Crociere: previsioni 2014, Liguria supera Lazio


Abbiamo parlato oggi delle anticipazioni dell’Italian Cruise Watch 2014, il rapporto di ricerca sull’industria croceristica nazionale: eccovi le cifre esatte dei movimenti passeggeri dei porti italiani:

  1. Civitavecchia come singolo porto è ancora quello che ha il maggior numero di passeggeri all’anno, movimentando 2,19 milioni di croceristi e 837 toccate nave
  2. Venezia, che di passeggeri ne movimenta 1,74 milioni di passeggeri e con 489 toccate nave
  3. Napoli, poco oltre il milione di croceristi e 425 toccate nave
  4. Savona, coi suoi 980 mila passeggeri movimentati e 292 toccate nave.

SavonaPortoCostaCrociere1
Genova a fine 2014 scenderà, secondo le previsioni, dal 4° al 5° posto con 820 mila passeggeri movimentati (-21,9% sul 2013) e 207 toccate nave (-30,5%).

Tuttavia se si uniscono i numeri di Genova con le buone performance di Savona (+4,4% sul 2013, toccate nave +21,2%) e La Spezia, con circa 500 mila unità (+139,7% sul 2013, e 185 toccate nave +125.6%), la Liguria si piazza per la prima volta al primo posto per numero croceristi, superando il Lazio.

Per ora la penalizzazione di Genova, che perderebbe rispetto al 2013, circa 230 mila crocieristi movimentati e 91 toccate, è dovuta ad una diminuzione del traffico croceristico a livello nazionale, ma anche ad un parziale ricollocamento di navi da crociera dal bacino del Mediterraneo ad altre destinazioni del mondo.

porto di civitavecchia foto crociere

 

Al contrario Savona, che punta a raggiungere il suo massimo storico in termini di traffico, può contare su una crescita del 4,4% derivante, soprattutto, dalla scelta di Costa Crociere di far scalare 13 delle 15 navi della propria flotta.

Tra le Regioni le proiezioni elaborate da Risposte Turismo (che organizza da quattro anni i Cruise days), basati sulle stime fornite da 40 porti turistici croceristici che rappresentano insieme il 99,5% del traffico passeggeri nazionale, vedono la seguente classifica:

  1. la Liguria diventa la prima volta leader in Italia per numero di passeggeri movimentati nei propri porti con 2,34 milioni di arrivi, pari al 22,7% del traffico croceristico atteso
  2. il Lazio (2,2 milioni)
  3. il Veneto (1,75 milioni)
  4. la Campania (1,29 milioni)
  5. la Sicilia arriva a un milione di croceristi

Il prodotto crociera – spiega Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo è entrato nella sua fase di maturità anche nell’area mediterranea, come accaduto da tempo ai Caraibi. È pertanto normale attendersi, anche in Italia, delle oscillazioni“.

06/10/2014  ore 22.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

Costa Crociere: stagione in linea con le aspettative


Costa Crociere fa un primo bilancio della stagione estiva e si prepara, in attesa del battesimo della nuova ammiraglia Costa Diadema, ad un anno, il prossimo, nel quale la compagnia ha già nuovi investimenti, alcuni dei quali dedicati al trade.

9730_91840_Schiavon_136124_medium

 

Lo spiega Carlo Schiavon, direttore commerciale e marketing Italia Costa Crociere: «abbiamo chiuso la stagione in linea con le aspettative e assistito a partire dalla primavera ad un leggero allungamento dei tempi di prenotazione e in generale ad un apprezzamento del valore del nostro prodotto in tutte le sue componenti. Tuttavia la congiuntura è ancora molto instabile».

COST3CC15

Per quanto riguarda il trade si procederà in linea con la filosofia del progetto WeCare, che ha come obiettivo il continuo rafforzamento della relazione con le agenzie di viaggi, partner storico e strategico della compagnia.

Intanto nella seconda edizione del Catalogo 2015/16 – 18 mesi di crociere (da novembre 2014 ad aprile 2016), Costa ha lanciato Gioca d’anticipo, un concreto strumento di vendita per promuovere l’acquisto anticipato da parte del cliente e stimolare così la domanda finale.

Le date stabilite da Costa per usufruire della formula Gioca d’anticipo sono:

  • prenotazioni entro il 31 ottobre 2014 per le partenze dal 1 dicembre 2014
  • entro il 15 febbraio 2015 per partenze dal 16 marzo 2015
  • entro il 15 maggio per partenze dal 17 giugno
  • entro il 31 luglio per partenze dal 16 settembre
  • entro il 31 ottobre 2015 per partenze dal 1 dicembre 2015.

 

06/10/204  ore 15.00
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

IV Italian Cruise Day anticipazioni: cali di passeggeri, sorpassi dei porti liguri, infrastrutture antiquate


Dopo gli appuntamenti di Venezia, Genova e Livorno, l’Italian Cruise Day, al suo quarto appuntamento, sbarca a Napoli e trapela già un’anticipazione: il traffico crociere nel 2014 registrerà la seconda variazione negativa dopo quella del 2012 con circa 10,32 milioni di passeggeri movimentati dai porti nazionali (-8,97%) e 4.676 toccate nave (-9,36%).

Photocredit: italiancruiseday

Photocredit: italiancruiseday

 

Il rapporto, denominato Italian Cruise Watch 2014, è di Risposte Turismo e sarà presentato nel corso dell’evento dedicato al comparto, che si svolgerà a Napoli il 24-25 ottobre prossimo.

Francesco Di Cesare, presidente di Risposte Turismo, nel corso della conferenza stampa di presentazione, spiega che è “un risultato da attribuire alla congiuntura economica e a un mercato mediterraneo che perde alcuni punti rispetto ai Caraibi. Il prodotto crociera è entrato nella sua fase di maturità. È pertanto normale attendersi, anche in Italia, degli andamenti e delle oscillazioni del traffico”.

Anche il porto di Napoli risente di questa flessione, anche se in maniera leggera: risulta , insieme a Civitavecchia e a Venezia, l’unico ad aver superato la soglia del milione di passeggeri.

Photocredit: italiancruiseday

Photocredit: italiancruiseday

Per il presidente della Camera di Commercio, Maurizio Maddaloni, questa flessione “non deve essere vista come un momento di criticità”.

La frenata della crescita a cui eravamo abituati – afferma Maddaloni – non deve preoccupare ma neanche indurci a cullarci sugli allori. È arrivato il momento di un nuovo rapporto tra città e porto, una delle poche eccellenza territoriali cui aggrapparci in questo momenti di difficoltà”.

Questa edizione è organizzata con la collaborazione della Camera di Commercio e il supporto di Terminal Napoli: al Centro Congressi della Stazione Marittima saranno 4 le sessioni in cui si discuterà di argomenti di grande attualità:

  • la sfida ambientale e tecnologica
  • la formazione di competenze e professionalità
  • le prospettive di sviluppo per il Mezzogiorno d’Italia.

Ci sarà anche uno spazio dedicato a Carriere @ICD, iniziativa che si svilupperà come una serie di incontri tra 100 giovani selezionati dalla segreteria organizzativa e i responsabili risorse umane di alcune delle principali aziende del settore.

Photocredit: italiancruiseday

Photocredit: italiancruiseday

 

Si discuterà anche del sorpasso, per la prima volta, del sorpasso della Liguria nel numero di passeggeri movimentati (2,34 milioni) a scapito del Lazio (2,2 milioni), mentre la 3° e 4° piazza vanno a Veneto (1,75 milioni) e Campania (1,29 milioni); ciò che in alcuni porti si sente è la necessità dell’adeguamento delle infrastrutture, chieste a gran voce anche dai rappresentanti del Clia Europe, se si vuole essere competitivi rispetto ai porti europei ed extra-europei e come sottolinea in conferenza stampa anche Bruno Russo, direttore Generale di Terminal Napoli : “Le banchine sono le stesse dal 1936. Se prima potevano ospitare fino a quattro navi, oggi si arriva a malapena a due. Se lo scalo è una risorsa importante anche in questo settore è necessario intervenire”.

 

06/10/2014  ore 14.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

6 consigli per una crociera per single perfetta


La crociera è diventata negli ultimi tempi un luogo ideale per chi viaggia da solo: sono moltissime le compagnie di crociera che sempre di più si rivolgono a questo mercato, realizzando crociere a tema o prevedendo una programmazione ad hoc, addirittura aggiungendo alle proprie navi, cabine appossite (è capitato alla storica Cunard Lines recentemente).

1399531824

E’ il caso anche della Norwegian Cruise Line che prevede sulla Breakaway, sulla Getaway e sulla Epic, le cabine Studio, poste in due piani il cui accesso è riservato solo ai possessori di cabina (quindi altri single come voi) e con un bar Lounge apposito, con ingresso sempre riservato: un luogo nel quale è possibile rilassarsi, chiacchierare, fare giochi di gruppo per cui è impossibile non fare conoscenze.

Pensate che in alcune compagnie, come Cunard Line e Crystal, esistono dei “gentlemen” a bordo, che nelle serate danzanti sono a disposizione delle donne single, per invitarle a ballare durante le serate danzanti: nessuna quindi potrà mai fare da tappezzeria in queste compagnie.

Anche Hollande America Line e Silversea hanno un servizio simile, ma è presente solo su crociere di una certa durata.

solo-travelers-header-770

Come integrarsi a bordo senza rimanere delusi?

Alcune compagnie si organizzano per farvi cenare in compagnia di altri viaggiatori e spesso ci sono al tavolo animatori o personale di bordo, perciò non sarete mai soli.

Noi vi diamo alcune dritte per non sbagliare già al momento della prenotazione, aiutandovi a scegliere la compagnia e la nave giusta per voi.

 

  • Il primo suggerimento che vi diamo riguarda proprio la scelta della nave: può sembrare ovvio ma non lo è ma in tanti scelgono navi gigantesche, come la Oasis ad esempio, perchè dove c’è tanta gente c’è più possibilità di incontrarne di interessante.

Questo è uno sbaglio: una nave più piccola, è più intima, più rilassata, permette di ri-incontrare senza problemi delle persone che avete solo adocchiato, mentre su una nave con più di 5.000 paseggeri è davvero molto ma molto difficile che ci si possa riincontrare.

tn_Epic_Mandara_Spa_Sauna_web

Le navi più piccole, con un numero di passeggeri non elevato, mettono spesso sul tavolo attività personalizzate ad hoc, giochi, incontri, escursioni con numeri più umani, e inducono a fare amicizia proprio per il fatto che più volte è possibile incontrarsi data la grandezza della nave.

Ciò che dovete però tenere in considerazione quando prenotate questo genere di navi, è cercare di capire la clientela a bordo: crociere molto lunghe implicano la presenza più alta di persone che superano una certa età (per il fatto che non hanno problemi di tempo e di budget al contrario dei giovani): scegliete quindi un itinerario più corto e con mete giovanili.

 

  • Una volta valutata la nave da prendere, dovrete rivolgere la vostra attenzione al fatto che tante compagnie fanno pagare un surplus a chi prenota una cabina singola.

studio02x-large

Questo problema si può risolvere in vari modi: trovando la compagnia giusta, che non applica percentuali da incubo, ma un giusto supplemento; condividendo la stanza con altri viaggiatori, e può essere un bellissimo modo per conoscere nuovi amici, anche se son poche le linee che lo propongono, come Hollande America Lines, che già al momento della prenotazione vi chiede se preferite viaggiare condividendo con un altro passeggero (e in questo caso non pagate surplus) oppure se non si riesce ad “abbinarvi” a nessuno, vi fa pagare una cifra già stabilita in partenza.

 

  • Tenete d’occhio i last minute sulle cabine singole ma allo stesso tempo fate attenzione: le cabine singole presenti a bordo, sono in genere in numero molto limitato (tranne sulle NCL con le Studio) e può essere che su determinate navi e compagnie molto “commerciali”, vadano a ruba. Chiedete al vostro agente viaggi di fiducia, in base anche alla sua esperienza, se la nave da voi scelta ricade in questa categoria.

SOLO---CONTENT-1

 

  •  Fate amicizia con il direttore di crociera: se volete avere qualche chance in più di conoscere gente nuova, questa è la persona giusta con la quale interagire: chi meglio di lui può infatti sapere se ci sono altri single a bordo?

Non dimenticate nemmeno di presentarvi agli animatori di bordo: son tutte figure che vi possono aiutare ad individuare più facilmente le persone con le quali poter fare amicizia più facilmente.

Non siate timidi: se i compagni di tavolo non sono di vostro gradimento, chiedete al maitre di potervi cercare un posto migliore e se possibile farà di tutto per accontentarvi.

4f27ea39-3d6d-4e97-ba8b-2766e6e49048_4-Silversea-Cruises

 

 

  • Non tralasciate le escursioni a terra: è una delle occasioni più utili per fare conoscenza; l’escursione in sè permette di essere poche persone, quindi l’approccio è più semplice e così pure la conversazione, specie su argomenti relativi a comuni passioni, che possono essere l’arte o l’avventura o qualsiasi cosa tratti la vostra escursione.

 

  • Cercate compagni di viaggio prima della crociera, connettendovi con altre persone nei vari forum o social; ce ne sono a migliaia a vostra disposizione, scegliete quello giusto epr voi e se il primo non dovesse essere quello che cercate, non vi scoraggiate ma scrivete da un’altra parte!

_i379716

E’ divertente fare conoscenza reale con persone conosciute solo virtualmente, ma avrete comunque delle cose di cui avrete già parlato per cui la conoscenza più approfondita avrete modo di farla quando sarete a bordo.

Ricordate di scrivere dei bigliettini con scritto sopra il vostro numero di cabina al quale è possibile raggiungervi: questo consiglio è validissimo se proprio scegliete una nave gigantesca, dove è impossibile o quasi incontrarsi per caso ogni sera…senza numero di cabina è improbabile che rincontreerete la stessa persona, a meno che non abbiate una minima idea di dove si trovaranno ad una certa ora!

Inutile che vi dia l’avviso di fare attenzione ovviamente a chi dare o meno il numero di cabina: ok, dovete fare amicizia, ma fate un minimo d’attenzione, si tratta sempre di estranei e non date mai niente per scontato se volete eviatare problemi.

crociere_per_single_

 

Il consiglio più giusto di tutti è però uno e uno solo: divertitevi! Partite senza patemi d’animo, senza star lì a voler per forza trovare l’uomo o la donna della vostra vita, perchè lo sapete meglio di me che più cercate meno trovate: a volte bisogna lasciare che le cose vadano da sole!

Per evitare di vivere quella che comunque è una vacanza in maniera sbagliata e con aspettative è sempre meglio partire senza averne 😉

Questi sono i nostri 6 consigli per una crociera per single perfetta, ma se voi ce ne volete suggerire altri scriveteci 🙂

PS. Ci sono compagnie che non vi fanno pagare nessun supplemento per le cabine singole, su diverse navi della flotta o su tutte: vi consiglio di dare un occhio alle proposte di Crystal Cruises, Azamara Cruises, Compagnie du Ponant, Voyages of Discovery, Voyages to Antiquity e Silversea Cruises, senza dimenticare le linee di crociera fluviale, come Uniworld, Tauk e Viking. Controllare non costa niente e magari trovate la crociera giusta per voi 🙂

06/10/2014  ore 13.00
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.