Norovirus su Diamond Princess


Un giornale in Nuova Zelanda ha riportato la notizia che la nave da crociera Diamond Princess è dovuto attraccare a Tauranga, in Nuova Zelanda, dopo essere stata sterilizzata a seguito di un focolaio di infezione intestinale violento che ha colpito decine di passeggeri.

La nave, che ha ancorato a Tauranga Mercoledì al termine di una crociera che ha avuto inizio in Australia 12 giorni prima, è stata accuratamente sterilizzata prima di riprendere il viaggio.

Il portavoce di  Princess Cruise, David Jones, ha detto che circa 60 dei 3500 passeggeri e l’equipaggio si è infettato con un norovirus di tipo gastrointestinale nel corso dell’ultimo viaggio. 

Ha detto che gli operatori crocieristici hanno rinforzato le misure igienico-sanitarie per venire a capo del problema.

Un numero relativamente piccolo di persone sono state colpite. 

“Le misure di risanamento che abbiamo preso non sono uniche o insolite, e sono la risposta standard del settore.”

Un numero di passeggeri e membri dell’equipaggio relativamente contenuto proprio perchè sono state immediatamente predisposte le misure contenitive dato che il virus è altamente contagioso e può causare vomito, diarrea, letargia e mal di testa.

Alcuni passeggeri hanno lasciato la nave a Tauranga Mercoledì stesso dopo che circa 50 stanze state bloccato durante l’epidemia.

Mr Jones ha detto che era a conoscenza di tutti coloro che hanno richiesto un ulteriore trattamento medico o ricovero, ma non ha idea se vi fossero stati eventuali richieste di rimborso.

La nave partirà senza ulteriori ritardi verso prossimo viaggio e ha detto che nessun rimborso sarebbe stato dato ai passeggeri che non vogliono prendere la prossima crociera a causa del basso rischio di contrarre la malattia, e che a nessuno di coloro che avevano contratto il virus è stato dato alcun rimborso o compenso, ha detto, dato che sono episodi che possono accadere dappertutto.

Le persone che si erano imbarcate ieri ad Auckland ieri non hanno risentito minimamente dell’accaduto, ha detto.

Il settore delle crociere è vigile quando si trattava di ridurre al minimo il rischio di malattia e ci sono solo pochi casi riportati in cui una nave sia dovuta arrivare ad un livello superiore di servizi igienico-sanitari, ha riferito lo stesso Jones.

La nave dunque riprenderà senza problemi il suo viaggio dopo le dovute igienizzazioni.

 

Fonte: NzHerald

Immagine

Immagine

Immagine