Schettino: in procura i documenti della lezione – foto


La notizia di Francesco Schettino ospite al seminario universitario all’Università la Sapienza di Roma, è stata una bomba mediatica: ha immediatamente invaso il web, non solo in Italia, ma in tutto il mondo.

Gli sfottò e battute al vetriolo, scandite dagli hashtag #schettino#sapienza , hanno invaso ogni social e le reazioni si son divise tra indignati e commenti ilari.

122004481-8460b62e-4fc7-4651-8760-8ac8133004f5

Il fatto: Francesco Schettino partecipa ad un seminario universitario dedicato alla “Ricostruzione dell’evento critico della Costa Concordia“, e lui è chiamato a discutere su “Gestione del panico“.

A leggerlo sembrerebbe davvero una barzelletta: lui , Capitan Codardo come l’ha appostrofato un famoso avvocato americano che assiste alcune delle vittime del naufragio; Lui che era al salvo su uno scoglio, completamente all’asciutto, mentre ancora a bordo c’erano centinaia di persone che aspettavano con ansia di essere evacuate.

“Schettino che insegna la gestione del panico? E’ come se La Sapienza avesse chiamato Dracula a tenere un corso sull’anemia” ha commentato ironicamente il capo della protezione civile, Franco Gabrielli.

Il fatto risale al mese scorso, e’ accaduto il 5 luglio nell’ateneo romano la Sapienza, ma e’ venuto fuori soltanto in queste ore, con un clamore che non stupisce affatto nessuno.

La procura di Grosseto ha deciso di acquisire tutta la documentazione, audio compreso, della lezione in questione per verificare eventuali dichiarazioni di interesse per il processo in corso.

122004485-54047af5-a5b7-45df-9386-3ad0f5edef4b

Il mio e’ stato un intervento tecnico sulla scorta delle mie conoscenze e della professionalita’ acquisita in tanti anni di servizio” ha spiegato Schettino, attraverso i suoi legali che denunciano una “campagna mediatica volta unicamente a denigrare“.

Non è dunque bastato all’ex Comandante la partecipazione al White Party ad Ischia, altro fatto che ha fortemente indignato l’opinione pubblica..pare infatti che Schettino non riesca a star lontano in qualche modo da iniziative che possono turbare in maniera particolare, le vittime e i parenti delle vittime del naufragio. Lui, tramite i suoi legali, si trincera dietro la campagna denigratoria contro di lui.

Le reazioni dunque non si sono fatte attendere:

  • il ministro dell’Istruzione e dell’Universita’ Stefania Giannini, che chiede rispetto per le famiglie delle vittime del naufragio: si tratta di un “fatto sconcertante“.
  •  “iniziativa autonoma ed indegna di un docente” per il rettore de ‘La Sapienza’ Luigi Frati, condannando “fermamente” un “cosi’ grave episodio“, e annunciando il deferimento al Comitato Etico, “perche’ valuti i profili, anche ai fini disciplinari” del professor Vincenzo Mastronardi, docente di psicopatologia forense, promotore del seminario.
  • “Chiariro’ la vicenda nelle sedi opportune“, replica il Professor Mastronardi
  • l’avvocato Cataldo Calabretta, difensore dell’ex comandante della Concordia precisa: “il comandante si e’ limitato a commentare un video in 3D in cui venivano ricostruiti i momenti successivi al naufragio. Si tratta, pertanto, di un inaccettabile tentativo di screditare Schettino, sottoposto, ormai da tempo, a un indegno linciaggio mediatico“.
  • gli studenti: “e’ un fatto gravissimo – sottolinea l’Unione degli universitari – e l’universita’ deve assumersi la responsabilita’ di quanto accaduto“.

122004485-62774dc7-f641-48e5-86aa-799e647dd44d

Il seminario si è tenuto al Circolo dell’Aeronautica di Roma e il rettore critica ulteriormente la scelta della sede proprio per il coinvolgimento anche dell’Aeronautica. “Il programma – si legge in un comunicato dell’università – accentua la gravità dell’episodio per le sedi (Università e Aeronautica militare), per l’assenza di contradditorio (sarebbe stato interessante la presenza di qualcuno dei passeggeri o di chi ha avuto un parente deceduto), per non esservi stata una doverosa astensione essendovi un procedimento giudiziario penale in corso (con l’aggravante di dare strumentalmente allo Schettino una platea universitaria)“.

Intanto spunta fuori il pdf con il programma della tre giorni alla quale, nell’incontro dell’ultimo giorno, è stato presente Schettino e che riporta chiaramente il logo dell’Università: dunque l’Università sapeva?

Il fatto come detto, è avvenuto il 5 Luglio e solo ora ci si indigna: come mai non si è fermato il corso? C’è un controllo su questi eventi e chi doveva controllare?

ECCO IL LINK AL PDF con il logo dell’Università La Sapienza. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...