Clia: continua la crescita globale del comparto crociere


Continua la crescita globale dell’industria delle crociere: lo ribadisce la Clia (Cruise Lines International Association) che sciorina i dati degli investimenti fatti nel settore delle crociere.

clia-europe

Questi investimenti hanno generato 117 miliardi di dollari di contributo economico, occupato a tempo pieno di 891.009 persone, e hanno prodotto compensi pari a 38,47 miliardi di dollari.

Vago-Pierfrancesco

 

E’ Pierfrancesco Vago, presidente di Clia Europe ed executive chairman di MSC Crociere, a spiegare i dati: ”le cifre mostrano che circa il 45% del contributo totale globale del settore è stato generato in Europa.

Indiscutibilmente, oggi il comparto crocieristico contribuisce in maniera decisiva alla ripresa economica europea, creando sviluppo e posti di lavoro in un momento in cui entrambi questi fattori non sono così facili da trovare“.

Sempre più cittadini europei – aggiunge – scelgono l’opzione della vacanza in crociera, sempre più turisti navigano in acque europee, e sempre più navi sono costruite nei cantieri europei; nei prossimi anni il peso della nostra industria in Europa può solo continuare a crescere”.

 

22/09/2014  ore 12.50
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

Annunci

SeatradeMed: Clia Europe punta su legami più stretti con i porti e le associazioni portuali


E’ Pierfrancesco Vago, Presidente di Clia Europe,  la piu’ grande associazione di categoria delle compagnie di crociera in Europa, a ribadire che l’industria europea delle crociere debba puntare su legami più stretti con i porti e le associazioni portuali: lo fa al Seatrade Med di Barcellona in corso in questi giorni, che raggruppa nell’evento il comparto e tutte le novità con un occhio speciale sul Mediterraneo.

Pierfrancesco Vago, Presidente di Clia Europe

Pierfrancesco Vago, Presidente di Clia Europe

La cooperazione con le associazioni dei porti è cruciale per l’intero settore, una relazione basata su interessi comuni e rispetto reciproco, a lungo termine renderà più probabile il nostro successo” dichiara nel suo intervento dove sottolinea anche che le aree chiave su cui compagnie crocieristiche, porti e destinazioni dovrebbero lavorare insieme, ad esempio nei siti “storici” come Venezia.

Ma punta anche il dito contro gli scali, molto spesso non al passo con i tempi e che hanno bisogno di ammodernamenti per non rimanere indietro rispetto al passo tenuto dalle compagnie.

clia-europe

Sosteniamo in pieno il bisogno di proteggere le destinazioni e vogliamo mettere le crociere in prima linea nel turismo sostenibile” ha detto il presidente di Clia Europe, prendendo d’esempio Venezia, mentre “alcuni impianti portuali non tengono il passo con la crescita della nostra industria e sono necessari urgenti ammodernamenti” ha spiegato Vago, affermando che “Clia Europe è determinata ad impegnarsi con i diversi stakeholders a garantire che i porti, le destinazioni e l’industria delle crociere sviluppino al massimo insieme le opportunità di crescita

19/09/2014  ore 12.00
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Sea Trade Med di Barcellona: Genova fa il pieno di navi


Il Sea Trade Med di Barcellona ha portato al capoluogo ligure conferme e novità: intanto la riconferma delle navi di P&O anche per la stagione 2015.

MA son le novità a suscitare curiosità: dall’anno prossimo accanto alla P&O, ci saranno anche le navi della Princess Cruises e la Mein Schiff di Tui Cruises, oltre alle navi MSC Crociere di casa a Genova.

Barcellona-Seatrade-Med

Princess garantirà l’arrivo di ben tre navi della flotta: la “Caribbean”, nave da 3.000 passeggeri, la “Emerald “che può portare lo stesso numero di turisti a bordo e la “Ocean”, unità più piccola ma più esclusiva da 700 passeggeri circa, per un totale di 11 approdi e la garanzia di ben 70.000 presenze in più.

La compagnia tedesca del gruppo Tui porterà a Genova la “Mein Schiff 1”, una nave da crociera da più di 2.500 passeggeri, per altri circa 10.000 numeri di passeggeri in movimentazione.

Un totale circa di 80.000 passeggeri in più con la curiosità che la Princess Cruises fa parte della Carnival, di cui fa parte anche Costa Crociere che, come si sà, ha preferito il porto di Savona al porto genovese.

MACCHINA SCENDE DA TRAGHETTO E FINISCE IN MARE NEL PORTO DI GENOVA

«Si tratta un risultato positivo anche in vista delle privatizzazione dell’aeroporto – spiega Luigi Merlo, presidente dell’Authority genovese – perché rende il Colombo più appetibile sul mercato: P&O è molto soddisfatta della possibilità di avere uno scalo aereo a poca distanza dalle navi e questo è il nostro valore aggiunto».

Stazioni Marittime non rimane al palo ma anzi l’anno prossimo la società spagnola Adelte fornirà a Ponte dei Mille un nuovo finger per le navi da crociera di ultima generazione.

Le ultime grandi unità infatti, per guadagnare spazio interno e aumentare il numero delle cabine, hanno le scialuppe di salvataggio più sporgenti rispetto alle navi di costruzione meno recente e di conseguenza le strutture portuali si devono adattare: nel lato della Stazione Marittima al fianco del silos Hennebique, verrà così realizzata una nuova passerella (finger) che permetterà agevolmente ai passeggeri di scendere a terra. ( da The MediTelegraph)

MSC1317055_Event

Grandi novità anche per gli altri porti liguri:

  • La Spezia è vicina ai 650.000 passeggeri, il suo limite; colloqui particolari con MSC Crociere e il suo Executive Chariman, Pierfrancesco Vago. Necessario un nuovo terminal crociere e a sentire le indiscrezioni sarebbero interessate alla sua costruzione sia MSC che Royal Caribbean.
  • Savona consolida la sua partnership con Costa Crociere, col suo milione di passeggeri

Se le previsioni di questi flussi fossero confermate anche l’anno prossimo, i tre porti insieme supereranno Civitavecchia, per la prima volta nella storia recente della crocieristica italiana.

«Se i dati saranno confermati – spiega Forcieri – si tratta di una bella risposta a chi sosteneva un anno fa che la concorrenza tra i porti liguri avrebbe avuto effetti devastanti. Non ci siamo rubati traffico, anzi».

18/09/2014  ore 16.15
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

MSC Crociere: Vago “ci avviamo verso quota 2 milioni di passeggeri”


C’è una società che, in questo momento di crisi generale, ha il maggior piano di investimento in questo momento in Italia in campo turistico, proiettando l’Italia nelle posizioni di leadership mondiale delle crociere.

msc-crociere-presentate-le-novita-2013-al-ttg-L-dXBzIs

E’ la società che fa capo al gruppo della famiglia Aponte, la MSC Crociere, compagnia crocieristica con sede a Ginevra e sede operativa a Napoli, a capitale interamente svizzero, che impiega circa 18.000 dipendenti in tutto il mondo e ha uffici in 45 Paesi.

L’investimento in campo consiste in un pacchetto di 5,1 miliardi che  include:

  • tre commesse (due a Fincantieri e una a Stx France) per 4 nuove navi (progetto Seaside), 3 in opzione
  • nuovi spazi e tecnologie su 4 unità già in in attività (progetto Rinascimento).

 

«Vogliamo diventare sempre più globali e consolidare le posizioni tra i gruppi leader, tre americani quotati in Borsa e noi che siamo un gruppo a controllo familiare» dice Pierfrancesco Vago, executive chairman di Msc.

In un totale di un decennio MSC Crociere ha investito e speso ben 6 miliardi e questi investimenti hanno permesso alla società di realizzare la flotta che riesce a fronteggiare benissimo i giganti delle crociere, portando i passeggeri dai 127.000 del lontano 2003 ai 1,64 milioni del 2013 e, soprattutto, scalando posizioni e bruciando letteralmente le tappe nel business crociere.

Photo: JAE-Informativos.Net (Do not copy, even with credits)

Vago, a Il Sole 24 ore, snocciola dati, ricordando innanzitutto il boom crocieristico generale rispetto alla situazione turistica generale piatta «Siamo cresciuti dell’800% in una decina d’anni. Oggi ci avviamo verso quota 2 milioni di passeggeri», con un giro d’affari della compagnia superiore a 1,5 miliardi, destinati a crescere.

Questo permetterà alla MSC, al termine del piano industriale, di raddoppiare la capacità attuale della flotta, passando da 40mila a 80mila persone al giorno.

«Aumenta lo spazio vivibile anche se abbiamo sempre delle grandi unità, noi non abbandoniamo le unità di dimensioni super, la strada è questa» commenta Vago e commentando i nuovi progetti, sia il Seaside che il Rinascimento aggiunge  «L’impatto sull’occupazione sarà importanteLo sviluppo della flotta apre la strada all’assunzione di almeno 6mila persone».

MSC_20_May_2014 (5)

Oltrettutto «Le crociere hanno un ruolo trainante per il comparto turistico e per l’economia nazionale – sottolinea Vago – In Italia c’è un movimento di almeno 7 milioni di passeggeri, è un turismo nuovo che alimenta un indotto molto importante».

Ovviamente tutto ciò ricade anche in tutto il sistema industriale di costruzione e in tutti il comparto che gira intorno alla crociera stessa, come i trasporti, i luoghi visitati, sia dal punto culturale che commerciale e proprio su questo Vago aggiunge «Decisivo il contributo al turismo culturale».

 

11/08/2014  ore 14.20
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

MSC Crociere: donati 3.000.000 € all’UNICEF


MSC Crociere ha donato 3.000.000 € all’UNICEF, l’agenzia delle Nazioni Unite che si batte per i diritti dei bambini di tutto il mondo, nel corso di una cerimonia di consegna presso la sede di Ginevra di MSC Crociere.

MSC Crociere e UNICEF hanno unito le forze nel 2009 nell’ambito dell’ iniziativa ‘Get on Board for Children’ , che incoraggia gli ospiti a bordo delle 12 navi MSC Crociere a dare un contributo all’UNICEF.

unicef_im_msccheckuebergabe_960x480 (1)

Il fondo delle nazioni unite per l’infanzia (UNICEF) è attivo in oltre 190 paesi e territori, e dal 2009, la collaborazione di MSC ha permesso all’UNICEF in Brasile di avere i fondi per combattere la povertà e la disuguaglianza. Il denaro ha aiutato i bambini in 126 comunità vulnerabili, di Rio de Janeiro e San Paolo, a ottenere l’accesso ad un’istruzione di qualità.

Nel gennaio di quest’anno, MSC Crociere e UNICEF hanno avviato una nuova partnership salvavita per fornire assistenza ai bambini malnutriti, fornendo cibo terapeutico pronto all’uso -Ready-to-Use Therapeutic Food (RUTF)* – come Plumpy’nut ® – per trattare la grave malnutrizione nei paesi in via di sviluppo e nei paesi colpiti da situazioni di crisi.

image_08_tcm14-91640

Nel corso di una cerimonia presso la sede della società a Ginevra, Svizzera, il Presidente MSC Crociere, Pierfrancesco Vago, ha consegnato al Direttore Esecutivo dell’UNICEF Svizzera, Elsbeth Müller, un assegno di € 3.000.000.

In MSC Crociere siamo onorati di essere in grado di assistere l’UNICEF nel suo sforzo per aiutare i bambini affamati in tutto il mondo. Era nostro dovere mettere in atto una partnership così concreta che può salvare la vita dei bambini per i quali il RUTF* è un ancora di salvezza fondamentale ” ha detto Vago “Siamo orgogliosi del duro lavoro svolto da tutto il nostro staff, che ha permesso di racimolare una tale quantità incredibile di denaro. MSC come gruppo sta lavorando sodo per aumentare la consapevolezza del progetto e per fornire supporto all’UNICEF attraverso la nostra rete molto estesa in tutto il mondo“.

unicef-video_tcm5-91648

Vorrei ringraziare sinceramente MSC Crociere per la lunga collaborazione e per la preziosa e generosa donazione di oggi di € 3.000.000” ha dichiarato Elsbeth Müller “La donazione sarà utilizzata per l’acquisto di RUTF* per il trattamento di bambini affetti da malnutrizione acuta grave. La malnutrizione acuta grave è un killer di bambini sotto i cinque anni, che rappresentano oltre un milione di morti ogni anno.Circa 20 milioni di bambini in tutto il mondo sono colpiti da scarsa nutrizione. Grazie a partner come MSC Crociere, possiamo fare in modo che questi bambini abbiano un futuro“.

MSC-Crociere-Gianni-Onorato-e-Pierfrancesco-Vago-680x365

Oltre alle donazioni da parte degli ospiti, MSC Crociere organizza anche attività di edutainment ** per i bambini a bordo, la sensibilizzazione del lavoro dell’UNICEF e le esigenze dei bambini di tutto il mondo.

Ogni settimana vedrà una giornata dedicata UNICEF, che include giochi divertenti, sfilata dei bambini e la distribuzione di ogni giovane partecipante di un passaporto UNICEF World Citizen, che li rende un ambasciatore per i diritti dei bambini in tutto il mondo.

Inoltre, MSC Crociere ha lanciato una nuova canzone eseguita da coro un italiano per bambini chiamato  ‘I Can Believe – MSC for UNICEF’ , per fornire una colonna sonora a tutti gli sforzi di sostegno dell’UNICEF a bordo delle navi MSC Crociere.

 

30/06/2014  ore 23.40
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

 

** una forma di intrattenimento finalizzata sia ad educare sia a divertire