Napoli: si tirano le somme dopo l’arrivo di Oasis of the Seas – Foto


I circa 15.000 turisti sbarcati ieri a Napoli, 6000 dalla Oasis of the Seas e il resto da altre due navi crociera presenti in porto, ieri sono stati accolti dallo staff del Comune di Napoli e dai membri di associazioni cittadine che hanno offerto fiori e piantine con i percorsi turistici cittadini studiati per le poche ore di permanenza in città.

10703738_10201756626716811_7489891406793570161_n

Una bella boccata d’ossigeno per la città partenopea anche se “molti dei turisti” hanno riferito i cittadini che hanno accolto i turisti “ci chiedono di Sorrento, Capri, Pompei. Non molto del centro di Napoli“.

Questa piccola mancanza d’attenzione è stata notata dal Comune che si dice pronta ad instradare i prossimi crocieristi verso i tesori che la città offre.

Lo ribadisce anche l’assessore al turismo Nino Daniele : “questa grande nave è l’iceberg di un lavoro fatto sui flussi a Napoli. Gli arrivi sono ormai quotidiani, ieri c’erano quattro navi.

Ma la ripresa vera del turismo si vede anche dall’occupazione delle strutture ricettive che da Natale a oggi è sempre maggiore rispetto agli anni precedenti.

Chi viene per poche ore – continua Daniele – di solito resta colpito dalla città e poi ci torna per soggiornare“.

Ciò che appare chiaro è che comunque l’impatto economico del flusso dei crocieristi sia forte: bisognerebbe lavorare anche in questo senso per accettare la nuova sfida che potrebbe portare nuovi posti di lavoro nel comparto.

Nel 2012 – spiega all’ANSA Gianni Rotondo, direttore generale della Royal Caribbean – abbiamo fatto scalo per sei settimane a Genova e l’università cittadina ha calcolato un indotto per la città di tre milioni di euro tra taxi, ristoranti, musei e souvenir“.

10382741_10201756626236799_2419571012142164722_n

 

Certamente tale indotto diviene molto appettibile anche ai negozianti della “Galleria del Mare” al terminal crociere , che tuttavia non nascondono critiche: “Le navi così grandi non usano la passerella e quindi la maggior parte dei crocieristi passa direttamente sul marciapiede del porto senza passare per la galleria di negozi“, spiega uno dei commercianti.

Un altro piccolo problema da risolvere: ma in linea generale l’impatto sulla città risulta positivo.

Una nota, non proprio da sottovalutare soprattuto per chi a Napoli ci vive, ce la fanno presente alcuni dei nostri membri che ieri erano al porto per fotografare i giganti del mare: il traffico è andato letteralmente in tilt, un’altra problematica da cercare di risolvere per il futuro.

Intanto godiamoci le immagini arrivate proprio dai nostri in esplorazione ieri.

Photocredit:Pino Mazia

Foto di copertina: photocredit Meteoweb

Questo slideshow richiede JavaScript.

17/09/2014  ore 15.40

Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...