3 cose assolutamente da vedere ad Atene


Atene la meravigliosa, Atene la culla della Democrazia con la D maiuscola: una delle mete preferite dai crocieristi che effettuano il giro orientale del Mediterraneo!

Atene Partenone

Partenone

Affascinante capitale della Grecia, si estende per decine di chilometri, ma pur essendo enorme si può tranquillamente girare nella sosta prevista dalle navi che qui fanno tappa.

E’ stata la prima città del mondo ad adottare una forma di governo democratico storicamente accertata oltre ad essere la culla dei più grandi filosofi dell’antichità.

Era infatti la sede dell’accademia di Platone e del liceo di Aristotele, città di nascita di filosofi quali Socrate, Pericle, Sofocle e di molti altri.

E’ tra le città più antiche al mondo, fiorente e potente nello stesso tempo, città simbolo di idee, innovazioni, filosofie, la culla insomma della civiltà occidentale: ai giorni nostri è stata la città che ha organizzato con successo i Giochi della XXVIII Olimpiade nel 2004 e che ha inaugurato il Nuovo Museo dell’Acropoli nel 2009, che ha riaperto il dibattito riguardante i Marmi del Partenone.

Agora Atene

Agora

Nonostante ovviamente il culto degli dei tradizionali sia morto e sepolto, la città ha mantenuto Athena come dea protrettrice della città, presente anche nello stemma della bandiera della città.

Proprio per la sua storia Atene è ricca di luoghi di interesse turistico e storico e scegliere può essere molto difficoltoso.

  • Da non perdere di sicuro è l’Acropoli: bellissima ed in una posizione invidiabile, dominante sulla città, risente tuttavia delle cattive condizioni di conservazione.

Il Partenone nel corso dei secoli ha subito vari danni ed è stato anche bombardato, quindi trovarlo “ingabbiato” non può che essere una conseguenza logica, anche se i lavori vanno avanti da tempo immemore.

Tuttavia l’area intorno è da non perdere: è uno dei punti più alti della città e il panorama è da mozzare il fiato.

Atene partenone

  • L’Acropoli bassa vale davvero la visita: due teatri, uno distrutto e uno ricostruito di sana pianta e utilizzato per spettacoli, la via Peripatetica, le imponenti mura sono tutte da non perdere e sono tutte comprese nel biglietto così come l’ingresso Museo dell’Acropoli e ad altri momumenti.
NUOVO MUSEO DELL'ACROPOLI DI ATENE

Il nuovo museo dell’acropoli di Atene

  • Un altro luogo da non perdere è il Museo Nazionale Archeologico.

Se siete degli appasionati di archeologia e storia antica è assolutamente imperdibile: al suo interno tutti i reperti più importanti della cultura ellenica e non solo.

Potrete visionare reperti che sicuramente avete già visto nei libri scolastici o nei libri specialistici come la Maschera di Agamennone, il Busto di Monotauro o il bronzo dello Zeus di Capo Artemisio,  i tesori micenei, le stele provenienti dall’Heraion di Argos, la Testa di Zeus, appartenente a una statua che doveva essere alta almeno 7 metri,  le sculture del tempio di Afea e Egina,  ma per non perdervene nemmeno uno vi consiglio di seguire un percorso cronologico delle sale.

All’interno del museo è presente un negozio di calchi e riproduzioni che vende copie di opere, di affreschi e icone esposti in tutti i musei greci.

Museo Archeologico Nazionale

Museo Archeologico Nazionale

  • Piazza Syntagma o Piazza della Costituzione è il cuore della città.

Qui vi trova la sede del Parlamento ellenico dal 1935, progettato dall’architetto bavarese Von Gartner: non lo si può visitare ma in compenso vale una visita la biblioteca, aperta al pubblico.

La Piazza è assolutamente facile da raggiungere, con una delle stazioni della metropolitana più belle del mond: nella Piazza si può assistere al cambio della guardia presidenziale, i famosi e statuari evzones che combatterono durante la guerra d’indipendenza.

Il cambio della guardia avviene ogni ora davanti la tomba del Milite Ignoto anche se il giorno migliore per goderla è la domenica, quando il cambio è un attimino più articolato, con la presenza della banda militare e con il cambio degli abiti da parata. tuttavia anche se capitate in un giorno feriale di sicuro è un bel vedere.

Piazza-Syntagma

Piazza Syntagma – cambio della guardia

La Piazza inoltre è crocevia per altre destinazioni come il museo Benaki, il museo di Arte Cicladica e il museo Bizantino, ma anche per raggiungere Monastiraki e Ermou, uno dei principali quartieri dello shopping ateniese.

 

Per finire alcune indicazioni, soprattutto se visitate Atene in estate: ricordatevi un cappello, crema solare, acqua fresca, e scarpe comode, indispensabili per salire e scendere dalla zona archeologica senza rischiare storte, perchè la città rispetto alle zone circostanti è spesso in una bolla di caldo assurdo, dovuto all’inquinamento umano.

Quindi se non volete rischiare un colpo di calore scendete a terra forniti di tutto: trovare bar nella zona alta è impossibile e dove presenti hanno costi assurdi: i prezzi alti sono uno dei punti a sfavore di questa città rispetto ad altre “concorrenti” capitali europee. Informatevi per bene sui costi prima di ritrovarvi a pagare un salasso.

Se desiderate utilizzare la metropolitana di Atene vi consiglio questo articolo in cui è spiegato nei minimi particolari come arrivare con la metropolitana dal Pireo alle migliori attrazioni di Atene.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

28/10/2014  ore 15.10
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

 

 

Quantum of the Seas: ‘global odyssey’ di 56 giorni per il posizionamento a Shanghai


Quantum of the Seas di Royal Caribbean salperà da New York e affronterà un viaggio di ben 53 notti sino ad arrivare al porto di destinazione cioè Shangai.

royal-caribbean-quantum

Una “Global Odissey” che vedrà questo viaggio dividersi in cinque tronconi che la porteranno a visitare le più belle destinazioni d’Europa, dell’India e del Sud-Est Asiatico con partenza fissata per il 2 maggio 2015 da New York.

Sarà possibile prenotare dunque o tutte e cinque le tratte oppure anche solo una.

QUANTUM-OF-THE-SEAS-RCI-NorthStar-Interior-

Ecco l’elenco completo:

  1. Traversata transatlantica di 11 notti da Cape Liberty , New Jersey, a Barcellona, fermandosi a Ponta Delgada, Azzorre, e Cartagena e Palma di Maiorca in Spagna
  2. Viaggio di 16 notti da Barcellona a Dubai via Canale di Suez, con fermate a Roma e Napoli in Italia, Atene , in Grecia e Aqaba, in Giordania.
  3. Viaggio di 14 notti tra India e Sud-Est asiatico, da Dubai a Singapore , che offre pernottamenti a Dubai, Cochin, India e Singapore. Si ferma anche a Muscat , Oman, e Penang , Malaysia.
  4. Crociera di tre notti in Malaysia, con partenza andata e ritorno da Singapore,via Kuala Lumpur.
  5. Crociera di nove notti, Exotic Asia, da Singapore a Shanghai con fermate a Ho Chi Minh City, Vietnam, e Xiamen, in Cina, con un pernottamento ad Hong Kong .

quantum-arm1

Quantum of the Seas è la prima nave della tanto attesa Classe Quantum.

 QUANTUM-WONDERLANDrender

Introdurrà nelle sue navi tra le altre cose, un simulatore di paracadutismo, il North Star – una capsula di vetro a forma di gioiello che si estende a 300 metri sopra la nave per godere di una vista mare a 360 gradi – il complesso sportivo e di intrattenimento Seaplex e il nuovissimo Dynamic  Dining, un concetto che cancella la tradizionale sala da pranzo principale a favore di molteplici opzioni, più flessibili ed adattabili a diversi tipi di clientela.

19/05/2014  ore 22.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Regal Princess: taglio del nastro a maggio


Il taglio del nastro della Regal Princess, la nuova ammiraglia di Princess Cruises, rappresentata in esclusiva da Gioco Viaggi,tour & cruise tour operator, avverrà a maggio. image Regal Princess, gemella di Royal Princess, è attualmente in costruzione  presso i cantieri navali Fincantieri di Monfalcone e salperà il 20 maggio da Venezia per il Maiden Voyage di sette notti, che prevede tappe presso i porti di Corfù, Instanbul, Mykonos e Atene.

image La prima stagione dell’ammiraglia ha in programma, tra maggio e ottobre, vari itinerari alla scoperta del Mediterraneo Orientale e Occidentale, toccando Italia, Grecia, Turchia, Croazia, Montenegro, Francia e Spagna.

image

Tra le caratteristiche più sorprendenti della nave è sicuramente presente il Seawalk, una spettacolare passeggiata di cristallo sospesa sul mare.   09/05/2014  ore 18.00 Fonte: ttgItalia

Louise Cruises: Bari homeport nel 2015


La  Louise Cruises, compagnia di crociere greca, rafforzerà la propria programmazione, quella del 2015, proponendo nuovitinerari e nuove mete, proponendo anche il porto di Bari, che sarà tra l’altro homeport.

LOUIS

 

La Louis Cristal, dal prossimo ottobre 2015, effettuerà crociere di 7 giorni nell’itinerario “Peloponnese and Ionian Sea” con partenza da Lavrion (Atene) per comprendere poi Nafplio, Monemvasia, Kalamata, Katakolo e Igoumenitsa in Grecia, Agioi Saranta in Albania e di nuovo Bari.

MS_LOUISE_CRISTAL2

 

L’itinerario “Idyllic Ionian Sea and Adriatic” invece partirà da Bari per fare tappa a Agioi Saranta, Igoumenitsa, Katakolo, Kalamata, Monemvasia e Nafplio, e rientro a Lavrion.

 

08/05/2014  ore 20.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.

Le prime grandi navi lasciano Venezia: “Il Governo si muova”


Cosa chiedono le associazioni di categoria al governo sulla questione grandi navi a Venezia??
Semplice: che si faccia al più presto chiarezza, per sgombrare i dubbi e “calmare” le Compagnie di crociera.

navi crociera grandi navi ok-2

Nell’ennesimo documento di Confindustria Venezia, Confartigianato Venezia, CNA Venezia, Confcommercio Venezia, Confesercenti Venezia, Coldiretti Venezia, CGIL Venezia, CISL Venezia, UIL Venezia, Camera di Commercio I.A.A. di Venezia, Venezia Terminal Passeggeri SpA e Autorità Portuale di Venezia, che mercoledì si sono riunite, si esprime una forte preoccupazione per l’indecisione del governo in merito alla via alternativa per giungere alla Marittima.

Venezia_navi_S_Marco

Una decisione – si legge nel documento – attesa da oltre due anni e più volte discussa in occasioni formali e informali, ma che ancora si sta facendo attendere“.

venezia-grandi-navi-crociere

Una mancata presa di posizione del Governo, o ulteriori ritardi nella decisione definitiva, avrebbero la sola conseguenza di offrire una soluzione automatica al problema: le navi abbandonerebbero Venezia che perderebbe così l’intero comparto crocieristico e, con esso, l’economia e l’occupazione correlata a beneficio di altri porti, non italiani – si continua nella missiva – Alla notizia che dalla stagione 2015, alcune navi (13 toccate per circa 100mila passeggeri) hanno già autonomamente deciso di spostare l’Home Port da Venezia ad Atene e Istanbul, le categorie confermano l’urgenza di una immediata e corretta comparazione delle vie navigabili alternative e praticabili attraverso l’iter indicato lo scorso 5 novembre 2013: incardinare in una procedura di valutazione di impatto ambientale nei tempi previsti dalla Legge Obiettivo un progetto preliminare di una nuova via di accesso alla stazione di Marittima.

Procedura che garantisce tempi certi e la corretta comparazione delle ipotesi alternative in modo che la decisione finale sia presa sulla base di elementi tecnici e non dietro la spinta di sentimentalismi, o peggio, di pressioni politiche”.

Giudecca

La soluzione caldeggiata dal sindaco Giorgio Orsoni, viene ribadito, non è praticabile: “Il progetto di adeguamento del canale Vittorio Emanuele III, soluzione che presenta limiti tecnici di navigabilità non ovviabili nell’immediato e che quindi viene vissuto come un mero preludio, o escamotage, al trasferimento della crocieristica a Marghera a detrimento del traffico commerciale, delle aziende che vi risiedono e dell’occupazione dell’intera area non può essere la soluzione – si dichiara – Il tempo stringe.
Fate presto perché il 30 giugno è la data ultima che le compagnie di crociera possono attendere prima di decidere autonomamente di abbandonare Venezia dal 2016, cancellando uno dei settori più vitali dell’economia veneziana e nazionale
“.


Fonte : VeneziaToday, Ansa

07/05/2014 ore 23.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”