Marco Polo di CMV si arena in Norvegia


La nave da crociera Marco Polo, battente bandiera delle Bahamas, noleggiata dalla compagnia britannica Cruise & Maritime Voyages, si è arenata in Norvegia, nell’arcipelago Lofoten, di fronte al porto dove avrebbe dovuto essere ormeggiata.

 

MV Marco Polo

I servizi di soccorso norvegesi fanno sapere che i passeggeri sono stati tratti tutti in salvo, e sperano di riuscire a trasportare l’imbarcazione di 176 metri in acque più profonde nelle prossime ore.

Sulla nave viaggiavano oltre mille persone. Non si registrano feriti e non sono stati riscontrati danni alla nave.

MV Marco Polo

 

Quest’ultima da era stata noleggiata dalla compagnia ed era impegnata in una crociera sui fiordi.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

01/11/2014  ore 21.50
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Le isole Svalbard: la natura artica al suo stato originale


Le Svalbard sono un arcipelago del mare Glaciale Artico; sono la parte più settentrionale della Norvegia. Le isole coprono un’area di 62 050 km² e si trovano tra i 74° e gli 81° di latitudine Nord e tra i 10° e i 35° di longitudine Est.

0b1953ac2e5b59b5a7dedf9c793136e1

La gran parte delle Svalbard è coperta da ghiacci. Infatti il nome Svalbard significa “costa fredda” e apparve per la prima volta in alcuni testi islandesi del XII secolo.

Comunque la corrente nord-atlantica modera il clima artico, mantenendo le acque circostanti aperte e navigabili per gran parte dell’anno.

Il clima delle isole Svalbard è polare all’interno, dove la lontananza dal mare e l’altitudine favoriscono il freddo, mentre sulla costa il clima è freddo come la tundra, dove d’inverno le minime toccano valori anche di −40 °C, mentre d’estate le temperature salgono sino ai 5-6 °C.

download (5)

Le isole dell’arcipelago di Svalbard offrono una natura incontaminata e spettacolare, vecchie miniere e orsi polari e sono anche il terreno di riproduzione dell’oca dalla faccia bianca e di altre varietà di uccelli.

Quasi il 65% della loro superficie ospita aree protette, tra cui 3 riserve naturali, 6 parchi nazionali, 15 aree protette per gli uccelli e 1 area geotropica.

Il più grande ghiacciaio di tutta la Norvegia, l’Austfonna, si trova proprio alle Svalbard. Lo Austfonna è la più grande calotta glaciale dopo l’Antartico e la Groenlandia, con un fronte che misura circa 200 kilometri.

Le isole più estese sono Spitsbergen, Nordaustlandet, Barentsøya, Edgeøyae Prins Karls Forland.

download (11)

Le Svalbard si trovano al di fuori dell’Area di Schengen, e tutti i visitatori che non possiedono un passaporto norvegese devono avere il loro passaporto quando viaggiano verso l’arcipelago.

Longyearbyen conta 2.075 abitanti, ed è la sede del governo locale e il principale centro amministrativo della Norvegia sulle Svalbard. La piccola mavivace comunità si è sviluppata nel corso degli anni: da tipica cittadina mineraria è diventata una comunità moderna animata da diverse realtà commerciali e industriali, ricca di opportunità e attività culturali.

Altri insediamenti si trovano a:

  • Barentsburg (comunità mineraria russa), 500 abitanti.
  • Ny-Ålesund (centro norvegese di ricerca internazionale), 25 abitanti.
  • Sveagruva (comunità mineraria norvegese), 240 pendolari
  • Hornsund (stazione di ricerca polacca), 11 abitanti.

download

Quali le escursioni consigliate dai Crazy Cruises?

  1. se previste dalla compagnia vi suggeriamo le escursioni con i Zodiac che vi permetteranno di raggiungere posti sicuramente incontaminati e ricchi di sorprese e a stretto contatto con la natura; oppure un giro in kayak, circondati dal silenzio più assoluto.
  2. le isole sono abitate da poche persone, più che altro concentrate sugli insediamenti maggiori: è sempre interessante fare un giro a piedi e curiosare nei negozi locali.
  3. escursione con le slitte trainate dai cani: un’esperienza tradizionale, sicuramente interessante e che vi porta in luoghi magici
  4. escursioni a piedi, con annesse piccole scalate: solo per veri appassionati e solo considerando il reale tempo a disposizione prima di tornare  a bordo; oppure una visita nelle grotte, accompagnati da speleologi esperti.
  5. tour bus con i maxi taxi a disposizione dei passeggeri: sicuramente un mezzo più economico ma decisamente pratico, che vi permetterà di fare un’escursione panoramica dell’isola maggiore.

Alcune escursioni previste dalle compagnie di crociere racchiudono più o meno tutte queste alternative, ma tramite il sito ufficiale delle Svalbard potete trovare tante altre attività da fare nell’arco di tempo concesso dallo sbarco/imbarco dalla nave.

CURIOSITA’: la più bassa temperatura mai registrata fu di -46,3°C a marzo del 1986, mentre la più alta fu di 21,3°C a luglio del 1979.

Durante l’inverno nelle Svalbard spesso ci sono lunghi periodi con temperature tra i 20° e i 30° sottozero; aggungete a questo il fattore vento che di solito peggiora enormemente l’effetto del freddo alle basse temperature.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Photocredit: Svalbard.net

 

13/09/2014  ore 14.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Indipendence of the Seas: sequestrata per un’ora dalla magistratura norvegese


Secondo la BBC, un ufficiale giudiziario norvegese ha confiscato una delle navi da crociera più grandi del mondo, a causa delle tasse non pagate all’associazione dei piloti.

L’Indipendence of the Seas, nave da crociera da 150.000 tonnellate, è stato fermata nella città di Alesund, perché Royal Carribean, il proprietario della nave, non era in regola con il pagamento delle tasse 2013,  sostiene l’emittente nazionale NRK

Independence_of_the_Seas_2010-09-04

La Norwegian Coastal Administration (NCA) dice che il denaro – circa 600.000 corone (60.000 £, $ 100.000), avrebbe dovuto essere pagato nel mese di ottobre. 

La somma per fortuna è stata pagata un’ora dopo la notifica del fermo da parte della Royal Caribbean International e quindi la nave ha potuto riprendere liberamente la propria crociera.

Il lavoro della NCA permette di portare le navi che si apprestano ad entrare in porto, guidandole attraverso le acque costiere spesso complicate e pericolose della Norvegia. In Norvegia, così come molti altri paesi, i piloti locali sono tenuti ad essere al timone di una nave che entra nelle acque locali del paese. Le compagnie di navigazione sono tenute quindi a pagare i piloti che hanno più familiarità con le acque locali.

_i268592

Negli Stati Uniti, le navi possono essere sequestrate per il mancato pagamento delle disposizioni e dei servizi quali tasse di pilotaggio, i salari dei membri dell’equipaggio, cibo e carburante.

Questo perchè i venditori e fornitori di servizi hanno un privilegio marittimo per le merci ed i servizi.

La Norvegia ha una norma di legge analoga, che consente ai giudici di “fermare” una nave quando si rifiuta di adempiere ai propri obblighi finanziari verso i creditori e soddisfare il privilegio marittimo.

Se il vincolo non è soddisfatto, la nave può essere venduta all’asta.  

Independence-of-the-Seas-26-Apr-2008-3

Tuttavia i ritardi dei pagamenti da parte delle compagnie, stanno creando non pochi problemi “Noi di solito otteniamo i pagamenti in tempo”  sostiene Arve Dimmen della NCA “Ma ora siamo a corto di corone dato che dalle navi da crociera che non pagano le bollette per la stagione precedente ci spettano circa 7.6milioni di corone. Per noi è una grossa cifra!“.

E ‘costato circa 800 milioni di dollari per costruire la Independence of the Seas nel 2008 e , all’epoca, era la più grande nave da crociera in tutto il mondo. 

 

23/05/2014  ore 19.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Disney cruises: nuovi itinerari nel Nord Europa


La Disney Cruises svela i suoi nuovi itinerari per il Nord Europa.

La Compagnia offrirà per la prima volta, a cominciare dall’estate 2015,  itinerari lungo i fiordi norvegesi, l’Islanda e le Isole Faroe, oltre che sul Baltico, con diverse partenze da Copenhagen.

Sempre comunque disponibili gli itinerari nel Mediterraneo, in Alaska, ai Caraibi e alle Bahamas.

 

Disney Cruise Line logo

 

 

 

La nuova programmazione, che ha già aperto le vendite, prevede, tra le altre, le seguenti proposte:

Disney_cruise_vacation

  • Fiordi Norvegesi

Disney Magic proporrà crociere di sette e nove notti in partenza da Copenhagen per una vera e propria immersione nei paesaggi incantati dei fiordi norvegesi, con scali ricchi di natura e storia vichinga.

Da segnalare l’itinerario di 11 giorni, porterà gli ospiti per la prima volta in Islanda e alle Isole Faroe, con scali a Oslo, Kristiansand e Stavanger (Norvegia), Akureyri e Reykyavik con overnight (Islanda), Torshavn (Faroe) e Dover (Inghilterra).

disney-cruise-front

  • Nord Europa

Disney Magic salperà durante la stagione estiva anche alla volta del Baltico, con itinerari settimanali verso le più famose capitali quali Helsinki (Finlandia), Stoccolma (Svezia), Copenhagen (Danimarca) e San Pietroburgo (Russia).

Da segnalare due speciali partenze da Dover (Inghilterra) di 12 notti, che consentiranno agli ospiti di visitare Copenhagen (Danimarca), Warnemünde (Germania), Stoccolma (Svezia), Helsinki (Finlandia), San Pietroburgo (Russia) e Tallin (Estonia).

disney-cruise-line-deals

  • Mediterraneo

Diverse partenze saranno disponibili da Barcellona, con Disney Magic che proporrà ad agosto crociere di 5 e 7 notti con scali a Villefranche (Francia), La Spezia, Civitavecchia e Napoli.

is-a-disney-cruise-worth-it

  • Alaska

Disney Wonder proporrà invece un itinerario di sette notti da Vancouver alla volta di Tracy Arm, Skagway, Juneau e Ketchikan.
Ognuna di queste crociere combinano le meraviglie naturali con lo spirito avventuroso proprio della regione, per un’esperienza di viaggio senza pari. Previste speciali esperienze a terra, studiate con i principali tour operator locali e dedicate a tutta la famiglia.

disney-cruise-line-dream-aqua-duck-2

  • Caraibi e Bahamas

Numerose saranno infine le partenze da Port Canaveral e da Miami dirette ai Caraibi e alle Bahamas.

La maggior parte degli itinerari prevedono inoltre uno scalo all’isola privata Disney, Castaway Cay.

Disney-Cruise-Line-Pixar-Theme

Per ricevere maggiori dettagli consultate il sito ufficiale :  http://disneycruise.disney.go.com/cruises-destinations/2015-itineraries/