Compagnie du Ponant : debutterà nel 2015 Le Lyrial


Compagnie du Ponant, prestigioso brand francese specializzato in crociere di lusso, svela i primi dettagli di Le Lyrial, il nuovo grande yacht della serie, la cui costruzione è stata aggiudicata a Fincantieri, con consegna prevista nella primavera del 2015.

000509_foto_popup-568x250

Gemella di Le Boreal (2010), L’Austral (2011) e Le Soleal (2013), la nuova unità si caratterizzerà per alcune differenze rispetto a queste: infatti il ponte numero 6 è stato ri-progettato per poter ospitare alcune suite più grandi (fino a 55 metri quadri).

La nave disporrà quindi di un totale di 122 cabine, a differenza delle gemelle che ne ospitano 132.

630x355
Il debutto è previsto dunque ad aprile 2015 e Le Lyrial manterrà gli standard delle sorelle, yacht a misura d’uomo , raffinati, efficienti, di design ma anche innovativi.

FIL37041

Il design degli interni, accoglienti e contemporanei, è stato nuovamente affidato all’architetto Jean – Philippe Nuel che lavorerà a stretto contatto con Véronique Saadé, Vice Direttore Generale di Compagnie du Ponant, per creare uno yacht ispirato alle destinazioni esclusive raggiunte dal brand e alla luce della stella Vega dalla quale trae origine il suo nome.

L’unità battente bandiera francese, avrà circa 11.000 tonnellate di stazza lorda, sarà lunga circa 142 metri, larga 18 e potrà raggiungere i 16 nodi di velocità di crociera.

Compagnie-du-Ponant

Una volta consegnato, Le Lyrial sarà impegnato nel Mediterraneo durante la sua stagione inaugurale  ed offrirà  itinerari con scali in Italia, Croazia, Montenegro, Grecia e Turchia, prima di dirigersi verso le coste ghiacciate dell’Antartide per la stagione invernale.

 

Navigator of the Seas torna a Galveston dopo il dry-dock con un enorme bandiera del Texas!


Navigator of the Seas torna a Galveston dopo il dry-dock di svariati milioni di dollari, con un enorme bandiera del Texas!

1610105_659402600774475_354442368_n

Le nuove caratteristiche aggiunte durante la ristrutturazione sono una novità assoluta, cabine con balconi virtuali, ovvero dei maxi schermi posizionati in 81 cabine interne scelte della nave.

Il sistema doveva originariamente essere installato sul colosso Quantum, in viaggio a partire dal prossimo novembre, ma la compagnia ha deciso di promuovere l’iniziativa già a partire da questo mese su Navigator.

balcones_virtuales_royal_caribbean_01

Il tutto è reso ancora più realistico grazie alla presenza di una ringhiera a cui gli ospiti possono aggrapparsi, usata per dare meglio l’idea di un balcone sull’Oceano.

Ai passeggeri delle cabine dotate di balconi virtuali verrà data la possibilità di disporre di un telecomando con cui poter accendere o spegnere il maxi schermo e regolarne il volume. L’unica cosa che non è consentito variare sono le inquadrature fatte o da poppa o da prua, perché il tentativo della compagnia è quello di offrire uno spettacolo che garantisca un collegamento diretto fra le immagini e le sensazioni fisiche di trovarsi immersi nell’Oceano.

936296_610209192324068_48297345_n

Per la prima volta su una nave di classe Voyager, Navigator of the Seas debutta anche con il Flowrider, che permette agli ospiti di provare l’ebbrezza di surfare le onde pur trovandovi sul ponte di una nave.

FlowRider

Vi sono new entry anche per il settore ristoro, tra cui il messicano moderno di Royal Caribbean Sabor, la Chop steakhouse completamente rinnovata e migliorata e anche i must di Oasis di classe, come la cucina giapponese di Izumi e la trattoria italiana di Giovanni Tabella .

500x375xsabor1_0.JPG.pagespeed.ic.IafmO3p35m

Tra le novità in questa classe anche tutte le caratteristiche amate nelle classi superiori, tra cui il digital signage, il Wi-Fi interno, televisori a schermo piatto in ogni cabina,un grande schermo sul ponte piscine, e l’ R-Bar a tema retrò.

Navigator of the Sea di è attualmente la più grande nave Royal Caribbean in partenza da Galveston.

240x368xnavigator-of-the-seas_1_0.jpg.pagespeed.ic.k730vkVWMx

Da qui partiranno gli itinerari di 7 notti nei Caraibi Occidentali toccando Cozumel, Messico, Roatan, Honduras, Belize City, Belize, Falmouth, Giamaica, e George Town, Grand Cayman.