Costa Concordia: il Giglio ora vuole piattaforme


Il Giglio è ormai da un mese “orfano” della Costa Concordia ma la nave continua a far parlare di sè i gigliesi: accade anche in consiglio comunale dove maggioranza e opposizione sembrano aver trovato un punto d’accordo nella questione delle piattaforme.

0

Mentre un mese fa nessuno le voleva più anzi a gran voce se ne chiedeva la rimozione con un appello alla compagnia di crociera affinchè non se ne dimenticasse, ora i consiglieri insieme al sindaco Sergio Ortelli, chiedono che le sei piattaforme sottomarine che sono state il piedistallo su cui ha ruotato il relitto (tre piccole e tre grandi) non vengano smantellate.

E’ accaduto tutto nella seduta del consiglio comunale che si è tenuta in settimana: la mozione è stata approvata, con un solo astenuto.

«Non ho mai negato il valore della piattaforme — commenta ora il sindaco Ortelli — quale occasione di rilancio turistico, fermo restando e puntualizzando che nella loro gestione non si pongano limitazioni o interdizioni alla balneazione o alle attività diportistiche».

allegati_piattaforma_2_020613_3-660x330

 

Il punto è che ormai le piattaforme si sono integrate con l’ambiente sottomarino e toglierle dalla loro posizione farebbe certamente più danni: tuttavia si chiede che la zona non sia interdetta da divieti o ulteriori intrusioni per la fruizione di quello specchio di mare.

Si potrebbe però creare il rischio di andare contro il parere del ministero dell’Ambiente che non vede di buon occhio la permanenza di malta e acciaio sott’acqua.

images_phocagallery_news_cassoni_concordia050213_piattaforma3_cimolai-635x368

 

Chi invece ne trarrebbe vantaggio potrebbe essere la Costa Crociere che arriverebbe a risparmiare circa 10 milioni per le operazioni di bonifica ancora da iniziare.

Vedremo come evolverà la situazione.

 

24/08/2014  ore 23.00
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...