Quantum of the Seas: timeline sino alla consegna


Mancano poco meno di due mesi alla consegna da parte dei cantieri Meyer Werft alla Royal Caribbean International della Quantum of the Seas.

Quantum of the Seas

Photocredit: USAToday

Vediamo insieme le tappe sino alla consegna prevista per il 28  di Ottobre.

  • 5 Settembre: entro questa data i principali impianti saranno terminati
  • 8 Settembre salirà a bordo il personale, che a quanto pare è letteralmente terrorizzato dalle nuove tecnologie con le quali dovranno fare i conti giornalmente: siamo sicuri che tutto procederà a meraviglia
  • 15 Settembre ispezione da parte della United States Public Health
  • 21 Settembre è previsto il trasporto dal fiume Ems al mare
  • 24 Settembre prove in mare
  • 6 Ottobre controllo della Guardia Costiera Americana
  • 28 Ottobre consegna ufficiale alla compagnia

 

27/08/2014  ore 19.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Quantum of the Seas: la nave da crociera più tecnologica al mondo! Tutte le novità rivelate oggi


Il Presidente e CEO di Royal Caribbean Cruises Ltd, Richard Fain, ne è sicuro: la Quantum of the Seas, che si trova nei cantieri Meyer Werft dove sta ultimando i lavori di rifinitura, è la nave da crociera più tecnologicamente avanzata: lo ha rivelato oggi in conferenza stampa proprio dai cantieri in cui la nave è in costruzione.

quantum of the seas

Nella presentazione-streaming in diretta dal Meyer Werft a Papenburg, il Presidente era in compagnia di David Pogue, esperto di tecnologia, ospite della PBS ‘NOVA ScienceNOW’ e fondatore di Yahoo Tech.

La combinazione tra facilità di operazioni e flessibilità farebbe felice qualsiasi istruttore di yoga” ha scherzato Fain, riferendosi alle nuove tecnologie a bordoche hanno presentato: queste miglioreranno sicuramente l’esperienza dei passeggeri e del personale di bordo.

Vediamo quali sono i punti salienti della conferenza stampa e delle nuove tecnologie rivelate:

Miglioramento del check-in e del processo di imbarco.

*Oltre al solito processo d’imbarco, Royal ne adotterà un altro, per cui in precedenza verranno forniti dei documenti d’imbarco digitali che faciliteranno la trafila d’imbarco, che sarà così svolta nel giro di 10 minuti, calcolati dall’arrivo al porto sino a salire a bordo, senza moduli da compilare.

*Potranno inoltre caricare da sè una foto ID, cioè identificativa che sostituisca quella che scattano generalmente all’imbarco.

*Anche le valigie verranno marcate con i dispositivi di identificazione a radiofrequenza in porto, che permetteranno ai passeggeri di utilizzare i loro dispositivi mobili per monitorare i loro bagagli e sapere in ogni momento del trasferimento in cabina a che punto siano le valigie. Gli stessi dispositivi saranno utilizzati per consentire il monitoraggio dei bagagli al momento dello sbarco dei passeggeri.

royal-caribbean-quantum

Le app per una migliore pianificazione e comunicazione di bordo.

Due nuove app aiuteranno i passeggeri a pianificare i dettagli delle loro crociere.

*Cruise Planner è progettato per essere utilizzato in vista della navigazione, dando ai passeggeri la possibilità di prenotare appuntamenti spa, escursioni a terra e le prenotazioni per la cena direttamente dai loro dispositivi mobili prima della partenza.

*Una volta a bordo, i passeggeri possono utilizzare Royal iQ per tenere traccia delle proprie prenotazioni.

La Cruise Compass giornaliera, ossia la rivista cartacea distribuita in cabina ogni giorno che segna gli appuntamenti della giornata in nave, sarà disponibile anche via Royal iQ, e i passeggeri potranno scegliere le attività da provare ed essere avvisati se gli appuntamenti scelti si dovessero accavallare.

Royal iQ permetterà anche ai passeggeri di comunicare tra loro, mentre sono a bordo di Quantum of the Seas.

 

26

L’utilizzo delle programmazioni di Royal iQ è gratuito, ma costerà ai passeggeri una tassa per quanto riguarda la parte di comunicazione delle app.

I passeggeri potranno anche utilizzare braccialetti RFID piuttosto che la tradizionale keycard per entrare nelle rispettive cabine e fare acquisti a bordo.

Lisa Lutoff-Perlo, EVP operation di Royal Caribbean International, ha detto che questi progressi consentono ai viaggiatori di personalizzare tutto ciò che riguarda la loro crociera in anticipo in modo da godersi ogni singolo minuto a bordo senza dover perdere tempo in file per chiedere informazioni: “in sostanza abbiamo restituito al cliente il suo primo giorno di crociera” .

 Internet super-veloce

Grazie alla partnership con OB3 Networks, Royal Caribbean ha agganciato i satelliti che permetteranno ai passeggeri di sperimentare velocità di Internet simile a quello che potrebbero trovare a terra:  abbastanza veloce da permettere ai passeggeri la visione di video in streaming, condividere le proprie foto in tempo reale tramite i social media e le video-conferenze, al contrario di quanto accade oggi, dove internet nelle navi è notoriamente lento.

Saranno disponibili diversi pacchetti studiati ad hoc per ogni esigenza del cliente.

diagram01

La velocità di connessione di Quantum renderà possibile ad uno dei SeaPods in Seaplex di diventare un live suite di videogiochi a livello mondiale, dove i passeggeri potranno utilizzare la Xbox Live e competere con altri giocatori di tutto il mondo.

Tablet per l’equipaggio

Royal Caribbean sta dotando ogni membro dell’equipaggio di Quantum of the Seas di tablet Microsoft, che saranno un ottimo aiuto per memorizzare preferenze dei clienti e per aiutarli al meglio, per esempio tenendo traccia di gusti ma anche diete particolari, come pranzo senza glutine o per diabetici, ma anche la prenotazione dei posti a sedere in teatro per uno spettacolo che il cliente non vuole assolutamente perdere.

Questi dispositivi potranno essere utilizzati dall’equipaggio per contattare i propri cari a casa.

La linea doterà tutta la flotta dei tablet per un totale di 40.000 tavolette totali.

10422487_719657224737396_2962864369945058149_n

Baristi Robot

In generale la comapgnia ha rivelato poco dei bar e delle lounge a bordo di Quantum of the Seas: oggi tuttavia ha fornito più indicazioni su un bar in particolare cioè il Bionic Bar dove i passeggeri potranno ordinare sui tablet e poi vedere i robot preparare i cocktail ordinati.

I robot guideranno anche i sei “Roboscreens” nel Two70 °, l’enorme salone di poppa con vista a 270° dalle finestre che prendono tre ponti.

I Roboscreens metteranno in scena spettacoli a sorpresa, creeranno scene singole o agiranno come fossero uno solo.

I passeggeri potranno anche sperimentare il Vistarama, le pareti di vetro dal pavimento al soffitto, che si trasformeranno in una superficie che proietta ogni scena, reale o immaginaria, tra cui lo spettacolo multidimensionale “Starwater”.

500x271xvistarama.jpg.pagespeed.ic.c5eFJsrBaY

Più ecologia

Tutto quello che concerne l’illuminazione della Quantum of the Seas, proverrà da illuminazione a LED o fluorescenti, e i corridoi e le sale saranno dotati di rilevatori di movimento per cui le luci si accenderanno solo se c’è il passaggio di qualcuno, risparmiando notevolmente enrgia perchè saranno spenti quando in giro non c’è nessuno.

Le cabine avranno sistemi di illuminazioni eco-compatibili.

 

Queste le principali rivelazioni della conferenza: la Quantum of the Seas debutterà nel mese di novembre, quando da Southampton raggiungerà Bayonne, nel New Jersey, che sarà il suo home port per l’inverno, prima di dirigersi verso Shanghai.

Anthem of the Seas, da indiscrezioni, dovrebbe essere quasi la sua gemella e debutterà nella primavera del 2015 a Southampton per dirigersi sempre verso il porto di partenza di Bayonne, a partire dal prossimo autunno.

 

Meyer Werft: in arrivo ordine per due grandi navi


Secondo un rapporto diffuso dai media tedeschi, i cantieri Meyer Werft, di proprietà privata tedesca, costruttore leader di navi da crociera, sono molto vicini a vincere un ordine per la costruzione di due grandi navi da crociera.

Si tratta di opzioni per la costruzione di due ulteriori navi da crociera. Pertanto, l’affare non è ancora concluso ” spiega l’Ostfriesen Zeitung nella sua edizione web.

cantieri meyer werft

Le navi previste sarebbero completate per la consegna nel 2018 e nel 2019.

Il documento cita colloqui tra la direzione e il personale del costruttore che si sono svolte all’inizio di questa settimana

Al momento, Meyer Werft sta costruendo due navi di classe Breakway da 163.000 tonnellate di stazza lorda per Norwegian Cruise Line, tre navi classe Quantum da 167.800 tonnellate di stazza lord per Royal Caribbean International e due navi per Star Cruises.

Meyer-Werft-Logo

Si aprono dunque le scommesse per riuscire a capire di quali navi e per quali compagnia si tratti: unico indizio trapelato e descritto dell’articolo dell’Ostfriesen Zeitung è il fatto che si tratti di due opzioni per ulteriori due navi..

 

27/06/2014  ore 13.30

“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

 

Star Cruises: cerimonia di firma per la commessa di due navi


E’ terminata la cerimonia di firma della Genting Hong Kong Limited per la realizzazione di due nuove mega navi da crociera della Società: verranno realizzate dai cantieri Meyer Werft, con consegna nel quarto trimestre del 2016 e del 2017.

26

Il costo dell’operazione sarà di 1,2 miliardi di euro (circa 1,6 miliardi di dollari al cambio odierno), che sarà composto da due linee di credito: ciascuno ha una durata di 12 anni dalla consegna della nave.

Il finanziamento è assistito da assicurazione del credito all’esportazione rilasciato dal governo federale tedesco.

Le due nuove navi da crociera appositamente costruite per il mercato asiatico, rafforzeranno la posizione di Star Cruises in Asia-Pacifico e dentro c’è tutto il nostro impegno per sviluppare la regione come destinazione crocieristica internazionale. Siamo lieti di avere finanziamenti garantiti dalle nostre banche principali che condividono la nostra visione e siamo grati per il loro sostegno convinto ” ha affermato Tan Sri Lim Kok Thay, Presidente e Chief Executive Officer di Genting Hong Kong.

genting-hong-kong-ltd-logo

La cerimonia della firma si è svolta presso la sede di Genting Hong Kong.

*Nella foto:  la firma cerimoniale di Genting Hong Kong Limited per i 1,6 miliardi di dollari di finanziamenti per la costruzione delle navi.

Sono ritratti:

  • Tan Sri Lim Kok Thay (quarto da sinistra), Presidente e CEO di Genting Hong Kong;
  • Hui Lim (terza da destra), direttore esecutivo di Genting Hong Kong;
  • Heah Sieu Lay (terzo da sinistra) e Ambrogio Lam (secondo da destra), entrambi indipendenti Amministratori non esecutivi di Genting Hong Kong e delegati provenienti da Credit Agricole Corporate and Investment Bank, DNB Bank ASA (Singapore Branch) e KfW IPEX-Bank.

 

05/06/2014  ore 19.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Quantum of the Seas: come nasce un gigante dei mari


Era il lontano febbraio 2011 quando la Royal Caribbean annunciò la costruzione di una nuova unità da crociera, prima del cosiddetto “Project Sunshine”, la prima della classe denominata “Quantum”.

Si preannunciava la costruzione di questo gigante dei mari presso i cantieri Meyer Werft di Papenburg, in Germania, con consegna prevista per l’autunno 2014.

Nemmeno passò un anno che la compagnia esercitò l’opzione per la costruzione di una seconda unità della stessa classe, con consegna prevista per la primavera 2015.

hero

 

Si dovrà invece aspettare il 5 febbraio 2013 per conoscere i nomi delle prime due unità, battezzate Quantum of the Seas e Anthem of the Seas.

Le unità della classe Quantum sono nettamente più piccole di quelle della precedente Classe Oasis, ma saranno comunque le navi passeggeri più grandi al mondo per tonnellaggio.

Avranno una capienza massima di 4.905 passeggeri, ridotta a 4.180 nel caso in cui le cabine siano utilizzate tutte come doppie.

Delle 2.090 cabine, 1.570 saranno dotate di balconi, 147 saranno esterne con oblò e 373 saranno dotate di schermi in alta definizione che permetteranno ai passeggeri che le occupano di avere una visione dell’esterno durante la navigazione.

10252041_665276150174242_2880244478657562870_n

Grandi attrazioni a bordo, innovative per tecnologia, di cui abbiamo precedentemente parlato in un altro articolo sul blog;  ma vorremo solo citare la più spettacolare, il  North Star, una torre panoramica costituita da una navicella di vetro di 7,1 tonnellate montata su un braccio meccanico, che consentirà ai 14 occupanti di salire a quasi 100 metri sopra il livello del mare e avere una visuale a 360 gradi del panorama attorno alla nave.

Ci piace ripercorrere tutte queste tappe sino a questi pochi mesi che mancano al suo debutto, con una carrellata di foto diffuse sul web dagli stessi cantieri dove si costruisce la Quantum, dal blog della compagnia e da diversi fotografi che hanno in esclusiva potuto fotografare degli scorci particolari di questo gigante dei mari.

be72719829d95c554b89798c065fdcb67f563e5ef011ae9571262ecf622138b010258293_10152200926957758_7546448653224644410_n1897728_10152200927087758_4101140147112703860_n10309565_10152200927112758_2315798850927559297_nquantum_blocksddefault48a4a4a7b0460873e0af76a1e44b8b292013_11_04_Halle_6_Webcam_2_W4663d49dc761713b88f5cd52782fbc0b7fbFromFlickr_October9_3_zpsf748ff6bFromFlickr_October9_5PossibleSeaplex_zpsd65b86f815cad3fc6c76ffbe8473455cabcc8f4310153723_10152200927172758_5235059189714210265_n Capture_shipvisit21656240_10152200927622758_8381991537630171900_n1422604_10152200928137758_850366322285240467_nS697_Quantum_Engines_23-08-2013S697_Quantum_Engines_23-08-2013S697_Quantum_Engines_23-08-2013low_1389822545_Quantum-of-the-Seas-MG-5829061fb120d67285a829fba148f941984610152582_10152200927957758_7488660807443183209_n1660436_10152200927922758_8329334299306346914_n              6a78bcc011e75672f2566e82a26d4e91low_1389822523_Quantum-of-the-Seas-MG-5821quantum_of_the_seas_00_copyright_royal_caribbean_international-1030x579Anthemkeel-layingphotozoomin_zps910971d11148941_10152200926682758_530279749172467868_n low_1389822567_Quantum-of-the-Seas-MG-5912 low_1389822609_Quantum-of-the-Seas-MG-5927   Quantum-of-the-Seas-constructionhqdefault

ed infine l’ultima immagine che la webcam dei cantieri Meyer Werft diffondono:

Quantum_of_the_Seas_MG_9586_W708

E quella ripresa da un turista di passaggio ripresa su vari social poco tempo fa:

ee172f22fb952a74e8502be7bba223fb

Photocredit: Royal Caribbean International, Meyer Werft, ingrid-fiebak.de, Cruise Critic, 

FERCHAU Engineering, Cruise Social

26/04/2014 ore 16.40
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.