Come non rovinarsi la crociera!


Se c’è una cosa che ci capita spesso di sentire nei nostri social è quanto a volte le persone siano deluse dalla loro vacanza in crociera!

Si può andare dalle piccole delusioni create da piccoli problemi intervenuti durante il viaggio, a vere e proprie “tragedie” di persone che non salverebbero uno spillo di un’intera settimana di vacanza.

Immagine1

E ogni volta ci troviamo a provare di capire per quale motivo ci si deve avvelenare il sangue e rovinare una vacanza sospirata( e di questi tempi questo fatto pesa davvero tanto )!

Come detto si parte dai piccoli inconvenienti che uno di certo non si sognerebbe di trovare in crociera, ma purtroppo son cose che capitano.

 

  • Il primo esempio è la casistica dei problemi di qualsiasi tipo in cabina

In questa tipologia di lamentele quella che pesa di più è il non funzionamento del bagno della cabina.
In seconda posizione ci segnalano la pulizia non accurata e in terza la Tv che non funziona.

Per tutte ci si comporta nello stesso identico modo: si contatta il servizio clienti e si fa la lamentela. Se la telefonata dalla cabina non dovesse servire subito, ci si può recare direttamente in reception e fare una protesta formale.
Nella maggior parte dei casi ogni compagnia si sforza di intervenire in maniera veloce (i loro tempi ovviamente non sono i nostri, quindi la pazienza prima di tutto).

MF_cabin_outside balcony_06

Avere il bagno non funzionante è ovviamente una seccatura: ci son capitati nostri lettori che hanno avuto il bagno allagato, o il bagno che ha “tracimato” e di certo non è una bella situazione.

Suggerimento? Come detto avvisare immediatamente il servizio clienti, il cabinista, chiunque possa darvi una mano. Nei casi gravi si può anche essere cambiati di cabina.

MSCOPERA
Nel caso della pulizia non all’altezza ci si rivolge al proprio cabinista facendo notare la cosa: se all’entrata successiva in cabina( la pulizia deve avvenire due volte al giorno) la situazione non cambia avvertite il servizio clienti e porgete le vostre lamentele. Sono i problemi che in genere si risolvono più facilmente. Tenete conto che spesso i cabinisti hanno un numero di cabine molto elevato da pulire e delle sviste possono capitare.
Il cabinista è a vostra dispozione anche se avete necessità di prodotti in più.

passenger-cards

Nel caso della tv o di una carta-chiave non funzionante avvertite direttamente il servizio clienti o recatevi direttamente in reception (soprattutto per la scheda-chiave).Personalmente mi è capitato che delle due schede una non funzionasse e che nessuna delle due all’inizio aprisse la cassaforte all’interno. Tutto risolto in 5 minuti alla Reception.

 

  • Un’altra casistica di lamentele riguarda tutto ciò che riguarda il mangiare

A prescindere dal fatto che ci sono una marea(e non sto esagerando) di persone che uscite da casa non gradiscono sapori nuovi e scoprire nuove pietanze, spesso ci si lamenta della qualità del buffet o del ristorante principale.

ristorante crociera msc costa

Soprattutto abbiamo constatato che dipende spesso dal periodo: più è piena la nave più è capitato.

Ma non è una regola generale: nella stessa crociera c’è chi si è lamentato del ristorante principale e chi invece non ha mai mangiato meglio in vita sua.

In tutti e due i casi è ovvio che si tratta di gusti personali e su quelli non si può discutere. Lo standard dovrebbe essere simile per ogni crociera, che la nave sia piena o semi-piena, ma piccoli problemi possono capitare.

In alcuni itinerari poi la compagnia tiene conto delle persone che imbarcano e di che nazionalità abbiano.

buffet2

 

In una crociera che fa i mari del Nord è normale ci siano più tedeschi o francesi che italiani ed è capitato che i nostri lettori per una settimana abbiano mangiato patate patate patate e ancora patate in tutte le salse possibili ed immaginabili: pare una barzelletta ma non è cosi. il capo-chef era di origine tedesca ed ovviamente la sua impronta culinaria si faceva sentire. Basti pensare che la pasta è stata definita da quasi tutti in maniera che non si può riportare, adatta evidentemente ai gusti èiù forti degli ospiti di nazionalità diversa dalla nostra.
In questi casi o ci si adatta o si sceglie di mangiare al buffet o al ristorante di specialità: o almeno così faremmo noi.

E’ pur sempre una settimana di vacanza e non ce la roviniamo brontolando ogni secondo, se le soluzioni a bordo ci sono e sono valide.

Al buffet si mangia gratis, al ristorante di specialità si paga un prezzo la maggior parte delle volte abbordabilissimo, quindi o ci si adatta o si finisce per passare una settimana da dimenticare.

 

  • Altro tipo di problema è quando ci si ritrova in una cabina rumorosa

Una cabina rumorosa può dipendere dalla sua posizione nella nave o per vicini rumorosi. Nel secondo caso basta fare protesta formale ed in genere è una tipologia di problema che si risolve abbastanza velocemente.

Nel primo caso invece vi suggeriamo già dalla prenotazione del viaggio di fare attenzione alla tipologia di cabina che si sceglie e a che piano stia la cabina scelta.
Se sta sopra o sotto la discoteca è da evitare decisamente.Se vi ci ritrovate potete sempre chiedere se potete avere un cambio cabina: se le cabine libere son disponibili in genere vi accontentano senza problemi.

 

  • Voi non ci credereste ma ci sono persone che son tornate da una crociera dicendo che è stata la settimana più noiosa della loro vita

Di questo argomento abbiamo già discusso in un altro articolo del blog. Ci limitiamo a suggerirvi di scegliere la vostra crociera con cura: scegliete la giusta nave per voi.

item4.size.celebrity-equinox-100440-5

 

Se preferite un ambiente giovane sulle nuove mega-navi vi troverete a vostro agio, un sacco di sale diverse, tantissimi divertimenti, un sacco di gente da incontrare e da conoscere!

CoProfile_Overview_Photo1

 

Se invece preferite stare più in intimità, preferite le piccole navi, dove è più facile rivedere i visi degli ospiti a bordo ma anche il personale è più dipsosto a fermarsi a chiacchierare e potrebbe capitarvi molto spesso di incontrare qualche ufficiale in qualsiasi ambiente della nave.

 

  • Un altro caso è quello del mal di mare

Sentirsi male sette giorni su sette non è affatto piacevole. Inutile dirvi che se siete soliti soffrirne evitate le crociere nei periodi invernali nel mare nostrum ma preferite i mari tropicali: anche questa non è una regola generale, dato che la sfortuna di trovare mare mosso anche in estate capita eccome.

Le navi più grandi hanno le cosidette pinne stabilizzatrici che aiutano la nave a rollare di meno e questo vi avvantaggia sicuramente; oltre al fatto che più è grande meno sentirete. In secondo luogo vi suggeriamo di portarvi dietro un anticinetosico (Travelgum, Xamamina, Valontan, Transcop, ecc.), possibilmente qualcosa che non vi induca il sonno, in modo da potervi godere appieno al crociera.

crociera

Evitate cibi complicati, preferite qualcosa che faccia “pacco” nello stomaco, come pane, grissini, Crackers etc.
Preferite stare a metà neva: è il luogo dove il mare si sente di meno, per questo le cabine ai ponti mediani son sempre le prime che vengono “saccheggiate”.
Evitate di stare a guardare la scia della nave: molto spesso provoca la nausea. Aria fresca, masticare un pò di zenzero o in mancanza una gomma da masticare alla menta dovrebbero aiutarvi ulteriormente.

I nostri suggerimenti finali:

  • non chiudetevi in cabina ma cercate di fare amicizia, ad esempio con i vostri compagni di tavolo al ristorante. in genere la compagnia scelgie sempre persone che abbiano simili caratteristiche , almeno sulla carta (come ad esempio tutte coppie giovani in viaggio di nozze, oppure famiglie con bimbi, le due tipologie è raro che vengano mischiate)
  • informatevi prima di partire su tutte le attività che potete fare a bordo: dalla spa alla palestra, ai negozi, al casinò , ai corsi di cucina, di pittura, alle mostre d’arte etc etc..i modi di divertirsi son tanti, bisogna solo non scartarli tutti e ceracre a volte anche di adattarsi a situazioni che non ci sono abituali.
  • festa sul pinte? ecco una buona occasione per lasciare la cabina e buttarsi nella mischia!

Piccole attenzioni che vi eviteranno di rovinarvi quella famosa sospitata vacanza tanto sognata.

E consiglio numero uno su tutti: tanta pazienza, perchè tutto si risolve nella maggior parte dei casi!

 

09/06/2014  ore 17.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

La mia 1°crociera: guida all’uso


Siete alla vostra prima crociera e non sapete proprio da dove cominciare?

In altri articoli del blog vi abbiamo dato dei suggerimenti su tante cose che non dovete dimenticare di fare, di mettere in conto etc etc.

foto_drink

Oggi ci vogliamo concentrare invece sulle cose che proprio dovreste evitare: ciò renderà la vostra vacanza più “leggera” e divertente e vi permetterà di godervela in maniera sana senza aver rimpianti o esser delusi dal non aver potuto fare tutto ciò che vi eravate immaginati prima di partire!

 

Piccoli consigli dettati dal buon senso ma anche da tutte le esperienze vere di viaggio che ci è capitato di dover ascoltare nel tempo.

 

  • Mai esagerare il tuo primo giorno a bordo.

Ormai le navi da crociera sono diventate delle vere e proprie città galleggianti. Esse ospitano tantissime attrazioni a bordo, si incontrano migliaia di persone. Cercare di scoprire ogni minimo angolo il primo giorno vi farà perdere di sicuro tante altre cose: spettacoli e nuovi incontri ad esempio. Può anche trattarsi di una nave che non è la più grande al mondo ma è pur sempre una città galleggiante con almeno 2500 persone a bordo( nella maggior parte dei casi ). La tentazione, si sà , è forte..ma lasciamoci ogni giorno qualcosa in più da scoprire o presto ci si stancherà di vedere sempre le stesse cose!

art_of_eating_tcm14-72152

Per questo motivo..prendetevi tutto il tempo che vi occorre, senza correre 😀

 

  • Non utilizzate esclusivamente i ristoranti di specialità per mangiare.

E’ certo che ogni nave da crociera ha a bordo almeno un ristornate di specialità: un ristorante cioè a pagamento. Molti mangiano solo presso questi ristoranti, pensando si mangi bene solo lì. Errore: mangiare in questi ristoranti può essere davvero un’esperienza fantastica, alcuni sono ristoranti “gestiti” da Chef che sono vere e proprie personalità nel loro campo. Ma a fine crociera il conto del ristorante potrebbe farvi venire un infarto! E’ pur vero che i prezzi non sono altissimi, ma utilizzarli sempre per mangiare a pranzo e a cena, vi costerà davvero una bella botta di soldi!

crociera celebrity equinox (1)

Oltrettutto rischiate di perdervi le serate speciali nel ristorante principale, il cui prezzo è compreso nel prezzo della crociera, che spesso e volentieri offre serate a tema, compresa ad esempio la serata aragosta, la serata coi cibi tradizionali del porto che si è appena visitato etc etc.

msc-crociere

 

Questo ci porta al punto successivo..

A parte davvero pochissime eccezioni, la maggior parte delle compagnie di crociere prevede delle quote di servizio, ossia le cosidette mancie obbligatorie, quella parte fissa di cui si conosce il prezzo prima di partire (in genere 6/7 euro o dollari al giorno , a secondo della lunghezza della crociera e della durata-in questo caso possono anche essere più care) , che non vengono conteggiate nel prezzo del biglietto ma vengono pagate onboard alla fine della crociera, insieme alla quota del 15% circa su ogni acquisto effettuato a bordo (compresa oggettistica, beveande, cibi).

A fine crociera, se non si conosce questo aspetto, si rischia di vedere lievitare non di poco il totale previsto.

carta-di-credito

 

Il nostro suggerimento è di tenere in conto la quota di cui si conosce esattamente il totale , cioè la quota di servizio dei 7/8 euro moltiplicata per i giorni di crociera che dovete affrontare.

Per il resto vi suggeriamo invece di stare attenti negli acquisti. Se prevedete di bere più di 2 cocktail al giorno e qualche caffè più le bottiglie d’acqua per il ristorante, vi conviene compare un pacchetto bevande all-inclusive: il costo giornaliero è presto raggiunto solo con poche bevande comprate separatamente e spesso è comprensivo anche di gelati e altre goloserie servite a bordo ma a pagamento.

Final-Cruise-Bill

 

Per gli acquisti di oggettistica, vi conviene stabilire un badget massimo al quale attenervi, comprensivo anche dell’aggiunta del 15%: in questo modo potete stare più o meno tranquilli di non sforare in maniera pesante sulla cifra prevista.

conto finale crociera

Attenzione anche a tutte quelle voci non previste nel biglietto come: trattamenti di bellezza, corsi di ginnastica, yoga a pagamento, istruttore privato, corsi di cucina e pittura che si specifica siano a pagamento, escursioni a terra organizzate con la compagnia, lavanderia etc.

 

  • Non rimanete mai troppe ore in cabina.

La maggior parte delle volte chi va in crociera per la prima volta ( a volte come viaggio di nozze ) sceglie come cabina un bel balcone: nè troppo caro come una suite nè così distante come prezzo da un’interna. Scegliere questo tipo di cabina spesso è controproducente per varie ragioni, ampiamente vissute sulla nostra pelle.

Prima esperienza: una camera con balcone si scopre a fine crociera che la si è vissuta ben poco. Le attività a bordo sono spesso così tante e così variegate che non è possibile non viverle tutte (ma ricordatevi il punto uno!) e di conseguenza la si usa solo per tornare a notte tardi e per dormire quelle poche ore prima della sveglia (che volente o nolente viene data via altoparlante in tutta la nave dallo staff appena si arriva in porto). La si prenota perchè si sogna di fare colazione sul balcone, per godersi il sole in privato etc etc…per poi scoprire che non sempre la colazione in camera è gratis (in parecchie compagnie) ma è un costo accessorio, per cui si sorvola e ci si reca nei vari saloni adibiti a colazione (compreso il ristornate principale oltre ai vari buffet).

Costa-Fascinosa_650x435

Seconda esperienza: questa è l’opposto della prima. Si rischia di stare in cabina sin troppo. Se si ha voglia od esigenza di fare brevi sonnellini, soprattutto nel balcone tempo permettendo, soprattutto quandi si hanno giorni di mare e non si attracca da nessuna parte, si rischia di perdersi un buon numero di divertimento delle attività di bordo, come un bel film sul ponte tutti insieme, oppure i vari giochi proposti dallo staff o i corsi di cucina o di pittura o qualche mostra particolare. Insomma: c’è davvero così tanto da fare che un sonnellino può davvero attendere 🙂

crociera

Avventuratevi nella nave, immergetevi nell’atmosfera festosa e godetevi tutto ciò che essa offre..pian pianino ma cercate di farvi coinvolgere più che potete!

 

  • Non dimenticate di essere gentili con l’equipaggio.

Ricordatevi che mentre voi vi divertite queste persone lavorano duro per potervi garantire la migliore vacanza che abbiate mai sognato. Tutti, dagli animatori , ai camerieri, alla crew di cucina, ai cabinisti , ai macchinisti, agli ufficiali.

MSCOPERAlugl11238

Regalare loro un sorriso ogni qualvolta li incontrate non può che fargli piacere e di sicuro si ricorderanno di voi. Ringraziare il cameriere di sala con un bel sorriso e un bel grazie sicuramente vi permetterà di avere un servizio ancora migliore. Idem con i cabinisti, coloro che rasettano la vostra cabina due volte al giorno.

 

 

La mia personale esperienza è stata che il cabinista, trovandoci simpatici e gentili, rassettava la cabina ogni qualvolta si rientrava, servizio che non gli competeva di sicuro e che non abbiamo richiesto! E’ stata la dimostrazione che, per quanto duro e lungo come orario sia il loro lavoro, un sorriso , una gentilezza non possano che portare simpatia e disponibilità da parte loro. Jeffer rimarrà sempre nel mio cuore, per la sua spontaneità, simpatia, disponibilità e professionalità. Oltrettutto un pò di conversazione con loro non può che alleggerire in qualche modo la loro lunga e faticosa giornata.

Quindi se date gentilezza riceverete gentilezza, sin dalla prima parola.

 

Ecco i nostri piccoli consigli. Speriamo ti possano essere d’aiuto 🙂

 

30/05/2014  ore 16.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”