Msc Crociere: boom di scali in Liguria ad ottobre


Record di scali ad Ottobre in Liguria per MSC Crociere: nei porti di Genova e La Spezia infatti, le navi della flotta hanno effettuato, tra il 3 e il 30 ottobre, 20 toccate, movimentando più di 75 mila passeggeri.

Msc Armonia

Un risultato che tiene conto del fatto che  quasi metà flotta attracca nei due porti liguri, con le navi Msc Lirica, Msc Musica, Msc Splendida, Msc Poesia e Msc Sinfonia.

Questi numeri da record, anticipano uno degli eventi principali del 2014 della compagnia che si svolgerà proprio a Genova: la cerimonia di presentazione di Msc Armonia che torna in mare dopo l’operazione “Rinascimento”, operata da Fincantieri.

La cerimonia si svolgerà il 18 novembre, con una giornata di celebrazioni a cui interverranno anche rappresentanti delle istituzioni e personaggi dello spettacolo.

Poi Msc Armonia partirà verso le isole Canarie, dove trascorrerà l’intera stagione invernale proponendo crociere settimanali alla scoperta di Marocco, Tenerife e Madeira.

Msc Armonia è la prima unità ad essere stata sottoposta ai lavori del “Programma Rinascimento”, operazione dal valore di 200 milioni di euro, che permette l’ampliamento e il potenziamento di 4 navi della flotta appartenenti alla classe Lirica: le unità saranno dotate di una serie di nuove aree e tecnologie all’avanguardia.

Msc Armonia

Nei prossimi mesi il progetto Rinascimento riguarderà le altre tre unità della flotta e cioè Msc Sinfonia, Msc Opera e Msc Lirica che , a turno, entreranno in Fincantieri per l'”allungamento” e il perfezionamento tecnologico.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

Photocredits: foto di copertina Antonino Corso, foto dell’articolo MSCFansfb

 

31/10/2014  ore 19.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Annunci

P&O chiude con successo la stagione a Genova

Ventura di P&O

La 1°ma stagione per P&O a Genova, cominciata il 2 aprile scorso con Ventura, si è conclusa con un bilancio di quasi 50 mila passeggeri trasportati.

Ventura di P&O

Ventura di P&O

 

La Ventura di P&O ha avuto dunque buoni riscontri dall’attività charter con la scelta di Genova come home-port, utilizzando l’aeroporto di Genova come scalo per i suoi passeggeri in arrivo e in partenza per il Regno Unito.

Le compagnie aeree scelte dall’armatore, Thomas Cook, Thomson Airways, Titan e Jet2, hanno effettuato un totale di 120 voli in arrivo e altrettanti in partenza collegando Londra, Manchester e Birmingham con il capoluogo ligure.

La Ventura attraccava a Genova ogni due mercoledì, portando al terminal genovese un flusso di 3.100 passeggeri in arrivo e in partenza che si affiancavano ai passeggeri dei voli di linea.

Ventura di P&O

Ventura di P&O

Marco Arato, presidente dell’Aeroporto di Genova, non nasconde la sua soddisfazione per i risultati: “Siamo estremamente soddisfatti per come si sono svolte le operazioni in questi 6 mesi di attività – ha spiegato – l’auspicio è che la sinergia tra porto e aeroporto prosegua e si estenda. Già nella stagione invernale sono previsti alcuni charter dedicati alle crociere, e ci sono ottimi segnali per il 2015“.

Un’operazione molto importante anche per per Edoardo Monzani, ad di Stazioni Marittime :  “E’ stata la prima volta che una nave ha utilizzato il Cristoforo Colombo come punto di transito di tutti i suoi passeggeri – ha sottolineato – e il fatto che tutto si sia svolto regolarmente, con il riconoscimento esplicito della compagnia di navigazione e delle compagnie aeree, è di buon auspicio per il futuro“.

 

Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

Photo credit: Fabio Bussalino Fotografo per Repubblica

 

16/10/2014  ore 15.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Crociere: previsioni 2014, Liguria supera Lazio


Abbiamo parlato oggi delle anticipazioni dell’Italian Cruise Watch 2014, il rapporto di ricerca sull’industria croceristica nazionale: eccovi le cifre esatte dei movimenti passeggeri dei porti italiani:

  1. Civitavecchia come singolo porto è ancora quello che ha il maggior numero di passeggeri all’anno, movimentando 2,19 milioni di croceristi e 837 toccate nave
  2. Venezia, che di passeggeri ne movimenta 1,74 milioni di passeggeri e con 489 toccate nave
  3. Napoli, poco oltre il milione di croceristi e 425 toccate nave
  4. Savona, coi suoi 980 mila passeggeri movimentati e 292 toccate nave.

SavonaPortoCostaCrociere1
Genova a fine 2014 scenderà, secondo le previsioni, dal 4° al 5° posto con 820 mila passeggeri movimentati (-21,9% sul 2013) e 207 toccate nave (-30,5%).

Tuttavia se si uniscono i numeri di Genova con le buone performance di Savona (+4,4% sul 2013, toccate nave +21,2%) e La Spezia, con circa 500 mila unità (+139,7% sul 2013, e 185 toccate nave +125.6%), la Liguria si piazza per la prima volta al primo posto per numero croceristi, superando il Lazio.

Per ora la penalizzazione di Genova, che perderebbe rispetto al 2013, circa 230 mila crocieristi movimentati e 91 toccate, è dovuta ad una diminuzione del traffico croceristico a livello nazionale, ma anche ad un parziale ricollocamento di navi da crociera dal bacino del Mediterraneo ad altre destinazioni del mondo.

porto di civitavecchia foto crociere

 

Al contrario Savona, che punta a raggiungere il suo massimo storico in termini di traffico, può contare su una crescita del 4,4% derivante, soprattutto, dalla scelta di Costa Crociere di far scalare 13 delle 15 navi della propria flotta.

Tra le Regioni le proiezioni elaborate da Risposte Turismo (che organizza da quattro anni i Cruise days), basati sulle stime fornite da 40 porti turistici croceristici che rappresentano insieme il 99,5% del traffico passeggeri nazionale, vedono la seguente classifica:

  1. la Liguria diventa la prima volta leader in Italia per numero di passeggeri movimentati nei propri porti con 2,34 milioni di arrivi, pari al 22,7% del traffico croceristico atteso
  2. il Lazio (2,2 milioni)
  3. il Veneto (1,75 milioni)
  4. la Campania (1,29 milioni)
  5. la Sicilia arriva a un milione di croceristi

Il prodotto crociera – spiega Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo è entrato nella sua fase di maturità anche nell’area mediterranea, come accaduto da tempo ai Caraibi. È pertanto normale attendersi, anche in Italia, delle oscillazioni“.

06/10/2014  ore 22.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

MSC Armonia: svelati i dettagli della crociera inaugurale


MSC Crociere ha svelato i dettagli della crociera inaugurale di MSC Armonia, dopo l’allungamento che sta subendo nei cantieri Fincantieri di Palermo.

MSC Armonia e il blocco aggiuntivo da inserire3

La crociera inaugurale partirà da Genova il 19 di novembre e toccherà varie destinazioni del Mediterraneo, tra cui l’isola di Gibilterra, Marsiglia in Francia, ed i porti spagnoli di Cartagena, Cadice, Funchal, Santa Cruz de La Palma e Santa Cruz de Tenerife.

Per celebrare il rilancio della nave, MSC ha organizzato speciali cene di gala a bordo e spettacoli teatrali, speciali appuntamenti in porto, regali per i passeggeri, spettacoli musicali e di danza, fuochi d’artificio a Marsiglia e Tenerife.

Durante la crociera gli ospiti potranno assistere ad una speciale proiezione di un documentario che spiega le varie fasi dell’allungamento (programma Rinascimento) della nave: lo stesso progetto sarà applicato ad altre 3 navi della compagnia.

MSC Armonia e il blocco aggiuntivo da inserire

MSC ha curato per l’occasione anche un ricco programma di escursioni a terra per i suoi ospiti:

  • visite guidate delle città di Cartagena e Cadice
  • una visita guidata della cattedrale gotica di Siviglia
  • visita alle cantine di Jerez de la Frontera
  • la visita all’isola vulcanica e alle sue pregiate coltivazioni d’uva da vino della regione di Fuencaliente a Santa Cruz de La Palma
  • visite guidate in 4×4 a Madeira capitale dell’isola di Funchal
  • assistere alla tradizione locale dello slittino per le strade di Pico dos Barcelos
  • vedere balene e delfini con un tour in barca al largo della costa sud di Madeira.

Dopo la sua crociera inaugurale, MSC Armonia salperà una serie di crociere di sette notti per destinazioni come le Isole Canarie, il deserto del Sahara in Nord Africa, Marrakech e Agadir: una pausa davvero unica dal cupo inverno.

MSC Armonia è la prima di quattro navi di classe Lirica a sottoporsi a lavori di ristrutturazione: il programma Rinascimento metterà in campo circa 200.000.000 € per il completamento dei lavori.

MSC Armonia e il blocco aggiuntivo da inserire4

Il taglio a metà della nave MSC Armonia è avvenuto questo inizio mese, nei cantieri di Palermo di Fincantieri, che ha letteralmente separato la MSC Armonia intorno a 30 metri dalla sua poppa, per poi inserire una sezione di 24 mt a centro nave, che permetterà di aggiungere alla nave un totale di 194 cabine passeggeri.

Ma non è tutto èerchè in queste 11 settimane necessarie alla trasformazione, la nave sarà dotata di un nuovo Mini Club e Young Club per i bambini, un Teens Club e zone aggiuntive per il Baby Club, che sono stati costruiti in partnership con Chicco.

La nave offrirà anche una biblioteca e un nuovo parco acquatico, che prevede un percorso di giochi d’acqua e cannoni ad acqua.

MSC inoltre proporrà un’innovazione nei servizi di bordo, per esempio offrendo la possibilità di avere il buffet a disposizione 20 ore su 24, con nuove funzionalità tutte migliorate, con un’area lounge e un ristorante che risulterà allungato.

L'allontanamento in corso di Poppa e Prua3

Dal punto di vista del rispetto dell’ambiente, MSC Armonia sarà dotata di un convertitore di frequenza a velocità variabile, che regolerà il consumo di energia della nave in base alle condizioni operative, e la tecnologia LED in tutte le aree comuni.

La nave riceverà anche un nuovo trattamento alla carena per ridurre al minimo la resistenza e la resistenza all’acqua bassa, che consentirà di ridurre il consumo di carburante.

MSC sta anche lavorando con un produttore di eliche, per progettare una nuova, elica a basso consumo energetico.

Costruita tra il 2003 e il 2005 presso i cantieri STX France di Saint-Nazaire, le quattro navi di classe Lirica di MSC saranno lunghe 275 mt , raggiungeranno una stazza lorda di 65,000 gt e trasportaranno fino a 2.680 passeggeri.

msc-armonia

Il programma Rinamscimento prevede poi che sia la MSC Sinfonia ad entrare in bacino di carenaggio, dal 12 gennaio al 16 marzo, e seguiranno poi MSC Opera, che sarà sottoposta a lavori di ristrutturazione dal 2 maggio al 4 luglio, per finire poi con MSC Lirica, che entrerà in bacino tra il 31 agosto e il 9 Novembre 2015.

 

27/09/2014  ore 23.20
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Concordia: «Non è più un’emergenza nazionale»


Il Consiglio dei Ministri ha sancito la chiusura dello stato di emergenza nazionale a partire dal 15 settembre: è ormai ufficiale dato che sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale le due ordinanze del Capo del Dipartimento della Protezione Civile legate alla prosecuzione delle attività legate al naufragio della Concordia in Toscana e Liguria.

++ Concordia: trovato un teschio sul relitto ++

La delibera è datata 8 agosto e individua le due Regioni quali amministrazioni ordinariamente competenti per assicurare il proseguimento delle azioni a Isola del Giglio per il completamento del progetto di ripristino ambientale e a Genova per la demolizione, lo smaltimento e il riciclo della nave.

Concordia: in scafo relitto sommozzatori Gos e speleo Vvf

Passata la prima fase nell’ordinanza si stabilisce anche che l’Osservatorio di monitoraggio opererà non più a supporto del commissario delegato del governo ma delle due Regioni; per questo, potrà essere modificato nella sua composizione, in base a provvedimenti dei due Presidenti regionali.

Le ordinanze ribadiscono anche i costi e chi debba sostenerli:

  • Costa Crociere dovrà sostenere i costi relativi ai rimborsi delle spese sostenute dai componenti dell’Osservatorio toscano e alle attività del piano di monitoraggio disposto per Isola del Giglio
  • Ship Recycling, joint venture fra Saipem e San Giorgio del Porto, incaricata delle attività di smaltimento e riciclo del relitto, sosterrà invece le spese dell’Osservatorio in Liguria.

Concordia: in scafo relitto sommozzatori Gos e speleo Vvf

Come procedono i lavori di alleggerimento su Concordia?

Si deve ancora provvedere ad eliminare arredi e suppellettili per portare il pescaggio medio da 18,5 a 15,5 metri: ciò consentirà lo spostamento dall’area portuale di Prà-Voltri a quella dei bacini di carenaggio.

E’ dunque ovvio uno slittamento di questi lavori a gennaio e non più a dicembre, dato che l’inizio è stato fissato tra fine settembre-metà ottobre.

A rallentare la tabella dei lavori le operazioni di ricerca dell’ultimo disperso ma soprattutto l’iter amministrativo del passaggia tra situazione d’emergenza gestita dalla Protezione Civile a gestione orinaria di smantellamento, oltre anche il tempo: le due trombe d’aria che si sono abbattute nell’agosto scorso sul ponente genovese, hanno messo alla prova i cavi d’ormeggio, portandoli alla massima tensione, tanto che, per sicurezza estrema, si è deciso di aumentare il numero di bitte presenti a 17 dalle 13 presenti.

19/09/2014  ore 13.00
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.