Costa Concordia: ultimi aggiornamenti


“Progressi costanti”: abbiamo il “totale controllo del mezzo” e dunque “siamo tranquilli e fiduciosi”.

I tecnici responsabili del rigalleggiamento della Concordia dopo le difficoltà e i ritardi accumulati,  ribadiscono che le operazioni stanno procedendo come auspicato e nelle prossime ore inizierà l’ultima fase, vale a dire la riemersione della nave vera e propria per poi pensare alla partenza.

slide_358328_3978874_compressed

Ci resta da collegare una sola catena – ha spiegato l’ingegner Franco Porcellacchia – e tre cavi. Nel momento in cui avremmo finito con l’ultimo cassone di poppa, che è già immerso, ci resterà solo un cassone a prua“.

Fino a  questo momento la Costa Concordia è emersa di 4,15 metri: a breve sarà interamente fuori dall’acqua anche il ponte 5.

Si auspica che entro domattina si finirà di collegare i cassoni e si potrà cominciare a pompare aria all’interno per far emergere i ponti 4 e 3 e far risalire la nave di altri 10-11 metri.

Le cose non sono cambiate – ha detto Porcellacchia a proposito dei tempi di “partenza” – lunedì sembra che le condizioni meteo non siano delle migliori e dunque è ipotizzabile la partenza martedì. Per quanto ci riguarda, noi puntiamo comunque ad essere pronti già per lunedì“.

IMG_3542_d0.jpg_1171891105

Dunque potrebbe essere davvero martedì il giorno della partenza del gigante dei mari.
Tra le difficoltà due catene con anelli che pesano 300 chili l’uno e che, anche a causa del maestrale che da tre giorni soffia sul Giglio, non vogliono saperne di passare sotto lo scafo per poi essere collegate ai tre cassoni rimanenti.

Insomma, inconvenienti che hanno impatto zero sull’intero progetto ma che, inevitabilmente, stanno ritardando le operazioni successive.

I problemi, sottolinea non a caso il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli , “non hanno la benché minima incidenza sul progetto complessivo e sulla stabilizzazione della nave“.

Quindi  tra domenica e lunedì la nave sarà riemersa di quegli altri 15 metri che mancano per riportarla al livello di galleggiamento previsto, secondo i programmi stabiliti: ma il meteo purtroppo non pare prevedere niente di buono.

Allo stato – afferma Gabrielli – è previsto un peggioramento meteo. Le condizioni attese non sono proprio positive”. I dati verranno affinati nelle prossime ore, perché nessuna previsione è davvero affidabile oltre le 72 ore, ma un elemento è già evidente. Ed è, conferma Gabrielli, “il combinato disposto tra le problematiche tecniche e il peggioramento meteo“. “Lunedì resta il nostro obiettivo, ma non escludiamo che possa essere martedì la giornata della partenza“.

45115-rigalleggiamento-della-costa-concordia

Noi abbiamo una finestra temporale ipotizzata, anche sulla base delle statistiche, che va dal 13 luglio all’8 agosto. Ma è evidente che non immaginiamo minimamente di doverla utilizzare tutta“.

In quanto alle “lamentele” del ministro francese Ségolène Royal, tutti i protagonisti assicurano che il viaggio verrà fatto nella massima sicurezza e con tutti gli accorgimenti dal punto di vista ambientale.

Anche noi siamo gelosi dei nostri mari, come i cugini francesi. Ma si sa che tra cugini ci sono frizioni. In ogni caso, dal nostro punto di vista non c’è nulla che possa suscitare preoccupazioni, anche perché tutte le risposte chieste dal ministro sono in una copiosissima documentazione che lo Stato ha prodotto, comprese centinaia di prescrizioni per Costa. Dunque sono convinto che tutto rientrerà“.

concordia_countdown070714

Intanto, nell’attesa del giorno della partenza, all’Isola del Giglio le cose procedono come al solito, tra normalità e curiosi che fanno le ultime foto con lo sfondo della nave e il sindaco Sergio Ortelli puntualizza che “il nostro punto di vista è sempre lo stesso la nave deve essere portata via il prima possibile e nella massima sicurezza“.

18/07/2014  ore 22.00

“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...