Costa Diadema: Thamm, scelta Trieste al posto di Venezia per la cerimonia di primo scalo


Michael Thamm, amministratore delegato di Costa Crociere, dice la sua riguardo alla scelta di Trieste come palcoscenico per la cerimonia di primo scalo di Costa Diadema : “La regina del Mediterraneo è a Trieste perché questa città offre la grande opportunità, sia di visitare la regione sia la vicina Venezia” mentre per Venezia “aspettiamo le decisioni del governo italiano e soprattutto l’esito dello studio di impatto ambientale riguardante lo scavo del Canale Contorta”.

B1WhXsGIgAEGxKH

Trieste è dunque lanciata verso la candidatura  a principale hub crocieristico di tutto l’Alto Adriatico e del Nordest, con le navi di media grandeza della Costa, come la Costa Mediterranea, che farà 34 scali settimanali a Trieste con una previsione di 140mila passeggeri movimentati.

Novità anche per la durata degli scali: infatti già dal 9 maggio le navi faranno scali lunghi, di una notte e due giorni. La nave cioé arriverà alle 9 del mattino del venerdì e ripartirà alle 19 di sabato.

La presidente della Regione Debora Serracchiani ha dichiato che “la presenza a Trieste della nuova ammiraglia di Costa Crociere è il segnale per la città e per il suo porto della rinascita della crocieristica; stiamo continuando a lavorare per migliorare le infrastrutture per raggiungere il porto di Trieste, in particolare per la velocizzazione della tratta ferroviaria tra Trieste e Mestre”.

Michael-Thamm-Costa-Crociere

 

Trieste è facilmente raggiungibile grazie anche all’accordo Costa Crociere-Trenitalia ed inoltre l’ormeggio triestino, di fronte piazza Unità, è di impatto scenico straordinario, come ha sottolineato anche il comandante della nave Massimo Garbarino, “va però migliorato tecnicamente, allungando la banchina del molo Bersaglieri oggi troppo corta per le meganavi”, con strutture amovibili dette dolphin.

Un problema che il posizionamento del dolphin potrebbe agevolare, ha sottolineato Thamm, nel corso di una sua precedente visita a Trieste quando ha reso nota l’intenzione di Costa di aumentare la propria partecipazione azionaria all’interno di Trieste Terminal Passeggeri.

B1WsRUgIAAAE9rO

Un nuovo rilancio dunque per il porto di Trieste mentre per quello che riguarda Venezia e i suoi lavori, la Presidente Serracchiani sostiene che “mi pare un’opera non soltanto faraonica e molto costosa, ma anche inutile per quanto riguarda le dinamiche dei porti del Nord Adriatico”.

“Da Ravenna a Trieste, per arrivare fino a Capodistria e Fiume – ha aggiunto – non abbiamo bisogno di una piattaforma off shore dove fermare le navi grandi per poi scaricare le merci e farle arrivare negli altri porti. Questo significa aumentare i costi ma soprattutto fare quelle opere che il Paese deve evitare di fare, cioé quelle che non servono“.

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

01/11/2014  ore 15.35
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Annunci

2 thoughts on “Costa Diadema: Thamm, scelta Trieste al posto di Venezia per la cerimonia di primo scalo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...