Ebola preoccupa le compagnie di crociera: cancellati porti in Africa Occidentale


Ebola comincia a far preoccupare le compagnie di crociera, portando diverse linee alla modifica degli itinerari per evitare i porti dell’Africa Occidentale.

Rotterdam01

A provvedere a cambi d’itinerario sono state finora Holland America, Seabourn, Regent Seven Seas, e Fred. Olsen: i porti cancellati e sostituiti possono essere in qualche modo non sicuri per i passeggeri e per evitare qualsiasi problema di contagio si è preferito cancellarli e sostituirli con altri porti, evitando accuratamente tutte quelle fermate anche indirette in porti con regioni confinanti coi paesi maggiormente colpiti dall’epidemia, della quale ancora non si è trovato un vaccino o un rimedio efficace.

L’MS Rotterdam di Hollande America Line, che dovrà affrontare una crociera African Explorer di 35 notti toccando la terra africana, in partenza il 15 novembre, ha già provveduto a cancellare i porti che prevedevano fermate in Ghana, Gambia e Senegal: lo ha annunciato il portavoce della compagnia Erik Elvejord.

Le fermate verranno sostituite con pernottamenti a Città del Capo, Capo Verde e una sosta non prevista a Tangeri, in Marocco.

Elvejord ha comunicato che tutti gli ospiti di questa crociera sono stati informati del cambiamento.

01-ebola_acrossafrica_140414

I paesi più duramente colpiti dall’epidemia di Ebola* sono la Liberia, la Guinea e la Sierra Leone: questi non sono comunque itinerari tipici delle compagnie, anche a causa dei gravissimi problemi di politica interna, di guerra etc, ma confinano con paesi quali il Senegal, che ha riportato un caso conclamato, e che condivide un confine con la Guinea.

Carnival, Royal Caribbean e Norwegian hanno comunicato che non hanno navi che viaggiano nelle zone colpite.

Nello specifico non esisterebbe al momento alcuna preoccupazione che il virus si possa trasmettere come pandemia al di fuori di questi Paesi per una serie di motivi: vi consiglio di leggere questo articolo molto interessante sulle fobie inculcate dai media e di come possiamo evitare di cascarci.

 

 

*L’ebola  è un virus estremamente aggressivo per l’uomo, che causa una febbre emorragica.

Verosimilmente il virus è trasmesso all’uomo tramite contagio animale. Il virus si diffonde tra coloro che sono entrati in contatto con il sangue e i fluidi corporei di soggetti infetti.

article-2709330-2011717B00000578-426_634x827

L’ebola pare essere un virus zoonotico ospitato da popolazioni di gorilla di pianura dell’Africa centrale. Nel 2005, tre specie di pipistrelli sono state identificate come portatrici del virus ma, non mostrando i sintomi, sono state ritenute ospiti naturali, o riserve virali.

La febbre emorragica dell’ebola è potenzialmente mortale e comprende una gamma di sintomi quali febbre, vomito, diarrea, dolore o malessere generalizzato e a volte emorragia interna e esterna. Il tasso di mortalità varia dal 50% all’89% secondo il ceppo virale, e un trattamento tramite vaccino è in via di sviluppo. La causa della morte è solitamente dovuta a shock ipovolemico o sindrome da disfunzione d’organo multipla.

9873706

Il virus prende il nome dalla valle dell’Ebola nella Repubblica Democratica del Congo (ex Zaïre), dal sito della prima epidemia scoppiata nel 1976 in un ospedale missionario condotto da suore olandesi.

È piuttosto improbabile che l’ebola possa svilupparsi con caratteristiche pandemiche a livello mondiale, per via della sua difficoltà a diffondersi per via aerea e a causa del lasso di tempo in cui il virus assume caratteristiche contagiose atte alla diffusione, in comparazione con altre malattie infettive. Inoltre, l’instaurarsi di sintomi precoci dal momento in cui la malattia diviene contagiosa rende remota l’eventualità che un individuo colpito sia in grado di effettuare viaggi permettendo lo spostamento del contagio.

*fonte Wikipedia

07/10/2014  ore 13.40
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Annunci

2 thoughts on “Ebola preoccupa le compagnie di crociera: cancellati porti in Africa Occidentale

  1. Pingback: Ebola: 10 informazioni che dovete sapere | Crazy Cruises

  2. Pingback: Crociere: eccesso di prudenza la linea delle compagnia sull’Ebola. L’elenco delle cancellazioni | Crazy Cruises

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...