“Costa Crociere Foundation” nasce a bordo di Costa Diadema


Nasce a bordo della nuova ammiraglia Diadema, la “Costa Crociere Foundation”, l’organizzazione fondata dalla compagnia italiana, che si occuperà principalmente dei problemi sociali e ambientali “del proprio territorio” come ha spiegato Michael Thamm, Ceo di Costa Crociere.

La Compagnia ha stanziato per la Fondazione un milione di euro per il primo anno per realizzare progetti benefici: si spazierà dall’emergenza dei senza tetto con l’aiuto della comunità di Sant’Egidio, all’invio di generi di prima necessità nell’isola simbolo degli sbarchi clandestini, Lampedusa, alla creazione di borse di studio.

20141030_170330_resized (2)-k1FH--645x400@MediTelegraphWEB

L’attenzione che citava Thamm “nel territorio”, vedrà la fondazione all’opera propria a Genova, sede storica di Costa Crociere, recentemente colpita da un alluvione, a poco distanza dalla precedente e nella quale anche alcuni dipendenti diretti di Costa hanno avuto danni: «Quarantuno nostri dipendenti sono stati colpiti direttamente e la compagnia ha deciso di sostenerli economicamente perni danni che hanno subito».

A far parte della Fondazione, oltre a Thamm, anche Francine Custeau, Paola Girdinio, ex preside della facoltà di ingegneria e ora nel consiglio direttivo di Enel, Ugo Salerno, presidente del Rina, Beniamino Maltese, Cfo di Costa, Stefania Bertolini e Laura Cannone: il Presidente è Thatcher Brown, Vp di Costa Crociere che specifica: «La fondazione sponsorizzerà principalmente progetti benefici promossi da organizzazioni no profit».

La fondazione sponsorizzerà progetti benefici promossi da organizzazioni no profit e si occuperà della pulizia del Mar Mediterraneo avvalendosi dei migliori esperti e specialisti”.

“Il compito della nostra industria – continua Thamm –  è vendere sogni alle persone, in forte contrasto con la realtà da qualche parte là fuori, perciò desideriamo dare sempre più sostegno ai bisognosi, come abbiamo sempre fatto, nei momenti belli e brutti, saremo aiutati dai nostri 22 mila dipendenti e dai nostri ospiti che hanno molta voglia di aiutare».

Anche il fragile ecosistema del Mediterraneo troverà supporto grazie alla fondazione.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

 

31/10/2014  ore 18.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...