Concordia: “in plancia tutti zitti”


Tutti zitti nella plancia di comando della “Concordia”,  dal comandante Francesco Schettino ai suoi ufficiali, mentre la nave andava verso gli scogli.

Il ricordo è del testimone di oggi al processo di Grosseto, l’Hotel Director Manrico Giampedroni, il commissario-eroe  a cui il Senato ha consegnato una medaglia,  che rimase intrappolato 36 ore con una gamba rotta e un trauma cranico nel ventre del relitto, finché fu salvato dai soccorritori che lo localizzarono grazie al baccano fatto dalla padella sbattuta sulle pareti per farsi trovare.

2796037-giampe

 L’Hotel Director Manrico Giampedroni

Giampedroni ha raccontato al processo che negli ultimi metri prima dell’impatto «ero sull’aletta di sinistra, dove mi aveva invitato Schettino per seguire il passaggio vicino al Giglio. Guardavo il panorama, a un certo punto vidi gli scogli e dissi a voce alta: “Oh, li prendiamo!”. E così fu».

A una parte civile che gli ha chiesto quale fosse l’atteggiamento di Schettino e dei suoi ufficiali mentre la “Concordia” andava a urtare le rocce ha risposto: «Non lo so, di sicuro non c’era allegria, festa, li vedevo tutti zitti, intenti a fare il loro lavoro, alle loro mansioni».

«E chestavano zitti per andare tutti insieme verso il suicidio collettivo? – ha esclamato l’avvocato Giuliano Leuzzi del Codacons Che c’era un santone che guidava una setta al suicidio quella sera? Che stavano zitti e non gli dicevano che la nave andava sugli scogli?», riferendosi ironicamente al comandante Schettino e agli ufficiali in plancia di comando al momento del naufragio.

c50ad627263b86b8f51707a5d264cb8b-kNdG--645x400@MediTelegraphWEB

L’Hotel Director Manrico Giampedroni

Il presidente del collegio del tribunale, giudice Giovanni Puliatti, ha ovviamente subito interrotto il legale,  esentando il testimone dal seguirlo nella provocazione. Ma intanto la circostanza di un equipaggio passivamente ubbidiente a pochi metri dal disastro è tornata a galla.

In altre udienze precedenti era emerso che tra i marinai solo lo stagista Salvatore Ursino, in plancia per perfezionare il tirocinio da ufficiale, si permise di far notare al comandante che la nave era fuori rotta.

La convocazione di Giampedroni è dunque servita al pubblico ministero per circostanziare alcune accuse formulate a Schettino, non già per ripercorrere l’ennesima volta l’accaduto.

image

Il giudice Giovanni Puliatti

Una delle accuse su cui i pm ritengono centrale la deposizione di Giampedroni, riguarda il fatto che Schettino non lo contattò mai nelle ore del naufragio.

Giampedroni come direttore dell’hotel di bordo aveva il compito di vigilare sui passeggeri, specie in un’emergenza, sui flussi ai punti di riunione, sul fatto che nelle cabine non rimanesse nessuno.

Invece ribadisce al pm Stefano Pizza che «Schettino non l’ho mai sentito, non mi cercò mai».

Quindi Schettino come potè valutare con certezza a che punto fosse l’evacuazione?

Giampedroni ribadisce ulteriormente che : «C’era panico tra gli ospiti all’inizio, poi si è affievolito via via che li abbiamo rassicurati. Ho fatto controllare le cabine e verificare che fossero tutti fuori, cosa che ho comunicato alla plancia via radio, ma non ebbi risposta».

image (1)

Il pm Stefano Pizza

Invece non potè riferire alla plancia «la prontezza delle muster station», coi passeggeri riuniti nei punti di raccolta, una specie di azione preliminare all’ordine di salire sulle scialuppe.

Nonostante tutto ciò, la sua condotta comunque non viene comunque considerata ineccepibile: infatti fu indagato con Schettino e nel luglio 2013 e patteggiò due anni e sei mesi proprio perché non svolse tutti i compiti a lui affidati dai protocolli a tutela dei passeggeri. Giampedronie non dette alla plancia “la prontezza delle muster station”, cioe’ il loro approntamento, lo status che consente al comandante di ordinare l’abbandono della nave, anche perche’ non tutti i responsabili di sezione (capi-ponte e capi muster station) gli avrebbero dato riscontro sulla situazione delle loro aree di competenza. “Gli ospiti non erano tranquilli, andavano da soli ai punti di riunione“, ha anche detto il teste.

Oltrettutto, nonostante la caduta e la frattura conseguente e il trauma cranico, le autorità marittime nel 2012 gli sospesero quattro mesi, per motivi disciplinari, il libretto di navigazione.

Forse anzi decisamente per questo motivo, un avvocato che rappresenta alcuni passeggeri, Michelina Suriano ha chiesto senza peli sulla lingua: «Ma lei Giampedroni ha ricevuto la medaglia del Senato perché ha salvato dei passeggeri o perché ha patteggiato?», ovviamente ottenendo l’opposizione ferma del Pm e  il presidente del collegio, giudice Giovanni Puliatti, ha accolto l’opposizione, e la domanda è nata e morta lì, lasciando certo in bocca un sapore amaro al commissario eroe-non eroe!

Regal Princess: Gioco Viaggi presenta le crociere da Venezia


Gioco Viaggi ha presentto le crociere a bordo della Regal Princess, la nuova nave della flotta Princess Cruises, pronta al battesimo a maggio.

PRINCESS CRUISES REGAL

 

La nave, che ricordiamo è stata costruita dalla Fincantieri ed è la gemella di Royal Princess, effettuerà itinerari di 7 notti da Venezia a partire dal prossimo 20 maggio.

Vi aspettano numerose innovazioni tecnologiche, così come vi abbiamo raccontato negli articoli precedenti, ma anche nuovi intrattenimenti e tra le tante attese novità da segnalare la passeggiata di cristallo sospesa sul mare, il Seawalk.

10156030_658505420852577_6369286977364575116_n

Gli itinerari:

*  maggio tra Mediterranean & Aegean, 7 notti (Venezia, Corfù, Istanbul, Mykonos, Atene) e Greek Island, 6 notti (Atene, Kusadasi, Santorini, Katakolon, Dubrovnik, Venezia).

* giugno tra Western Mediterranean,  il Mediterraneian Aegean, e il Grand Mediterranean, 12 notti in programma in giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre.

Rcl Cruises: al 20% la commissione per tutte le adv


Rcl Cruises continua la sua avanzata conferendo un 20% a tutte le ADV e un 25% a quelle più fidelizzate.

news_rci_logo

Gianni Rotondo, direttore generale Italia, sottolinea il periodo positivo registrato nel corso delle ultime tre settimane:

«Il Mediterraneo si sta muovendo molto bene – conferma Rotondo – Dopo un inverno contrassegnato dalla positiva performance dei Caraibi – sia quanto a volumi sia quanto a prezzi – la stagione estiva sta partendo nel migliore dei modi, con un volume di passeggeri di poco inferiore a quello del 2013 ma coni ricavi più elevati». Particolarmente soddisfacente il mix di prodotti venduto, con la crescita delle cabine di standard più elevato. «Nel 2013-2014 abbiamo incrementato i margini del 40% rispetto al 2012, frutto soprattutto di un riequilibrio globale dell’offerta. Il 2013 in particolare, è stato il miglior anno di sempre sul mercato italiano quanto a rapporto ricavi-margini».

Gianni-Rotondo

Gianni Rotondo

Intanto, Rcl Cruises lancia una promozione per adv su tutti i prodotti e per tutti i periodi:

«Prenotando fino al 5 maggio, qualunque agenzia beneficerà di una commissione del 20%, che nel caso delle adv più fidelizzare potrà arrivare al 25%».

Costa Crociere e King Holidays: tour e crociere insieme


King Holidays presenta il nuovo catalogo “Cruise & Stay” nato dalla collaborazione con Costa Crociere in cui sono proposte crociere combinate a tour proposti dal t.o in Spagna – isole Baleari, Malta, Turchia Grecia e Tunisia (con qualche puntata in Egitto e Israele), validi sia per viaggi individuali che di gruppo. Sono previsti 12 programmi con date a partenze fisse tra maggio e novembre.

20130511144756!Logo_Costa_Crociere

«Cruise & Stay – commenta Giancarlo Brunamonti, outgoing division manager King Holidays – è un progetto esclusivo su cui puntiamo molto: i pacchetti sono presenti solo in agenzia e non esistono alternative fai da te. Si tratta di un esempio concreto del valore aggiunto offerto dalla filiera tradizionale rispetto alle logiche di internet e della creatività sulla quale dobbiamo puntare per differenziarci e rilanciare il mondo del turismo organizzato».

 king_holidays_potenzia_l_offerta_su_malta_imagelarge

Fonte: Travelquotidiano

Costa Crociere: su Costaextra la nuova area Costa Travel&Friends


Costa Crociere sviluppa il portale Costaextra – il canale di servizi, formazione, ascolto e condivisione online dedicato al trade che ha superato i 9 mila iscritti – con la nuova area Costa Travel&Friends, che permette di prenotare più facilmente e di usufruire di benefici e offerte.

20130511144756!Logo_Costa_Crociere

Le agenzie potranno accedere a tariffe molto vantaggiose su una selezione di partenze e a tutta l’offerta del catalogo Costa.

La nuova area è raggiungibile tramite il link http://costatravelfriends.costa.it, previa richiesta di autorizzazione inviata dal responsabile della società richiedente all’indirizzo redazione@extra.costaclick.com. 

Si potrà inoltre accedere a tutta l’offerta catalogo in tempo reale dalla pagina avendo a disposizione un servizio di informazioni e preventivi via mail dedicato costatravelfriends@costa.it e l’help desk 848 787873 da lunedì a venerdì.

 

Fonte: travelpeople.it