Carnival Magic: i test per Ebola negativi


È rientrata ieri in Texas la nave da crociera Carnival Magic, con a bordo un tecnico di laboratorio del Texas Health Presbyterian, che avrebbe potuto essere contagiato dall’Ebola.

Carnival Magic

Tra i passeggeri un sospiro di sollievo per aver terminato una crociera cominciata con il sogno del divertimento e terminata con l’angoscia di poter essere entrati in contatto con il passeggero “contagioso”.

La Carnival Magic avrebbe dovuto fare scalo in Messico venerdì ma le autorità messicane hanno vietato lo stop per la presenza a bordo del tecnico dell’ospedale del Texas dove è stato diagnosticato il primo caso.

L’uomo ha avuto contatti con i campioni biologici prelevati dal “paziente zero” e a bordo della nave si è isolato volontariamente dopo esser stato avvertito dalle autorità federali a bordo, facendo autodiagnosi per controllare di non avere febbre (uno dei primi sintomi).

I passeggeri a bordo, avvertiti dalle famiglie dopo che la notizia è stata diffusa dai media di tutto il mondo, hanno dunque passato una settimana più che di divertimento, di paura ed apprensione.

 

Il sentimento più comune riferito è la perplessità circa il fatto che la persona sia stata a bordo tranquillamente per 3 giorni prima che si mettesse in auto-isolamento: ci si chiede come mai le persone teoricamente venute in contatto in qualche modo con il paziente zero degli Stati Uniti, non siano stati inserite prima in una lista di quarantena, per la tutela propria e dei familiari o di chi entra in contatto con loro.

Il Centro per il Controllo e la Tutela delle malattie (CDC) ha pubblicato le linee guida per il trasporto aereo aggiornate solo la settimana scorsa.

info su Ebola consegnate ai passeggeri

Info su Ebola consegnate ai passeggeri

Quando i passeggeri della Magic hanno sentito l’annuncio a bordo che spiegava la situazione della donna, hanno cominciato a chiedersi se mai fossero in qualche modo entrati in contatto con essa: una situazione che a bordo di un luogo ristretto come è una nave, avrebbe potenzialmente potuto contagiare una marea di persone; la nave infatti può trasportare 4.100 passeggeri e 1.400 dell’equipaggio.

Nonostante i funzionari abbiano sottolineato che la donna avesse un rischio di contagio molto basso ( a 21 giorni dal presunto contagio ormai i sintomi avrebbero dovuto già evidenziarsi ) e fosse asintomatica, e quindi non contagiosa, la preoccupazione tra i passeggeri è stata massima ed anche il fatto che alcuni Paesi, come Belize e Messico , avessero vietato alla nave di far sbarcare passeggeri nel loro territorio, non ha affatto aiutato il morale.

Ai passeggeri a bordo è stato consegnato un foglio A4 con la descrizione dei sintomi dell’Ebola, compreso il fatto che, è il caso della persona a bordo, passare 21 giorni dal contagio e non avere sintomi è un buon segno, e non richiede di norma un monitoraggio attivo.

Mentre la crociera era in corso, un collega del passeggero dipendente dell’ospedale è risultato contagiato da Ebola e per questo motivo sono state intraprese cautele supplementari” – si legge nel foglio – “Attualmente, i funzionari della sanità pubblica non raccomandano di prendere eventuali azioni aggiuntive. Ci scusiamo per i disagi che questo ha causato alla vostra vacanza“.

carnival-magic

Nonostante queste precauzioni siano state prese per eccesso di prudenza, la paura per il contagio continua ad aumentare tra il pubblico, che chiede informazioni corrette e non terrorismo mediatico.

Jim Berra, Senior Vice-President di Carnival, ha riferito ai media che funzionari statunitensi sono atterrati sabato in elicottero sulla nave, per prelevare dei campioni di sangue dalla passeggera, che per fortuna si sono rivelati negativi.

Nonostante ciò la passeggera è stata la prima a scendere a terra, sotto scorta, ed è stata accompagnata sino alla propria macchina, da dove, con il marito, si è avviata verso Dallas.

Sempre per eccesso di prudenza, la cabina della passeggera non verrà assegnata, per questa settimana di crociera che la nave si appresta ad affrontare, e verrà sanificata completamente, prima di essere riassegnata.

Noi tecnicamente non avremmo bisogno di fare qualcosa di più con la nave di quello che sarebbe normalmente necessario fare, ma vogliamo essere molto cauti e fornire maggiore tranquillità per i nostri ospiti , facendo una totale sanificazione della nave, spruzzando agenti sanificatori, pulendo le aree pubbliche e tutte le superfici, dalle maniglie alle porte, dai parapetti alle fiches del casinò” .

Berra ha rivelato che un questionario di informazione veniva già diffuso prima che i passeggeri potessero imbarcarsi, nel quale si chiedeva se si fosse affrontato un viaggio in Africa centrale occidentale negli ultimi 20 giorni, e chi rispondeva “si” veniva sottoposto a degli esami ulteriori da medici specializzati, per evitare rischi: ma non si era tenuto in considerazione anche il “contagio fortuito” in ospedale, come quello che si ipotizzava in questo caso.

Ph.credit Jennifer Reynolds/AP

Ph.credit Jennifer Reynolds/AP

Per fortuna alla fine si è tutto risolto in una bolla di sapone, ma l’isteria collettiva sta contagiando il globo intero e in tantissimi di voi chiedono ulteriori informazioni sulle crociere che si stanno per affrontare, circa i rischi che si potrebbero correre a bordo: qui ne abbiamo già parlato, seguendo le direttive del Ministero della Salute e dell’OMS.

Carnival alla fine della crociera, ha offerto ad ogni passeggero $ 200 di credito a bordo in compensazione delle tappe saltate e uno sconto sul loro prossima crociera.

 

Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

20/10/2014   ore 18.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

 

Carnival Magic: 2 passeggeri in quarantena per rischio Ebola


Due passeggeri a bordo della Carnival Magic sono stati messi in quarantena nella loro cabina dopo che aver scoperto che uno dei passeggeri ha lavorato nel Texas Health Presbyterian Hospital, come supervisore di laboratorio, e potrebbe aver maneggiato campioni clinici del paziente contagiato da Ebola a Dallas.

carnival-magic

 

La situazione non appare molto chiara, anche perchè non c’è alcuna prova che il passeggero abbia in effetti potuto avere qualsiasi contatto con i campioni del paziente infettato e soprattutto non esiste nessuna prova che anche maneggiando i campioni questi possano averlo infettato: ma la paura è talmente grande che per precauzione la Carnival ha provveduto ad isolare le due persone nella propria cabina.
Carnival ha dichiarato che la donna messa in quarantena non ha mostrato alcun sintomo del virus e il CDC( Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie) sostiene con forza che il rischio di contagio è davvero molto basso.

In questo momento, l’ospite rimane in isolamento a bordo della nave e non è considerato un rischio per eventuali ospiti o per l’equipaggio. E’ importante ribadire che il passeggero non ha sintomi ed è stato isolato per eccesso di cautela“.

Carnival Magic

Comunicato ufficiale Carnival Cruise Line

La donna si è imbarcata dal porto di Galveston, in  Texas, Domenica, quindi prima che il CDC aggiornasse i requisiti per il monitoraggio attivo di tutti coloro che possono essere stati esposti al virus.

Mettendo in atto il protocollo, la CDC ha contattato mercoledì la Carnival che ha individuato il passeggero a bordo di Carnival Magic: la stessa passeggera ha confermato che ha seguito per sua stessa sicurezza gli auto-controlli, per verificare se avesse febbre o altri sintomi, senza riscontrare assolutamente nulla; considerando che il tutto sarebbe accaduto il 6 di ottobre, se davvero avesse contratto Ebola, i sintomi si sarebbero già dovuti manifestare.

La Carnival Magic ieri ha fatto una sosta in Belize e gli ospiti sono stati liberi di sbarcare, a parte i due in quarantena, anche perchè il Paese non avrebbe in alcun modo concesso il permesso per motivi sanitari.

ccl-magic

Il comunicato del Belize recita : “Il governo del Belize ha deciso di non concedere agli Stati Uniti nessuna assitenza per l’evacuazione dei passeggeri attraverso l’aeroporto internazionale di Phillip Goldson.

Il GOB ​​rassicura il pubblico che il passeggero non ha potuto sbarcare in Belize e sebbene i rapporti con gli USA rimangano attivi, il governo intende garantire la sicurezza dei propri abitanti rifiutando il trasporto da un aeroporto del Paese“.

Intanto Carnival rassicura che nessuna delle navi della flotta fa itinerari nei luoghi in cui i casi di Ebola si moltiplicano e che impedisce di imbarcarsi a tutti quei passeggeri che provengano da Liberia, Sierra Leone e Guinea.
La Carnival Magic terminerà la sua crociera il 19 ottobre ritornando nel suo home-port di Galveston, Texas.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

17/10/2014  ore 18.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

Carnival Cruise Lines: 4 navi ispezionate ottengono il massimo punteggio sanitario


Sono 4 le navi della Carnival Cruise Lines che hanno ottenuto punteggi perfetti, ottenendo il tanto agognato 100,  nelle ispezioni sanitarie di controllo avvenute il mese scorso.

Paradise-100-USPH-2013

 

Carnival Liberty, Carnival Magic e Carnival Triumph hanno ottenuto il 100 alle ispezioni effettuate dagli ispettori della Sanità Pubblica Americana ( l’USPH), mentre la Carnival Splendor ha guadagnato un punteggio perfetto durante l’ ispezione dell’Health Canada.

Con questa, è la 12 ° volta che una nave Carnival ha guadagnato un punteggio pieno alle ispezioni sanitaria avvenute quest’anno.

victory-100-usph-2010

Il punteggio perfetto si ottiene ricevendo il marchio su tutti gli elementi che compongono le liste di controllo, sia dell’USPH che per l’Health Canada: se nell’elenco ci sono tutti i marchi allora il punteggio è 100.

Le ispezioni sono senza preavviso e si svolgono due volte l’anno: sono necessarie per qualsiasi nave da crociera con un itinerario internazionale, avvengono in un porto degli Stati Uniti o del Canada, e valutano una vasta gamma di settori , tra cui la corretta manipolazione di alimenti e bevande, per evitare malattie da cattiva conservazione anche molto pericolose, la corretta preparazione dei cibi, la loro conservazione e preparazione alla cottura, la pulizia delle cucine e delle cambuse, la conservazione dell’acqua potabile e quella utilizzata nei centri termali e nelle piscine.

Liberty-USPH-2013

Per la crew di bordo è ovviamente motivo di orgoglio, perchè significa che il loro lavoro è stato fatto al meglio ed è stato anche riconosciuto come tale: ecco perchè a bordo si festeggia con una bella foto di gruppo che attesta l’ottenimento del massimo punteggio.

04/10/2014  ore 14.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Ritardi navi da crociera per una grave fuoriuscita di petrolio nella baia di Galveston


A seguito di una grave fuoriuscita di petrolio nella baia di Galveston (da sabato,dopo una collisione tra una nave cisterna e una chiatta di carburante parzialmente affondata, rilasciando più di 150.000 litri di carburante nella baia) , sia Carnival Magic di Carnival che  Navigator of the Seas di Royal Caribbean, non  sono attualmente in grado di tornare al porto di Galveston, Texas. 

La Caribbean Princess è attualmente ormeggiata a Houston, in Texas, e non è in grado di partire a causa della chiusura del Canale di Galveston.

Il porto e il canale sono entrambi chiusi al traffico a causa della fuoriuscita di petrolio, che come riferito, ha scaricato una quantità sconosciuta di petrolio nella baia di Galveston, bloccando l’ingresso del canale di Galveston.

Per questo motivo, tutto il traffico navale è stato sospesa in entrambi i porti di Galveston e Houston.

Carnival Magic

ccl-magic

17:45*: Alla Carnival Magic è stato dato il permesso, da parte delle autorità portuali locali e dalla United States Coast Guard, di procedere nel porto di Galveston. La Carnival Magic dovrebbe essere ancorata al suo ormeggio intorno alle 18:00 ora locale.

AGGIORNAMENTO: Carnival Magic rimarrà in mare e tentare di entrare nel canale di Galveston domani. Il prossimo imbarco quindi ritardato fino a lunedì.

15:55 *:  La Carnival Magic rimarrà in mare fino a Martedì sera.

L’imbarco per il 23 marzo della Carnival Magic è stato riprogrammato per domani, 24 marzo, subordinato alla capacità della nave di navigare attraverso il Canale di Galveston. Carnival afferma che continueranno a monitorare la situazione e fornire aggiornamenti, se necessario.

02:17*: Secondo Carnival Senior Cruise Director, John Heald, la Carnival è attualmente in attesa di una valutazione, della fuoriuscita di petrolio e del suo impatto, della nave della United States Coast Guard.

L’USCG non sarà in grado di valutare completamente la fuoriuscita di petrolio fino a quando la nebbia si sarà sollevato dalla zona.

A causa di questo ritardo, la Carnival Magic rimarrà in mare fino a ulteriore valutazione della situazione.

Gli ospiti a bordo della Carnival Magic hanno riferito che la nave ha riaperto sia al casinò che i negozi a bordo.

Carnival ha anche consigliato gli ospiti che dovevano imbarcare oggi, di oggi non arrivare al porto fino a quando non ricevono la notifica dalla linea di crociera.

Navigator of the Seas

263_0

02:17*: Al momento attuale, Royal Caribbean non ha fornito un aggiornamento pubblico per l’arrivo ritardato della Navigator of the Seas.

Caribbean Princess

CaribbeanPrincess-ship2

15:55*: La Caribbean Princess è attualmente ormeggiata a Houston, Texas, ed è in attesa di approvazione della partenza dal 22 marzo.

Princess Cruise afferma che sono attualmente in attesa di un tempo stimato di partenza per la Caribbean Princess dalla United States Coast Guard e aggiorneranno i loro passeggeri, se necessario.

*(ora locale)