MSC Crociere: McCann nuovo partner comunicazione


Luca Catzola, chief marketing officer di MSC Crociere, ha rivelato a Today Pubblicità Italia chi sarà il nuovo partner comunicazione per la compagnia: si tratta di McCann, l’azienda guidata da Daniele Cobianchi, managing director McCann Advertising e MCWG vice president, che inizzierà a collaborare dal 1 gennaio 2015.

Luca Catzola

Luca Catzola

Abbiamo un nuovo piano industriale in fieri che prevede la nascita di navi innovative e iper tecnologiche a partire dal 2017.

Di conseguenza, la nostra strategia di comunicazione assume un ruolo fondamentale: saremo ancora più grandi e dovremo essere ancora più efficaci rispetto ai competitor.

Prima dell’estate abbiamo indetto una gara creativa per delineare il nuovo posizionamento dell’azienda e la nuova campagna 2015.

Al pitch hanno partecipato 4 network internazionali, cioè Leagas Delaney (incumbent), Saatchi & Saatchi, Grey United e McCann Worldwide.

Alla fine del percorso abbiamo individuato come agenzia che ci accompagnerà dal 2015 proprio McCann, un team internazionale coordinato dall’hub italiano”.

 

Per quanto riguarda il terzo trimestre dell’annopresidieremo tutti i media con la nostra campagna ‘Moments’ che è attualmente ancora efficace: a dicembre partirà la comunicazione della stagione summer, mentre nelle settimane precedenti siamo stati on air in tv per sostenere la nostra offerta per l’inverno – ha proseguito il manager – Nel 2014 abbiamo aumentato il budget in advertising del 20% sul 2013, raggiungendo un livello di investimento importante.

La nostra strategia media è a 360° quindi su tutti mezzi, ma è cresciuta l’attenzione ai new media: operiamo nel mercato del travel che è uno dei più avanzati sul digitale, dove spesso viene effettuata la chiusura di una transazione di acquisto, anche se la crociera ha un procedimento più complesso di un volo aereo.

Inoltre cresce l’importanza del canale elettronico perché la brand reputation si costruisce sempre più su questo mezzo, dal momento che si fruisce di internet anche per trovare informazioni sui vari tipi di viaggio”.

mw_logo

Al momento tutta ciò che è pianificazione è gestita da Vizeum, che ha avuto la conferma anche per il 2015, e sui social network ha scelto We are SocialSiamo, a livello globale, al secondo posto per numero di fan su Facebook, diventati 3 milioni, e distacchiamo concorrenti superiori per quote di mercato, perché noi siamo il quarto player del settore”, ha precisato Catzola sottolineando che essendo il comparto in piena espansione, si procederà all’assunzione di 6000 figure entro il 2018.

Le opportunità del settore sono significative, considerando che la penetrazione del mercato crocieristico in Italia è di poco superiore all’1% e quindi le potenzialità di crescita sono enormi sia per uno sviluppo in assoluto sia per la conquista di quote di mercato rispetto ad altre tipologie di vacanza.

Nel piano industriale c’è l’intenzione di formare molte persone per prepararle in tempo, da qui al 2017, quando appunto saranno varate le nuovi navi.

Siamo una compagnia globale e parliamo di assunzioni in tutto il mondo e di risorse umane internazionali.

Sulle nostre navi serviamo oltre 40 nazionalità con 6 lingue parlate”.

Catzola spiega poi che nonostante i venti della crisi, MSC Crociere ritiene di avere una value proposition molto favorevole al cliente e quindi non ha interesse a spingere con le promozioni di prezzo.

MSC

Il nostro obiettivo principale è far capire al cliente il valore che c’è in quello che acquista e il nostro approccio è teso alla valorizzazione del prodotto e alla sua spiegazione.

Perché l’esperienza della crociera è piena di scoperte, ignorate prima di viverla in prima persona. Stringiamo anche partnership tese a massimizzare la nostra visibilità, come nel caso del lancio del film L’Ape Maia.

Nonostante l’operazione sia partita da poco abbiamo registrato una discreta visibilità, notando interesse specie da un punto di vista digitale – ha concluso Catzola – Sottolineo che questa compagnia continua a investire cifre significative nella costruzione di nuove navi, nell’esperienza del cliente migliorante costantemente l’offerta di cibo ed entertainment, in risorse umane, nella qualità del prodotto e nelle strategie commerciali in un contesto in cui non tutti i player fanno altrettanto”.

 

Fonte: tratto da un’intervista di Luca Catzola al Today Pubblicità Italia

 

08/10/2014  ore 13.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...