Concordia: sopralluogo per le ricerche di Russel Rebello


Erano da poco passate le 10,30  quando i sommozzatori di carabinieri e vigili del fuoco, hanno iniziato il sopralluogo sul relitto della Concordia: detto sopralluogo è propedeutico alla ricerca del corpo di Russel Rebello, l’ultima vittima del naufragio della Concordia.

Si cercano innanzitutto i varchi che possano consentire di entrare nel relitto a partire dai ponti 3 e 4: una volta individuati e soprattutto messi in sicurezza, si potrà dare l’avvio alla ricerca; le operazioni sono coordinate dalla Capitaneria di porto.

esp-russell-rebello-costa-concordia

 

Le ricerche invece sono coordinate dal comandante provinciale dei vigili del fuoco Raffaele Ruggiero, che spiega che si svolgeranno in due fasi. La prima durerà 15 giorni, e si concentrerà sui ponti 3 e 4, prima immersi e ora riaffiorati.

Si pensa infatti di riuscire a trovare il corpo al ponte 3, non distante dal punto dove è stata trovata l’ultima dispersa.

In caso di ricerca infruttuosa al ponte 3, si dovrebbe procedere ad esplorare, con l’ausilio dei sommozzatori, il ponte 2 che risulta però ancora sommerso, ed in questo caso le operazioni dovrebbero coordinarsi con quelle di smantellamento della nave.

«Il nostro obiettivo è quello di intervenire dove non è stata fatta l’ispezione – ha detto l’ammiraglio Melone al termine della riunione –  Fatto il sopralluogo ci incontreremo di nuovo per fare un piano di intervento specifico».

diver620_2115046b

Le squadre che parteciperanno alle ricerche dentro il relitto saranno:

  • vigili del fuoco, con il loro nucleo Saf (Speleo alpino fluviale), in grado di operare in scenari critici
  • nuclei sommozzatori della Guardia Costiera*
  • nucleo sommozzatori dei Carabinieri*
  • nucleo sommozzatori della Guardia di Finanza*
  • gruppo operativo subacquei del Comsubin della Marina militare.

*questi ultimi tre hanno operato al Giglio per la ricerca dei corpi dentro la nave inclinata in mare

30/07/2014  ore 12.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...