ” sostiene la Marshall….come non essere d’accordo con lei?

Ken Flavell, P&O’s hotel product development director, ha rivelato i nuovi look alla stampa, grazie ad una serie di diapositive.

Niente più buffet – non c’è bisogno di portare il vostro vassoio in giro con voi.

Andrete direttamente nel vostro spazio separato all’interno di quel locale.

Gusterete anche frutti di mare, avrete una vasta scelta di gastronomia, mangerete tranquillamente e poi vi allontanerete, senza file e assaporando cibo di qualità superiore“.

4

Tra le novità i corsi per le degustazione del vino, corsi per la degustazione di whisky, rum, e anche corsi per la degustazione e l’apprezzamento del caffè, tra gli spettacoli nuovi live e Dj sparsi per la nave, per andare incontro alle esigenze della clientela abituata alla “vita mondana” e anche simulatori di auto da corsa.

Nuovi servizi in camera consentiranno ai passeggeri di ordinare qualsiasi cosa, dal cibo alle stuoie per lo yoga: il nuovo servizio garantirà anche un “bel dormire” con una scelta di cuscini a vostra disposizione.

Quindi per ricapitolare: nuovi refit, con la Pacific Dawn che vede già avvicinarsi, a novembre, il bacino di carenaggio; sarà la prima nave a mostrare i cambiamenti, tra cui la nuova “The Waterfront“, una piscina coperta dal sapore di resort, molto elegante e ricca di cabanas e amache.

The Waterfront

 

Pacific Jewel sarà invece la prima nave senza buffet ed entrerà in bacino nel maggio del prossimo anno, e sarà rinnovata in tutte le aree bar.

Un sondaggio tra i clienti australiani di P&O ha dimostrato che una gran parte della clientela è assolutamente entusiasta dei cambiamenti, soprattutto quella fetta già citata che si aggira tra i 30 e i 55 anni, ma attirando anche l’attenzione dei clienti tradizionali: l’amore per il cibo fà diventare queste crociere un’esperienza unica e il fatto di aver eliminato il buffet come è classicamente presentato, ha sicuramente anche eliminato le sue connotazioni di eccesso (ne abbiamo parlato qui).

6

Inoltre, nonostante questo sia il più grande investimento nella storia dell’azienda, la Marshall si è impegnata a garantire che non ci saranno aumenti significativi nel prezzo delle crociere: al limite saranno aggiunte spese supplementari, che quindi ognuno di noi può o meno acquistare.

Non stiamo andando a modificare il prezzo di base, ma vi è la possibilità per il cliente di personalizzare quello che vogliono“.

10702052_726472660722302_8849580013652685584_n

*Angelo Frontoni fu testimone della storia del cinema, della moda e del costume attraverso le tante sue fotografie in cui le donne ritratte rappresentavano sia un sogno proibito che un modello femminile da imitare: ritrasse una giovane e sensuale Virna Lisi, e Anita Ekbergper citarne solo alcune..Il suo primo successo come fotografo risale al 1957, quando riuscì a fotografare Gina Lollobrigida, diventando famoso per la sua caratteristica di ritrarre in bianco e nero le dive del cinema, in seguito si dedicò anche al colore, diventando uno dei fotografi più ricercati a Hollywood.

Questo slideshow richiede JavaScript.

29/09/2014  ore 14.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

P&O Aurora: ecco i dettagli del piano di restyling -foto-


Come anticipato sul nostro blog, Aurora diventerà la prima nave della flotta P & O Cruises a ricevere il nuovo design della livrea durante il restyling multi-milionario, circa £ 26.000.000, questo inverno.

Oltre a ricevere il nuovo design-look con una versione contemporanea della Union Jack sulla sua prua e nuovi comignoli con i disegni dei raggi del sole, Aurora subirà una revisione interna, con nuovi ristoranti e aggiornamenti ai club per bambini.

Tutte le cabine riceveranno anche nuovi complementi d’arredo e TV a schermo piatto.

Aurora

Al ristorante Medina arriva il pranzo libero 

Una presentazione nuova e migliorata dei piatti sarà introdotto al Medina Restaurant, come pranzo libero.

Ci saranno inoltre più tavoli per due messi a disposizione,  e i piatti curati dallo Chef Marco Pierre White saranno serviti in occasione di eventi di gala.

Rifacimento del Sidewalk Café 

Il Sidewalk Café diventerà più chiaro e brillante, con un menu informale tra cui hamburger, piadine, hot dog e pizze appena sfornate oltre all’introduzione del Costa Coffee.

I passeggeri a colazione o a pranzo possono fare affidamento al punto Grab & Go, con una vasta scelta di snack caldi e freddi alla mattina e panini all’ora di pranzo.

Una nuova location per la sala libreria

Una nuova biblioteca sarà saggiunta alla sala studio cyb@ al Deck 13.

Adiacente al tanto amato Crow’s Nest , fornirà l’occasione perfetta per prendere un libro e rilassarsi con vista panoramica.

Il Crow’s Nest  servirà anche caffè Costa  e snack leggeri, e lo rende una scelta meravigliosa per un tranquillo pomeriggio al mare.

Pagina5

The Reef ristrutturato

Il Club per Bambini “Reef” sarà ristrutturato e rinominato:

– Splashers per le età 2-4 anni.

– Surfers per le età 5-8 anni.

– Scuba per le età 9-12 anni.

– H2O per adolescenti (come nella foto).

Aurora Refit 2014 - Panoramica -7

Sindhu

Le esperienze che riguardano l’arte culinaria di Aurora sono al centro del suo nuovo look.

Il ristorante fusion indiano Sindhu, disegnato dalla stella Michelin Chef Atul Kochhar, sostituirà lo spazio libreria attuale sul ponte 8, e la parte superiore dell’atrio per la sera serve una cucina raffinata.

I Menu a firma Atul Kochhar verranno aggiornati con il solito delizioso mix di autentici piatti indiani con un moderno piglio britannico.

Durante il giorno la zona fornirà posti a sedere supplementare per il Raffles Bar, che servirà Costa Coffee e spuntini leggeri.

Aurora Refit 2014 - Panoramica -8

La Glass House sostituisce il Café Bordeaux

La zona precedentemente adibita al Café Bordeaux sarà rinnovata con una nuova tavolozza dei colori e con nuove cantine dei vini, compresi quelli selezionati da Olly Smith.

Oltre ad un nuovissimo menu di cibo e di vino, ci sarà anche una sala privata per degustazioni e cene.

I vini saranno serviti tramite una macchina Enomatic.

Aurora Refit 2014 - Panoramica -9

Ampia ristrutturazione del buffet

L’arredamento del buffet sarà rinfrescato e risulterà raffinato, con uno schema di colore più chiaro, più luminoso, che comprende opere d’arte di ispirazione nautica.

Oltre ad un aumento di più tavoli per due, i camerieri serviranno tè e caffè ai tavoli nelle ore di punta.

La sera il menù Pennant Grill corrente verrà sostituito dal menu Beach House, che nelle serate informali offrirà una vasta scelta – come bistecche e frutti di mare da gustare in una posizione panoramica – e presto diventarà uno standard in tutta la flotta.

Aurora Refit 2014 - Panoramica -13

Il Casino diventa Brodie’s

La ristrutturazione trasformerà l’intera area in un open space, in linea con il tema del nuovo Brodie’s.

Ci saranno nuovi mobili nella zona bar, nuovi schermi per mostrare lo sport e un’area palcoscenico migliore per l’intrattenimento, con musica dal vivo e quiz.

Il  direttore marketing di P & O Cruises, Christopher Edgington, ha dichiarato che “E’ un investimento enorme. Fa tutto parte del nostro continuo impegno per garantire il miglioramento continuo delle nostre navi e la coerenza tra la flotta “.

Sia Ventura che Arcadia sono state sottoposte ad enormi refit multi-milionari  l’anno scorso e Aurora è la prossima; nel 2015 toccherà ad Azura“.

Il refit di Aurora si svolgerà dal 29 novembre e il 18 dicembre 2014, dopodichè la nave partirà per la sua crociera di Natale e Capodanno e successivamente solcherà i mari del Sud America e affronterà il Pacifico nell’itinerario della crociera del giro del mondo, in partenza l’8 Gennaio 2015.

 

Info e foto ufficiali della compagnia 

 

21/08/2014  ore 11.40
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

P&O Australia rivela i nomi delle nuove navi, scelti dai suoi fans: Aria ed Eden


Hanno spulciato tra più di 30.000 proposte provenienti da tutta l’Australia e la Nuova Zelanda, e alla fine la P & O Cruises oggi ha rivelato, in un modo davvero particolare, i nomi delle nuove due unità della flotta: i nomi scelti sono Pacific Aria e del Pacifico Eden e sono stati svelati tracciando il simbolo e il nome sulla sabbia.

10553575_10152494266206187_1810146025151782198_n

 

E’ stata esattamente l’artista ventiquattrenne di Port Macquarie , Chloe Dickey, a svelare i nomi in un spettacolare murale di 20 metri di larghezza rastrellato nelle sabbie dorate della Bondi Beach di Sydney, con decine di spettatori che guardavano incuriositi.

I disegni sulla sabbia riflettono secondo P&O Cruises lo spirito allegro dei suoi ospiti in crociera.

Il nome Eden è stato suggerito da Nikki Smith, di Bentley Park, Cairns, ed è stato scelto per il senso di pace e le immagini paradisiache che il nome evocava. In una felice coincidenza, Eden è anche un porto regionale presente negli ultimi itinerari della linea di crociera.

email_p_o_cruises_unveils_pacific_aria_and_pacific_eden_on_bondi_beach_19ruq7n-19ruq7s

Aria invece è stato suggerito da Katie Luxa da Canning Vale, Perth, ed è stato scelto perchè trasmetteva un senso di bellezza, grandezza ed evasione – tutte parole che potrebbero essere utilizzate per descrivere una meravigliosa vacanza al mare.

Ann Sherry, CEO di Carnival Australia, che opera per P & O Cruises, ha dichiarato che trova i nomi Pacific Aria e Pacific Eden siano nomi freschi, vivaci e contemporanei che riescono a catturare l’essenza delle crociere P&O.

Con sfumature eteree e celesti, abbiamo pensato che Aria e Eden evocacano lo spirito delle nostre vacanze in crociera, che offrono la possibilità di sfuggire al mondo di tutti i giorni rendendoci felici e beati.” ha detto Ann Sherry “I due nomi hanno davvero catturare il senso della parola crociera e lo stato d’animo che pervade centinaia di migliaia di australiani che vivono questa esperienza sulle nostre navi ogni anno.”

art-PandO-Ship-Names-620x349

Chloe ha creato il murale in un’ora circa, tenendo continuamente d’occhio le maree.

Non capita tutti i giorni di ottenere la possibilità di rivelare i nomi di due nuove navi che navigheranno proprio qui in Australia, così abbiamo voluto farlo in un modo tipicamente australiano, in uno dei luoghi più rappresentativi del paese” continua la Sherry “Chloe ha un talento incredibile ed è stato un piacere scoprire il suo lavoro e portarla a Sydney per creare quell’immagine che riteniamo possano catturare l’immaginazione in Australia.

Più del 93% dei suggerimenti dei fans si era soffermato su “Pacific”, coerente con l’attuale flotta di P & O Cruises – Pacific Down, Pacific Jewel e Pacific Pearl – tant’è che la linea di crociera ha deciso di mantenere il prefisso in tutte le sue navi.

Ann Sherry ha inoltre riferito della straordinaria partecipazione su Facebook del concorso.

Siamo stati travolti dal volume di suggerimenti arrivati da australiani e neozelandesi, che hanno voluto mettere la loro impronta sulle ultime navi, che ci auguriamo possano essere amate così come il resto della nostra flotta“.

10544317_691708757532026_6140476011244063423_n

Le voci più comuni suggeriti erano riferite a gemme come Diamante, Zaffiro e Opale, con più di 500 suggerimenti. Australiani e neozelandesi ha anche mostrato la loro creatività proponendo nomi come Ozzie e Straya, Kiri Te Kawana, le sorelle Minogue Kylie e Dannii così come Dinky Di e Blinky Bill.

 

 

Le vincitrici hanno vinto ciascuna una crociera per due persone durante il viaggio inaugurale delle navi e saranno invitate a partecipare alla celebrazione di denominazione delle rispettive navi.

Pacific Eden e Pacific Aria debutteranno in Australia nel novembre del prossimo anno, permettendo alla flotta della linea di crociera di stabilire un record di cinque navi che navigano tutto l’anno in Australia e Nuova Zelanda.

Gli itinerari delle navi saranno annunciati nelle prossime settimane.

 

11/07/2014 ore 19.45
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Mondiali-Gioco Viaggi: ecco le navi da crociera dove guardare le partite


Gioco Viaggi, che in Italia rappresenta le compagnie crocieristiche Princess Cruises, Holland America Line, Cunard, P&O e Seabourn, rende note le navi sulle quali saranno  proiettate tutte le 64 partite (in lingua inglese) della prossima Coppa del Mondo Fifa 2014.

719px-WC-2014-Brasil.svg

 

Gli incontri calcistici verranno trasmessi presso le aree comuni di bordo o eccezionalmente per Princess al Movies Under the Stars presso il Pool Deck.

Per Princess Cruises le navi interessate sono: Dawn Princess, Diamond Princess, Emerald Princess, Regal Princess, Royal Princess, Ruby Princess, Sapphire Princess, Sea Princess, Sun Princess.

Per Holland America Line: Ryndam, Rotterdam, Prinsendam, Noordam, Eurodam, Nieuw Amsterdam.

travel-royalprincess-3-web

 

Per Seabourn: Seabourn Odyssey, Seabourn Sojourn e Seabourn Quest.

Mentre sulle navi delle compagnie Cunard e P&O,  l’iniziativa sarà allargata all’intera flotta.

 

04/06/2014  ore 16.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”