Crociere alla scoperta delle culture locali: la nostra top 5


Ci sono in catalogo in ogni compagnia di crociera, degli itinerari insoliti, particolari, che esulano dal solito: sono quelli che ci permettono di apprezzare, di conoscere le culture dei nativi.

Snobbate dalla massa, queste crociere ci permettono invece di arrichirci culturalmente, scoprendo un nuovo mondo ( per quanto sia possibile scoprirlo durante la sosta di una nave da crociera), visto forse solo attraverso i documentari in tv.

Ci sono tuttavia delle rare eccezioni, in cui è possibile conoscere l’autenticità di questa esperienza turistica che coinvolge culture native in tutto il mondo.

L’esperienza può passare dall’osservare una danza tribale o alla dimostrazione dell’artigiano del villaggio, oppure ancora, e forse questa è l’esperienza che vi suggerisco, farsi coinvolgere, interagire direttamente con la gente del posto, magari, se possibile e permesso, esplorare i villaggi nativi, facendo un giro nelle canoe tradizionali o ancora partecipare a un vero pasto locale.

Queste sono le esperienze che, seppure vissute in un breve lasso di tempo (quello appunto dell’escursione stessa), ci permettono di interagire ma soprattutto di arricchirci di esperienze personale davvero uniche, andando a scoprire particolari altrimenti non visibili, non tangibili.

Certamente più costose dei tradizionali giri, anche perchè comunque visitano luoghi spesso dall’altra parte del mondo: spesa comunque che chi affronta questo genere di viaggi mette già in preventivo, ampiamente ripagato dalla bellezza culturale, artistica e naturalistica di questi luoghi.

Ma quali sono le destinazioni di crociera che permettono di vivere le esperienze memorabili con culture native?

Ecco la  Top5, nell’ordine di bellezza secondo la Redazione:

  • Tahiti e Pacifico del Sud: le crociere in questa regione propongono spesso tour che ci permettono di esplorare la cultura e le tradizioni della Polinesia, sia del passato che del presente, come per esempio la visita al villaggio Maeva che si trova nell’isola di Huahine.

22212018

Spesso le compagnie che effettuano questa tratta portano a bordo le danze tradizionali, insieme alle musice del posto ed anticipano ciò che si potrà scoprire a terra. A Vanuatu e nelle Fiji sarà possibile scoprire le leggende sul cannibalismo e partecipare a tradizioni affascinanti come camminare sul fuoco.

Dancers-mthagen-in-the-beautiful-and-remote-luxury-yacht-charter-destination-Papua-New-Guinea

In Papua Nuova Guinea sarà possibile scoprire le tradizioni locali partecipando a pranzi o cene tradizionali e a sessioni di artigiani locali oltre ad assistere a danze tribali. Questi itinerari o parte di essi, sono in genere coperti da compagnie come Princess Cruises, Paul Gaugin cruises, Crystal, Lindblad Expeditions, Windstar, mentre sono scali occasionali per crociere che fanno il giro del mondo come Costa Crociere ad esempio.

 

  • Tauranga, Nuova Zelanda: lo scalo in questo porto è utile per raggiungere il Tamaki Maori Village a Rotorua, combinato con una visita ad altra attrazione principale della zona, la Riserva Termale Te Puia.

tamaki-maori-village

Qui è possibile bearsi della natura, visitando anche i geyser e arrivando ad un centro d’arte Maori; sarà anche possibile consumare un pasto a base di cibo tradizionale ed assistere a danze tribali tradizionali, tra cui la famosa haka, che nel suo libro “Maori Games and Haka”, lo studioso Alan Armstrong descrive così:

“La Haka è una composizione suonata con molti strumenti. Mani, piedi, gambe, corpo, voce, lingua, occhi… tutti giocano la loro parte nel portare insieme a compimento la sfida, il benvenuto, l’esultanza, o il disprezzo contenuti nelle parole. È disciplinata, eppure emozionale. Più di ogni altro aspetto della cultura Māori, questa complessa danza è l’espressione della passione, del vigore e dell’identità della razza. È, al suo meglio, un messaggio dell’anima espresso attraverso le parole e gli atteggiamenti.”

Te Arawa haka powhiri

È dunque una danza che esprime il sentimento interiore di chi la esegue, e può avere molteplici significati. Non si tratta, infatti, solo di una danza di guerra o intimidatoria, come è spesso erroneamente considerata, ma può voler anche essere una manifestazione di gioia, di dolore, una via di espressione libera che lascia a chi la esegue momenti di libertà nei movimenti.

Le compagnie che visitano questa parte più “selvaggia” della Nuova Zelanda sono Princess Cruises, Celebrity Cruises, Compagnie du Ponant, Oceania Cruises.

  • Africa: molto più spesso tutte le compagnie di crociera ci hanno abituato ad esplorare le rive mediterranee e quelle del Mar Rosso di questo continente, tralasciando invece la visita di luoghi che rimangono davvero nel cuore. Chi affronta questa crociera in itinerari non consueti, avrà per esempio la possibilità di visitare una comunità pigmea, i Bagyeli, o un villaggio costruito su palafitte in Benin, dove la tradizione voodoo è ancora praticata.

537242839_8db9c3b2bc_z

Chi scende più a sud potrà usufruire ad esempio di una visita in una comunità Zulu, vicino a Durban e conoscere la cultura swahili a Zanzibar. Le compagnie che affrontano questi itinerari sono la  Lindblad Expeditions, di national Geographic, la Seabourn, Regent Seas e anche MSC e Costa Crociere (quest’ultima con Costa neoRomantica e il giro del mondo).

  • Alaska: l’incontro con la cultura dei nativi è uno dei punti salienti di un viaggio a sud-est dell’Alaska. Interpreti culturali Huna Tlingit si uniscono alle navi da crociera a Glacier Bay per condividere con i passeggeri la loro storia e le loro tradizioni. In Alaska è possibile visitare diverse strutture turistiche native, tra cui il Mount Roberts Tramway a Juneau.

img_0429-e1380941464450

Alcuni piccoli villaggi accolgono i passeggeri delle crociere per manifestazioni d’arte, spettacoli di danza, grigliate di salmone e altri eventi. I giganteschi totem ( vere e proprie opere d’arte dei maestri d’ascia locali con artisti del posto ) vi accompagneranno in diverse località, per esempio nella sola Ketchikan è possibile ammirarne più di 70!

Tlingit_garbed_people_and_items_at_Icy_Strait_Point_2009

 

Oramai quasi tutte le compagnie di crociera prevedono itinerari in Alaska, ma le escursioni più interessanti in tal senso le abbiamo trovate con la Hollande America Line (un programma davvero ricco ed interessante che c’è davvero l’imbarazzo della scelta) e la Princess Cruises.

  • Amazzonia: diverse compagnie si spingono sino a risalire il Rio delle Amazzoni, in modo da poter garantire agli ospiti di visitare la foresta pluviale. In alcune escursione è previsto ad esempio risalire con un gommone sul Rio Negro e poter visitare un villaggio con case costruite su palafitte.

Casa sul fiume

A volte è possibile fermarsi in un villaggio per una visita con lo sciamano e la gente del posto, o fare un giro in canoa coperta per vedere la vegetazione della giungla. Ci sono compagnie che tradizionalmente propongono questi itinerari, navigando sino ad una buona parte dlel’interno, come Seabourn, Holland America,Silversea, Costa Crociere, Hapag-LLoyd.

OceanEvent-ms-bremen-amazonas-2

 

Ci sarebbero davvero tante altre località e tanti altri Paesi, come la Dominica ai Caraibi, o la cultura aborigena in Australia, o ancora l’esplorazione della parte artica del Canada e la visita ad un villaggio di eschimesi o ancora la fantastica Columbia Britannica coi suoi colori fantastici e la visita alla comunità Chinook – tribù di nativi americani. E poi ancora Messico e cultura Maya..

Insomma: davvero ci sarebbe da fare un elenco infinito, ma noi abbiamo scelto quelle che sono le più affascianti e con escursioni davvero complete.

Ovviamente voi avrete le vostre preferenze: vi invitiamo a postarcele qui sotto tramite commento oppure nei nostri social 🙂

 

26/06/2014  ore 18.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

 

Holland America: agente di viaggio vince una crociera all’anno per la vita


L’agente di viaggi Linda Butler ha sempre consigliato decine di clienti sulle crociere su Holland America Line.

Ora invece sarà lei ad usufruire di una vacanza a bordo di una Holland America Line, ma la cosa più bella è che potrà farne una all’anno per tutta la vita, essendo la vincitrice di “Cruise for Life”.

7db0df9286d5cdc2f29db45b43ba96d6_M

A sinistra la Butler insieme alla business development manager di HAL, Jenni BenBassett

 

La Butler lavora come agente di viaggio per il ramo Virginia Beach di AAA Tidewater Virginia.

Avendo vinto il primo premio, la Butler riceverà una crociera di sette giorni per due persone in una cabina veranda ogni anno per tutta la vita.

Holland-America-logo

Potrà scegliere di navigare in Alaska, Europa o nei Caraibi su una delle 15 navi premium di Holland America Line.

Congratulazioni a Linda a nome di tutti a Holland America Line” ha detto Eva Jenner, vice presidente, settore Nord America, charter and incentive sales.”E ‘gratificante riconoscere l’importanza dei nostri partner di viaggio mediante la concessione di un premio simile e non vediamo l’ora di accogliere Linda bordo per molti anni a venire”.

La Butler è stata estratta tra 25.576 agenti di viaggio che erano iscritti alla corsa per questo premio senza precedenti.

Complimenti vivissimi alla vincitrice..con un pizzico di sana invidia da parte della Redazione 😉

26/06/2014  ore 14.17
Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Crociere: 4 società dominano il mercato


Secondo un rapporto del CIN (Cruise Industry News) sullo stato delle compagnie crocieristiche, le quattro società che dominano il settore delle crociere oggi, con quasi l’84% della capacità passeggeri globale, continueranno a dominare nel prossimo decennio con una stima di 83% della capacità totale entro il 2021.

msc-splendida-msc-crociere

Quali sono, nell’ordine dunque, queste quattro società leader del mercato?

  •  Il leader del mercato è Carnival Corporation, con 10 marchi e 102 navi ad oggi:  ha una quota di mercato del 45,8 %.

All’interno del gruppo Carnival, il marchio Carnival rappresenta il 40% della sua capacità; Princess il 17 %; Costa il 15 %.

Gli altri sette marchi completano il bilancio.

carnivalcruiseline_slider1a

  • Royal Caribbean Cruises ha sei marchi e 43 navi e una quota di mercato globale del 23,2 %.

Il marchio Royal Caribbean ha il 66 % della capacità totale della compagnia.

Royal-caribbean

  • Norwegian Cruise Line ha una quota di mercato globale del 8,0%

norwegian-epic

  • MSC Crociere ha una quota di mercato globale del 6,9 %.

MSC_20_May 2014_sea02

Il saldo del 16 % per il 2014 della capacità mondiale delle crociere è condivisa da altri 50 marchi operanti con 126 navi.

Le quote di mercato si spostano solo leggermente dal 2021 in poi, con Carnival, Royal e Ncl che vedono una leggera riduzione in favore di MSC, che aumenta la sua quota di mercato al 9,3 %, in base agli ordini di nuove navi esistenti.

Tuttavia, più ordini sono attesi dal gruppo Carnival, così come per altri marchi, per cui le quote di mercato relative potranno rimanere simili a quelle attuali.

 

Sono dunque sei i marchi a dominare*:

  • Carnival
  • Princess
  • Costa
  • Royal Caribbean
  • Norwegian
  • MSC

Dunque le società ad esse collegate dipendono dalle prestazioni di questi marchi.

*elenco non in ordine

 

N.d.A. desidero ringraziare i ragazzi del forum.crocieristi.it che mi hanno fatto notare una incongruenza nell’articolo e per la pubblicazione dell’articolo sul loro forum.

 

26/06/2014  ore 13.50
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Costa Concordia: nessun accordo sullo smantellamento, decide il cdm


Sarà il Cdm, entro una settimana, ad arrivare ad una decisione definitiva sulvia libera per il trasferimento del relitto della Costa Concordia a Genova, dato che la conferenza dei servizi, che in giornata avrebbe dovuto dare il proprio parere, non è riuscita a trovare l’accordo necessario.

Engineers Attempt To Raise The Costa Concordia Cruise Ship After It Sank In 2012

A votare contro la scelta di Genova, fatta da Costa, sarebbero state la provincia di Grosseto e la Regione Toscana, presieduta da Enrico Rossi, il quale sostiene che il porto di Piompino sia la destinazione migliore.

L’unico progetto preso in considerazione è stato quello di Costa: non vogliono subordinate di sorta” ha spiegato il governatore “Ma mi domando se il principio di precauzione della legislazione europea in base al quale si chiudono aziende anche nella nostra regione, non debba essere adottato in una occasione come quella del trasporto del relitto della Concordia“.

Concordia: continuano operazioni messa in sicurezza

Quanto è successo è gravissimo” ha aggiunto “si vuole rischiare cinque volte di più nel trasporto del relitto verso Genova, quando Piombino è a un giorno di navigazione“.

Soddisfazione è stata invece espressa da parte del ministro dell’ambiente Galletti, secondo cui, oggi, si sia raggiunto un importante traguardo.

++ Concordia: Gabrielli, rimozione nel mese di giugno ++

 

A fronte della soluzione Genova indicata da Carnival” ha specificato “noi abbiamo portato in conferenza dei servizi le nostre prescrizioni rigorose per assicurare il massimo livello di tutela ambientale in tutte le operazioni. Ora la decisione passa al Consiglio dei Ministri, faremo presto e bene“.

 

26/06/2014  ore 00.20
Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Queen Mary 2: Chef Todd English a bordo la prossima settimana


Cunard Line accoglierà il celebre chef e socio Todd English a bordo di Queen Mary 2, il 1 ° luglio 2014, per il suo Independence Day Celebration, da New York a Boston.

A bordo lo chef svilupperà un nuovo menu con il team culinario della nave ammiraglia, menù che debutterà entro la fine dell’estate.

Todd English, portrait

Il famoso ristoratore inoltre,sarà disponibile ad autografare copie del suo libro di cucina, “Cucina ogni giorno con English: L’ABC del Gran Sapore in casa” , e parteciperà ad un Q & A moderato dall’Entertainment Director.

Siamo lieti di accogliere il nostro partner di lunga data e amico, Todd English, a bordo di Queen Mary 2 nel mese di luglio“, ha dichiarato David Dingle, CEO di Cunard Line “Il nostro fiore all’occhiello sarà l’unico ristorante Todd English in mare. Saremo lieti di averlo a bordo per continuare a celebrare il 10 ° anniversario della nave “.

10355751_10152562196573223_3775032571808571934_n

 

Uno degli chef più decorati, apprezzati e carismatici del mondo, Todd English ha goduto di un numero impressionante di riconoscimenti nel corso della sua straordinaria carriera. E ‘stato premiato da alcune delle pubblicazioni più prestigiose del settore alimentare, ha istituito uno dei marchi di ristoranti più conosciuti nella nazione – Olive – ed è un quattro volte vincitore del James Beard Award. Inoltre, Chef English ha pubblicato quattro libri di cucina acclamati dalla critica.

300_2085097

Non vedo l’ora di salire a bordo della Queen Mary 2” ha detto Todd English “E ‘stato un vero piacere lavorare con Cunard Line e la bellissima Queen Mary 2 nel corso degli ultimi 10 anni, e non vedo l’ora di festeggiare l’anniversario della nave e di incontrare gli ospiti, mentre mi trovo a bordo“.

 

26/06/2014  ore 00.10
Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”