Royal Caribbean annuncia il ritorno nel Golfo Persico per l’inverno 2015/16


Royal Caribbean ha annunciato il  ritorno nel Golfo Persico per l’inverno  2015/16,  con il dispiegamento di Splendour of the Seas a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti.

169

Tra dicembre 2015 e marzo 2016, Splendour of the Seas di Royal Caribbean,  navigherà in itinerari di 16 notti, andata e ritorno da Dubai. Porti di scalo includeranno Muscat, Oman, Khasab, Oman e Abu Dhabi.

A seguito di discussioni positive e di collaborazione con i nostri principali partner della regione, siamo lieti di annunciare il nostro ritorno in crociera nel Golfo Persico per l’inverno 2015/2016. 

Siamo lieti di portare Splendour of the Seas, una delle nostre navi Vision Class, nella regione per la prima volta e ad accogliere ospiti provenienti da tutto il mondo. 

SONY DSC

Vorrei esprimere il nostro ringraziamento ai funzionari del turismo da crociera del DTCM, TCA Abu Dhabi e il Ministero del Turismo dell’Oman per il loro sostegno e congratularmi con loro sulla formazione dell’alleanza Cruise Arabia. 

Questo è un passo positivo per continuare a promuovere i benefici economici e turistici delle crociere e sono sicuro che la stagione avrà molto successo “, ha dichiarato Helen Beck, Direttore Regionale, International Representatives, EMEA, Royal Caribbean International.

Il ritorno di Royal Caribbean nel Golfo Arabico con Splendour of the Seas esprime la fiducia e l’impegno per  il settore crociere fiorente della regione.

Splendour-of-the-Seas

Secondo la Royal Caribbean,  Splendour of the Seas  raggiungerà più di 32.000 persone nella sua prima stagione di quattro mesi.

Le partenze del Golfo Persico saranno in vendita dal 10 Aprile 2014.

 

Fonte: cruisecurrents.com

Ncl: nuova promo “I Norwegians mangiano e bevono gratis. Offre la nave”


Norwegian Cruise Line presenta la nuova promozione “I Norwegians mangiano e bevono gratis. Offre la nave”, che permette agli ospiti di sperimentare gratuitamente a bordo molte  proposte culinarie della compagnia.

Prenotando una cabina con balcone o di categoria superiore sulle navi Norwegian Getaway e la Norwegian Breakaway, gli ospiti potranno usufruire del pacchetto speciale cena, che include una cena a scelta ogni sera in uno dei tanti ristoranti di specialità selezionati durante le crociere di 7 notti, dal churrasco, alla cucina francese a quella giapponese.

Norwegian-Breakaway-457A

 

Il pacchetto offre anche il 20% di sconto per una cena all’Ocean Blue di Geoffrey Zakarian, uno dei ristoranti di punta di Norwegian sulle navi di classe Breakaway, e in selezionati ristoranti à la carte.

Prenotando una lussuosa The Haven Suite, gli ospiti potranno anche beneficiare di un pacchetto bevande speciali gratuito in aggiunta al pacchetto speciale cena.

NCL-Haven-courtyard_main2-640x314

Il pacchetto bevande speciali offre agli ospiti un’ampia selezione di bevande analcoliche, birre, liquori, cocktail e vini al calice a piacimento.

Gli ospiti possono approfittare della promozione sugli itinerari di 7 notti a bordo della Norwegian Getaway da Miami ai Caraibi orientali, tra il 19 aprile e il 27 settembre 2014, e sulla Norwegian Breakaway per gli itinerari di 7 notti da New York alle Bahamas e in Florida, il 20 o il 27 aprile 2014, oltre che sulle crociere di 7 notti a bordo della Norwegian Breakaway da New York alle Bermuda, tra il 4 maggio e il 28 settembre 2014, prenotando dal 26 marzo all’8 aprile 2014.

3607_65724_Francis_Ri_99812_medium

Francis Riley

 

Francis Riley, vice presidente e general manager internazionale di Norwegian Cruise Line, ha dichiarato: «Norwegian è rinomata per la vasta gamma di opzioni per la ristorazione offerte a bordo e questa fantastica promozione permette ai nostri ospiti che prenotano una cabina con balcone o una sistemazione di grado superiore di sperimentare in prima persona la ricchezza della nostra proposta.

E per gli ospiti di The Haven, non solo il massimo del lusso, ma anche un’ampia offerta di bevande analcoliche, birre, liquori, cocktail e vini. In poche parole, la migliore esperienza di crociera possibile!

Non abbiamo mai lanciato una promozione del genere e quindi sono davvero lieto che i nostri clienti possano provare le nostre diverse proposte culinarie, senza costi aggiuntivi, nelle nostre nuovissime e innovative navi».

 

Fonte: Travelquotidiano.com

Regione Liguria e Unioncamere Liguria: cresce il turismo crocieristico, +33% nel 2013


Cresce il turismo crocieristico in Liguria.

Lo rivela uno studio dell’Osservatorio Turistico gestito in collaborazione tra Regione Liguria e Unioncamere Liguria dedicato al segmento che negli ultimi anni è diventato sempre più importante, sia a livello italiano sia ligure.

Lo studio è stato presentato giovedì 20 marzo nel pomeriggio in un convegno alla Camera di Commercio di Genova, presenti, fra gli altri, il presidente Paolo Odone e l’assessore al Turismo della Regione Liguria Angelo Berlangieri.

paolo-odone

Paolo Odone

 

In Italia il 2013 si posiziona come anno di recupero del turismo crocieristico con oltre 11,2 milioni di passeggeri movimentati (da intendere come somma di imbarchi/sbarchi e transiti), il +3,6% rispetto al 2012.

A livello territoriale, tra le regioni che raccolgono le quote maggiori di movimentazione passeggeri nel 2013 si posiziona, in primis, il Lazio con il 22,4% sul totale nazionale, a cui segue la Liguria con il 20,1%, il Veneto con il 16% e la Sicilia con l’11,2%.

Assessore_Angelo_Berlangieri__444x640_

Angelo Berlangieri

Ed è proprio la Liguria, tra il 2012 e il 2013, a fare il balzo in avanti più evidente: con oltre 2,2 milioni di passeggeri passa dal 3° al 2° posto registrando una crescita del +33% rispetto al 2012.

Nel panorama italiano, i porti liguri di Genova e Savona ricoprono la quarta e quinta posizione:

Genova è al 4° posto con oltre 1 milione di passeggeri crocieristi nel 2013 e registra una crescita del +32%

Savona si colloca al 5° posto (posizione stabile) con 939 mila passeggeri, in crescita del +16%.

ViewImage

Porto di Genova

Ma anche il porto della Spezia, affacciatosi più recentemente nel panorama dei porti crocieristici, riesce ad affermarsi, inserendosi nella classifica dei 15 porti italiani più importanti per movimentazione crocieristi e si colloca all’11° posto con oltre 205 mila passeggeri.

l’Osservatorio Turistico Regionale ha dedicate due indagini all’argomento.

La prima, condotta in collaborazione con MSC Crociere e Costa Crociere, è stata realizzata con interviste ai turisti-crocieristi per analizzare i comportamenti dei crocieristi in transito nei porti di Genova e Savona, Le variabili analizzate riguardano in particolare il ruolo che ha avuto la città nella scelta della crociera, le motivazioni della visita alla città, le attività svolte sul territorio,le modalità di ricerca delle informazioni turistiche, le spese effettuate, il giudizio attribuito alla visita.

SavonaPortoCostaCrociere1

Porto di Savona

La seconda, partendo da un’analisi comparativa con altri porti crocieristici, ha analizzato il posizionamento dei porti liguri nello scenario internazionale e si pone la finalità di costruire un modello di porto-destinazione.

“Questa indagine ha avuto un duplice obiettivo – afferma l’assessore al Turismo della Regione Liguria Angelo Berlangieri – Da un lato conoscitivo, finalizzato a mettere in evidenza i servizi turistici dei porti liguri rispetto ad altre realtà portuali d’eccellenza, sulla base di alcuni indicatori importanti quali accessibilità, accoglienza, comfort fornito al turista e integrazione con il territorio.

Dall’altro, partendo dalle best practice analizzate, l’obiettivo più importante è stato quello di individuare le caratteristiche di qualità per la fruizione turistica del porto, una sorta di decalogo che metta in evidenza i servizi strumentali allo sviluppo di un porto-destinazione di eccellenza”.

porti-liguria-

Porto di La Spezia

Il passaggio successivo “è ora quello di fare in modo che i nostri porti diventino sempre più competitivi. Per farlo occorre sviluppare progetti settoriali mirati, anche sfruttando al meglio le opportunità che provengono dalla nuova programmazione europea 2014-2020. Da qui l’esigenza di individuare dei partner con i quali condividere l’importante obiettivo di un potenziamento competitivo”, ha detto l’assessore.

 

Fonte: RegioneLiguria.it