Norwegian Cruise Line: eletta ”Compagnia di Crociera Leader in Europa” per il settimo anno consecutivo


Si sono tenuti il 2 agosto 2014 ad Atene, in Grecia, i premi annuali destinati alle compagnie capaci di offrire ai propri clienti una straordinaria esperienza di viaggio , votati dagli agenti di viaggio e dai viaggiatori di tutto il mondo.

10530893_689459401142968_7606901608777621078_n

Norwegian Cruise Line ha ricevuto per il settimo anno consecutivo il riconoscimento come ”Compagnia di Crociera Leader in Europa” .

La compagnia impiegherà la sua più grande nave attualmente, la Norwegian Epic, a partire dalla prossima estate, per tutto l’anno, in Europa.

Ricevere questo premio per il settimo anno di fila, è la testimonianza dell’esperienza unica che Norwegian è in grado di offrire e dell’ampia varietà di interessanti itinerari proposti” ha dichiarato Kevin Sheehan, Chief Executive Officer di Norwegian Cruise Line “Questo premio mostra quanto i professionisti del settore e i viaggiatori apprezzino la nostra esperienza di crociera di livello mondiale e siamo molto orgogliosi di essere stati eletti, ancora una volta, Compagnia di Crociere Leader in Europa”.

VibeWhirlpool_hi

Le crociere in Europa di Norwegian offrono agli ospiti l’opportunità di visitare i più bei luoghi in Europa, con la comodità di disfare le valigie una sola volta.

Ecco le navi della flotta che navigano nel Mediterraneo e i loro attuali itinerari:

  • Norwegian Jade : impegnata in itinerari di 7 notti nelle Isole greche e in crociere di 7 notti tra Adriatico, Grecia e Turchia, con partenze da Venezia.

Nel corso della prossima stagione invernale 2014/15, la nave offrirà un itinerario di 10 notti nel Mediterraneo orientale e un altro di 11 notti nel Mediterraneo occidentale da Civitavecchia (Roma).

  • Norwegian Spirit: offre crociere di 12 notti nel Grande Mediterraneo tra Barcellona e Venezia e nel corso della stagione invernale sarà impegnata in crociere di 10 notti nelle Isole Canarie e in Marocco da Barcellona.
  • Norwegian Star : dal 22 settembre 2014, darà il via al celebre itinerario di 14 notti tra Norvegia,Islanda, e Isole Fær Øer, con tappe a Bergen e Ålesund, Norvegia; Lerwick, Isole Shetland; Tórshavn, Isole Fær Øer; Reykjavik, Islanda; Greenock (Glasgow), Scozia e Dublino, Irlanda.

VibeWhirlpool1_hi

Attualmente la Norwegian Star opera nelle Capitali Baltiche con crociere di 9 notti in partenza da Copenhagen.

  • Norwegian Epic :  impegnata nel Mediterraneo occidentale fino al 19 ottobre,tornerà in Europa la prossima primavera, per tutto l’anno, iniziando con crociere di 7 notti nel Mediterraneo occidentale in partenza da Barcellona e da Roma (Civitavecchia), a partire dal 3 maggio 2015.

L’itinerario comprende cinque interessanti scali in tre diversi paesi: Italia, Spagna e Francia e include una fermata nell’affascinante porto di Cannes.

Info su www.it.ncl.eu.

 

06/08/2014  ore 22.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

 

Concordia: trovate ossa e un teschio


Il ponte 3 della Concordi ha restituito oggi delle ossa ed un teschio.

Si pensa possano appartenere a Russel Rebello, l’ultimo disperso, ma non è dato per certo.

20140805_76005_Concordia-ricerche-Rebello---2

Il magistrato di turno della procura di Genova Federico Manotti è stato informato dai vigili del fuoco: lo stesso ha disposto il sequestro dei resti per individuare il dna e stabilire a chi appartiene.

Il problema è che non si è certi che i resti siano sicuramente di Russel: infatti nella stessa zona fu trovato un cadavere mutilato di un’altra vittima, Maria Grazia Trecarichi.

Per questo motivo le autorità hanno informato i familiari di entrambi.

20140805_76005_Concordia-ricerche-Rebello---1

Le squadre impegnate nelle ricerche di Rebello si erano concentrate nel ponte 3 dove era più probabile si trovasse Rebello, ma ancora ieri le ricerche son risultate negative.

Le ossa sono state ritrovate sul ponte 3, in una zona dove mesi fa, durante le ricerche sul relitto al Giglio, venne recuperato il cadavere della signora: le conservava il locale lavaggio stoviglie.

Servirà dunque l’esame del dna per stabilire a chi attribuire quei poveri resti, sebbene si sia quasi certi che possano appartenere alla signora Trecarichi, che venne trovata decapitata e senza una mano.

I resti saranno trasferiti a Medicina legale dove si procederà con le analisi di rito.

 

06/08/2014  ore 21.34
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Frati: Schettino iniziativa autonoma e indegna – comunicato stampa integrale


In merito alla notizia comparsa oggi sulla stampa che il sig. Francesco Schettino – attualmente a giudizio presso il Tribunale di Grosseto per il grave disastro della Costa Concordia nel quale sono decedute 32 persone – è intervenuto in un seminario all’interno del Master in Scienze criminologico-forensi “Dalla scena del crimine al profiling”, la Sapienza indignata per il fatto prende le distanze dall’iniziativa del Direttore del Master prof. Mastronardi.

122004481-8460b62e-4fc7-4651-8760-8ac8133004f5

 

Tutti ricordano il dialogo da Livorno tra il Comandante dell’area-Tirreno e lo Schettino, con l’ordine perentorio di ritornare sulla nave, che nel mezzo del disastro era stata abbandonata dallo Schettino con i passeggeri in grave pericolo.

Basterebbe questo per bollare l’iniziativa del direttore del Master prof. Mastronardi come deviante rispetto alle finalità di un qualsiasi evento accademico.

Alle patetiche scuse del Prof. Mastronardi, immediatamente chiamato telefonicamente dal rettore,  fa riscontro il programma, ora acquisito, di “Sabato 5 luglio 2014, Circolo Aeronautica, Casa dell’Aviatore, … ore 11.00-12.30 – Ricostruzione dell’evento critico della Costa Concordia con l’aiuto della grafica in 3D… commenterà il COMANDANTE FRANCESCO SCHETTINO”.

122004988-f95751c6-44b5-4fc2-ba20-42e7f2bc015e

Proprio il programma accentua la gravità dell’episodio per le sedi (Università e Aeronautica militare), per l’assenza di contradditorio (sarebbe stato interessante la presenza di qualcuno dei passeggeri o di chi ha avuto un parente deceduto), per non esservi stata una doverosa astensione essendovi un procedimento giudiziario penale in corso (con l’aggravante di dare strumentalmente allo Schettino una platea universitaria).

La libertà accademica di cui godono i docenti universitari per dettato costituzionale impone anche di essere responsabili, proprio perché si è in una comunità educante.

La Sapienza prende le distanze dal così grave episodio, lo condanna fermamente, e deferisce immediatamente il prof. Mastronardi al Comitato Etico, perché ne valuti i profili, anche ai fini disciplinari.

Fonte: comunicato stampa da UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE SAPIENZA Università di Roma

06/07/2014  ore 21.00

 

Schettino: bufera sull’ateneo romano, deferito il docente che l’ha invitato. I difensori “linciaggio mediatico”


Polemiche e sdegno per un seminario che il comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino, ha tenuto  in un’aula universitaria di Roma lo scorso 5 luglio.

Secondo quanto riporta il quotidiano La Nazione,  è successo al termine di un master in scienze criminologiche organizzato dalla cattedra di psicopatologia forense della facoltà di Medicina dell’università La Sapienza.

122004481-8460b62e-4fc7-4651-8760-8ac8133004f5

Furioso il rettore dell’ateneo Luigi Frati, che oltre a prendere le distanze da “un’iniziativa autonoma e indegna assunta da un docente” deferisce al Comitato etico Vincenzo Mastronardi, il professore che aveva invitato l’ex ufficiale.

Mastronardi però replica: “Basta polemiche, chiarirò tutto. Incontrerò presto il rettore dell’Università Sapienza per spiegare ogni singolo passaggio di questa vicenda. Quell’incontro non è stato fatto nel contesto universitario della Sapienza né di altre università – tiene a ribadire il criminologo – era un evento riservato ad esperti. Una mia iniziativa collaterale e non un master“.

122004485-54047af5-a5b7-45df-9386-3ad0f5edef4b

Fatto sconcertante“, commenta il ministro dell’Università Stefania Giannini.  “L’autonomia universitaria – aggiunge in una nota – non puo’ essere declinata in spregio alle famiglie delle vittime della tragedia della Concordia che rappresenta ancora una ferita aperta per questo Paese“. “Non si puo’ certo pensare – continua il ministro – di rendere più attrattivi Master e seminari sfruttando l’onda mediatica perchè si tratta di un atteggiamento che non fa onore alla nostra Accademia. Le nostre Università devono continuare a essere luoghi in cui si trasmettono il sapere, la dottrina e il metodo e non dove si produce spettacolarizzazione“.
In una lezione di circa due ore, Schettino ha ricostruito il disastro del Giglio – costato la vita a  32 persone –  e raccontato agli studenti universitari aneddoti tratti dalla sua esperienza di comandante di navi, soffermandosi in particolare sulla gestione di situazioni di panico e di crisi. Schettino ha anche ricevuto un diploma dall’ateneo.

122004485-62774dc7-f641-48e5-86aa-799e647dd44d

Sono stato invitato come esperto e ho illustrato agli studenti la gestione del controllo del panico – ha spiegato lo stesso Schettino indagato per omicidio plurimo colposo, abbandono di incapace e abbandono di nave assieme ad altri ufficiali  – So come ci si comporta in casi del genere, come bisogna reagire quando ci sono equipaggi di etnie diverse“.

Tra l’altro “ci sono studi accademici comparativi che mettono a confronto il disastro della Concordia con altre tragedie simili, anche con l’attentato alle Torri Gemelle“.

Sulla vicenda interviene anche il legale di Schettino, Cataldo Calabretta. “Il comandante non è stato chiamato a tenere, nè ha tenuto alcuna lectio magistralis presso l’università La Sapienza di Roma, nè in altra sede universitaria – dice il legale – Nell’ambito di un’iniziativa riservata ad esperti del settore, si è limitato a commentare un video in 3D in cui venivano ricostruiti i momenti successivi al naufragio della nave Costa Concordia (dall’urto all’ammaino delle scialuppe)“.

122004988-f95751c6-44b5-4fc2-ba20-42e7f2bc015e

 

Per il legale “si tratta, pertanto, di un inaccettabile tentativo di screditare Schettino, sottoposto, ormai da tempo, a un indegno linciaggio mediatico portato avanti, come in questa occasione, attraverso la diffusione di notizie niente affatto corrispondenti alla verità“.

Eugenio Gaidio, preside della facoltà di Medicina e Farmacia della Sapienza, prende le distanze dalla lectio magistralis di Schettino precisando di “non essere stato a conoscenza della questione ma, alla luce di quanto riporta la stampa, posso dire che l’iniziativa mi sembra quanto meno inopportuna“.

142632151-82775799-5edd-404a-9d9f-fde0d6dd45d2

Le reazioni:Se quanto riporta stamani il quotidiano La Nazione, circa la ‘Lectio magistralis’ del comandante della Costa Concordia Francesco Schettino in un’aula universitaria a Roma, risultasse vero sarebbe una vera indecenza. Tutti ricordano le dure e  ripetute esortazioni del comandate della capitaneria di Livorno Gregorio De Falco che disperatamente chiedeva a Schettino il ritorno a bordo della nave per fare il suo dovere di comandante, negli attimi in cui affondava la Costa Concordia“.

142632164-24cfed49-8621-4eb9-bbbf-97564f250cfb

E’ quanto dichiarato in una nota dal consigliere del Pd Dario Nanni presidente della commissione consiliare lavori pubblici del comune di Roma. I senatori del Ncd, Antonio Gentile, Giovanni Bilardi, Guido Viceconte, Piero Aiello Ulisse Di Giacomo invocano l’intervento del ministro Giannini e l’annullamento del master

 

Fonte e Photocredit: roma.repubblica.it

 

06/08/2014  ore 16.40

Si rovescia nave da carico sul Reno dopo collissione con nave fluviale


Il “Merlin” , gru nave da 52 metri dotata di un escavatore, che trasportava ghiaia, alle 8,20 di lunedì ha perso il controllo e si è rovesciata. Il capitano e tre marinai sono stati salvati dai vigili del fuoco e dalle barche della polizia.

104774-dPTGGYVmxZyk_kAdbC_JmA

La nave cabina passeggeri “Olympia” navigava verso Breisach, in Germania, e ha incontrato durante le manovre con il suo fianco la prua della nave ghiaia. Entrambe le navi lentamente si sono spinte verso la banchina e hanno colpito la nave cabina passeggeri “Lafayette” , colpita a prua.

Gli scafi delle due navi hanno resistito all’impatto; tuttavia i 50 passeggeri dell’ “Olympia” e i 100 della “Lafayette” e gli equipaggi, hanno dovuto, per motivi di sicurezza, vestire i giubbotti di salvataggio e scendere a terra, dove hanno aspettato sotto il caldo sole estivo l’esito dei controlli.

104774-o2V7lM7zwtU5WcrzHaOR4A

Tre ore più tardi, è stato consentito a tutti di rientrare a bordo. Le navi sono state poi testate, dimostrando la loro capacità di navigare senza problemi. Se e come proseguire il loro viaggio, era la domanda che è circolata da subito. Un portavoce della società responsabile FleetPro ha riferito, dietro domanda apposita, che si poteva tranquillamente imbarcare e partire.

Perché il carico di ghiaia col “Merlin” sia andato fuori controllo, secondo la polizia non è ancora chiaro; l’inchiesta prosegue.

104774-rLbM4kjSFj97KfHJwbviWw

 

Il livello del Reno a  Basilea Lunedi mattina era di circa 7.40 metri di altezza, un livello non insolito. E’ presumibile che la scia di una nave di passaggio abbia destabilizzato la “Merlin”.

Poichè dalla nave-ghiaia è fuoriuscito del diesel, è stato lanciato l’allarme inquinamento per la ripulitura, ma ancora non si conoscono i livelli rilasciati.

141772_1

L’ MS “Olympia”  è stato costruito nel 1984 e propone crociere sotto la bandiera svizzera: 89 metri di lunghezza fino a 96 passeggeri, è un battello fluviale a tre stelle.

Il “Lafayette” è invece lungo 90 metri e può trasportare 84 passeggeri, di nuovissima costruzione, è la nuova ammiraglia di una compagnia di crociere fluviale francese, la CroisiEurope.

744959_m3w580h340q75v41222_20140804161835942 1954457_pic_970x641300 1954605_pic_970x641 20140804-082318 capsized cargo boat Merlin lies secured on the Rhein border

Fonte: luzernerzeitung.ch

06/08/2014  ore 13.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”