MSC Crociere: multa da 250mila€ dall’Antitrust per pratiche commerciali scorrette


L’Antitrust ha comminato una sanzione da 250mila euro a Msc Crociere per pratiche commerciali scorrette.

Lo si legge nel bollettino settimanale dell’Autorita’ in cui si spiega che, “almeno a partire dall’agosto 2010“, Msc, “in particolare, tramite i siti internet http://www.msccrociere.it e http://www.crocierissime.it, nonche’ tramite il catalogo estate-autunno 2012, ha promosso in maniera ingannevole i prezzi delle proprie crociere omettendo di fornire ai consumatori, sin dal primo contatto e in violazione del principio di trasparenza tariffaria, le informazioni inerenti ad alcune voci di costo obbligatorie conoscibili ex ante e ad una voce di costo comunque suscettibile di essere ricompresa nel prezzo finale praticato” nonche’ “ha anche omesso di fornire ai consumatori una serie di informazioni di carattere sostanziale sui diritti contrattuali esercitabili nella fase successiva all’acquisto, quali il diritto di recesso e di rimborso, nonche’ su altri elementi non di prezzo“.

La pratica commerciale scorretta era stata accertata dall’Autorita’ con una delibera nel 2013 a cui ne e’ seguita un’altra a febbraio 2014 in cui l’Antitrust contestava a Msc di non aver ottemperato alla delibera precedente, “limitatamente alla parte relativa alle significative carenze informative sul prezzo dei servizi offerti ai consumatori, non solo mediante il sito internet http://www.msccrociere.it, ma anche mediante uno spot televisivo e una campagna pubblicitaria a mezzo stampa“.

Ora tutto il procedimento e’ giunto al termine con la decisione di sanzionare la societa’.

 

28/07/2014  ore 21.50
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Costa Concordia: Kevin Rebello «Vorrei riportare Russel a Mumbai»


«Vorrei con tutto il mio cuore che si avvera il tuo desiderio. Ti sono vicino, Francesco S».

Ecco il testo, incluso grossolano errore grammaticale, del messaggio che Francesco Schettino ha inviato al fratello dell’unico disperso della tragedia del Costa Concordia, Russel Rebello: un messaggio che di certo Kevin non si aspettava, ma che sono arrivate nel pomeriggio di venerdì sul suo telefonino.

«Quando ho visto il messaggio sono rimasto sorpreso – conferma – non avrei mai pensato di scrivergli e invece l’ha fatto lui. Gli ho risposto tre giorni dopo con un semplice “grazie”. Mi ha fatto piacere ricevere quel pensiero, l’augurio che tutto vada a buon fine».

Russel-Rebello-2279386

 

«Su Schettino è stato scritto molto, soprattutto da quando sono apparse le sue foto durante una festa a Ischia. Ma io non ce l’ho con lui – spiega con la voce lieve – C’è un processo in corso, i giudici evidentemente non hanno ancora le prove necessarie per stabilire le responsabilità. Quindi per me rimane un uomo libero, può fare quel che vuole. Soprattutto della sua vita privata».

Parole che da tutti ti potresti aspettare ma non dal fratello di una delle persone che nella notte della tragedia ha visto fermare la sua vita: l’ennesima dimostrazione di civiltà che questo ragazzo ha dimostrato nei confronti sia di Schettino ma anche di tutti gli “attori” di questa vicenda.

Kevin, mentre è intervistato dall’inviato del Secolo XIX, osserva Nick Sloane, il salvage master della Concordia, che in quel momento ha appena toccato terra. «Siamo rimasti in contatto continuamente via sms, Nick mi scriveva dalla plancia, sono felice che sia andato tutto bene – sospira – ora aspetto solo che comincino le ricerche».

Kevin ora aspetta solo di ricevere il corpo del fratello ed è grato che la nave sia rimasta in Italia e non sia andata in Turchia.

esp-russell-rebello-costa-concordia

«Sono così contento che la Concordia sia rimasta in Italia, temevo che venisse smantellata in Turchia o in chissà quale altro porto. Non ci sarebbe mai stata l’umanità che ho visto qui, nelle ricerche dei dispersi», afferma «Tutto quello che vorrei è portarlo a Mumbai, la città dove è nato e dove vivono i nostri genitori. Loro non sono mai venuti in Italia».

Probabilmente non sarà una cosa che avverrà in tempi brevi.

 

28/07/2014  ore 20.16
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Costa Concordia: Schettino “Il recupero della Concordia prova la correttezza della mia manovra”


In un comunicato diffuso questa mattina l’ex comandante della nave appena giunta a Genova sottolinea la bontà del suo operato.

Il fatto che relitto della Concordia abbia raggiunto Genova e l’operazione sia stata portata a termine con successo non fa altro che rafforzare “la mia convinzione di aver compiuto la giusta decisione, nel lasciarla adagiare sul basso fondale anziché correre il rischio che potesse inabissarsi“.

Concordia lascia Isola del Giglio: già percorse 50 miglia

Sono le parole dell’ex comandante Francesco Schettino, al governo della nave la notte del naufragio, il 13 gennaio 2012, che ha provocato 32 vittime.

«L’inaspettato e repentino abbattimento su di un lato della nave, congiuntamente alle concause verificatesi, queste ultime tuttora in corso di accertamento processuale – ha aggiunto Schettino nel comunicato diffuso questa mattina- hanno purtroppo contribuito alla dolorosa perdita di vite umane .

Questo evento luttuoso nel dolore unisce coloro che sono stati direttamente toccati negli affetti più cari.

Che sia ora la mano dell’uomo a demolirla farà in modo che la Concordia riviva in altre forme e questa consapevolezza allevia ferite che difficilmente possono essere comprese da chi non è addetto ai lavori».

Immagine

«Durante il trasferimento – conclude la nota – non ho mai avuto dubbi in merito al buon esito dell’operazione e rivedere la Concordia in porto credo possa essere ragione di riflessione in merito alle scelte compiute, dopo l’urto con il basso fondale delle Scole».

Già nei giorni dei preparativi per la partenza del relitto dall’isola del Giglio l’uomo aveva avuto modo di far parlare di sé attraverso scatti fotografici che lo ritraevano sorridente e festante a un party in villa a Ischia.

28/07/2014  ore 19.40
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Bacardi Cruise: i finalisti del concorso


I sei finalisti del Concorso Cruise Bacardi si batteranno nella finalissima a Miami, il 5 settembre, a lottare per il titolo di Bartender dell’anno al Concorso Bartender of the Year Bacardi Cruise del 2014, creato 9 anni fa per mostrare le competenze e la creatività dei baristi a bordo.

Quest’anno i concorrenti sono stati invitati a concentrarsi sul ‘Cocktail Inspired‘ utilizzando la loro esperienza e il loro mestiere dal mondo dei viaggi, in crociere e traghetti, per creare le proprie ricette di cocktail su misura.

I sei finalisti arrivano da una rosa di 25 semifinalisti e hanno vinto la semifinale affrontando 5 singole ricette, scelte dai giudici Bacardi, oltre alla ricetta finale, denominata People’s Choice, scelta dai crocieristi.

finalists

 

Photocredit: cruiseindustrynews

Eccovi i nomi dei finalisti:

– Allan Garcia – Norwegian Sky, Norwegian Cruise Lines

Superior Cocktail Breeze
con BACARDI Superior, ST GERMAIN, birra, zenzero e succo d’arancia fresco

– Joeped Garrido –  Norwegian Getaway, Norwegian Cruise Lines
Verde Natura Cocktail
con Grey Goose vodka infuso di erba limone, liquore di sambuco, succo di mirtilli, tè verde cubetti di ghiaccio infuso, limone e succo di cetriolo

– Liisi Kutt da M / S Victoria I, Tallink Silja Line
Summer Fairy Cocktail
con BACARDI Melone, MARTINI Prosecco, succo di mela, succo di lime, sciroppo semplice e fiori di geranio

– Ioana Luncean – Carnival Sunshine, Carnival Cruise Lines
Breath of Fresh Air Cocktail
con Bacardi Superior, succo di limone, sciroppo di lemongrass, Schiuma ST.  GERMAIN

– Vera Restarovic – Carnival Conquest, Carnival Cruise Lines
Black Sunrise – vincitore del voto popolare 
con Bacardi Razz, frutto della passione, ananas e succo di lime, sprite e more fresche

La Giuria Bacardi ha giudicato i concorrenti e le loro ricette in base all’ innovazione, la creatività, l’ispirazione e la maestria , il gusto e l’aroma, l’uso creativo di ingredienti Bacardi, l’originalità del nome, l’appeal e la presentazione.

Zachary Sulkes, Regional manager Bacardi Travel Retail Americas ha commentato “La Bacardi Cruise Competition è in ultima analisi progettata per aiutare a riconoscere ed apprezzare l’importanza del mestiere del barista di bordo, elevando gli standard di cocktail making e l’esperienza degli ospiti. La gara del 2014 sta dimostrando di essere una gara emozionante con una fantastica qualità. Invitiamo i baristi a raccontare la storia dietro la loro ispirazione – che riteniamo siano il contesto fondamentale per valutare la qualità e le competenze tecniche- ed è così che abbiamo scelto i nostri finalisti “.

 

28/07/2014  ore 17.10
 “Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Costa Concordia: firmato il passaggio di proprietà


Alle 15.40 di ieri pomeriggio è stato firmato l’atto notarile che sancisce il trasferimento della proprietà della Concordia da Costa Crociere al raggruppamento Saipem/San Giorgio del Porto.

Notarial deed establishing the transfer of ownership of the Concordia_July 27

 

L’atto prevede che la vendita sia effettuata allo scopo specifico della demolizione e del riciclo secondo gli accordi e le prescrizioni concordate con le autorità e principalmente con il ministero dell’Ambiente.

 

28/07/2014  ore 16.00

“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”