La rivoluzione P&O Cruises: nuova livrea, 2 nuove navi e..la fine del buffet!


P & O Cruises in questi giorni è tra le protagoniste del panorama crocieristico internazionali: prima la presentazione della nuova livrea della Britannia, che diventerà parte anche di tutte le navi della flotta come tratto distintivo: e ora annuncia nuovi cambiamenti, alcuni davvero epocali. nuovi servizi, nuove destinazioni, nuova livrea appunto e la fine, udite udite, della barra dei buffet a bordo!

La nuova livrea

La nuova livrea

E’ il tentativo nemmeno troppo velato della dirigenza P&O di superare, forse già dal prossimo anno, il milione di passeggeri: una linea di crociera che prima di tutte ha portato le sue navi stabilmente nel continente australiano e neozelandese, ora che tutte fanno a gara per questo territorio cos’ “vergine” dal punto di vista crocieristico!

Ne è sicuro Simon Cheng, direttore marketing e distribuzione.

1

Ecco quindi, oltre al Britannia già quest’anno, che il prossimo anno arriveranno due nuove navi, il cui nome è stato scelto dai suoi clienti, ed ecco il refit di due sue punte di diamante sino ad ora, la Pacific Dawn e la Pacific Jewel: subiranno un restyling che conquisterà, secondo le stime, i passeggeri tra i 30 e i 55 anni, prevalentemente di sesso femminile.

Il nuovo brand “Like No Place on Earth“, i bianchi scafi saranno “spezzati” da una linea di color blu e il nuovo e il nuovo slogan attraverso la poppa: ecco i principali cambiamenti visibili del refit.

E non finisce qui: perchè l’anno prossimo si sta studiando un evento per cui tutte e cinque le navi P & O navigheranno nel porto di Sydney in una spettacolare esibizione che si prevede già attirerà decine di migliaia di spettatori.

2

Come anticipato in alto, l’anno prossimo alla flotta si uniranno la Pacific Eden e la Pacific Aria, che andranno alla scoperta di nuovi itinerari per P&O, tra cui la Thailandia, l’Indonesia, la Malesia e Papua Nuova Guinea, e che si prevede aumentino del 60% in più i passeggeri rispetto ad ora.

Secondo Tammy Marshall, vice presidente senior, la mossa rappresenta il più grande investimento in P & O della storia.

La Marshall è sicura che tra i clienti ci sarà qualche brontolio per la “fine” del vassoio al buffet e relativa coda a bordo delle navi P & O : si sono abituati a colmare i piatti all’inverosimile, è una tradizione ormai (e aggiungerei io nemmeno tanto esclusiva di questa compagnia anzi!!) , ma la nuova generazione di crocieristi è insofferente verso questa abitudine ( aggiungo sempre io meno male!) ed anzi è più interessata al buon cibo, alla sua qualità e a mangiare sano.

7411_726472677388967_9209062261893436824_n

Il nuovo buffet avrà una dispensa a disposizione ed un look decisamente elegante e moderno. La fine delle file e dei vassoi stracarichi!

Così, invece della barra buffet, che sa di mensa scolastica, il buffet “The Pantry” porterà un volto più contemporaneo al pranzo, dando la giusta importanza ad ogni alimento che avrà uno spazio dedicato individuale.

Ci saranno nuovi ristoranti di specialità a bordo, tra cui il “The Dragon Lady”, che servirà cucina asiatica fusion, un ristorante italiano “Angelo”, che prende il nome dal fotografo Angelo Frontoni*, e anche l’Open Kitchen, che disporrà di una scuola di cucina e della sala da pranzo, con un tavolo dello Chef dedicato.

Il “Salt Grill” di Luke Mangan – già su Pacific Jewel, Pacific Pearl e Pacific Dawn – sarà presente anche su Pacific Aria e Pacifico Eden, con un tocco in più, dovuto all’inserimento del “Salt Grill Bar”.

3

Nuova anche la cantina “Cellar Door“, che permetterà non solo di degustare i vini pregiati presenti ma anche di pregustarli per finire di degustarli a cena.

Il turista da crociera australiana è giovane, di buon senso, di classe media e abituato alla vita mondana. Non gradisce affatto il buffet e una cotoletta di pollo. Vuole di più ” sostiene la Marshall….come non essere d’accordo con lei?

Ken Flavell, P&O’s hotel product development director, ha rivelato i nuovi look alla stampa, grazie ad una serie di diapositive.

Niente più buffet – non c’è bisogno di portare il vostro vassoio in giro con voi.

Andrete direttamente nel vostro spazio separato all’interno di quel locale.

Gusterete anche frutti di mare, avrete una vasta scelta di gastronomia, mangerete tranquillamente e poi vi allontanerete, senza file e assaporando cibo di qualità superiore“.

4

Tra le novità i corsi per le degustazione del vino, corsi per la degustazione di whisky, rum, e anche corsi per la degustazione e l’apprezzamento del caffè, tra gli spettacoli nuovi live e Dj sparsi per la nave, per andare incontro alle esigenze della clientela abituata alla “vita mondana” e anche simulatori di auto da corsa.

Nuovi servizi in camera consentiranno ai passeggeri di ordinare qualsiasi cosa, dal cibo alle stuoie per lo yoga: il nuovo servizio garantirà anche un “bel dormire” con una scelta di cuscini a vostra disposizione.

Quindi per ricapitolare: nuovi refit, con la Pacific Dawn che vede già avvicinarsi, a novembre, il bacino di carenaggio; sarà la prima nave a mostrare i cambiamenti, tra cui la nuova “The Waterfront“, una piscina coperta dal sapore di resort, molto elegante e ricca di cabanas e amache.

The Waterfront

 

Pacific Jewel sarà invece la prima nave senza buffet ed entrerà in bacino nel maggio del prossimo anno, e sarà rinnovata in tutte le aree bar.

Un sondaggio tra i clienti australiani di P&O ha dimostrato che una gran parte della clientela è assolutamente entusiasta dei cambiamenti, soprattutto quella fetta già citata che si aggira tra i 30 e i 55 anni, ma attirando anche l’attenzione dei clienti tradizionali: l’amore per il cibo fà diventare queste crociere un’esperienza unica e il fatto di aver eliminato il buffet come è classicamente presentato, ha sicuramente anche eliminato le sue connotazioni di eccesso (ne abbiamo parlato qui).

6

Inoltre, nonostante questo sia il più grande investimento nella storia dell’azienda, la Marshall si è impegnata a garantire che non ci saranno aumenti significativi nel prezzo delle crociere: al limite saranno aggiunte spese supplementari, che quindi ognuno di noi può o meno acquistare.

Non stiamo andando a modificare il prezzo di base, ma vi è la possibilità per il cliente di personalizzare quello che vogliono“.

10702052_726472660722302_8849580013652685584_n

*Angelo Frontoni fu testimone della storia del cinema, della moda e del costume attraverso le tante sue fotografie in cui le donne ritratte rappresentavano sia un sogno proibito che un modello femminile da imitare: ritrasse una giovane e sensuale Virna Lisi, e Anita Ekbergper citarne solo alcune..Il suo primo successo come fotografo risale al 1957, quando riuscì a fotografare Gina Lollobrigida, diventando famoso per la sua caratteristica di ritrarre in bianco e nero le dive del cinema, in seguito si dedicò anche al colore, diventando uno dei fotografi più ricercati a Hollywood.

Questo slideshow richiede JavaScript.

29/09/2014  ore 14.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Annunci

One thought on “La rivoluzione P&O Cruises: nuova livrea, 2 nuove navi e..la fine del buffet!

  1. Pingback: Crociere: cambio di nome e compagnia per Statendam e Ryndam | Crazy Cruises

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...