Concordia: a vuoto la prima giornata di ricerca, oggi si prosegue


È andata a vuoto la prima giornata di ricerche dell’unico disperso del naufragio della Costa Concordia, Russel Rebello.

20140805_76005_Concordia-ricerche-Rebello---3

«Ma andremo avanti per tutto il mese di agosto»: lo assicura l’Ammiraglio Melone, il comandante della Capitaneria di porto di Genova, al quale il prefetto Franco Gabrielli, responsabile della protezione civile, ha affidato il compito delle ricerche.

Ogni mossa è stata pianificata in ogni dettaglio, anche con presidi medici esterni, perchè purtroppo l’inconveniente è sempre dietro l’angolo e non si tralascia nulla sul fronte sicurezza, con “trappole”in ogni angolo: su questo fronte la maggiore insidia sono le trombe dell’ascensore e le scale.

20140805_76005_Concordia-ricerche-Rebello---5

Ieri mattina si è cominciato presto, prima con una riunione per fare il punto e stabilire come muoversi, e poi con le ricerche vere e proprie, calandosi nel gigante d’acciaio, dove non poche sorprese hanno accolto da subito i sommozzatori, tra tutte le migliaia di anguille che in un ambiente con residui di ogni genere, han trovato la loro “casa” ideale.

image-H140805161916-130

Photocredit: Vigili del Fuoco e il Mattino

La prima squadra ha cominciato intorno a mezzogiorno: mentre i militari della Guardia Costiera, dei Carabinieri e della Guardia di finanza si sono concentrati sui ponti 3 e 4, completamente emersi, i sommozzatori dei Vigili del fuoco di Genova, a cui si sono aggiunti anche esperti del dipartimento di Roma, e i palombari del Gruppo Operativo Subacquei della Marina, hanno compiuto un sopralluogo sui ponti 2 e 1, ancora sommersi, per pianificare le attività di ricerca subacquea in sicurezza. Tutti gli opeartori hanno usato tute di protezione contro i rischi di contaminazione di ogni genere.

20140805_76005_Concordia-ricerche-Rebello---1

Le ricerche vengono condotte scrupolosamente, mappa alla mano e procedendo secondo la procedura studiata nel briefing pre-immersione, studiata apposta per ispezionare ogni spazio.

20140805_76005_Concordia-ricerche-Rebello---2

Ad ogni squadra è assegnata una zona e al termine di ogni ispezione il Capo squadra riferisce l’esito al coordinatore sul posto delle ricerche.

50 sono gli uomini impegnati ogni giorno, divisi in tre o sei squadre.

Le ricerche ieri si sono interrotte intorno alle 17.00 e riprenderanno oggi, sperando in un esito diverso.

06/08/2014  ore 12.10
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...