Rinnovo passaporto: facciamo chiarezza!


Sui social è tutto un rincorrersi di accuse: l’aumento della tassa per il rilascio del passaporto sale da 40,29 euro a 73,50 euro e le proteste montano a dismisura, ma a ben leggere forse le cose non stanno proprio così come ce le raccontano (tanto per cambiare).

Viaggiare-con-i-bambini-passaporto-550

Tutto nasce da un emendamento al decreto Irpef, firmato da tal Giorgio Tonini (appartenente al gruppo del Pd), emendamento approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato, che prevede un rincaro sulla tassa per il rilascio del passaporto. Probabilmente, come spesso succede, l’unica cosa che è saltata agli occhi è stata la somma che passa dai 40,29 euro ai 73,50 euro : certamente è un aumento ma lo si applica solo ed esclusivamente per il rilascio di un nuovo passaporto (cioè ogni 10 anni) ed oltrettutto viene abolito il bollo annuale di 40,29 Euro, quel famoso bollo che praticamente nessuno pagava più, e che nessuno tra parentesi ha mai richiesto quando non pagato.

passaporti-blogtaormina-300x200

Se viaggi solo in Europa si può usare tranquillamente la carta d’identità, altrimenti vale la regola dell’uso nei 10 anni del passaporto..come a dire che più si viaggia più si ammortizza il costo.

Sul Sole 24ore è lo stesso Giorgio Tonini, vicepresidente dei senatori Pd e capogruppo in commissione Esteri a Palazzo Madama, a chiarire : «L’emendamento al dl Irpef, che ho presentato in commissione Bilancio del Senato e che è stato accolto dal governo, non prevede nessun “nuovo balzello sul passaporto”, come è stato erroneamente scritto da alcuni organi di stampa, ma è una semplificazione burocratica della tassa in vigore, a vantaggio sia dei cittadini che degli uffici, in particolare dei consolati, nello spirito della migliore spending review».

giorgio-tonini

Giorgio Tonini

«Attualmente – spiega – il passaporto è soggetto, al momento dell’emissione, al rimborso del costo del libretto (42,50 euro) e a una tassa (40,29 euro). Per l’uso al di fuori dell’Unione Europea, la tassa di 40,29 euro è dovuta ogni anno. In analogia a quanto fanno i nostri maggiori partner internazionali, ho proposto di riformare il meccanismo di tassazione del passaporto, unificando tutti i tributi attualmente previsti in un’unica tassa pagata al momento dell’emissione (73,50 euro più il costo del libretto, lasciato invariato a 42,50 euro). Rispetto all’attuale costo di emissione, l’importo è aumentato per compensare il minore introito derivante dalle tasse annuali che non saranno più dovute. L’emendamento è dunque neutro per le casse dello Stato, non comporta né aumento né riduzione di entrate. Mi sembra invece vantaggioso per i cittadini».

passaporto-elettronico

Facendo velocemente due conti: con l’aumento della tassa di rilascio a 73,50, più 42,50 di costo del libretto, ora si passerà a 116€ da pagare ogni 10 anni, mentre prima erano 82,79€ più 40,29€ ogni anno, che fanno circa 485€, per chi faceva almeno un viaggio all’anno fuori dall’Europa, un risparmio di 360 euro circa. Per noi il vantaggio esiste.

 

03/06/2014  ore 22.30

“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Annunci

Valletta Cruise Port: Stephen Xuereb nuovo CEO


Valletta Cruise Port plc, l’operatore del Terminal Crociere Valletta e del Valletta Waterfront, annuncia la nomina di Stefano Xuereb come Chief Executive Officer del Gruppo, con effetto dal 1 ° giugno 2014.

Xuereb succede a John Portelli, che è stato al timone della Società negli ultimi 5 anni.

sx-valletta

 

Photocredit: CIN

 

Xuereb, Fellow del Chartered Institute of Accountants e laureato alla Henley MBA, ha svolto un ruolo centrale nel successo di Valletta Cruise Port plc (già Viset Malta plc), fin dalla sua nascita nel 2002.

Xuereb ha oltre 20 anni di esperienza senior management, dodici dei quali nel settore delle linee di crociera.

 

Vallletta_Waterfront

Photocredit: Valletta Waterfront

Parlando a nome del Consiglio di Amministrazione, Joseph Zammit Tabona, presidente della Valletta Cruise Port plc, ha ringraziato Portelli per il suo servizio reso alla Società durante il suo mandato, e compliemntandosi con Xuereb per il suo nuovo ruolo. Zammit Tabona aggiunto che a Xuereb viene affidata la mission che è di Valletta Cruise Port plc, cioè essere uno dei principali porti da crociera del Mediterraneo.

Xuereb ha dichiarato che” il settore delle crociere a Malta, può crescere solo attraverso prestazioni di livello decisamente superiore di servizio e per lo sforzo unitario da parte di tutte le parti interessate per promuovere e sostenere il business linea di crociera” .

 

03/06/2014  ore 18.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Sondaggio: Quale compagnia di crociere preferisci?


Which cruise line do you prefer?

Hollande America Line: Volendam in drydock


Quando la ms Volendam di Holland America Line avrà completato il bacino di carenaggio nel mese di dicembre 2014, la nave sarà caratterizzata da 21 nuove cabine Lanai esclusive, la zona bar area Mix e bagni aggiornati in tutte le suite e in altre categorie di cabine.

Holland-America-logo

Nonostante la conversione delle cabine esterne esistenti nei nuovi alloggi Lanai, la capacità dellaVolendam, attualmente di 1432 ospiti, non cambierà.

Le sistemazioni Lanai esclusive comprendono grandi porte scorrevoli in vetro, con accesso diretto al Lower Promenade, l’avvolgente ponte in teak .

SONY DSC

Ogni cabina include sedie a sdraio riservate, e  porte scorrevoli in vetro con rivestimento a specchio unidirezionale per garantirne la privacy.

Altre navi della flotta Hollande che hanno già cabine Lanai sono la ms Maasdam, la ms Rotterdam e la ms Veendam.

“Gli itinerari di Volendam in Alaska e in altre parti altamente scenografiche del mondo, sono l’ideale per il nuovo accesso diretto al ponte di passeggiata e per i panorami che dalla cabina Lanai si potranno ammirare“, ha detto Richard Meadows, vice presidente esecutivo delle vendite, marketing e relazioni con gli ospiti di Holland America Line “Stiamo facendo anche altri miglioramenti interessanti per la nave, e l’aggiunta dell’area bar Mix si presenterà come un elegante locale multi-tema che permetterà ai  nostri ospiti di far conoscenza e di divertirsi“.

0

Durante il bacino di carenaggio, tutti i bagni privati saranno aggiornati anche per permettere l’inserimento delle nuove vasche idromassaggio, lavabi in pietra, specchi illuminati, infissi Grohe, pavimenti, pareti e lavelli.

In molte categorie di cabine inoltre saranno  anche nuove cabina doccia.

I Bar situati in posizione centrale sulla Volendam saranno riconfigurati per caratterizzare come area bar Mix, uno spazio che comprende tre bar a tema: specialità Martinis, Champagne e Spirits & Ales.

Martinis servirà cocktail della celebre marca, compreso lo Yellow Tulip, il cocktail a firma Martini di Holland America Line, una miscela di Grey Goose vodka, succo di lychee, succo di ananas, succo di guava, crema di cocco e succo di lime fresco.

Volendam-1-Ocean-Lounge-Bar-4

I bar Champagne, invece, offriranno una selezione di 20 champagne e spumanti provenienti da tutto il mondo.

Questo locale offrirà eventi come una colazione ritardata a base di champagne, un pre-pranzo con i Mimosa e i Bellini, uno champagne tea time e pre-cena a base di champagne e tartine di caviale.

Spirits & Ales presenterà una selezione internazionale di birre, whisky premium e brandy talmente impressionante da accontentare anche il conoscitore più esigente.

holland-america-rotterdam-mix-champagne

 

In questo spazio inoltre gli ospiti potranno godere di una vasta gamma di birre alla spina durante la visione di eventi sportivi o rilassarsi dopo un po’ di shopping nelle vicine boutique.

Lanai-604x387

Le cabine Lanai con accesso diretto al ponte in tek esterno.

 

Le navi che hanno già l’area bar Mix sono la ms Maasdam, la ms Rotterdam, la ms Ryndam, la ms Statendam e la ms Veendam.

 

03/06/2014  ore 15.15
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Rotondo, Rccl: “Siamo ufficialmente fuori dalla guerra del prezzo”


Gianni Rotondo , direttore generale di  RCCL Italia, annuncia una stagione in recupero – più 30% i volumi rispetto al 2013, e più 20% i margini – saluta i tempi bui del settore cruise e non solo in Italia.

«L’ondata di booking dei primi di aprile tiene bene anche tra un ponte e l’altro: sì, gli incentivi al trade funzionano. ».

gianni rotondo Royal Caribbean--U1901728128301OVG-140x250-U200283341454WQG--645x400@MediTelegraphWEB

«Va molto bene la domanda internazionale – aggiunge Rotondo – l’Italia ha un appeal forte, abbiamo moltissimi americani e sempre più australiani e asiatici, che hanno sempre più navi a casa ma vogliono anche il Mediterraneo.  Il che per noi è un punto di forza, perché ci assicura molto prodotto in Italia, da Roma e da Venezia, dove la domanda domestica si concentra sui mesi estivi».

La compagnia con grande successo ha fatto di tutto per eliminare ogni barriera linguistica e il mix multi-etnico al cliente italiano piace molto.

royal_caribbean

«L’Italia marcia verso i 900mila passeggeri quest’anno – dice Rotondo – forse stiamo perdendo la fascia che partiva a 500 euro la settimana, ma è il segnale di una maturazione della domanda che fa anche salire prezzi e margini, perché dalla crociera vuole di più: più servizi, e un viaggio di maggiori contenuti. E credo che spenda soldi che aveva, e che ora investe in vacanze per una forma di ribellione alla crisi. E si è visto che un sentimento di questo genere, quando sia diffuso, aiuta ad avviare una qualche inversione di tendenza».

«Il last minute è finito, non serve più, la gente ha smesso di cercarlo. Abbiamo prezzi più stabili e a fine 2013 avremo venduto meglio – prevede Rotondo – anche se credo che i volumi resteranno quelli del 2013».

intro_overview_video_AL

Intanto in Italia quest’estate Royal Caribbean porterà 8 delle 41 navi del gruppo: per Royal Caribbean ci sono Liberty of the Seas e Serenade of the Seas da Civitavecchia; Splendour of the Seas da Venezia.

Per Celebrity Cruises, il marchio premium del gruppo, la nuova sofisticata classe Solstice: Reflection da Roma, Silhouette da Venezia, Equinoxe che si alterna tra la sua base di Barcellona, Roma e Venezia.

In più partono da Civitavecchia e Venezia anche Azamara Quest e Azamara Journey, che offrono una crociera colta, ricca in itinerari, con navi classiche e sontuose.

Launch of Royal Caribbean International's Allure of the Seas.

A settembre infine arriveranno i colossi spettacolari della compagnia: Oasis of the Seas con due date, 13 e 18 settembre e, nel 2015, arriverà anche Allure of the Seas, con itinerario sul Mediterraneo Occidentale: «Tra Roma e Napoli abbiamo in programma circa 800 visite per gli agenti di viaggi», ricorda Rotondo.

Siamo sicuri che l’entrata di Oasis of the Seas e della gemella Allure nella programmazione crocieristica italiana – conclude Rotondo – avrà grande successo, sia in termini di prenotazioni che in benefici sull’indotto dell’intero territorio“.

 

Fonti: L’agenzia di viaggi.it, TTG Italia

 

03/06/2014  ore 14.20
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”