Massa al NOFrills: parola d’ordine diversificare


Non bastano gli investimenti, servono prodotti per un pubblico che li possa consumare”: lo afferma il country manager MSC Crociere Leonardo Massa al NoFrills di Bergamo.

NoFrill_2012_02

Dal suo intervento si può dedurre che i nuovi progetti delle compagnie cercano di vedere lontano, cercando di venire incontro alle esigenze di un mercato che negli ultimi anni sembra profondamente cambiato.

I clienti prenotano in momenti diversi – ha spiegato Leonardo Massa, country manager di Msc – una fetta importante di pubblico vuole programmare per il lungo periodo, quindi non ci si può far trovare impreparati. Per continuare a crescere bisogna assecondare le abitudini di consumo dei clienti”.

Il concetto espresso da Massa più volte è la necessità di apertura mentale richiesta agli operatori di oggi, ancora forse troppo fossilizzati ad attrarre solo un target molto specifico, perdendosi però il resto: “Bisogna riprendersi un mercato che ci sta sfuggendo dalle mani. I prodotti devono essere a scaffale, altrimenti non si possono usare”.

Leonardo-Massa-2014-MSC-Crociere_4

Il country manager MSC Crociere Leonardo Massa

 

Ok quindi agli investimenti ma che siano legati a doppio filo poi con una rete di agenzie capaci “di vendere prodotti puntando sull’innovazione”, differenziando il prodotto: ecco allora un nuovo strumento per gli operatori, l’Msc Book, il nuovo portale su cui la compagnia punta tantissimo.

Troppe volte – sottolinea Massa – ci siamo fermati davanti ai luoghi comuni.

Per esempio, fino a dieci anni fa si diceva che la gente non viaggia d’inverno e quest’anno abbiamo avuto 60.000 prenotazioni sui mesi che vanno da ottobre a gennaio.

Oppure non si è mai puntato sul target giovani perché si pensava che la crociera non fosse adatta a loro, mentre invece nel 2014 abbiamo avuto 50.000 passeggeri sotto i 35 anni sulle nostre Navi dei Giovani ”.

Questo ha reso possibile che MSC riuscisse a creare dei pacchetti appositi, adatti a tutte le esigenze (pacchetti sportivi, culturali, young), che ovviamente possono essere venduti ad un target più generalizzato, più eterogeneo con un target che allrga la sua forchetta dallo “ zero ai 90 anni”.

msc-book

L’MSC Book il nuovo strumento per gli agenti di viaggio

MSC Crociere intanto è super impegnata sul fronte degli investimenti: il programma “Rinascimento”, dove Msc investirà 200 milioni di euro in nuove opere di tecnologia avanzata, sarà l’impegno del bienno 2014/2015; poi il triennio 2017-2019 vedrà il lancio del programma Vista, mentre nel 2020-2013 scatterà il progetto Seaside, con ele nuove rivoluzionarie navi.

 

29/09/2014  ore 16.00
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Grandi navi a Venezia : il Tar rinvia ancora la decisione


E’ stata rinviata al 1° ottobre la decisione del Tar del Veneto in merito alla limitazione del passaggio delle grandi navi da crociera nel bacino di San Marco.

Causa del rinvio il mancato accordo tra le parti.

Tutto ciò è principalmente dovuto al fatto che il Comitato che deve decidere quali vie alternative possano percorrere le grandi navi da crociera, non si sia riunito e ciò ha portato ad uno stallo e alla conseguente impossibilità di procedere.

grandi-navi-585x388

Ovviamente il rinvio ormai a settembre dell’intera questione non è andato giù agli operatori del Venezia Terminal Passeggeri e a quelli del Porto lagunare, che hanno così commentato la vicenda: “L’ulteriore rinvio a ottobre del Tar e l’interminabile attesa condannano la città e il porto crociere alla incertezza nei confronti delle compagnie e rischiano di farci fare una pessima figura davanti all’opinione pubblica mondiale” *

VENEZIA: NO GRANDI NAVI,CORTEO ACQUEO E PROTESTA A SAN MARCO

La conseguenza di questo rinvio permette, per la stagione 2016, che le navi da crociera possano entrare senza limitazioni lungo l’attuale percorso fino alla Marittima.

In sostanza, per il momento, nessun cambiamento.

 

28/06/2014  ore 15.30  
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”