Costa Pacifica, epidemia di morbillo a bordo.Decine di ricoveri


Decine di passeggeri, probabilmente contagiati dal virus che provoca il morbillo, sono stati fatti sbarcare nel pomeriggio da una nave da crociera ormeggiata nel porto di Civitavecchia.

20140227_63992_6

Secondo quanto si è appreso i viaggiatori, tra cui molti italiani e turisti stranieri, si trovavano a bordo della Costa Pacifica, una nave da crociera della compagnia genovese Costa Crociere, in procinto di partire da Civitavecchia. In molti avrebbero accusato malori, con febbre alta e il personale medico presente a bordo della nave, dai primi sintomi, avrebbe riscontrato la possibile affezione dal morbillo.

20140227_63992_5

Sarebbero almeno 9 le persone già ricoverate presso l’ospedale Spallanzani di Roma, altre, invece, dal porto sono state trasferite in strutture ospedaliere della Capitale e di Orbetello. Insieme con i passeggeri sono sbarcati anche tutti e 59 i membri dell’equipaggio.

20140227_63992_4

Il focolaio di morbillo che si è registrato sulla nave da crociera Costa Pacifica ha colpito solo i membri dell’equipaggio, che sono stati sbarcati e isolati secondo quanto previsto dalle procedure igieniche e sanitarie previste.

20140227_63992_1

«Nessun caso sospetto riguarda i passeggeri che si trovano a bordo, e nessun passeggero è stato sbarcato o ricoverato – specifica la compagnia -. Tutti i passeggeri sono stati opportunamente informati della situazione da parte del Comandante della nave. La crociera sta proseguendo regolarmente secondo il programma previsto».
«Costa Crociere – conclude la nota – adotta misure severe a bordo di tutte le sue navi al fine di assicurare i migliori standard di igiene e sicurezza, sia per i passeggeri che per l’equipaggio. I protocolli sanitari previsti in questi casi sono stati immediatamente applicati in stretta collaborazione con le autorità».

20140227_63992_3

Fonte : Il Messaggero

Photo Credit : Luciano Giobbi

Come difendersi dal NOROVIRUS in 6 mosse


Con il nuovo anno, l’influenza da Norovirus, che colpisce con sintomi di tipo gastrointestinale, sta diventando un problema di salute pubblica: non sembra passare giorno senza che non ci sia una notizia di una nave da crociera in cui ci siano ospiti contagiati…l’ultima in ordine di tempo la crociera di dieci giorni ai Caraibi di una delle navi gioiello della Royal Caribbean, l’Explorer of the Seas: piu’ di 600 persone, tra passeggeri e membri dell’equipaggio, sono stati infatti colpiti da quello che gli esperti sospettano sia un violento tipo di ‘Norovirus’.

Ciò non significa assolutamente che sia l’unico luogo nel quale sia possibile essere contagiati, nonostante sia il messaggio che molti media lasciano passare in questi giorni.La percentuale di contagio sulle navi da crociera è davvero ridicola se paragonata ai casi a terra, secondo l’Association for Professionals in Infection Control and Epidemiology.

Immagine

Le navi da crociera rappresentano un terreno molto fertile per l’introduzione e la diffusione di infezioni trasmissibili.

Questo è dovuto a numerosi motivi, tra i quali:

– Ambienti densamente frequentati;
– Massiccia interazione tra i passeggeri ed equipaggio ;
– Lunghi periodi di viaggio trascorsi in ambienti confinati;
– Svariati itinerari di viaggio sia dei passeggeri che dei membri dell’equipaggio, ciò consente una ripetuta introduzione di fattori infettivi;
– La promiscuità di locali comuni compresi, ad esempio, toilette e aree di ristorazione. 

Immagine

L’Associazione Americana, la Association for Professionals in Infection Control and Epidemiology (APIC), ha diffuso le sue raccomandazioni per proteggersi dal contagio di uno dei virus più contagiosi e rapidamente diffusivi tra quelli influenzali, il Norovirus appunto.

Sei precauzioni semplici da adottare e molto efficaci contro la seconda più frequente causa di malattia “Influenzale” dopo il raffreddore, che provoca sintomi come la nausea, il vomito, la diarrea e il dolore addominale.

In genere la malattia la sintomatologia insorge da 24 a 48 dopo l’esposizione al virus, e può rappresentare una seria minaccia per le persone anziane o il cui sistema immunitario è indebolito da una patologia o da terapie specifiche.

Ecco i 6 consigli per proteggersi dal virus:

1. Mantieni un’accurata igiene delle mani
Lavarsi spesso le mani è la miglior difesa dalle infezioni. Ogni volta per almeno 15 secondi o utilizzando un detergente contenente almeno il 60% di alcool.Esistono in commercio dei detergenti disinfettanti per le mani ottimi ed efficaci se si seguono le istruzioni alla lettera.Meglio averli sempre in valigia.

Immagine

2. Fai pulire tutto con varechina o disinfettante se c’è contagio in cabina
In caso di contagio, informare immediatamente i responsabili medici della nave che provvederanno immediatamente a far pulire la cabina con detergenti contenenti varechina per pulire e disinfettare, senza dimenticare i punti di maggior contatto, come le maniglie delle porte. Nel caso di non contagio sarebbe comunque bene utilizzare guanti usa e getta quando si toccano le superfici di contatto come nel bagno o le maniglie delle porte.Se capita un’epidemia su una nave, essendo un ambiente “chiuso” da cui non si può sfuggire, è meglio prendere ogni precauzione basilare per evitare più che si può il contagio.

3. Accertati della sicurezza di alimenti e bevande

Sempre in caso di contagio sulla nave, cercate di evitare i cibi crudi (insalate, ecc.), i frutti di mare.E’ un piccolo sacrificio ma direi che in una crociera c’è talmente tanto da mangiare(di cotto) da non sentirne la mancanza. Evitate anche tutti i liquidi in caraffe: meglio bere da bottiglie sigillate: se avete fatto un all-inclusive non dovrete pagare una cifra stratosferica a fine crociera.

Immagine

4. Attenzione alla biancheria sporca
Il Norovirus può trasmettersi per contatto diretto tra un asciugamano infetto a uno pulito. Perciò, separa bene la biancheria pulita da quella non ancora lavata. Meglio prevenire sempre.

5. Limita i danni
Evita di esporre al contatto con un familiare ammalato gli altri componenti della tua famiglia. E non dimenticare di far disinfettare ogni cosa e di informare il personale di bordo del contagio.

Immagine

6. Previeni il contagio
Non aspettare che qualcuno si ammali, non diventiamo paranoici ma quando i casi si manifestano così spesso meglio prevenire prima di rovinarci una vacanza, magari desiderata da tempo e fatta con sacrifici!

Portatevi sempre dietro un anti-diarroico ad effetto immediato, è sempre meglio averlo nell’astuccio dei medicinali, insieme ai medicinali comuni che quando si parte in vacanza è sempre meglio aver dietro (anche perchè in nave costerebbero una fortuna!). Il vomito da gastroenterite di solito non prevede l’uso di medicinali: è sufficiente l’assunzione di molti liquidi e nutrienti, ottimo è una soluzione di acqua e zucchero.Se contagiati comunque il personale medico di bordo vi visiterà e provvederà a somministrarvi i medicinali adatti.

Immagine

 

L’infezione da Norovirus, dunque,può essere prevenuta, mantenendo un’igiene attenta della persona e delle cose con cui vieni a contatto.

 

Indicazioni di normale igiene personale che non sostituiscono il parere del medico.