Crociere: previsioni 2014, Liguria supera Lazio


Abbiamo parlato oggi delle anticipazioni dell’Italian Cruise Watch 2014, il rapporto di ricerca sull’industria croceristica nazionale: eccovi le cifre esatte dei movimenti passeggeri dei porti italiani:

  1. Civitavecchia come singolo porto è ancora quello che ha il maggior numero di passeggeri all’anno, movimentando 2,19 milioni di croceristi e 837 toccate nave
  2. Venezia, che di passeggeri ne movimenta 1,74 milioni di passeggeri e con 489 toccate nave
  3. Napoli, poco oltre il milione di croceristi e 425 toccate nave
  4. Savona, coi suoi 980 mila passeggeri movimentati e 292 toccate nave.

SavonaPortoCostaCrociere1
Genova a fine 2014 scenderà, secondo le previsioni, dal 4° al 5° posto con 820 mila passeggeri movimentati (-21,9% sul 2013) e 207 toccate nave (-30,5%).

Tuttavia se si uniscono i numeri di Genova con le buone performance di Savona (+4,4% sul 2013, toccate nave +21,2%) e La Spezia, con circa 500 mila unità (+139,7% sul 2013, e 185 toccate nave +125.6%), la Liguria si piazza per la prima volta al primo posto per numero croceristi, superando il Lazio.

Per ora la penalizzazione di Genova, che perderebbe rispetto al 2013, circa 230 mila crocieristi movimentati e 91 toccate, è dovuta ad una diminuzione del traffico croceristico a livello nazionale, ma anche ad un parziale ricollocamento di navi da crociera dal bacino del Mediterraneo ad altre destinazioni del mondo.

porto di civitavecchia foto crociere

 

Al contrario Savona, che punta a raggiungere il suo massimo storico in termini di traffico, può contare su una crescita del 4,4% derivante, soprattutto, dalla scelta di Costa Crociere di far scalare 13 delle 15 navi della propria flotta.

Tra le Regioni le proiezioni elaborate da Risposte Turismo (che organizza da quattro anni i Cruise days), basati sulle stime fornite da 40 porti turistici croceristici che rappresentano insieme il 99,5% del traffico passeggeri nazionale, vedono la seguente classifica:

  1. la Liguria diventa la prima volta leader in Italia per numero di passeggeri movimentati nei propri porti con 2,34 milioni di arrivi, pari al 22,7% del traffico croceristico atteso
  2. il Lazio (2,2 milioni)
  3. il Veneto (1,75 milioni)
  4. la Campania (1,29 milioni)
  5. la Sicilia arriva a un milione di croceristi

Il prodotto crociera – spiega Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo è entrato nella sua fase di maturità anche nell’area mediterranea, come accaduto da tempo ai Caraibi. È pertanto normale attendersi, anche in Italia, delle oscillazioni“.

06/10/2014  ore 22.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

Annunci

Napoli: si tirano le somme dopo l’arrivo di Oasis of the Seas – Foto


I circa 15.000 turisti sbarcati ieri a Napoli, 6000 dalla Oasis of the Seas e il resto da altre due navi crociera presenti in porto, ieri sono stati accolti dallo staff del Comune di Napoli e dai membri di associazioni cittadine che hanno offerto fiori e piantine con i percorsi turistici cittadini studiati per le poche ore di permanenza in città.

10703738_10201756626716811_7489891406793570161_n

Una bella boccata d’ossigeno per la città partenopea anche se “molti dei turisti” hanno riferito i cittadini che hanno accolto i turisti “ci chiedono di Sorrento, Capri, Pompei. Non molto del centro di Napoli“.

Questa piccola mancanza d’attenzione è stata notata dal Comune che si dice pronta ad instradare i prossimi crocieristi verso i tesori che la città offre.

Lo ribadisce anche l’assessore al turismo Nino Daniele : “questa grande nave è l’iceberg di un lavoro fatto sui flussi a Napoli. Gli arrivi sono ormai quotidiani, ieri c’erano quattro navi.

Ma la ripresa vera del turismo si vede anche dall’occupazione delle strutture ricettive che da Natale a oggi è sempre maggiore rispetto agli anni precedenti.

Chi viene per poche ore – continua Daniele – di solito resta colpito dalla città e poi ci torna per soggiornare“.

Ciò che appare chiaro è che comunque l’impatto economico del flusso dei crocieristi sia forte: bisognerebbe lavorare anche in questo senso per accettare la nuova sfida che potrebbe portare nuovi posti di lavoro nel comparto.

Nel 2012 – spiega all’ANSA Gianni Rotondo, direttore generale della Royal Caribbean – abbiamo fatto scalo per sei settimane a Genova e l’università cittadina ha calcolato un indotto per la città di tre milioni di euro tra taxi, ristoranti, musei e souvenir“.

10382741_10201756626236799_2419571012142164722_n

 

Certamente tale indotto diviene molto appettibile anche ai negozianti della “Galleria del Mare” al terminal crociere , che tuttavia non nascondono critiche: “Le navi così grandi non usano la passerella e quindi la maggior parte dei crocieristi passa direttamente sul marciapiede del porto senza passare per la galleria di negozi“, spiega uno dei commercianti.

Un altro piccolo problema da risolvere: ma in linea generale l’impatto sulla città risulta positivo.

Una nota, non proprio da sottovalutare soprattuto per chi a Napoli ci vive, ce la fanno presente alcuni dei nostri membri che ieri erano al porto per fotografare i giganti del mare: il traffico è andato letteralmente in tilt, un’altra problematica da cercare di risolvere per il futuro.

Intanto godiamoci le immagini arrivate proprio dai nostri in esplorazione ieri.

Photocredit:Pino Mazia

Foto di copertina: photocredit Meteoweb

Questo slideshow richiede JavaScript.

17/09/2014  ore 15.40

Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

 

 

Oasis of the Seas: tappa a Napoli


Un movimento di 15.000 crocieristi ha invaso Napoli stamattina: approdata puntualmente alle 7 l’attesissima Oasis of the Seas.

_DSF2402_672-458_resize

In porto anche la Norwegian Epic, che è comunque al momento la terza nave più grande al mondo, e la Horizon di Croiseres de France ( “costola” di Pullmantour).

10645217_10202848370556213_2836762062782656761_n 10616529_10202848358955923_2825998436707146719_n

Oggi dunque la città si gioca la sua credibilità come porta sul Mediterraneo: ecco dunque pronti i bus per le trasferte, le guide del Comune di Napoli in inglese, l’orchestrina ad accogliere i turisti a terra, i membri dell’associazione «Sii turista della tua città» che hanno regalato fiori a tutti i passeggeri e le brochure preparate ad hoc dal titolo «Live Naples – A day in the city of the sun», delle guide sulle quali i crocieristi trovano itinerari per scoprire il meglio di Napoli in poche ore, con indicazioni su come raggiungere i luoghi ma anche su come tornare in tempo al Porto per reimbarcarsi.

oasis___2_672-458_resize

In città si cerca intanto di tenere a bada il traffico, che generalmente va in tilt anche solo con il via vai di turisti che si spostano da e per le isole del Golfo: l’assessore alla promozione della città Monia Aliberti spiega che “si è cercato di lavorare su una gestione efficiente del flusso di turisti che resterà però solo 4-5 ore in città. Lo abbiamo fatto in sinergia con le attività commerciali, le associazioni ma anche curando la sicurezza e l’igiene.

I percorsi – spiega la Aliberti – saranno anche tutelati dal punto di vista della sicurezza, per dare un’immagine migliore possibile della città senza nasconderne anche i problemi”.

L’assessore Aliberti sarà presente per il saluto dei crocieristi in partenza che beneficeranno anche intorno alle 17.30, di un concerto finale di saluto, a cura dei Neapolitan Contamination.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Photocredit: PressPhoto e  N. Clemente/NapoliToday

16/09/2014  ore 12.00
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Costa Mediterranea da Trieste: pronto un nuovo servizio


Costa Crociere lancia un nuovo servizio per tutti gli ospiti in partenza da Trieste.

Tutti gli itinerari di una settimana di Costa Mediterranea, “Isole greche” e “Adriatico e isole nel blu”, con partenze dall’11 aprile al 28 novembre 2015, avranno incluso nel prezzo della crociera il viaggio di andata e ritorno in aereo, treno e pullman dalle tutte le principali città italiane sino al porto di imbarco.

MS_Costa_Mediterranea

Costa Crociera con questa iniziativa conferma il ruolo strategico per Trieste: esso infatti sarà il porto d’imbarco tutte le settimane per la Costa Mediterranea, permettendo di visitare la regione, ma anche Venezia oltre che Grecia, Croazia, Montenegro.

I collegamenti previsti nel prezzo del biglietto sono quelli che partono o arrivano via aereo con Roma, Napoli, Palermo, Catania, Lamezia Terme, Reggio Calabria, Brindisi e Bari, mentre i collegamenti con bus gran turismo compresi son quelli da Firenze e Bologna.

Per coloro che scelgono il treno, sulla tratta Torino /Trieste, Costa offre incluso nel prezzo della crociera il servizio Rail&Cruise, realizzato in partnership con Trenitalia: trasferimento con Frecciabianca Trenitalia su carrozze riservate (per un minimo di 30 persone) e transfer stazione/porto/stazione, valido dalle stazioni di Torino Porta Nuova, Torino Porta Susa, Vercelli, Novara, Milano Centrale, Brescia, Verona Porta Nuova, Vicenza, Padova e Venezia Mestre.

Costa_Mediterranea2

Gli ospiti Costa che viaggeranno in aereo e treno potranno usufruire inoltre di ulteriori servizi inclusi nel prezzo, quali il trasporto di un bagaglio per persona da casa sino in cabina, realizzato grazie alla partnership con Bag Express, l’assicurazione sul bagaglio e l’assistenza Costa alla partenza.

 

09/09/2014  ore 16.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Oasis of the Seas arriva a Napoli il 16 settembre


La “Oasis of the Seas” della Royal Caribbean, la nave da crociera più grande del mondo, arriverà il 16 settembre nel Terminal della Stazione Marittima.

Numeri da record per la nave più grande al mondo, insieme alla sorella Allure of the Seas: lunghezza di 360 metri, larghezza di 47 metri sulla linea di galleggiamento e una stazza di 225.000 tonnellate che le consentono di trasportare fino a 6000 passeggeri.

1708ship-front_3009361a

Una nave del genere deve essere accolta in un porto che abbia precisi requisiti e il Terminal Crociere di Napoli ha dovuto sostenere costosi investimenti per adattare le proprie banchine a questa speciale classe di navi.

Napoli avrà la fortuna di accogliere questa meraviglia dei mari il 16 di settembre, con l’intenzione di mantenere tale destinazione anche in futuro: il trend positivo del comparto crociere nel Mediterraneo (+24%), ha spinto la Royal Caribbean a programmare su Napoli un approdo settimanale fisso, dal maggio ad ottobre del 2015, con la nave gemella Allure of the Seas.

Oasis of the Seas

Oasis of the Seas

Il 16 settembre sarà l’occasione per i manager della Royal Caribbean di incontrare le massime autorità cittadine, a cominciare dal Sindaco Luigi de Magistris, per presentare la nave e le sue caratteristiche, mentre gli ospiti potranno godere delle meraviglie della città di Napoli e dei suoi dintorni, ricchi di storia antica e di bellezze naturalistiche.

 

06/09/2014  ore 12.40
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.