Oosterdam: morte sospetta di una donna, confermata morte naturale


Il “Juneau Empire” ha rivelato in anteprima che l’ottantasettenne donna del Missouri trovata morta sulla nave della Hollande America Line a Jeaneau giovedì, sia morta per cause naturali: lo avrebbe rivelato allo stesso giornale la polizia locale.

E’ stato lo stesso Dipartimento di Polizia di Juneau che ha studiato il caso, dopo i primi sospetti di una morte che ha subito destato sospetti perchè ritrovata in strane circostanze.

Il corpo della donna è stato trovato sulla Holland America Oosterdam mentre la nave era in porto nella capitale.

09_G

Sul corpo non sono stati trovati segni che potessero far pensare ad un omicidio e la morte non è considerata più sospetta” ha riferito un portavoce della polizia.

Ci sono stati problemi medici … e la morte sembra essere stata da cause naturali”  ha chiarito più precisamente il portavoce della JPD ( Juneau Police Department) , il tenente David Campbell.

cruise-ships-westerdam

La polizia era stata costretta comunque ad indagare poichè il corpo era incustodito: il corpo è stato poi identificato come quello di Corrine J. Underwood. I suoi parenti più prossimi sono stati avvertiti della morte della donna.

Il medico legale ha autorizzato il trasferimento della salma alla camera mortuaria, dove verrà preparata per essere trasferita “a casa”.

 

20/08/2014  ore 13.20
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Annunci

Celebrity Silhouette: le si rompono le acque in crociera, soccorsa dalla Guardia costiera


Una donna in avanzato stato di gravidanza, V.M., di 31 anni, turista della nave da crociera “Celebrity Silhouette”, è stata soccorsa la notte scorsa da una motovedetta SAR della Guardia Costiera al largo dello Jonio crotonese.

capitaneria-001

 

La donna, che aveva subito la rottura delle acque, è stata raggiunta da una motovedetta e, malgrado le condizioni meteomarine non favorevoli, è stata condotta nel porto di Crotone e poi nell’Ospedale civile di Crotone, dove si trova ricoverata in buone condizioni di salute.

Celebrity_Silhouette_San_Juan

La notizia arriva direttamente da una nota della Guardia Costiera.

L’allarme è scattato alle ore 02.40 del 26 maggio, quando la Sala Operativa della Direzione Marittima di Reggio Calabria veniva contattata dalla Centrale Operativa del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto in merito ad una segnalazione da parte della Motonave “Celebrity Silhouette”, di bandiera maltese,  partita da Catania e diretta a Ravenna, in navigazione a circa 20 miglia a sud-est di Capo Colonna (KR), che richiedeva soccorso per una passeggera, di nazionalità inglese, che aveva subito la rottura delle acque, ma già assistita dal personale medico di bordo.

A seguire si disponeva l’evacuazione medica della passeggera a mezzo motovedetta.

Veniva quindi inviata la motovedetta CP 873 della Capitaneria di porto di Crotone, che raggiungeva la zona di mare ove si trovava la nave da crociera, procedendo al trasbordo della donna, unitamente al marito ed al medico di bordo.

L’evacuazione della donna veniva resa complessa anche a causa della presenza in zona di mare mosso e raffiche di vento. La passeggera veniva così condotta nel porto di Crotone, ove giungeva alle 04.30 circa, e affidata alle cure del personale medico del servizio 118 per il trasferimento presso l’Ospedale civile di Crotone.

Da informazioni successivamente acquisite si è appreso che la donna è stata poi trasferita presso l’ospedale di Catanzaro, dove di trova ricoverata ed  è in buono stato di salute“.

 

 

26/05/2014  ore 17.14
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”