Crociera: pro e contro di questo tipo di vacanza


Se c’è una cosa di cui si dibatte da sempre nei vari social sui forum arrivando quasi ad accappigliarsi è il parlare di vacanza in crociera.

Perchè accappigliarsi direte voi?Già in effetti pare che discutere in modo sano stia diventando una chimera soprattutto sui diversi social.

00_Crociera_638-365_resize

Tutto nasce dallo scontro tra due diverse “tifoserie”: quella pro e quella contro la crociera.

C’è chi la difende strenuamente, sostenendo questa o quella compagnia e chi invece la odia profondamente, per vari motivi uno fra tanti le file per salire dal rientro delle escursioni o il fatto che si passi pochissimo tempo in porto e quindi esplorare una grande città (come ad esempio Barcellona che di certo non si può girare in poche ore tanto è ricca di cose da visitare) diventa davvero difficile.

_i268592

Da parte nostra, amanti è vero delle crociere di qualsiasi compagnia siano, amanti della vita da crocierista, cercheremo comunque di essere il più possibile obiettivi e di sviscerare pro e contro in egual maniera, in modo che siate voi, indecisi dell’ultimo minuto o semplici lettori curiosi, a decidere se la crociera sia in effetti il vostro tipo di vacanza ideale.

I PRO :

1) Viaggiare in crociera permette di poter osservare la terraferma da un altro punto di vista.Non so voi ma quando si sta sul ponte di una nave e si osserva la linea di costa tutto appare più affascinate e diverso e la “voglia” di esplorare diventa una spinta davvero forte.

2) La crociera, quale che sia l’itinerario, in una sola settimana vi permette di visitare, seppure in maniera non esaustiva, molte città.

3) Essere su un hotel a 5* è la motivazione che spinge la maggior parte delle persone a scegliere una crociere: essere serviti e riveriti ha sempre il suo fascino in quella che dovrebbe essere la vostra settimana di relax e divertimento.Dall’animazione agli spettacoli di bordo, dal personale sempre sorridente al mangiare 5*, tutto diventa affascinante.

4) Se odiate viaggiare in aereo, la crociera è ciò che fa per voi. Se avete paura delle condizioni del mare, scegliete una nave più grande, dotata di stabilizzatori..a meno di non esser sfortunati e di trovare mare davvero molto mosso, non sentirete praticamente nulla.

5) Avere la possibilità di usufruire di un servizio escursioni che ha testato e ritestato ciò che si intende visitare, è la molla che fa scegliere questa vacanza. Scegliere l’escursione della compagnia vi permette di avere compreso nel prezzo il trasporto, il mangiare se si sta fuori più di 4/5 ore, una guida specializzata, ingressi musei compresi.E se ci sono ritardi per varie cause potete star sicuri che la nave vi aspetta in porto, cosa non prevista nel caso di escursione fai-da -te (si ha una tolleranza molto bassa per i ritardi, anche per una questione di prezzo di attracco in banchina della nave).

celebrity 2

6) I patiti delle crociere fanno spesso itinerari simili, per poter avere la possibilità di ritornare in città precedentemente visitate: in questo modo è possibile dividersi la visita in diverse zone di una stessa città e vedere con calma ciò che si vuole (vedi Barcellona ad es.).

7) Il vantaggio di ogni crociera è il fatto di poter scegliere ciò che si vuole fare: si può decidere di scendere in porto o di viversi la nave quasi vuota e di poter usufruire magari proprio per quel motivo, di sconti fortissimi nella Spa di bordo o presso i saloni di bellezza o presso i negozi o semplicemente di godersi la piscina in santa pace.

8) Ci sono posti davvero molto molto difficili da raggiungere se non in nave, come ad esempio i fiordi norvegesi o i ghiacciai dell’Antartide. In nave, e con ogni comodità aggiungiamo noi, è invece molto più semplice e nella stagione giusta , davvero molto confortevole.

9) Potrete sperimentare una cucina a 5* in quasi tutte le compagnie di crociera. Ormai tutte le nuove navi hanno a bordo un ristorante di specialità di qualche Chef stellato o famoso per essere un personaggio TV o comunque riconosciuto Masterchef: è davvero una gioia per gli occhi e per il palato poter assaporare a pranzo e a cena di autentiche specialità. Molto spesso poi i cuochi di bordo propongono menù che si rifanno alla tradizione culinaria inerente al porto che si sta visitando.Questo dà il modo di poter in qualche modo “entrare” più in contatto con la cultura del luogo.

10) Per chi viaggia con bambini la crociera è una vera manna dal cielo. Si spende molto di meno di un villaggio turistico e a bordo ormai ci sono aree a loro dedicate, addirittura divisi per fasce d’età. Ci sono molte compagnie che si stanno attrezzando anche con aree per i minori di due anni, con nidi dedicati e nanny specializzate, così come compagnie che hanno sale attrezzate per poter aggregare ragazzi sino a 18 anni d’età, divisi in fasce che vanno dai 4 ai 6, dai 6 ai 10/11, dagli 11 ai 16 e dai 16 ai 18.In questo modo ognuno troverà degli interessi e dei compagni di gioco di pari età e di certo non ci si potrà annoiare, con party dedicati e con attività ludiche studiate ad hoc per loro.

 

 destinazioni-crociere 

I CONTRO:

1) Uno dei motivi principali per cui si “odiano” le crociere è il fatto che una nave racchiuda un numero molto elevato di persone (ad eccezione delle compagnie che fanno crociere su navi-boutique con un max di 500 pax ma che sono davvero costose). Gli spazi “comuni” come piscine, bar, e saloni sono spesse volte affollati ed è difficile fare un bagno in piscina senza incorrere in bambini che strillano e che utilizzano anche aree a loro non dedicate.Spesso non c’è abbastanza controllo in questo senso, soprattutto nelle compagnie a basso costo. In effetti è molto più semplice in questo caso usufruire di piscine e bar senza far fila, quando la nave è in porto e la maggior parte delle persone scende a terra in escursione.

2) Il personale di bordo spesse volte non è congruo al numero di passeggeri a bordo.Per questo motivo non c’è abbastanza controllo soprattutto nell’area piscina e idromassaggio, ma anche nei saloni e al casinò, dove i bambini scorazzano molto spesso senza controllo ( e qui la colpa mi dispiace dirlo ma è dei genitori che lasciano-come diavolo fanno a fidarsi!!- i bambini liberi di muoversi a piacimento nella nave. Ciò crea disagio a chi cerca anche solo di riposarsi sdraiato sui ponti a prendere il sole, a leggere un libro o semplicemente a godersi un buon cocktail o a fare una nuotata in piscina. A volte la penuria di personale a bordo costringe a turni massacranti la crew di bordo e d è possibile che un cabinista possa vedersi aumentato il numero di cabine da riordinare, con conseguente meno tempo da dedicare ad ognuna di esse..e qualche volta proprio qui nascono i problemi, con cabine sporche e non presentabili.

3) Non è una vacanza adatta a chi ama passare ore e ore a scoprire una città, perdendo anche il senso del tempo. In crociera ci sono orari ben precisi per le escursioni e se non si usufruisce di quelle delle compagnie il pericolo è di non arrivare in tempo all’imbarco.a questo punto è tutto a spese del viaggiatore raggiungere il porto successivo.

4) Il crocierista è il turista da spennare per eccellenza.Per questo motivo in molti porti di sbarco si viene assaliti da venditori di ogni genere, da taxisti con mezzi anteguerra, da prezzi decisamente più alti del normale. Sta ad ognuno di noi stare sempre attenti e all’erta: nei porti cosidetti “a rischio” non muoversi mai da soli o in coppia ma sempre in piccoli gruppi; sarà più difficile essere rapinati o peggio. La cronaca è piena di episodi del genere ma molto spesso dipende dal viaggiatore stesso: non si va mai soli in zone a rischio o ci si perde in zone molto lontane dal porto senza essersi assicurati un mezzo idoneo per il rientro. Mai sfoggiare gioielli o orologio preziosi, mai tirare fuori un portafogli pieno di soldi. Portate dietro sempre il necessario e al limite una carta di credito. Sarà possibile utilizzarla dappetutto ormai ed evita i costi esorbitanti del cambio moneta, oltre ad attirare molto meno l’attenzione di malintenzionati.

5) Se c’è una cosa che costa in crociera sono le escursioni : molto spesso i prezzi son davvero esorbitanti e senza apparente motivo. Facendo i conti di trasporto, guida e ingresso eventuale a musei o parchi, spesso la differenza con i prezzi della compagnia arrivano al triplo. Documentatevi dunque prima di prenotare, ormai su internet potrete trovare ogni valida alternativa se proprio non volete farvi spennare o volete risparmiare.Basta solo stare attenti agli orari di rientro, come già ampiamente detto in precedenza.Per le località dove i luoghi d’interesse sono a pochi passi dal porto non vale la pena certamente spendere tanto.Ve le consigliamo caldamente invece in caso di lunghe traferte (come ad esempio per le escursioni nella valle del Nilo) o di luoghi a “rischio” di qualsiasi genere (ad esempio in Israele).

pool-party2

6) Una cosa odiosa sono le file. File al risorante, file al buffet, file per salire e scendere per le escursioni, file per pagare qualche servizio o fila a fine crociere.O vi armate di pazienza oppure fate una ricerca e verificate almeno quali si possano evitare.Se odiate fare fila per il mangiare scegliete una compagnia che non ha orari rigidi per mangiare ma che offra il mangiare 24/24 o almeno 20/24. Se odiate fare la fila in piscina optate per orari insoliti, tipo dalle 5 pm in poi , quando gli stranieri vanno a cenare e i bimbi devono essere preparati per la cena serale, o quando tutti scendono a terra. Per le file d’ingresso e rientro in nave invece c’è poco da fare: o si rientra un pò in anticipo oppure ci si deve armare di pazienza, anche se il personale è in genere abbastanza veloce nei controlli. Cercate sempre di non dimenticare il vostro documento d’identità e la tessera di bordo che funge da carta d’identità passeggero, carta di debito e chiave della cabina!

7) Per chi odia rispettare alla lettera i programmi la crociera non è la vacanza ideale. In crociera, molto spesso, ogni cosa è programmata: pranzo ,cena, merenda, escursioni, orari degli spettacoli etc etc. O vi prendete del tempoe  scelgiete tra le compagnie che lasciano più libertà ai passeggeri oppure cambiate proprio indirizzo di vacanza.

8) Molto spesso, a causa dei prezzi delle tasse portuali, la compagnia scelgie dei porti secondari. Ciò provoca molto spesso disagi, dovuti al fatto che spesso sono molto lontani dal centro città o dai luoghi di interesse culturale. Ed è ovvio che i transfer in questo caso siano davvero salati. Informatevi prima di partire su ogni porto toccato e cercate su internet alternative di locomozione. State pur tranquilli che ogni porto o ogni città toccata da una crociera ha su internet ogni possibile informazione , quindi non sarà difficile trovare un taxi ad un prezzo decisamente inferiore al prezzo del transfer suggerito dalla compagnia.

9) Attenzione alle voci in più che vi ritroverete nel conto finale e che molti di voi non si aspettano , perchè non informati a  dovere. Una di questa è la quota di servizio: son pochissime le compagnie che non la applicano (come ad esempio quelle che fanno crociere superlusso all inclusive o quelle che prevedono il non pagamento delle stesse se al momento dell’imbarco lo riferite alla reception). Esse sono circa 6 o 7 euro al giorno a persona. Non dimenticate poi il 15% circa che vi verrà addebitato automaticamente ogni qualvolta acquistate qualcosa a bordo, sia un cocktail o un orologio o un vestito. A fine crociere vi potreste trovare con un bel gruzzolo da pagare che non avevate messo in conto! Se poi non pagate con carta di credito, dovrete versare ad inizio crociera circa 150 euro a testa come deposito cauzionale, che vi verrà rimborsato, se non utilizzato, nel conto finale il giorno prima del termine della crociera. Informatevi sempre su questi aspetti prima di prenotare una crociera per evitare spiacevoli sorprese finali.

10) Se non amate l’affollamento scegliete mesi di crociera inusuali o comunque itinerari non mediterranei..sono i più gettonati, perchè in genere più economici e quindi sovraffolati quasi sempre. Evitate i periodi di feste comandate: eviterete inutili mal di pancia dovuti al sovraffollamento!

04_Crociera_638-365_resize

 

Questi i nostri pro e contro…sappiamo che certamente ci sarà qualcosa che abbiamo dimenticato di dire. Fateci sapere la vostra 🙂

single-crociera

Ci sarà sicuramente chi sarà d’accordo con noi e chi no. Personalmente noi abbiamo avuto poche volte problemi, e con un pò di pazienza si son sempre risolti al meglio. La cosa più importante, e che tutti si dimenticano , è di non trasformare un piccolo problema in una questione di stato. Si rischia in questo modo di rovinarsi un’intera vacanza, magari sospirata e desiderata da tempo! Non ne vale la pena secondo noi. Soprassedete se potete, oppure cercate di trovare una soluzione senza farvi venire ma di fegato. Vedrete che alla fine una crociera è una vacanza come un’altra..non sempre va tutto come abbiamo sognato ma basta un minimo di pazienza e un pò di sana ironia, per far tornare tutto al proprio posto (salvo problemi gravi mi pare ovvio!).

welcomes

Buone vacanze in crociera 🙂

 

24/05/2014  ore 15.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

One thought on “Crociera: pro e contro di questo tipo di vacanza

  1. Pingback: Aiuto: sono in crisi d’astinenza da crociera!! | Crazy Cruises

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...