MSC crociere alla scoperta delle acque australiane


MSC Orchestra arriverà in Australia il prossimo anno e, secondo voci di giornali australiani, potrebbe portare più navi della flotta in visita alle coste australiane.

MSC-Orchestra-MSC-Crociere

S/rà intanto lei, la Orchestra, la nave da crociera da 2.550 passeggeri, la prima della flotta a toccare il suolo australiano, durante la grande crociera della durata di 33 notti, che fa parte dei GRAND VOYAGES MSC, una crociera da Dubai a Freemantle  or.

La nave prima della destinazione finale a Freemantle, visiterà anche Cairns, Brisbane, Sydney, Melbourne e Adelaide.

Oltre a Norwegian Cruise Line e Costa Crociere, MSC è una delle ultime grandi linee di crociera che sino ad adesso aveva lasciato l’Australia fuori dai suoi itinerari regolari.

Ma considerando la nuova fetta di mercato praticamente vergine da conquistare ma anche il fatto che alla flotta MSC si aggiungeranno quattro nuove navi tra il 2017 e il 2019, non sarebbe un discorso impossibile inviare una o due navi in ​​Australia, che , come detto, è un mercato in rapidissima crescita e disposto a spendere.

msc-orchestra-navio8

, ha rivelato che l’arrivo di Orchestra servirà a testare il mercato, non escludendo a priori l’invio da parte della compagnia di più navi nei prossimi anni.

Come dice MSC Crociere: mai dire mai“, ha rivelato Smith.

MSC Crociere ha attualmente 12 navi nella sua flotta e con le nuove in arrivo nei prossimi anni arriverà a 16 unità, che la renderanno uno dei più grandi operatori sul mercato dopo Carnival Cruise Lines, che di navi nella flotta ne conta 23 e Royal Caribbean, ch ene conta invece 21.

Con l’attuazione del piano Rinascimento, che allungherà 4 navi della flotta, MSC Crociere aumenterà ulteriormente il numero di passeggeri trasportati.

MSC Orchestra Hall

La compagnia inoltre ha testato con Divina anche il mercato americano, portando una sua nave per un’intera stagione nelle acque americane e facendo “assaggiare” un pò di Italian Style in un “terreno” in genere super-surclassato dalle mega-sbrilluccicose navi di stile americano.

Ecco che dunque, un riposizionamento di sue unità nei mari australiani, non è più così impensabile. Attenderemo gli sviluppi.

 

12/09/2014  ore 12.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Oceania Cruises: itinerari 2015/16, che destinazioni!


Oceania Cruises rende noti i suoi itinerari per la stagione invernale 2015/2016 e aggiunge non poche ed interessanti destinazioni, come i porti di Jeju, in Corea del Sud, Luderitz, in Namibia, Cooktown, in Australia e Boracay Island, nelle Filippine.

Un’altra bella novità è che circa il 76% delle sue crociere ha una durata media di 2 settimane e prevede spesso anche pernottamenti nelle maggiori città toccate, con la possibilità quindi di allungare i tempi di visita ed avere la possibilità di addentrarsi anche in territori più lontani in escursione.

Tre delle cinque navi della linea saranno concentrate tra Asia, Sud Pacifico ed Australia, con puntate ad esempio sul Rio delle Amazzoni o passaggi nel Canale di Panama (ben 6 programmati in quest’arco di tempo) o ancora una crociera andata e ritorno da citta del Capo, la parte più meridionale del continente africano.

Per darvi un’idea delle destinazioni e delle navi impegnate per ognuna di esse, eccovi un elenco aggiornato, ricavato direttamente dal sito ufficiale della Oceania Cruises:

  • Insignia sarà impegnata in un giro del mondo della durata di 180 notti, con partenza il 4 gennaio 2016 da Miami.

1371185

  • Marina propone due partenze in Sudamerica, esattamente in Brasile, Uruguay, Argentina e Cile.

A seguire saranno le crociere nei caldi mari del Sud Pacifico, con sette itinerari in tutta la Polinesia francese, Fuji, Isole Samoa, Australia e Nuova Zelanda.

6a00e5514c4b608834014e6072ac7c970c

  • Nautica concentrerà le sue partenza tra Asia e Africa, in otto itinerari (la maggioranza dei quali nuovi per la linea): son previsti molti pernottamenti nei porti come Singapore, Ha Long Bay, Tokyo, Città del Capo e Namibia.

Un itinerario di Nautica prevede anche una crociera di 35 notti da Hong Kong a Istanbul attraverso il Canale di Suez.

11523218514b2969e2868225.70615553-1261005282

 

  • Regata attraverserà il Nord, Sud e Centro America, con puntate anche in alcuni porti dei Caraibi.

Previste crociere con puntate nel Rio delle Amazzoni e con transiti nel Canale di Panama, che permetteranno di attraccare in Perù, Cile, Brasile, Costa Rica, Argentina. Per la stagione estiva invece Regata è attesa in Alaska.

MV-Regatta-1-big

  • Riviera invece trascorrerà i mesi invernali tra i Caraibi, orientali ed occidentali, con crociere della durata di 12 notti, con attracchi previsti a St. Barts, Martinica, St. Lucia, Grenada e Puerto Rico.

6a0120a92e343a970b016305803682970d-800wi

Le crociere di Oceania Cruises saranno disponibili all’acquisto o alla prenotazione dal 17 settembre 2014.

 

12/09/2014  ore 11.50
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

P&O Australia rivela i nomi delle nuove navi, scelti dai suoi fans: Aria ed Eden


Hanno spulciato tra più di 30.000 proposte provenienti da tutta l’Australia e la Nuova Zelanda, e alla fine la P & O Cruises oggi ha rivelato, in un modo davvero particolare, i nomi delle nuove due unità della flotta: i nomi scelti sono Pacific Aria e del Pacifico Eden e sono stati svelati tracciando il simbolo e il nome sulla sabbia.

10553575_10152494266206187_1810146025151782198_n

 

E’ stata esattamente l’artista ventiquattrenne di Port Macquarie , Chloe Dickey, a svelare i nomi in un spettacolare murale di 20 metri di larghezza rastrellato nelle sabbie dorate della Bondi Beach di Sydney, con decine di spettatori che guardavano incuriositi.

I disegni sulla sabbia riflettono secondo P&O Cruises lo spirito allegro dei suoi ospiti in crociera.

Il nome Eden è stato suggerito da Nikki Smith, di Bentley Park, Cairns, ed è stato scelto per il senso di pace e le immagini paradisiache che il nome evocava. In una felice coincidenza, Eden è anche un porto regionale presente negli ultimi itinerari della linea di crociera.

email_p_o_cruises_unveils_pacific_aria_and_pacific_eden_on_bondi_beach_19ruq7n-19ruq7s

Aria invece è stato suggerito da Katie Luxa da Canning Vale, Perth, ed è stato scelto perchè trasmetteva un senso di bellezza, grandezza ed evasione – tutte parole che potrebbero essere utilizzate per descrivere una meravigliosa vacanza al mare.

Ann Sherry, CEO di Carnival Australia, che opera per P & O Cruises, ha dichiarato che trova i nomi Pacific Aria e Pacific Eden siano nomi freschi, vivaci e contemporanei che riescono a catturare l’essenza delle crociere P&O.

Con sfumature eteree e celesti, abbiamo pensato che Aria e Eden evocacano lo spirito delle nostre vacanze in crociera, che offrono la possibilità di sfuggire al mondo di tutti i giorni rendendoci felici e beati.” ha detto Ann Sherry “I due nomi hanno davvero catturare il senso della parola crociera e lo stato d’animo che pervade centinaia di migliaia di australiani che vivono questa esperienza sulle nostre navi ogni anno.”

art-PandO-Ship-Names-620x349

Chloe ha creato il murale in un’ora circa, tenendo continuamente d’occhio le maree.

Non capita tutti i giorni di ottenere la possibilità di rivelare i nomi di due nuove navi che navigheranno proprio qui in Australia, così abbiamo voluto farlo in un modo tipicamente australiano, in uno dei luoghi più rappresentativi del paese” continua la Sherry “Chloe ha un talento incredibile ed è stato un piacere scoprire il suo lavoro e portarla a Sydney per creare quell’immagine che riteniamo possano catturare l’immaginazione in Australia.

Più del 93% dei suggerimenti dei fans si era soffermato su “Pacific”, coerente con l’attuale flotta di P & O Cruises – Pacific Down, Pacific Jewel e Pacific Pearl – tant’è che la linea di crociera ha deciso di mantenere il prefisso in tutte le sue navi.

Ann Sherry ha inoltre riferito della straordinaria partecipazione su Facebook del concorso.

Siamo stati travolti dal volume di suggerimenti arrivati da australiani e neozelandesi, che hanno voluto mettere la loro impronta sulle ultime navi, che ci auguriamo possano essere amate così come il resto della nostra flotta“.

10544317_691708757532026_6140476011244063423_n

Le voci più comuni suggeriti erano riferite a gemme come Diamante, Zaffiro e Opale, con più di 500 suggerimenti. Australiani e neozelandesi ha anche mostrato la loro creatività proponendo nomi come Ozzie e Straya, Kiri Te Kawana, le sorelle Minogue Kylie e Dannii così come Dinky Di e Blinky Bill.

 

 

Le vincitrici hanno vinto ciascuna una crociera per due persone durante il viaggio inaugurale delle navi e saranno invitate a partecipare alla celebrazione di denominazione delle rispettive navi.

Pacific Eden e Pacific Aria debutteranno in Australia nel novembre del prossimo anno, permettendo alla flotta della linea di crociera di stabilire un record di cinque navi che navigano tutto l’anno in Australia e Nuova Zelanda.

Gli itinerari delle navi saranno annunciati nelle prossime settimane.

 

11/07/2014 ore 19.45
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Holland America: Ryndam e Statendam addio alla flotta!!


Due delle 15 navi della Holland America lasceranno la flotta nel 2015.

3521239194_79dd54031c

Lo ha annunciato lunedì sera un Capogruppo di Holland America Carnival Corp.

Ryndam-Atrium

Saranno la Ryndam, nave da 1.260 passeggeri e la Statendam, nave da 1.260 passeggeri, che saranno trasferiti in Australia ed entreranno nella flotta P&O Cruises ed effettueranno crociere in Australia dal novembre 2015.

MS_Statendam_Sydney

In un qualche modo rimane in famiglia, dato che la proprietà di entrambe è della Carnival Corp.

Battezzate nel 1993, le due navi sono le più datate della flotta Holland America.

Statendam-Pool

La rimozione delle due navi dalla flotta Holland America ridurrà la capacità della linea di quasi l’ 11%, ma solo per pochi mesi.

Holland America ha una nuova nave in consegna nel febbraio del 2016 che avrà una capacità di 2.660 passeggeri, un numero molto vicino al totale che con le due navi perde.

Holland-America-logo

L’aggiunta delle due navi alla flotta P&O Cruises Australia, renderà invece P&O il più grande operatore per tutto l’anno delle crociere in Australasia.

La linea dispone attualmente di tre navi e l’aggiunta delle due navi non può che portare ulteriore ossigeno oltre che “prendere” un itinerario, quello australiano-asiatico, in costante crescita in tutte le compagnie.

P-and-O-cruise-lines

L’ analista di UBS Robin Farley asserisce che “Carnival Corp. avrà il 12% della sua capacità in Asia e in Australia quest’anno, dal 10% nel 2013.

Royal Caribbean con gli itinerari in Asia salterà dal 13% al 14% di capacità nel 2015, in crescita rispetto al 12% di quest’anno e del 10% del 2013“.

La Ryndam e la Statendam saranno completamente ristrutturate prima di dirigersi verso la flotta P&O Cruises Australia e riceveranno nuove funzionalità su misura per la clientela australiana e neozelandese.

 

 

21/05/2014  ore 01.20

“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

 

Royal Caribbean: espansione in Australia con partenze da Brisbane


Royal Caribbean aumenta ancora una volta la sua presenza nel mercato australiano con la distribuzione stagionale della Legend of Seas da Brisbane.

legend-of-the-seas_i268624

Dopo aver aumentato la sua presenza sul mercato delle crociere in Asia e nel Sud Pacifico è ora il momento di dedicarsi al continente australiano, interessante evidentemente per tutte le compagnie ultimamente, in quanto mercato in grado di spendere mediamente cifre più alte in questo prodotto rispetto al resto della clientela.

leg_ext

Gli itinerari nel Sud Pacifico comprendono crociere da 8 o 11  notti , con fermate a Vanuatu, Nuova Caledonia, Loyalty Islands e Fiji.

L’itinerario della Nuova Zelanda da crociere di 14 giorni, che toccheranno i porti di Auckland, Tauranga, Napier, Wellington, Akaroa e Dunedin, compresa la navigazione panoramica attraverso Dusky, Doubtful e Milford sounds.

2008_07_05_lots_camino_a

Infine, un itinerario di sette notti tutto australiano che si fermerà in diversi porti del Queensland, con una speciale fermata notturna a Cairns.

Legend of the Seas, a partire dal novembre 2015, inizierà le sue crociere stagionalmente da Brisbane, Australia a una varietà di porti in tutto il Pacifico del Sud, Nuova Zelanda e Australia.

legend-of-the-seas_photo7

Legend of the Seas  prima di arrivare a Brisbane sarà preceduta da una serie di traversate di riposizionamento tra Fort Lauderdale e Singapore a partire nei primi mesi dell’estate 2015.

leg_centrum

Una volta che la Legend of the Seas arriverà a Singapore dopo l’estate, la nave offrirà un varietà di crociere da tre a 10 notti , anche con traversate notturne in tutta la Malesia, Thailandia, Cambogia e Vietnam fino a novembre 2015.

08/05/2014  ore 15.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.