Clia: continua la crescita globale del comparto crociere


Continua la crescita globale dell’industria delle crociere: lo ribadisce la Clia (Cruise Lines International Association) che sciorina i dati degli investimenti fatti nel settore delle crociere.

clia-europe

Questi investimenti hanno generato 117 miliardi di dollari di contributo economico, occupato a tempo pieno di 891.009 persone, e hanno prodotto compensi pari a 38,47 miliardi di dollari.

Vago-Pierfrancesco

 

E’ Pierfrancesco Vago, presidente di Clia Europe ed executive chairman di MSC Crociere, a spiegare i dati: ”le cifre mostrano che circa il 45% del contributo totale globale del settore è stato generato in Europa.

Indiscutibilmente, oggi il comparto crocieristico contribuisce in maniera decisiva alla ripresa economica europea, creando sviluppo e posti di lavoro in un momento in cui entrambi questi fattori non sono così facili da trovare“.

Sempre più cittadini europei – aggiunge – scelgono l’opzione della vacanza in crociera, sempre più turisti navigano in acque europee, e sempre più navi sono costruite nei cantieri europei; nei prossimi anni il peso della nostra industria in Europa può solo continuare a crescere”.

 

22/09/2014  ore 12.50
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

Annunci

SeatradeMed: Clia Europe punta su legami più stretti con i porti e le associazioni portuali


E’ Pierfrancesco Vago, Presidente di Clia Europe,  la piu’ grande associazione di categoria delle compagnie di crociera in Europa, a ribadire che l’industria europea delle crociere debba puntare su legami più stretti con i porti e le associazioni portuali: lo fa al Seatrade Med di Barcellona in corso in questi giorni, che raggruppa nell’evento il comparto e tutte le novità con un occhio speciale sul Mediterraneo.

Pierfrancesco Vago, Presidente di Clia Europe

Pierfrancesco Vago, Presidente di Clia Europe

La cooperazione con le associazioni dei porti è cruciale per l’intero settore, una relazione basata su interessi comuni e rispetto reciproco, a lungo termine renderà più probabile il nostro successo” dichiara nel suo intervento dove sottolinea anche che le aree chiave su cui compagnie crocieristiche, porti e destinazioni dovrebbero lavorare insieme, ad esempio nei siti “storici” come Venezia.

Ma punta anche il dito contro gli scali, molto spesso non al passo con i tempi e che hanno bisogno di ammodernamenti per non rimanere indietro rispetto al passo tenuto dalle compagnie.

clia-europe

Sosteniamo in pieno il bisogno di proteggere le destinazioni e vogliamo mettere le crociere in prima linea nel turismo sostenibile” ha detto il presidente di Clia Europe, prendendo d’esempio Venezia, mentre “alcuni impianti portuali non tengono il passo con la crescita della nostra industria e sono necessari urgenti ammodernamenti” ha spiegato Vago, affermando che “Clia Europe è determinata ad impegnarsi con i diversi stakeholders a garantire che i porti, le destinazioni e l’industria delle crociere sviluppino al massimo insieme le opportunità di crescita

19/09/2014  ore 12.00
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Clia Europe: è l’ora della rivoluzione nave-interior design


Clia Europe è l’associazione internazionale che raggruppa le compagnie crocieristiche europee e a Bruxelles celebra la rivoluzione dell’interior design in crociera.

In una nota diffusa nelle scorse settimane, Clia Europe delinea la situazione: sono tantissime le compagnie che scelgono di avvalersi della collaborazione di interior design, esperti di fama internazionale, e di arredatori per offrire sempre di più ai propri clienti, anche dal punto di vista visivo e della vivibilità, accompagnando i passeggeri in un’atmosfera il più possibile piacevole, parte essenziale dell’esperienza della vacanza in crociera.

clia-europe

 

Le compagnie associate a Clia” commenta Robert Ashdown, Segretario Generale di Clia Europe “continuano a lavorare con il massimo impegno per offrire la migliore esperienza crocieristica possibile a tutti i passeggeri, non importa chi essi siano. Uomini o donne, giovani o anziani, tutti possono gustare la tradizione della cucina Mediterranea o orientale, e trovare a bordo delle navi da crociera cio’ che piu’ rispecchia i propri gusti“.

 

 Robert Ashdown, Segretario Generale di Clia Europe


Robert Ashdown, Segretario Generale di Clia Europe

Le navi oramai trasudano in ogni ambiente grandiose atmosfere: dalle aree comuni, alle cabine, tutto è studiato nei minimi particolari, senza tralasciare nulla.

A bordo ci si può tranquillamente aggiornare sulle ultime tendenze dei più famosi brand di moda, ad esempio: tutte le navi possiedono un ponte dedicato allo shopping, spesso con presenza di boutique di brand conosciuti a livello internazionale, con prodotti di assoluta qualità; o addirittura si possono acquistare quadri di pittori di fama mondiale, poichè le gallerie d’arte sono fornitissime e possiedono al proprio interno opere preziose che possono essere acquistate  senza nessun problema.

Signature Italian style

 

Ogni area dunque possiede il tocco d’artista: anche le aree per i bimbi son studiate in modo da attrarre i piccoli passeggeri ma anche i teenager che non hanno, a quell’età, voglia di star dietro ai genitori e che nei loro spazi comuni trovano ad esempio pouff per stare seduti in gruppo oppure postazioni di pc o di playstation che spesso sono teatro di tornei agguerritissimi.

Così pure le aree dedicate alla ristorazione: i piatti ormai sono gestiti da Chef stellati e sono delle vere e propie opere d’arte e vengono presentate in ambienti rilassanti, dall’aspetto lussuoso e con tavole curatissime in ogni particolare; in alcune compagnie si utilizzano anche tessuti di altissima qualità e cristalli preziosi.

Si passa dalla cucina tradizionale italiana o caraibica a quella giapponese, alle grigliate cucinate di fronte al cliente, in spazi aperti, così come in alcune navi è possibile assistere alla preparazione della pizza.

ArtGallery1jpg

La rivoluzione dalle aree comuni si sposta alle cabine, vere e proprie oasi di relax: dalle cabine interne che offrono enormi schermi che trasmettono le immagini del mare come se foste in una cabina con balcone (accade sulle nuove navi classe Quantum e nelle unità recentemente restaurate della Royal Caribbean), alle mega suite a più piani, con aree soggiorno e aree notte separate, con la presenza in balcone di enormi jacuzzi per godere del relax con vista mare.

La rivoluzione non si ferma solo sulle navi che solcano gli oceani ma anche nelle navi fluviali, sempre più lussuose all’aspetto e sempre più con spazi razionalizzati per offrire al cliente un’esperienza da ricordare: sempre più battelli dispongono di belle ed ampie cabine e di ingressi a due piani, ascensori di vetro, balconi, piscine, e persino cascate.

Costa-Fascinosa_650x435

L’ultimo “zampino” degli interior design si sposta anche verso le zone della nave dedicate allo sport e al relax: spa che offrono gli stessi trattamenti che si riceverebbero a terra, bellissime e che trasudano relax solo allo sguardo; pèalestre complete di ogni accessorio, ben razionalizzate negli spazi e ben integrate per offrire spesso alla vista di chi si allena la vista del mare grazie alla sistemazione di grandi vetrate che danno ampio respiro.

Ma offrono anche la possibilità di praticare a bordo diversi sport all’esterno: dal tennis all’arrampicata, dalla zip-line alla passeggiata del pirata su una trave che si sporge dalle nave, ai parchi acquatici che offrono scivoli d’acqua multipli e con parti che sporgono dalla nave… un’esperienza insomma completa, per tutti.

25/08/2014  ore 13.00
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Clia Europe detta 5 priorità a politica Ue


Clia Europe, l’associazione internazionale che raggruppa le compagnie crocieristiche europee, elenca in un manifesto 5 priorità per l’industria crocieristica da inserire nelle politiche dell’UE per i prossimi cinque anni.

clia-europe

  1. Il primo punto riguarda il turismo e le facilitazioni di viaggio: un nuovo codice dei visti, che aiuti l’Europa a rimanere la prima destinazione turistica del mondo.
  2. Il secondo punto interessa i diritti dei passeggeri e la tutela dei consumatori: riformare la direttiva sui viaggi aumentando i diritti dei passeggeri e la tutela dei consumatori, fornendo certezze sia a questi ultimi che alle imprese.
  3. La terza priorità tocca il settore dell’ambiente: garantire che le future normative ambientali siano semplici da applicare, cost-effective e adeguate e che riconoscano la natura internazionale dello shipping e il ruolo dell’International Maritime Organisation.
  4. Al quarto posto la fiscalità: garantire che il quadro normativo non agisca come una barriera rispetto al futuro potenziale di crescita dell’industria delle crociere.
  5. Infine l’occupazione: le future misure dovranno tenere conto della natura specifica dei posti di lavoro in mare, della natura internazionale del trasporto marittimo, e dell’importanza della nuova convenzione sul lavoro marittimo dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro.

 

23/07/2014  ore 22.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Crociere: Clia, Italia primato assoluto in Europa


L’Italia detiene il primato in Europa per contributo diretto del comparto delle crociere sull’economia, con un valore di 4,57 miliardi di euro,con una crescita del 2,5% nel 2013.

med_gallery_2049_848_286994

Lo rivela il report presentato oggi a Bruxelles da Cruise Lines International Association Europe (Clia Europe), la più grande associazione mondiale del settore delle crociere.

Seguono il primato italiano Gran Bretagna e Germania, rispettivamente con 3,12 e 3,06 miliardi di euro.

L’Italia risulta essere anche la principale destinazione crocieristica in Europa, con i port italiano che lo scorso anno sono stati capaci di ospitare circa 7 milioni di passeggeri: un dato che rappresenta il 22,4% di quello europeo con una crescita dell’11,7% rispetto al 2012.

1eb8fb620b275037c4312963888d71b7

I leader di mercato dei porti italiani nel 2013 sono stati in primis Civitavecchia, seguita da Venezia, Genova e Savona, con un totale di 2,14 milioni di passeggeri imbarcati (+2,7% sul 2012).

Questo ha comportato un aumento d’occupazione in Italia che in ogni altro paese in Europa: 102.867 posti di lavoro nel 2103, con un incremento del 3,3% rispetto all’anno precedente.

FINCANTIERI ANCONA

Anche nel settore della cantieristica, l’Italia la fà da padrona, con 12 nuovi ordini di nuove navi, per un valore complessivo di 4,3 miliardi di Euro.

Il ranking è stato stilato da Clia Europe.

 

Il 2013 – ha commentato Francesco Galietti, National Director di Clia Italia – oltre alla conferma della leadership tra le destinazioni europee, ha regalato all’Italia risultati eccellenti in termini di occupazione, ordini per la cantieristica e vitalità portuale.

GALIETTI-FRANCESCO-298x300

 

Francesco Galietti, National Director di Clia Italia

 

Il contributo economico diretto del nostro paese è infatti cresciuto del 2.5%, confermandosi il più ampio in Europa, in controtendenza rispetto ad una perdurante recessione economica. Un risultato eccellente che ci permette di guardare al futuro con ottimismo, specie se saranno confermate le stime di ripresa dell’economia nazionale per il 2014 e 2015”.

 

16/06/2014
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”