Costa Concordia: riemerge la scritta sul fianco – FOTO – partenza martedì


104943475-469ab7b5-bc8a-4815-9045-0e54b21d975d

La scritta è riemersa pian piano dalle acque dell’Isola del Giglio. E’ ingrigita, opaca, si distingue ancora chiaramente nonostante tutto questo tempo sia rimasta sotto le acque isolane.

104943514-ede243f5-0bd1-4945-8f3c-fc9fd51605a3

A lato dello scafo, verso prua, si legge chiaramente: “Costa Concordia”.

Intanto la partenza slitta a martedì. La Concordia sta mettendo fuori la prua, dopo due anni e mezzo, e anche il nome della nave si può ormai intravedere fra le impalcature che legano i cassoni-salvagente allo scafo.

104943571-fdba4203-67b0-4a50-92d8-fed687a97346

 

Oramai è quasi tutto pronto per la partenza: a circa 2 nodi la Costa Concordia percorrerà la distanza Isola del Giglio-Genova in 4 giorni di navigazione, poco meno di quattro chilometri l’ora.

Il ritardo rispetto alla data iniziale è sostanzialmente dovuto alle previsioni meteo, non proprio favorevoli: domani dovrebbe rinforzare il vento di scirocco, mentre fra domenica e lunedì lo stesso scirocco dovrebbe girare a libeccio.

La Concordia, che al momento risulta riparata dai venti essendo a ridosso dell’isola, ne sarebbe investita in pieno una volta uscita dal capo sopra la baia di Campese.

L’ultima parola sulla rotta spetterà comunque a Mr Hans Robert Bosh, il comandante olandese del rimorchiatore Blizzard.

 

104943909-8f78eaa9-fcf0-47f0-8a49-cd6b479ec0dc

«Da un punto di vista tecnico– ha spiegato l’ingegnere della Costa Franco Porcellacchia tutto sta procedendo per il meglio. Manca solo uno dei trenta cassoni e poi potremo procedere alla riemersione totale della nave».

Il pescaggio della Concordia, in navigazione, sarà di venti metri. Una volta davanti a Voltrisi arriverà a diciassette metri e mezzo, più che sufficienti perché la nave sia ormeggiata alla diga foranea.

Il capo della protezione civile Franco Gabrielli ha ricordato ancora una volta come tutte le prefetture costiere siano allertate: la Concordia batterà la bandiera della marina mercantile, sarà cioè una nave a tutti gli effetti e prima di salpare dovrà sottostare al via libera del Rina.

Il sindaco del Giglio Sergio Ortelli si dimostra soddisfatto: «Avere fissato la data della partenza – ha detto – vuol dire vedere davvero la fine di questa tragedia che ci ha travolto per due anni e mezzi. Siamo fiduciosi: non dimenticheremo mai le vittime e i naufraghi, ma vogliamo assolutamente dimenticare il naufragio per tornare a essere quello che eravamo».

Photocredit: firenze.repubblica.it

19/07/2014  ore 20.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...