Costa Concordia è entrata nel porto di Pra’-Voltri- LIVE


La Concordia è arrivata a Genova, il suo luogo di nascita: è come tornata a casa tra l’abbraccio di tante persone che hanno passato tutta la notte ad attendere le manovre d’entrata in porto, che sono appena iniziate e che richiederanno ore per essere completate (la diretta video qui ).

L’attracco è previsto entro le 16: operazioni a luce piena, ha chiesto Gabrielli.

Dall’isola del Giglio, dove naufragò il 13 gennaio 2012 in un incidente che costò la vita a 32 persone, la Costa Concordia ha percorso 180 miglia.

L’ultimo viaggio l’ha condotta a Genova, dove Fincantieri l’ha creata.

L’imbarcazione sarà smantellata, ridotta a “fette” che saranno caricate e portate via dai camion. Probabilmente ci vorranno 22 mesi per fare a pezzi una nave lunga 290,2 metri, larga 38 metri e con 13 ponti passeggeri.

Immagine

Dopo 900 giorni di attesa il gigante diventato famoso per l’inchino verrà riciclato. L’acciaio verrà venduto, gli arredi andranno distrutti.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi sarà a Genova Voltri per il completamento delle operazioni di rientro al porto di Genova. Non si ancora l’orario preciso, ma il suo arrivo è confermato. Si ipotizza che atterrerà all’aeroporto Cristoforo Colombo nel primo pomeriggio, in tempo per assistere all’attracco, che avverrà intorno alle 16.

Il porto intanto è blindato, le misure di sicurezza sono già operative lungo tutte le strade e autostrade che portano al capoluogo ligure.

Una volta arrivato, dopo il completamento delle operazioni, Renzi dovrebbe partecipare alla conferenza stampa finale che chiuderà il più grande progetto di recupero navale della storia.

 

Gli aggiornamenti in tempo reale*

image-H140727124738-U1308156686776IC--499x285@IlSecoloXIXWEB

  •  Ore 20.01  Cominciano domani le operazioni propedeutiche allo smantellamento della Concordia.

La Capitaneria di porto si occuperà della sistemazione delle panne della Concordia in profondità per evitare eventuali sversamenti.

Si dovranno poi realizzare i collegamenti con la banchina con passerelle pedonali a quelle più ampie per i materiali.

Domani si inizierà inoltre a valutare, con una serie di riunioni, come procedere per le ricerche del corpo del disperso Russel Rebello.

I vigili del fuoco e i sommozzatori indicheranno le zone in cui sono state già effettuate le ricerche per fare una ricognizione mirata.

  • Ore 19.53 «La situazione sulla Concordia è stata sempre sotto controllo e a conferma del fatto che c’era una certa serenità perché tutto procedeva secondo le previsioni un giorno Nick Sloane si è anche concesso due tiri a golf».

A rivelarlo il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli dopo la fine delle operazioni.

Sloane ha confermato: «È vero ho fatto però solo due colpi».

  • Ore 19 Si segnalano code e forti rallentamenti al traffico sull’Aurelia tra Voltri e Sestri Ponente, a causa dei curiosi che hanno preso d’assalto i punti panoramici per ammirare la Costa Concordia. Traffico regolare in autostrada.
  • Ore 18.20 «Adesso me ne andrò a casa a stare con la mia famiglia. Ho le ultime pratiche da sbrigare qui, ma poi tornerò a casa».

Lo ha detto Nick Sloane, il salvage master della Concordia, rispondendo ai giornalisti che gli domandavano se avesse altri progetti in cantiere.

  • Ore 18.06 «Ringrazio tutti e in particolare il mio nuovo amico Nick Sloane e per lui ricordo una frase del suo connazionale Nelson Mandela che diceva `Un’impresa sembra essere impossibile ma poi si arriva a realizzarla».

Lo ha detto l’ammiraglio Tortora al termine del suo intervento in conferenza stampa

  • Ore 17.51 «Al di là della soddisfazione perché si è realizzata nel migliore dei modi un’operazione complessa come il trasferimento del relitto della Costa Concordia dall’isola del Giglio a Genova. In questa giornata non è mai venuto meno il senso profondo della tragedia che è all’origine della vicenda».

Così il sindaco di Genova, Marco Doria, nel giorno del ritorno in Liguria del relitto.

  • Ore 17.47  Giungono alcuni particolari sul viaggio dal Giglio.

L’ingegner Porcellacchia di Costa dice che «stava procedendo tutto così bene che rischiavamo di sbagliare i piani di navigazione, avevamo detto che servivano quattro giorni e rischiavamo di arrivare in tre. Ho chiamato Sloane e gli ho detto di rallentare».

  • Ore 17.40 «Sono particolarmente orgoglioso di avere partecipato a quest’operazione. Il modo in cui è stata condotta l’ha riempita di significati che sono andati oltre all’azione che abbiamo realizzato. La sensazione che ce la potevamo fare, la salvaguardia dell’ambiente, tutto questo mi rende orgoglioso di esserci stato».

Lo ha detto Sergio Girotto, project manager di Micoperi, nella conferenza stampa.

  •  Ore 17.30 «Ho sempre creduto in questo progetto, ho sempre avuto la convinzione che questo progetto sarebbe andato in porto. La certezza l’ho avuta quando abbiamo istallato due galleggianti a prora. Quello è stato il momento in cui è stato realizzato qualcosa di complicato, ma che ci ha dato la consapevolezza del successo». Lo ha detto Franco Porcellacchia.
  • Ore 17.10 «È bello essere arrivati qui, è bello aver terminato il lavoro».

Lo ha detto il sudafricano Nick Sloane il salvage master di Concordia.

In corso la conferenza stampa dopo la conclusione dell’ormeggio.

BtiWGsxIMAEHp-m

Ore 16.50 Franco Gabrielli ringrazia l’ammiraglio Tortora: «Sono molto legato all’ammiraglio Tortora perché io, normalmente mi definisco un povero zappatore del diritto, avendo poche conoscenze tecniche. Tortora mi ha preso per mano e mi ha fatto comprendere fin dall’inizio che stavamo sul pezzo giusto, che avevamo a che fare con gente seria, che il progetto c’era. Anche quando era nelle prime fasi e doveva essere ingegnerizzato».

Gabrielli ha anche sottolineato come in tanti pensavano che l’agire della protezione civile non andasse incontro agli interessi della collettività.

  • Ore 16.47  Nick Sloane è sceso dalla nave. «Lo sa che è entrato nella storia?» gli hanno chiesto i cronisti.
    Lui non ha risposto e ha riabbracciato la famiglia.
    Solo un breve commento: «È andato tutto bene. Sono molto contento».
  • Ore 16.45 – I tecnici stanno posizionando le panne antinquinamento di profondità attorno al relitto, concludendo così tutte le operazioni necessarie alla permanenza della Costa Concordia lungo la Foranea del porto di Voltri-Pra’.
  • Ore 16.43 – Concluso l’ormeggio della Concordia.

700_dettaglio2_La-concordia-conclude-il-suo-viaggio--nel-porto-di-Genova-Reuters

  • Ore 16.20 «È importante ricordare le vittime di questa tragedia ma dobbiamo anche sottolineare il trionfo dell’ingegneria che ha permesso questo risultato. Voglio ringraziare tutti: la Titan Micoperi, la Guardia Costiera e ovviamente la Protezione Civile».

Lo ha detto l’Ad di Costa Michael Thamm.

  • Ore 16.10 «Vorrei che questo Paese fosse un Paese normale, nel modo di approcciarsi ai temi ambientali. C’è una cosa che mi ha dato un pò di fastidio: noi abbiamo fatto uno sforzo pazzesco nel tentativo di salvaguardare la matrice ambientale. Oggi sembra che il controllo lo abbiano fatto Greenpeace e Legambiente».

Lo ha detto il responsabile della Protezione Civile, Franco Gabrielli.

«A me sembra invece che lo abbiano fatto le Arpa, l’Istituto superiore di sanità e altri enti pubblici – ha spiegato Gabrielli – Se qualcuno si è fatto la gita in barca e poi diventa il tutore dell’ambiente, va bene. Allora magari rivolgiamo maggiore attenzione a tutti i problemi ambientali di questo Paese».

  • Ore 16 La Concordia verrà ormeggiata a 13 nuove bitte doppie, montate in banchina proprio per rendere sicuro il relitto, ma la numerazione è stata condizionata dalla scaramanzia.

Così, dopo la bitta n.12, si arriva a quella n.14.

È stato evitato il numero 13 che per gli scaramantici porta sfortuna.

Chissà se a operazioni concluse positivamente, gli addetti al porto `correggeranno´ quel ‘14’ trasformandolo in 13.

Fino a quando non saranno tutte fissate il salvage master Nick Sloane non scenderà dal relitto della Concordia.

  • Ore 15.40 La Concordia, in fase di ormeggio, non è più proprietà della Costa, ma ora è nelle disponibilità del consorzio Saipem-San Giorgio: è stato infatti firmato l’atto notarile che sancisce il trasferimento della proprietà.

Notarial deed establishing the transfer of ownership of the Concordia_July 27

  • Ore 15.25 «Tra poco si concluderà l’avventura dopo la tragedia».

Così il l presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, al porto di Pra’-Voltri.

«Abbiamo dimostrato una grandissima capacità costruttiva, tecnologica, ingegneristica del nostro Paese – ha proseguito – con la collaborazione anche di realtà americane, sudafricane, insomma una bella cooperazione per fare insieme una cosa molto importante per il futuro di questa città».

  • Ore 15,05 Ad ora sono stati posizionati 4 cavi su tredici.

L’operazione dovrebbe durare un’ora.

  • Ore 14,40 È iniziato l’ormeggio del relitto di Costa Concordia giunto alla fine della diga Foranea nel porto di Voltri-Pra’.

Gli ormeggiatori hanno messo a terra i cavi e stanno provvedendo a collegarli alle diciotto bitte rinforzate presenti in banchina.

L’operazione, una volta terminata, rappresenterà la fine della fase di trasferimento del relitto.

  • Ore 13,58 La figlia di Nick Sloane è venuta a Genova a salutare il papà. Lo ha atteso sulla punta del “pennello”, la diga minore d’ingresso al bacino del Vte, in compagnia di un dirigente del porto di Genova.
  • Ore 13.50 Alessandro Serra, capo degli ormeggiatori di Genova, : «La Concordia è ferma, tutto a posto, ora incomincia per noi il lavoro serio, stiamo tirando i cavi».

image-H140727124738-U1308156686776IC--499x285@IlSecoloXIXWEB

  • Ore 13,44 Il premier è stato accolto dai ministri all’Ambiente, Galletti, e alla Difesa, Pinotti, il prefetto Gabrielli, dal presidente della Regione, Burlando, dal presidente dell’Autorità Portuale, Luigi Merlo, e dal sindaco Doria.
  • Ore 13,34 A bordo di una nave partita da Sestri Ponente, il premier e la moglie Agnese Landini sono arrivati al Vte insieme ai due figli.
  •  Ore 13.31 Il viaggio della Concordia è finito: la nave ora è ferma, si procede con la fase finale dell’operazione.
  • Ore 12.55 Matteo Renzi è arrivato a Genova, atterrando all’aeroporto Colombo alle 12.50 insieme con la moglie Agnese e i due figli: alla Marina di Sestri Ponente è salito sull’imbarcazione che lo porterà al Vte.
  • Ore 12.55 Matteo Renzi è arrivato a Genova, atterrando all’aeroporto Colombo alle 12.50 insieme con la moglie Agnese e i due figli: alla Marina di Sestri Ponente è salito sull’imbarcazione che lo porterà al Vte.

Immagine

  • Ore 12.55 Confermato che Matteo Renzi è arrivato a Genova, atterrando all’aeroporto Colombo alle 12.50
  • Ore 12.50 Aspettando l’attracco definitivo al Vte della Costa Concordia, il numero uno della Protezione Civile,Franco Gabrielli, non ha nascosto la sua soddisfazione: «Anche la scaramanzia e la cautela cui mi sono attenuto sino adesso devono lasciare il passo alla constatazione che lo sforzo incominciato 2 anni fa ha avuto il giusto compimento» ha detto, confermando che «intorno alle 14 il relitto sarà ormeggiato in sicurezza in banchina».
  • Ore 12:47 La prua della Concordia si sta allontanando dalla diga e la poppa si sta avvicinando in muovendosi in diagonale per accostarsi alla parete di destra e così addossarsi alla diga.

Fino ad ora la manovra era stata effettuata in linea retta, ora si procede appunto in diagonale di ormeggio. In totale si tratta di un percorso di 1 chilometro e ottocento metri.

Secondo le stime, dovrebbe mancare solo un’ora alla conclusione delle operazioni.

  • Ore 12.25 Una nave portacontainer ormeggiata al terminal Vte, ha fatto suonare le proprie sirene, omaggiando la Costa Concordia entrata in porto, col suono delle sirene, in maniera sobria e brevemente
  • Ore 11.50 Anche la prua della Concordia è entrata nel porto di Pra’-Voltri

Immagine

  • Ore 11.40 Concordia prosegue l’avvicinamento in banchina, ormai è in porto

Immagine

  • Ore 11.32 Matteo Renzi dovrebbe atterrare all’aeroporto Colombo di Genova alle 11.50.

Questa mattina il premier ha telefonato al sindaco di isola del Giglio, Sergio Ortelli, come ha raccontato lo stesso primo cittadino: «Il presidente del Consiglio ha espresso la volontà di venire ad agosto al Giglio per dare il giusto riconoscimento e attenzione al nostro territorio oltre che ringraziare personalmente i gigliesi».

  • Ore 11.30 Costa Concordia è dentro la diga foranea

Immagine

  • Ore 11.20 Il relitto di Concordia è allineato e si trova a meno di mezzo miglio dall’imboccatura della diga foranea del porto di Genova dove i rimorchiatori lo stanno trainando.

Immagine

  • Ore 11.08 Prefetto Gabrielli: intorno alle 14 la Concordia sarà messa in sicurezza
  • Ore 10.35 Con le operazioni che stanno procedendo al meglio, il ministro italiano dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, s’è preso qualche rivincita sui francesi, che «devono imparare a fidarsi un po’ di più di noi italiani: avevamo preso tutte le precauzioni, non c’è stato alcun inquinamento» e ancora: «Tutta l’operazione s’è svolta nel migliore dei modi, è stato un successo dal punto di vista ambientale, a mezzanotte abbiamo fatto le ultime analisi, non ci sono sversamenti e non c’è stato inquinamento».
  • Ore 10.30 Michael Thamm, Ad di Costa, dal Vte ha spiegato ai vari giornalisti spiega che «l’operazione ha un costo complessivo di circa 1,2 miliardi a oggi», una cifra cui vanno aggiunti lo smantellamento e le operazioni di ripristino ambientale: si arriverà a 1,5 miliardi
  • Ore 10.20 Nel primo pomeriggio arriverà a Genova il premier Matteo Renzi per assistere dal vivo alle ultime operazioni che porteranno la Costa Concordia nel porto di Voltri-Pra’, come ha annunciato il ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti: «Ci tiene, e credo sia giusto che il premier sia presente per condividere una operazione molto difficile anche per il mio ministero».
  • Ore 10.15 Ci sono tutti e otto: i rimorchiatori genovesi hanno “preso possesso” della Concordia.

Per vederla entrare nell’imboccatura del porto, però, si stima che ci vorrà ancora un’ora e mezza.

La nave è ancora trainata pure dal Blizard, il potente rimorchiatore oceanico che dà maggiore spinta e velocità alla manovra.

  • Ore 10.10 Da domani i lavori sulla Concordia resteranno fermi per una decina di giorni per permettere l’apertura dei cantieri per la rimozione degli arredi; nell’attesa, come anticipato ieri dal Secolo XIX, incomincerà la ricerca del corpo dell’ultima vittima del naufragio, non ancora ritrovato: «Dopo che l’analisi dei fondali del Giglio ha escluso la presenza di resto umani, è praticamente certo che il corpo si trovi ancora sulla Concordia», ha spiegato Raffaele Ruggiero, comandate provinciale dei vigili del Fuoco di Genova.
  • Ore 10.09 La Concordia ha virato, procede a 0.7 nodi per l’entrata in porto che appare evidente anche nell’immagine. Il vento di tramontana si sta calmando. La manovra verso sinistra e poi in retromarcia per entrare in porto dovrebbe duare circa 3 ore

Immagine

 

  • Ore 10 Gianni Crivello, assessore ai Lavori pubblici del Comune di Genova, ha detto questa mattina che «è un momento molto importante per la città: sono manovre delicate, e un piccolo ritardo è del tutto normale». Comunque, ha aggiunto il presidente del Municipio Ponente, Mauro Avvenente «non volgiamo dimenticare quanto accaduto, una tragedia del mare che è costata la vita a 32 persone: abbiamo accolto la proposta di dedicare una funzione religiosa alle vittime e di intitolare una piazza a Pra’, davanti alla stazione»
  • Ore 9.50 La polizia Stradale comunica che non risultano code o rallentamenti che per il momento possano avere ripercussioni sulla viabilità stradale. Chi dovesse occupare la corsia di emergenza per vedere la Concordia rischia pesanti sanzioni e forti multe.

foto 3-k6UE--350x180@IlSecoloXIXWEB

  • Ore 9,40 Il rimorchiatore Messico ha preso in consegna la Concordia
  • Ore 9.30 Le parole di Michael Thamm, Ad di Costa Crociere, subito dopo essere sceso dal relitto della Concordia: «Sono voluto salire a bordo per ringraziare ancora Nick Sloane e tutti i suoi uomini per questo intervento in un giorno di operazioni così complesse. L’ho voluto ringraziare per lo straordinario impegno che hanno sempre messo in questo progetto e augurare a tutti buon lavoro»
  • Ore 9.20 La Concordia dovrebbe arrivare all’imboccatura del porto intorno alle 11, con il termine delle operazioni previsto per le 16.30
  • Ore 9.10 Dall’Unità di Crisi si segnala la presenza di curiosi sulla rampa di accesso al porto di Voltri-Pra’; situazione sotto controllo, invece, in corrispondenza degli svincoli autostradali
  • Ore 9 I rimorchiatori di poppa, Svezia e Spagna, sono già collegati ai cavi che però non sono in tensione: la Concordia è ancora trainata dal Blizzard, e il passaggio di consegne con i rimorchiatori di Genova avverrà intorno alle 10, quando si sarà a circa un miglio dal porto. Un ritardo dovuto al vento come già detto, ma comunque le operazioni proseguono con tranquillità.

In plancia Nick Sloane, Porcellacchia e il capo dei piloti di Genova porto Lettich: son loro che decidono come procedere via via che si presentano i problemi

  • Ore 8,30 Il vento di tramontana a 15/20 nodi rafficato sta rallentando le operazioni di sganciamento del rimorchiatore oceanico Blizzard che sta trainando il relitto della Concordia a 2 miglia dalla diga foranea di Prà dove avverranno le operazioni di aggancio dei rimorchiatori genovesi. Le condizioni del mare sono buone ma il vento dovrebbe “cadere” solo verso le 10.
  • Ore 8.15 secondo il numero uno della Protezione Civile,Franco Gabrielli, presente nella sede della Capitaneria di Porto di Genova «le operazioni sono iniziate e in questo abbiamo un vento intorno ai 20 nodi: stiamo verificando quanto possa intervenire sulle operazioni, ma potrebbe dare un piccolo ritardo nel programma».
  • Ore 7.50, la Concordia è ormai a 1,7 miglia dal porto di Genova, ma sta viaggiando a bassissima velocità a causa anche del forte vento di tramontana.

Il comandante Calvelli ha spiegato le prossime tappe della manovra: «Si sganciano i rimorchiatori d’altura e si posizioneranno i rimorchiatori di poppa e di prua. Dopodiché si procederà con un’accostata a sinistra, un momento delicato perché consiste del girare la nave.

Ai 4 rimorchiatori già presenti sul posto si aggiungeranno altri 4 rimorchiatori che si posizioneranno sugli “spigoli”. I rimorchiatori di poppa incominceranno a trainare verso il porto, con la prua rivolta verso Crevari. I rimorchiatori di prua avranno il compito di allineare la nave alla direttrice».

Immagine

  • ore 7.45 L’amministratore delegato di Costa Crociere, Michael Thamm, è salito a bordo della Concordia dopo essere stato accompagnato da una pilotina ed è entrato nella control room insieme con il salvage master, Nick Sloane, e agli altri ufficiali che hanno portato il relitto a Genova.
  • ore 7,42 Un’imbarcazione a vela si è avvicinata alla nave. Si stanno effettuando le verifiche per stabilire se è autorizzata. I rimorchiatori di altura si stanno sganciando.
  • 0re 7,35 Il rimorchiatore d’altura è ancora collegato. Il capitano di fregata Giovanni Calvelli : «Dieci nodi di vento e meno di mezzo metro d’onda». La Concordia punta verso il porto di Prà.
  • Ore 7,30 La Concordia è a quasi due miglia dal Vte. Molta sicurezza intorno ai rimorchiatori e alla nave, soprattutto per proteggere i cavi dei rimorchiatori che la trainano.
  • Ore 6.50, la nave è a poco più di 3 miglia dal porto: a questa velocità dovrebbe fare il suo ingresso intorno alle 10
  • Ore 6.20, la nave è ferma: completato il passaggio dai 4 rimorchiatori di trasporto ai 4 portuali si procederà con la cosiddetta “evoluzione” verso sinistra, ovvero la rotazione per permettere alla Concordia di entrare in porto di poppa. Le condizioni meteo sono molto buone.

Le operazioni si preannunciano complesse. I piloti del porto di Genova sono saliti a bordo. “È come spostare un tir con i freni tirati, servono molta potenza e prudenza – spiega il capitano di fregata Giovanni Calvelli, portavoce della Guardia Costiera di Genova – Il relitto è senza motori e soprattutto è frenato dai 30 cassoni che lo fanno galleggiare e che lo rendono poco manovrabile. Ecco perché saranno necessarie dalla 6 alle 8 ore per completare l’attracco“.

  • Alle 6 dalla nave è stato scollegato il cavo del primo rimorchiatore d’altura, uno di quelli che l’hanno trainata a Genova dal Giglio, la Capitaneria di Porto segue le operazioni dal quartier generale. A seguire le operazioni, dalle 4 di questa mattina, dalla barca degli ormeggiatori, anche il presidente dell’Autorià Portuale di Genova, Luigi Merlo
  • Alle 5.14 sono partiti i rimorchiatori del porto di Genova per andare a rilevare Costa Concordia dai due rimorchiatori oceanici che l’hanno trainata fino al capoluogo ligure. Nel frattempo uno dei due rimorchiatori che ha trainato Concordia, il Resolve, si è sganciato dal relitto.
  • Alle 5 la Concordia è praticamente ferma di fronte al Vte. I rimorchiatori ancora non sono partiti
  • Alle 4.30, la nave si sta dirigendo verso l’ingresso del porto Pra-Voltri, in attesa dell’uscita dei rimorchiatori portuali che dovranno condurla in banchina. L’operazione dovrebbe iniziare tra le 5 e le 6.
  • Alle 3.30 La distanza tra la nave e la costa si è molto ristretta: è a 5 miglia dalla terra ferma, praticamente già di fronte al Vte.

Concordia alba

La velocità del convoglio è cambiata per rispettare i tempi e giungere all’alba in porto a Genova.

  • Alle 3 del mattino la Concordia si è allontanata da Varazze, è passatp di nuovo al largo di Arenzano e la prua è sempre stata puntata su Voltri.
  • Alle 2 di notte la prua prima è stata puntata verso Varazze dove la nave è passata a meno di dieci miglia dalla costa Poi la nave si è diretta verso Voltri. La Concordia, visibile così anche nel Ponente ligure non è un’eccezionalità. La tratta rientra infatti negli scenari previsti, come hanno confermato fonti della Capitaneria di Porto al Secolo XIX. La velocità di navigazione ora è più elevata: 1,4 nodi.
  • Allo scoccare della mezzanotte la Costa Concordia aveva la prua diretta verso Arenzano, velocità portata oltre un nodo.

Concordia_alba_07201423-F140727055726

Di seguito, la tempistica ufficiale delle operazioni di attracco della Costa Concordia nel Vte di Genova Voltri, secondo quanto spiegato da Franco Gabrielli, numero uno della Protezione Civile, presente nella sede della Capitaneria di Porto di Genova

  • ore 5.30 – La Concordia trainata dai 2 rimorchiatori d’altura, con la prua puntata verso Pegli, arriverà alla distanza di 2,5 miglia nautiche circa; saliranno a bordo i piloti del porto e la prua sarà girata verso Vesima
  • ore 7.30 – Durante il tragitto, i 2 rimorchiatori di poppa portuali saranno attaccati e inizierà la sostituzione dei 2 rimorchiatori d’altura di prua
  • ore 9-10 – Dopo il taglio dei 2 cavi dei rimorchiatori d’altura subentreranno i rimorchiatori portuali di prua, uno alla volta; a poco meno di un miglio di distanza dalla punta di ponente della diga, la Concordia sarà frenata da poppa e cambierà direzione

Concordia alba

  • ore 10-12 – Ai 4 rimorchiatori presenti se ne affiancheranno altri 4 in corrispondenza dei quattro cassoni di galleggiamento agli angoli della nave, per garantire il posizionamento in parallelo alla diga nella fase di entrata nel porto
  • ore 12-14 – I 2 rimorchiatori di sinistra si staccheranno e la nave sarà portata in abbrivio sino alla collocazione definitiva, con i rimorchiatori di prua ad “aggiustare” la posizione
  • ore 14-15 – All’altezza del sesto modulo, quando la nave sarà ferma, i rimorchiatori di destra la spingeranno sino ai 6 distanziatori attaccati alla diga, dalle bitte saranno lanciati i cavi meccanici per l’ormeggio; in tutto la nave sarà assicurata da 15 cavi. In quella collocazione la Concordia dovrà rimanere per tutta la prima fase dello smantellamento, dunque per almeno 4 mesi.

 

*varie fonti: Secolo XIX, Skytg24, Tgcom24, La Stampa

27/07/2014  ore 06.55
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...