Savona inaugura con Costa Diadema il 2°terminal crociere

2° Palacrociere Savona

Il Palacrociere di Savona, un’infrastruttura costata quasi 10 milioni di euro, ha completato i lavori del 2° terminal crociere ed è pronto all’inaugurazione, che avverrà in una cornice fantastica, ossia con l’arrivo in porto della nuova ammiraglia di Costa Crociere, Costa Diadema, l’8 di Novembre.

2° Palacrociere di Savona

2° Palacrociere di Savona

Il secondo terminal si sviluppa in un’area complessiva di 3.500 metri quadrati ed è principalmente un terminal “satellite”, collegato alla stazione marittima esistente, che offre gli stessi servizi del terminal principale, ma con la differenza che può funzionare come un terminal autonomo.

Aree di attesa, aree di transito e area bagagli sono dunque indipendenti, così come il servizio di controllo, con una postazione per le forze di Polizia, Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane.

 

Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
16/10/2014  ore 15.00

 

 

Annunci

Schettino e le sue verità


E’ un articolo “duro” da scrivere per chi come me sul sogno delle crociere ha basato il blog, ma son del parere che non ci si può nascondere dietro un dito e far finta che nulla sia accaduto: ieri è andata in onda sulla terza rete della RAI, la televisione pubblica italiana, una puntata del programma d’inchiesta Report, condotto dalla giornalista Milena Gabanelli.

La giornalista Milena Gabanelli

La giornalista Milena Gabanelli

Nella puntata è stato mandato un servizio a cura di Giovanna Boursier, nel quale Francesco Schettino ha ribadito la sua posizione rispetto al naufragio di Costa Concordia, del quale era all’epoca il comandante.

Schettino ha di nuovo chiamato in causa gli ufficiali suoi collaboratori.

«Il comandante è responsabile, sì. Ma questo è stato un incidente che ha interessato un’organizzazione di persone, un team, come un compito in classe. Ora sembra che questa sia una nave fantasma, sono rimasto solo io».

Insomma nessuna rilevante novità, rispetto a ciò che ha sempre asserito: ha tirato fuori un bel pò di sassolini dalle scarpe, incalzato dalle domande della giornalista.

Quello che di certo non ha “digerito” della storia processuale è ciò che è stato concesso ai suoi collaboratori e che a lui è stato negato, cioè il patteggiamento, considerando che, secondo il suo punto di vista, i “colleghi” presenti in sala comando, hanno commesso errori clamorosi: «Non mi spiego che chi era preposto a controllare il radar non ritenne di portare alla mia attenzione che lì sotto c’erano gli scogli».

Francesco Schettino

Francesco Schettino

Sempre secondo lui, «la nave con tre compartimenti galleggia», e se la nave è arrivata così vicino alla costa è anche merito suo e che comunque la notte del disastro «il computer non funzionava, non registrava i dati della sonda per il fondale».

E ancora «Io non sono scappato: si può dire scivolato, caduto, la sensazione di inciampare. Mai immaginato che ci si fosse ricamato tanto su quel termine».

La questione che l’inchiesta del programma ha messo in evidenza dopo l’intervista a Schettino è stata anche se le navi gemelle di Concordia siano a rischio sicurezza, facendo ascoltare le intercettazioni dell’ingegner Parodi che parla di presunte «prove finte» (insisto sul presunte perchè in effetti non è dimostrato in alcun modo che ciò di cui si parlava nell’intercettazione sia realmente accaduto, e che il problema della boccola difettosa su Costa Fascinosa sia in effetti causa di prove in mare finte in quello specifico caso).

Insomma alla fine dell’inchiesta a tanti è venuto il dubbio se tutto ciò che è venuto alla luce sia davvero possibile: come il caso del timoniere indonesiano che, ha riferito Schettino, 20 giorni prima era addetto alla verniciatura e alle pulizie e poi si ritrova al timone di una nave da 4.000 passeggeri più equipaggio: cioè è possibile, solo per una questione di risparmio, che un addetto alle pulizie così di punto in bianco passi dal pulire i ponti ad arrivare sul ponte comando?

Personalmente ho i miei dubbi e lo spero proprio che così non sia: ma il timoniere, l’unico che può dipanare questa nebbia, è guarda caso introvabile e quindi le nostre domande rimangono senza risposta.

La Concordia a Genova

La Concordia a Genova

Conosco qualche persona che a bordo delle navi da crociera ci lavora, anche su navi Costa, e posso personalmente assicurare che per il lavoro che svolgono a bordo hanno seguito corsi specifici e la selezione è stata durissima, hanno tutti alle spalle mesi di corso sulla sicurezza, sugli incendi etc…per i quali hanno dovuto superare degli esami specifici: possibile, è la mia domanda legittima, che un addetto alla reception (un ruolo a caso) deve superare mille difficoltà prima di salire a bordo e un membro dello staff del ponte di comando, un ufficiale appunto, sia un addetto alle pulizie improvvisato, che non capisce gli ordini impartiti, che non capisce l’inglese, che invece di destra capisce sinistra…è possibile che venga dato un ruolo così importante a bordo senza qualifiche?

E se così fosse gli organismi di controllo che diamine esistono a fare? In quali mani siamo noi crocieristi, che nella compagnia viaggiamo ed investiamo i nostri soldi?

Report-puntata-12-ottobre-2014-Video

Costa Crociere ancora prima della messa in onda del programma ha rilasciato una dichiarazione, basata sulle anticipazioni sul programma che già da una settimana giravano in rete.

«Nessuna irregolarità. L’unico luogo deputato all’accertamento della verità» sul naufragio di Costa Concordia «è il tribunale di Grosseto, dove è in corso il processo che si avvia a conclusione. Nessuna irregolarità è emersa dalle perizie compiute sulla nave».

«La Società – si legge in una nota – si limita solo a far notare come ogni aspetto della costruzione e della manutenzione della nave e dei suoi componenti, cosi come quello della qualificazione professionale dei membri dell’equipaggio, siano stati oggetto di una lunga ed approfondita perizia condotta dai migliori esperti del settore, sotto la supervisione del Tribunale di Grosseto.

Dai risultati di tale perizia, suffragata da un supplemento di indagine svolto a bordo della nave stessa, nessuna irregolarità è emersa, né con riferimento alla nave, costruita e mantenuta a regola d’arte, né rispetto alla preparazione del suo equipaggio, che anzi ha effettuato l’evacuazione della nave in condizioni rese assai critiche dal ritardo con cui è stata dichiarata l’emergenza».

Aspettiamo la fine del processo e vediamo che piega prende tutta questa assurda situazione: la tragedia ha lasciato dietro di sè morti, un disperso, e tutta una scia di polemiche. Che almeno la giustizia per una volta accerti la verità vera!

 

13/10/2014  ore 16.20
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Msc Crociere: +15% redditività 2014, varo Armonia il 18 novembre


Leonardo Massa, country manager mercato Italia di Msc Crociere, a TTG Incontri a Rimini, fa il punto sui piani di sviluppo della compagnia : “abbiamo registrato una crescita del 15% per quanto riguarda la redditività nonostante il ritorno al prezzo reale del prodotto crociera rispetto l’abbassamento dei prezzi degli anni precedenti.

Non esistono altri settori merceologici che hanno ottenuto un risultato del genere“.

Leonardo-Massa-2014-MSC-Crociere_4

Per quanto riguarda il mercato italiano – spiega ancora Massa – in termini di volumi siamo in linea con i risultati del 2013, un obiettivo raggiunto nelle nostre strategie, non essendoci stati nuovi vari.

E l’impegno verso lo sviluppo viene confermato anche dal nuovo vigore dato al Fly and Cruise: il forte investimento sul pacchetto volo più crociera dove abbiamo raddoppiato il numero di post aerei settimanali su voli charter e di linea, 2.000 in totale per gli itinerari invernali Emirati, Antille, Caraibi e Canarie“.

MSC Armonia

MSC Armonia

Durante l’inverno – conclude quindi Leonardo Massa – raccoglieremo infine i primi frutti del programma Rinascimento, il progetto di 200 milioni affidato a Fincantieri che prevede l’allungamento di 4 navi della flotta con l’aggiunta di 200 cabine.

La prima unità sottoposta a restyling, la Msc Armonia, sarà varata il 18 novembre e inizierà subito dopo la sua programmazione nelle Canarie portando rispetto al passato 1.600 clienti in più al mese“.

Costa Crociere e Trenitalia: al TTG di Rimini presentato il “Rail&Cruise”


Dallo scorso 1 luglio è attivo in Italia il servizio “Rail &Cruise” (Treno+Crociera), novità assoluta per il mercato delle vacanze.

10_10_2014_Trenitalia_Costa_i

Oggi, al TTG di Rimini, il Direttore Divisione Passeggeri Alta Velocità di Trenitalia, Gianfranco Battisti, e Norbert Stiekema, Executive Vice President Sales & Marketing di Costa Crociere, hanno presentato alle Agenzie di Viaggio la partnership strategica che si propone di favorire il trasferimento dei croceristi verso i porti di imbarco e sbarco, contribuendo così allo sviluppo del mercato turistico.

L’idea di includere all’interno della crociera il viaggio con le Frecce, testimonia la sensibilità da parte di Costa di offrire un’esperienza di viaggio door to door unica ed esclusiva – ha dichiarato Gianfranco Battisti, Direttore Divisione Passeggeri Alta Velocità di Trenitalia –  Con questa iniziativa i crocieristi Costa potranno raggiungere comodamente i porti d’imbarco da moltissime località italiane con un network che conta 245 Frecce al giorno, oltre al collegamento Frecciabianca Torino – Trieste, che è la principale novità per il 2015.

Questo progetto – conclude Battisti – è un ulteriore passo verso lo sviluppo di una vera integrazione che permetterà al cliente e alle agenzie di prenotare in un’unica soluzione il treno e la crociera.

Gianfranco Battisti

Gianfranco Battisti

Con questo accordo strategico Costa Crociere punta ancora una volta all’innovazione e allo sviluppo di prodotti e servizi sempre all’avanguardia, nell’ottica di migliorare l’esperienza, il confort e la soddisfazione dei propri ospiti – ha dichiarato Norbert Stiekema, Executive Vice President Sales & Marketing di Costa Crociereoltre a essere comoda e affidabile, la formula Rail&Cruise, favorendo gli spostamenti su rotaie avrà anche un impatto positivo in termini di sostenibilità.

“Rail&Cruise” è una formula esclusiva che garantirà ai clienti Costa la possibilità di vivere la vacanza in modo ancora più rilassato, confortevole e conveniente.

Il servizio prevede di poter acquistare pacchetti turistici che includono, oltre alla crociera,biglietti ferroviari a tariffa speciale sulle Frecce Trenitalia, compreso il nuovo collegamento Frecciabianca Torino – Trieste.

Gli Ospiti Costa viaggeranno in carrozze riservate e potranno usufruire inoltre di una serie di servizi inclusi nel prezzo:

  • il trasporto bagagli da casa sino in cabina;
  • il transfer stazione/porto/stazione;
  • l’assistenza Costa in stazione di partenza e a bordo;
  • l’assicurazione del bagaglio.
Norbert Stiekema

Norbert Stiekema

Rail&Cruise sarà attivo fino alla fine del 2015, nelle più importanti stazioni di partenza delle Frecce Trenitalia (Frecciarossa,Frecciargento, Frecciabianca), e con un impegno molto importante su Trieste, porto di imbarco strategico dell’area del Nord Est per le crociere di Costa Mediterranea.

Il servizio Rail&Cruise sarà acquistabile nelle Agenzie di Viaggi partner di Costa Crociere e sul sito web www.costacrociere.it.

 

Comunicato stampa Ferrovie dello Stato

 

10/10/2014  ore 17.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Carolina Miceli, di Palermo, sarà la Madrina di Costa Diadema!


Un’agente di viaggi italiana sarà la protagonista del battesimo di Costa Diadema che avrà luogo a Genova il 7 novembre.

Dopo una selezione tra adv di tutto il mondo, con oltre 700 donne da più di 50 paesi che si sono candidate per il ruolo di madrina, è stata selezionata Carolina Miceli da Palermo dell’agenzia Tagliavia.

Norbert-Stiekema-con-Madrina-Costa-Diadema-Carolina-Miceli

Sono veramente entusiasta e onorata di avere un ruolo così importante in questo evento – ha dichiarato Carolina Miceli – Nel mio lavoro di agente di viaggio ho sempre proposto le crociere Costa come miglior esperienza di stile di vita italiano. Diventare la madrina di Costa Diadema, una nave che sarà il simbolo di ciò che di meglio l’Italia ha da offrire, non è solo una grande emozione, ma anche un importante stimolo a fare sempre meglio”.

La madrina sarà accompagnata da 4 damigelle d’onore: durante la serata di gala siederà in platea, accanto al comandante di Costa Diadema e salirà sul palco per pronunciare la formula rituale “Io ti do il nome Costa Diadema”.

01_costa_diadema_01

Il comandante risponderà: “Madrina, in nome di Dio, taglia!” e lei taglierà il nastro che farà infrangere la bottiglia sulla prora di Costa Diadema.
Dall’8 novembre e fino alla fine della stagione estiva 2015, la nuova ammiraglia proporrà un itinerario di una settimana nel Mediterraneo occidentale, con scali a Savona, Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Napoli e La Spezia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

10/10/2014  ore 17.20
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂