Voyager of the Seas: refit multimilionario per la nave destinata all'”Australasia”


La Voyager of the Seas sarà oggetto di un refit di un mese nei cantieri Sembawang Shipyard di Singapore.

L’investimento multimilionario vedrà la più grande nave da crociera in Asia subire un restyling da prua a poppa che la renderà ancora più attraente, con il primo simulatore di surf FlowRider presente a bordo nella regione. Gli ospiti possono cavalcare l’onda perfetta in qualsiasi momento, anche nel bel mezzo dell’oceano.

Caratteristiche salienti del refit di Voyager of the Seas saranno:

FlowRider: non devi mai aspettare le buone condizioni di vento per catturare l’onda perfetta sul FlowRider. Possibilità anche di usufruire di lezioni private, per coloro che vogliono affinare le loro abilità.

Flowrider

Balconi virtuali: camere interne con vista sull’oceano! Balconi virtuali forniranno agli ospiti in alcune cabine interne immagini e suoni del mare in tempo reale, visualizzati su uno schermo da ben 80 pollici, schermo ad alta definizione incorniciato per assomigliare ad un vero e proprio balcone.
Un primo concetto proveniente dalla Classe Quantum, Voyager of the Seas è una delle tre navi nei quali saranno presenti.

virtual-balcony-2

3D Movie Theatre: già un enorme successo su Mariner of the Seas, Royal Caribbean fornisce l’adrenalina e l’azione nel cinema 3D a bordo – tutti gli ospiti devono solo sedersi e prepararsi ad essere incantati con le nuove uscite firmate dalla prestigiosa DreamWorks e altri che prendono vita in 3D! Inoltre, la nave sarà caratterizzata da uno schermo cinematografico all’aperto di 220 piedi quadrati (20.50 metri quadri circa!) in piscina, dove saranno proiettati film e che può essere anche usato per gigantesche sfide ai videogiochi.

Nuove opzioni per la ristorazione

Una vasta gamma di opzioni per la ristorazione verrà aggiunta sulla Voyager of the Seas, comprendente Giovanni’s Table, Chop Grille steakhouse di Royal Caribbean e Izumi Asian Cuisine.

Inoltre, la nave avrà lo Champagne Bar re-concettualizzato nella Royal Caribbean retrò-chic R Bar, che evoca il 1960, completo di arredi di richiamo ai ’60 e cocktail creati da barman esperti.

Ci sarà anche un nuovo Lounge Diamond per gli ospiti del programma a punti Crown & Anchor.

4552237513_a02bbe1c6b_z

Tecnologia

Voyager of the Seas avrà una serie di tecnologie aggiunte, incluso il nuovo digital signage per aiutare gli ospiti a trovare la loro strada sulla nave e per scoprire cosa sta succedendo a bordo; inoltre tutta la nave avrà un servizio Wi-Fi e televisori a schermo piatto in ogni cabina.

La nave da 137.276 tonnellate partirà per l’Australia dopo il suorefit il 25 novembre, con una crociera da 13 notti in partenza da Darwin, per Brisbane e Sydney.

521255-voyager-of-the-seas

Il suo arrivo darà il via alla terza stagione estiva in Australia.

Gli ospiti a bordo di questa crociera di riposizionamento saranno tra i primi al mondo a sperimentare le nuove funzionalità di Voyager of the Seas.

Per il suo ritorno in Asia il prossimo anno, sarà per una crocierà di 14-Notti da Freemantle- Singapore, il 1 ° aprile con scali a Port Hedland, Bangkok (Laem Chabang) Ho Chi Minh City (Phu My), seguita da una panoramica di 10-Notti ,Singapore- Tokyo, il 15 di aprile, con soste a Nha Trang, Hong Kong, Taipei (Keelung) e Nagasaki.

 

06/08/2014  ore 12.50
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Concordia: a vuoto la prima giornata di ricerca, oggi si prosegue


È andata a vuoto la prima giornata di ricerche dell’unico disperso del naufragio della Costa Concordia, Russel Rebello.

20140805_76005_Concordia-ricerche-Rebello---3

«Ma andremo avanti per tutto il mese di agosto»: lo assicura l’Ammiraglio Melone, il comandante della Capitaneria di porto di Genova, al quale il prefetto Franco Gabrielli, responsabile della protezione civile, ha affidato il compito delle ricerche.

Ogni mossa è stata pianificata in ogni dettaglio, anche con presidi medici esterni, perchè purtroppo l’inconveniente è sempre dietro l’angolo e non si tralascia nulla sul fronte sicurezza, con “trappole”in ogni angolo: su questo fronte la maggiore insidia sono le trombe dell’ascensore e le scale.

20140805_76005_Concordia-ricerche-Rebello---5

Ieri mattina si è cominciato presto, prima con una riunione per fare il punto e stabilire come muoversi, e poi con le ricerche vere e proprie, calandosi nel gigante d’acciaio, dove non poche sorprese hanno accolto da subito i sommozzatori, tra tutte le migliaia di anguille che in un ambiente con residui di ogni genere, han trovato la loro “casa” ideale.

image-H140805161916-130

Photocredit: Vigili del Fuoco e il Mattino

La prima squadra ha cominciato intorno a mezzogiorno: mentre i militari della Guardia Costiera, dei Carabinieri e della Guardia di finanza si sono concentrati sui ponti 3 e 4, completamente emersi, i sommozzatori dei Vigili del fuoco di Genova, a cui si sono aggiunti anche esperti del dipartimento di Roma, e i palombari del Gruppo Operativo Subacquei della Marina, hanno compiuto un sopralluogo sui ponti 2 e 1, ancora sommersi, per pianificare le attività di ricerca subacquea in sicurezza. Tutti gli opeartori hanno usato tute di protezione contro i rischi di contaminazione di ogni genere.

20140805_76005_Concordia-ricerche-Rebello---1

Le ricerche vengono condotte scrupolosamente, mappa alla mano e procedendo secondo la procedura studiata nel briefing pre-immersione, studiata apposta per ispezionare ogni spazio.

20140805_76005_Concordia-ricerche-Rebello---2

Ad ogni squadra è assegnata una zona e al termine di ogni ispezione il Capo squadra riferisce l’esito al coordinatore sul posto delle ricerche.

50 sono gli uomini impegnati ogni giorno, divisi in tre o sei squadre.

Le ricerche ieri si sono interrotte intorno alle 17.00 e riprenderanno oggi, sperando in un esito diverso.

06/08/2014  ore 12.10
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Universitari a lezione da Schettino sulla «gestione del controllo del panico»


Pensavate di aver letto tutto sull’ex-comandante Schettino? Ebbene no, lui continua a sorprenderci sempre di più.

Stavolta è chiamato a discutere di «Gestione del controllo del panico» al master in scienze criminologiche organizzato dalla cattedra di psicopatologia forense della facoltà di Medicina a La Sapienza di Roma.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Una lezione che l’ex capitano della Costa Concordia Francesco Schettino, imputato di omicidio colposo plurimo, naufragio e abbandono della nave portata a incagliarsi sulle coste dell’Isola del Giglio, ha tenuto senza batter ciglio.

Lo riferisce QN (Quotidiano Nazionale): «Sono qui perché sono un esperto, ho navigato in tutti i mari del mondo e so cosa comportarsi e come reagire» ha detto il comandante, parlando per quasi due ore proprio “dell’incidente” della Concordia, perchè per lui il naufragio è solo un incidente.

1406555651-schettino

Molti di voi si chiederanno se fosse davvero indispendabile far tenere questa lezione ad un simile personaggio: bisognerebbe chiederlo al Rettore de La Sapienza, anche se il calendario del corso era sicuramente noto e il nome di Schettino compariva nel programma di studi.

 

06/08/2014  ore 11.40
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Nasce un nuovo marchio nel mondo delle crociere: Celestyal Cruises


Louis Cruises  ha annunciato il lancio di un nuovo marchio nel settore delle crociere nel settembre di quest’anno: Celestyal Cruises.

Saranno 2 le navi della flotta Louis Cruises che batteranno i colori del nuovo marchio.

Cristal-01_b

Più specificamente, le due navi in Pireo e Lavrio ( Louis Cristal e Louis Olympia ) saranno marchiati Celestyal Cruises dal 2015.

Louis Cruises continuerà ad operare con le navi da crociera e col noleggio e la loro gestione.

Entro 60 giorni avremo più informazioni sul lancio del brand.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

«Nel settembre 2014 daremo un nome a questa promessa: Celestyal Cruises, da Celestiale, che significa” appartenente alle stelle “e” celeste “o” divino “. Con il rilascio di Celestyal, stiamo ampliando il portafoglio di Louis Cruises che riflette la vera esperienza greca divina che si prova quando si naviga con noi ” ha detto Kyriakos Anastassiadis, CEO di Louis Cruises ” Abbiamo scelto questo nome per onorare i nostri antenati, gli antichi Greci, che erano tra i primi ad utilizzare la navigazione celeste, nel terzo secolo aC, quando i marinai greci utilizzavano per navigare ed orientarsi l’Orsa Minore “.

Louis_Cristal_016_600px

Il nuovo marchio è destinato a far vivere la vera esperienza greca, con le destinazioni classiche come Mykonos nell’Egeo, Patmos, Rodi, Santorini, ma anche con i menù a tema, con un focus sulla cucina greca, sulvino, l’archeologia, la storia e la musica di questo Paese.

 

06/08/2014  ore 11.10
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”