MSC Crociere: anche quest’anno si va al tutto esaurito per Natale e Capodanno

Crazy Cruises,crociera, crociere,cruise, nave da crociera, passeggeri, servizi crociera, viaggio in crociera, blog di crociere, blogger di crociere, news crociere, info crociere, crociere mediterraneo, navigazione in crociera, itinerari di crociera,vita da crociera,nave da crociera ,vacanza in crociera, programmare una crociera

E’ accaduto anche l’anno scorso: tutto esaurito per il periodo natalizio in MSC Crociere e anche quest’anno il trend pare confermarsi.

Vieni a leggere l’articolo completo sul nuovo sito dei Crazy Cruises: clicca qui! Ti aspetto 🙂

Annunci

Cappellani di bordo: addio definitivo


Crazy Cruises si trasferisce

Puoi leggere tutti i nostri articoli sul sito

In una nave da crociera c’è di tutto: ristoranti a volontà, divertimento a più non posso, Spa meravigliose .. ma esiste anche un luogo appartato e forse un pò sperduto, lontano dai clamori, dove poter fare una preghiera.

Cappellani di bordo: addio definitivo

E’ la Cappella di bordo, un piccolo locale dedicato al culto, quello cattolico in particolar modo, nel quale nella più totale tranquillità si può reciatre una preghiera o assistere alla messa festiva.

O meglio: dove si poteva assistere alla messa festiva, perchè l’ultima Compagnia che ancora celebrava messa, la Costa Crociere, ha definitivamente “licenziato” i cappellani di bordo.

Ora mi direte voi, che male c’è? Si può celebrare un anniversario di matrimonio anche a terra non necessariamente a bordo! Quello della messa officiata dal cappellano non rientra fra le esigenze prioritarie, sono in pochi a chiederla. E fin qui mi trovate d’accordo se non fosse che il Cappellano a bordo era una figura di riferimento per tutte quelle migliaia di persone dell’equipaggio di provenienza sudamericana o filippina, per cui il cappellano era la “valvola di sfogo“, colui che ascoltava i loro problemi, una sorta di psicologo pronto all’ascolto, colui che aveva la fiducia cieca e totale da parte dei membri dell’equipaggio che a lui facevano tenere i soldi dello stipendio da mandare a casa.

Cappellani di bordo: addio definitivo

Il Cappellano, a prescindere dal credo e questo va sottolineato, consigliava, traduceva, pacificava più di 35 nazionalità diverse a bordo, stava vicino per la gioia della nascita di un figlio o trovava le parole di consolazione per la morte di un parente; perchè chi sta così tanto tempo lontano da casa si trova davanti a tutte e due le possibilità e trovare una valvola di sfogo a bordo vuol dire tanto. Per sopperire a tutto ciò adesso a bordo ci sarà un “gestore delle risorse umane” che farà da paciere, da “banca”, da amico e si spera anche da buon psicologo.

Mentre per seguire la Messa a bordo e dare uno “sfogo spirituale” alla propria anima si dovranno attendere Pasqua e Natale oppure, turni permettendo, seguirne una settimanalmente quando si attracca in qualsiasi posto del mondo ci si trovi.

Cappellani di bordo: addio definitivo

E’ principalmente ai membri dell’equipaggio che mancherà questa figura importante: cattolici praticanti, si vedranno negata la possibilità di poter ogni domenica celebrare messa e passare un’ora con la testa lontana dal lavoro quotidiano.

Rimane a bordo delle navi Costa Crociere, perlomeno il locale dedicato alla Cappella, presente anche sulla nuova ammiraglia della flotta Diadema: eleganti acquasantiere in marmo di Carrara, mosaici che rappresentano figure di santi, eleganti statue dedicate a Gesù e alla Vergine Maria, il tutto contornato da decori dorati e luci soffuse.

Ma chi pensava di poter assistere alla messa rimarrà deluso, in quanto manca proprio chi la messa la celebra, ossia il Cappellano.

La figura del Cappellano di Bordo si inquadrava come ufficiale: in effetti, a parte nel momento delle celebrazioni, ogni cappellano doveva vestire la divisa e si distingueva dagli altri ufficiali di bordo solo per una piccola croce appuntata sul petto.

Cappellani di bordo: addio definitivo

Neil Palomba, vicepresidente del gruppo, ha ammesso che in effetti in Costa non c’è più posto per queste figure.

È vero, nel 2014 abbiamo eliminato i cappellani da tutte le navi . È una scelta in linea con il mercato mondiale delle crociere“, d’altronde “Le navi Costa sono le uniche al mondo con a bordo la cappella, luogo di culto aperto a passeggeri ed equipaggio“.

La Messa diventa una questione di numeri, di mercato, che sta dietro a ciò che chi sale a bordo ha sempre indicato nel questionario di fine crociera, un orpello inutile che in una settimana di crociera si può pure evitare: “Avremo i cappellani a bordo quando serve, cioè nelle crociere di Natale e Pasqua“, una sorta di invito alla preghiera solo per le festività.

Palomba, tuttavia ammette la possibilità che qualsiasi sacerdote presente a bordo abbia desiderio di servire messa, potrà essere libero di farlo e darne comunicazione a chiunque fosse interessato a parteciparvi attraverso i consueti mezzi di comunicazione di bordo, presumibilmente con una comunicazione nel “giornale quotidiano“, il Today, della nave.

Cappellani di bordo: addio definitivo

Sarà forse una mossa ad hoc in vista dei nuovi passi della Compagnia in Cina? Non è dato sapere, certo è che come al solito chi maggiormente verrà penalizzato saranno i membri dell’equipaggio che nella figura del Cappellano di bordo riponevano, oltre le loro confessioni, fiducia estrema.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo :)

 

Photocredits: Cappellani di Bordo

05/11/2014  ore 13.50
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Costa Victoria soccorre peschereccio in fiamme: 12 sopravvissuti


Costa Victoria ha soccorso un peschereccio in fiamme: è accaduto lunedì mattina, durante la navigazione da Hong Kong a Sanya Hainan, quando la Costa Victoria ha tratto in salvo i membri dell’equipaggio di una barca da pesca che bruciava, avvistato nel Mar cinese meridionale.

CostaVictoria

 

Durante la navigazione il primo ufficiale di guardia ha avvistato una barca in difficoltà e ha subito dato l’allarme al Master.

Il personale e il capitano che ha deciso di modificare la rotta della nave, al fine di fornire assistenza adeguata.

Costa Victoria soccorre peschereccio in fiamme: 12 sopravvissuti– VIDEO –  Il comandante Paolo Fusarini spiega cosa è accaduto

Cinque persone sono annegate, mentre le restanti 11 sono state imbarcate sulla Costa Victoria e portate in elicottero all’ospedale di Sanya City.

Inoltre, Costa Victoria ha attivamente ricercato gli altri membri dell’equipaggio scomparsi, in collaborazione con un elicottero della Guardia Costiera di base a Sanya Hainan, che ha raggiunto la zona.

CostaVictoria

A causa delle gravi condizioni sfortunatamente due pescatori non sono sopravvissuti.

Dopo aver svolto gli accertamenti delle autorità competenti, Costa Victoria ha ripreso il suo normale itinerario verso Sanya Hainan.

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
04/11/2014  ore 13.40

“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Squarcio sulla Bahamas Celebration: Halloween da brivido


E’ stata una crociera di Halloween da brivido per i passeggeri della Bahamas Celebration su cui si è aperto uno squarcio: la nave,  diretta verso il porto di Palm Beach, è stato costretta a tornare indietro dopo aver colpito un oggetto sconosciuto nelle acque al largo della costa delle Bahamas, così come hanno riferito i funzionari della linea da crociera.

Squarcio sulla Bahamas Celebration: Halloween da brivido

 

La Bahamas Celebration ha urtato qualcosa in mare che ha poi aperto uno squarcio sullo scafo, poco dopo aver lasciato l’Isola di Grand Bahama, Venerdì intorno alle 21:40.

E’ stato necessario l’utilizzo di un rimorchiatore per portare la nave a Freeport intorno alle 02:00 di Sabato. E’ stato necessario evacuati 700 tra passeggeri e membri dell’equipaggio: sulla Bahamas Celebration sono rimasti a bordo solo i membri del personale tecnico e di supporto, che hanno provveduto a coprire la falla; nonostante ciò la nave rischia di affondare per i danni subiti.

Squarcio sulla Bahamas Celebration: Halloween da brivido

Alcuni funzionari della Compagnia hanno dichiarato che l’incidente ha costretto il personale di bordo a mettere in atto le procedure d’emergenza per precauzione : “tutti i passeggeri sono stati invitati ad indossare i giubbotti di salvataggio e le misure di emergenza sono state eseguite a dovere, così come le mettiamo in pratica durante ogni esercitazione. Non ci sono mai stati passeggeri in effettivo pericolo e tutto è stato gestito in modo organizzato ed efficiente sia dal personale della nave che da chi ci ha poi soccorso“.

La nave era salpata dal porto di Palm Beach e aveva attraccato a Freeport. Una volta tornata indietro con i rimorchiatori, le squadre di salvataggio hanno preso visione di tutti i danni che la nave ha sostenuto, anche se l’esatta entità del danno non è ancora nota: fonti del porto dichiarano che la possibilità che possa affondare sono pari al 50%.

Squarcio sulla Bahamas Celebration: Halloween da brivido

Per fortuna nessuno è rimasto ferito e una volta a terra i passeggeri sono stati dislocati in alloggi in diverse località dell’isola.

I passeggeri a bordo della Bahamas Celebration hanno descritto il fatto come una vera e propria crociera dell’orrore di Halloween.

Al momento c’è una perdita, siamo in emergenza” dice un passeggero mentre gira un video durante la situazione d’emergenza.

Dopo aver riposato la notte i passeggeri, grazie ad una corsa col Bimini SuperFast, stanno tornando al Porto di Miami, da dove raggiungeranno poi il porto di Palm Beach e potranno successivamente raggiungere le proprie abitazioni.

Tutte le crociere della Bahamas Celebration sono state annullate.

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

02/11/2014  ore 14.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Marco Polo di CMV si arena in Norvegia


La nave da crociera Marco Polo, battente bandiera delle Bahamas, noleggiata dalla compagnia britannica Cruise & Maritime Voyages, si è arenata in Norvegia, nell’arcipelago Lofoten, di fronte al porto dove avrebbe dovuto essere ormeggiata.

 

MV Marco Polo

I servizi di soccorso norvegesi fanno sapere che i passeggeri sono stati tratti tutti in salvo, e sperano di riuscire a trasportare l’imbarcazione di 176 metri in acque più profonde nelle prossime ore.

Sulla nave viaggiavano oltre mille persone. Non si registrano feriti e non sono stati riscontrati danni alla nave.

MV Marco Polo

 

Quest’ultima da era stata noleggiata dalla compagnia ed era impegnata in una crociera sui fiordi.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

01/11/2014  ore 21.50
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.