Concordia: countdown per lo «stripping»


Il presidente dell’Autorità Portuale di Genova, Luigi Merlo, annuncia che lo «stripping» di Costa Concordia potrà iniziare a giorni, tra fine mese e l’inizio di settembre: inizia quindi il countdown per l’avvio dei lavori di smantellamento vero e proprio.

Questi lavori potranno durare anche circa 5 mesi e serviranno a portare la nave all’assetto adeguato per il trasporto all’interno nell’area portuale delle riparazioni, dove il relitto troverà la sua fine e sarà smantellato.

Concordia: in scafo relitto sommozzatori Gos e speleo Vvf

Photocredit: Ansa

L’ “alleggerimento” o stripping, consiste nello smontaggio e rimozione di arredi, pavimenti e suppellettili d’ogni tipo.

Si stima un recupero di 18 mila tonnellate di materiale.

La domanda è a questo punto che fine farà tutto e Pietro D’Alema, direttore generale di Amiu precisa che «Alla discarica di Scarpino non andrà praticamente nulla. Ma siamo a disposizione, con i nostri mezzi, per il trasporto dei materiali».

In realtà la fonte di guadagno di San Giorgio e Saipem di tutta l’operazione sta proprio nel riciclo di legno, metalli, carta e  plastiche.

++ Concordia: trovato un teschio sul relitto ++

 

Alcuni numeri dell’operazione:

  • commessa da 80 milioni di euro, preziosa boccata d’ossigeno per l’occupazione in città
  • 50 le ditte ufficialmente autorizzate dall’Autorità portuale ad operare, comprese quelle in subappalto
  • 800/900 persone che lavoreranno, tra questi 250 tecnici e operai saliranno, a rotazione, ogni giorno sulla nave
  • edili, camalli, artigiani, marittimi,saldatori, carpentieri, operatori ecologici le categorie impiegate
  • decine di marinai che saranno  il “nuovo” equipaggio di ciò che resta della Concordia, addetti anche alla custodia del relitto. Il personale marittimo avrà peraltro il compito di aiutare le maestranze a districarsi nel reticolo di corridoi, ponti, scale e ambienti spesso inagibili o pericolosi.

 

24/08/2014  ore 14.30
Trovi interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...