Grand Holiday passa a CMV e diventa Magellan


Grand Holiday passa a CMV e diventa Magellan: lo ha annunciato la stessa Cruise & Maritime Voyages, specificando che il passaggio avverrà nel secondo trimestre del 2015.

Magellan-590x283

La nave sarà ribatezzata come Magellan e sarà l’ammiraglia della flotta coi suoi 1.250 passeggeri e si unirà alla Marco Polo (800 pax), alla Astor (600 pax) e alla Azzorre (550 pax).

Chris Coates, direttore commerciale della compagnia di navigazione, ha dichiarato: “Siamo felici di esserci assicurati questa eccellente nave alla nostra flotta; riteniamo sarà molto ben accolta tra i nostri passeggeri britannici.

L’introduzione del Magellan porterà alla capacità della flotta un aumento nel Regno Unito del 40% , a 74.000 passeggeri.

Dopo aver venduto il 65% della nostra capacità per il prossimo anno, rimaniamo fiduciosi che Magellan contribuirà a soddisfare la crescente domanda per il nostro prodotto“.

Proprio oggi in concomittanza con la presentazione del nuovo catalogo crociere 2015 della società, sono stati resi noti i dettagli del  viaggio inaugurale della Magellan, che batterà gli itinerari del Nord in estate mentre in inverno sarà impegnata nell’emisfero boreale.

Come appariva prima la nave

Come appariva prima la nave

 

Christian Verhounig, Presidente e CEO di CMV ha spiegato che “l’introduzione del Magellan nella nostra flotta in crescita, è un’altra pietra miliare importante per l’espansione e lo sviluppo strategico della presenza del Gruppo nel Regno Unito e nei più ampi mercati internazionali, aumentando la nostra capacità sino a 115.000 passeggeri totali. Rimaniamo fiduciosi di poter raggiungere i nostri obiettivi a medio e lungo termine“.

Intanto per il lancio del Magellan son previsti sconti che arrivano sino al 50%.

Il viaggio inaugurale sarà una crociera di 12 notti tra l’Islanda e le Isole Fær Øer per godere dell’eclissi solare e dell’aurora boreale, con partenza da Londra Tilbury il 15 Marzo 2015.

Successivamente il Magellan sarà atteso nel Rio delle Amazzoni nell’ inverno 2016, mentre il Marco Polo partirà per una nuova crociera di 54 notti tra Brasile, Argentina, Cile e Terra del Fuoco.

Ovviamente la nave si dovrà uniformare al resto della flotta e secondo le immagini fornite dalla compagnia, il fumaiolo a “coda di balena” verrà tagliato.

Chris Coates

Chris Coates

Il Magellan , ex Gran Holiday, è stato costruito nel cantiere danese Aalborg Vaerft (1912-1988) e lanciato nel luglio 1985. La nave ha subito nel maggio 2010 una ristrutturazione nei cantieri navali di  San Giorgio del Porto di Genova. Queste attività hanno richiesto cinque mesi di lavori e € 55 milioni di investimento.

Le misure del Magellan sono:

  • Stazza: 46.052 tonnellate
  • Lunghezza: 222 metri.
  • Velocità: 21 nodi
  • Capacità: 1.848 ospiti
  • 680 membri dell’equipaggio
  • Numero di Cabine: 726
  • Numero di ponti: 9

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

04/11/2014  ore 16.18
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Annunci

Concordia: costò 450mln, spesi 1,5mld dopo naufragio


E’ costata un euro, quello pagato a Costa dal consorzio Saipem-San Giorgio del Porto per avere il relitto, ma è un miliardo e mezzo la stima della spesa complessiva sostenuta dalla compagnia di navigazione a causa del naufragio.

La Concordia è non solo storie drammatiche, imprese ingegneristiche, operazioni ‘impossibili da pensare’, ma anche numeri sorprendenti.

Immagine

 

Nel miliardo e mezzo speso a causa del naufragio, ci sono anche:

  • i danni commerciali e la perdita della nave che era costata 450 milioni di euro ed è stata rimborsata alla compagnia dalle assicurazioni per 380 milioni di euro.
  • la rimozione e il ripristino ambientale al Giglio, 893 mila euro.
  • compensazioni ai passeggeri feriti e ai familiari delle vittime, 1,16 miliardi.
  • rimozione del relitto, 447 milioni a vantaggio di Titan-Micoperi.
  • demolizione, circa 100 milioni.
  • spesa generata dal progetto, 610 milioni di euro, di cui 370 spesi in Italia.
  • stima del pil generato dal progetto di recupero, 765 milioni.

la-costa-concordia-e-affondata-il-13-gennaio

E tra i numeri che caratterizzano la Concordia ci sono anche quelli ‘anagrafici’ della nave:

  • per anni è stata la più grande in navigazione: uno scafo lungo 298 metri, largo 36 e con 114 mila tonnellate di stazza.
  • 22 i mesi necessari per lo smantellamento del relitto.
  • 1000 il numero degli addetti che saranno impegnati nella demolizione.
29/07/2014  ore 13.50
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Costa Crociere condannata a risarcire giudice (e famiglia) lasciati a terra


La vicenda risale all’aprile del 2010: dopo aver pagato la crociera, erano pronti per salpare, sicuri di poter salire a bordo, in quanto l’agenzia di viaggi, che non aveva trasmesso né il saldo né l’acconto alla compagnia di navigazione, li aveva rassicurati, dicendo che bastava presentare una dichiarazione di avvenuto pagamento poco prima di partire.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il personale della nave però non è stato di questo avviso e ha richiesto alla coppia un assegno, a titolo di garanzia, per consentire il loro imbarco.

Ma Umberto Dosi (ex giudice del lavoro a Padova, attualmente in servizio presso la Corte d’appello di Venezia) e la moglie Elisabetta Ferro hanno preferito rinunciare alla vacanza e dichiarare battaglia, assistiti dall’avvocato Marco Ripa, chiedendo a Costa Crociere sia il rimborso del biglietto che il risarcimento del danno subito.

Richiesta che la seconda sezione civile del tribunale di Padova (presieduta dal giudice Irene Cecchetto) ha accolto, dando ragione ai due coniugi e condannando la compagnia genovese a restituire i soldi della crociera ed a risarcire con 5mila euro la vacanza rovinata.

La sentenza, della settimana scorsa, sancisce che chi ha prenotato e pagato il viaggio ha il diritto di salire a bordo, anche se i suoi soldi non sono giunti a destinazione.

terre-da-esplorare-Costa_Serena

La coppia aveva prenotato una crociera sulla nave «Costa Serena » con partenza da Venezia presso l’agenzia viaggi «Ezzelino tour» di via Buonarroti, alla modica cifra di 3.736 euro, versando come acconto, secondo contratto,  900 euro.

A luglio,a solo un mese dalla partenza, la coppia provvede al saldo tramite assegno, e l’agenzia emette regolare ricevuta di pagamento.

Peccato che pochissimi giorni prima dell’imbarco i signori Dosi scoprano che il tour operator non ha trasmesso le somme incassate a «Costa Crociere».

La titolare dell’agenzia, tale Carla Surian,  (che cinque mesi dopo metterà in liquidazione la società e verrà rinviata a giudizio dalla magistratura di Fermo per simulazione di reato, con l’accusa di aver finto una rapina per intascarsi i soldi di 48 clienti), pensa bene di tranquillizzarli, stampando anche una dichiarazione che attesta l’avvenuto pagamento della crociera: in questo modo, secondo la donna, Dosi e consorte avrebbero potuto imbarcarsi senza problemi.

Il giorno della partenza, come detto sopra, il personale chiede ai coniugi un assegno del valore di 3.736 euro, che verrebbe restituito al termine del viaggio.

I due coniugi chiedono e pretendono che l’accordo venga messo per iscritto, ma si trovano un muro davanti: il servizio clienti si rifiuta di emettere alcunchè e quindi i signori Dosi decidono di rinunciare e ricorrono alle vie legali, chiedendo il rimborso integrale del biglietto e un risarcimento di 5mila euro.

1157190953

 

Marco Ripa, il loro legale, sottolinea il legame diretto tra viaggiatore e organizzatore del viaggio, stabilito da due sentenze della Cassazione. E il giudice gli ha dato ragione.

 

23/07/2014  ore 13.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

MSC Splendida: 40 anni di Unicef Italia


La collaudata sinergia tra Unicef ed MSC Crociere continua e si consolida sempre nell’esclusivo interesse dei minori e dei loro diritti.

La Compagnia in occasione dei 40 anni dell’Unicef Italia, ha ospitato sulla nave MSC Splendida una delegazione di bambini di varie etnie provenienti dalle 63 città campane nominate dall’Unicef Città Amiche.

PressItemImage_ID7704_08CCCD4886

Per augurare “Buon Compleanno” all’Unicef, al momento dell’imbarco della delegazione, le sirene delle navi in porto hanno suonato per condividere gli auguri in… musica ricollegandosi simbolicamente al titolo del libro “Mille voci per un coro” dedicato proprio all’evento festeggiato. Tale libro verrà presentato alla Sala dei Baroni del Maschio Angioino il prossimo 19 giugno.

youfeed-festa-a-bordo-della-msc-splendida-per-i-primi-40-anni-di-unicef-italia

La presidente regionale dell’Unicef, Margherita Dini Ciacci, il direttore relazioni esterne MSC Crociere Maurizio Salvi, e il presidente provinciale dell’Unicef Mimmo Pesce hanno accolto i bambini e le numerose autorità presenti tra le quali il comandante CV Giuseppe Minotauro, capo ufficio direzione marittima Campania, gli assessori Patrizia Sannino della provincia e Roberta Gaeta del comune di Napoli, Rosanna Olimpo vice sindaco di Massa di Somma, Simona Mauriello vice sindaco di Volla, Anna Barbato vice sindaco di Mondragone e Raffaele Coppola sindaco di Liveri.

Dopo i saluti del comandante della nave Ferdinando Ponti che ha offerto agli ospiti un gustoso e scenografico buffet accompagnandoli nella visita della lussuosissima nave, gli animatori di bordo hanno coinvolto i bambini in divertenti momenti di aggregazione e di gioco fino al momento dello sbarco.

resize

Ringrazio MSC Crociere sia per la lodevole iniziativa che per la sensibilità della Compagnia di navigazione che da anni contribuisce attivamente e concretamente alle iniziative Unicef” ha affermato la presidente Ciacci. “Ma il mio grazie va anche ai giornalisti e alle troupe televisive presenti a quest’evento per la visibilità che con il loro lavoro daranno alla festa di oggi”.

MSC Crociere è onorata di poter contribuire al sostegno dell’Unicef e delle sue iniziative in favore dei bambini” ha dichiarato il direttore relazioni esterne MSC Crociere Maurizio Salvi. “La Compagnia considera la responsabilità sociale quale parte integrale della propria missione e dei propri valori. Con questa filosofia stiamo elaborando insieme all’Unicef nuovi progetti e nuove iniziative a tutela dell’infanzia che presenteremo presto”.

 

Comunicato stampa

 

17/06/2014  ore 21.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”
   

Sovereign di Pullmantur: incidente meccanico,nessun problema per i passeggeri


Pullmantur sta lavorando per riparare un guasto meccanico su uno dei due motori della sua nave ‘Sovereign’, che è attualmente in crociera con 2.400 passeggeri a bordo, e che provoca una riduzione della velocità di navigazione, come riportato da Europa Press.

859342_aa6c8a8a61b444d3bfb518c3ef7f2aae

L’incidente “non influisce in alcun modo sulla sicurezza dei passeggeri o dei membri dell’equipaggio a bordo, sulle attrezzature o sulle strutture della nave, sull’ elettricità o altro” ha scritto la società in un comunicato.

Pullman ha riferito che 2.400 passeggeri, che stavano facendo l’itinerario “Brisas del Mediterráneo” in una crociera iniziata lo scorso 10 maggio a Barcellona, ​​saranno sbarcati al porto di Civitavecchia, dove arriveranno domani.

La compagnia di navigazione trasferirà la nave a Marsiglia nei prossimi giorni per le riparazioni.

sovereign

Pullmantur si prenderà cura del trasporto degli ospiti sino alla loro città di origine in Spagna, e ha lanciato un’operazione per garantire “trasferimento ottimale di tutti i passeggeri al loro porto di imbarco“.

Sovereign-Pullmantur-Cruceros

La compagnia di navigazione, che ha già informato i passeggeri e agenzie di viaggio, si è rammaricata “profondamente” per l’interruzione inaspettata della vacanza su ‘Sovereign’, e ha ringraziato gli ospiti per “la pazienza e la collaborazione“.

Pullmantur ha assicurato il rimborso dell’intera crociera per tutte le persone colpite, nonché i costi straordinari che possono essere stati sostenuti, più uno sconto del 60% sul prezzo della prossima crociera.

Pullmantur_Cruises_Sovereign_01

La sicurezza dei passeggeri e dell’equipaggio è sempre la priorità assoluta per l’azienda“, ha sottolineato la compagnia di navigazione, che assicura che si tratta di “un caso isolato e fortuito“, in quanto sottopone la sua flotta a regolari “controlli e ispezioni più severe di qualità“.

14/05/2014  ore 13.15

“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”